Categoria: Ripi

20 Ottobre 2018 0

Paga con banconota da 50 euro falsa, ma viene individuato e denunciato a Ripi

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nella giornata di ieri, in Ripi, i militari della locale Stazione deferivano in stato di libertà un 44enne di origine campana (già censito per reati analoghi) per “spendita di monete false”. L’uomo si recava in un negozio del posto dove effettuava acquisti pagando con una banconota da 50 euro rivelatasi poi falsa, per poi dileguarsi a bordo dell’autovettura di proprietà della sua convivente. L’ attività investigativa condotta dai militari consentiva prima di risalire al numero di targa dell’auto e poi al malfattore, il quale veniva identificato dalla vittima grazie al riconoscimento della sua immagine tramite fascicolo fotografico. L’uomo pertanto veniva deferito e nei suoi confronti verrà avanzata proposta per l’applicazione della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune di Ripi. Foto d’archivio

12 Febbraio 2018 0

Cucina sporca e prodotti mal conservati, Nas chiudono ristorante a Ripi

Di admin

RIPI – Un ristorante di Ripi è stato chiuso dai carabinieri del Nas di Latina che, a seguito di una verifica, hanno ravvisato gravi gravi irregolarità igieniche, sanitarie e strutturali della cucina e delle attrezzature.

A tali gravi mancanze i militari comandati dal capitano Egidio Felice hanno aggiunto il rinvenimento di oltre 20 chili di alimenti  freschi e congelati tra carne, prodotti ittici, formaggi e preparazioni gastronomiche conservati in un frigorifero con pareti interne sporche ed in pessime condizioni igieniche. Per quest’ultima grave violazione, i militari del N.A.S. hanno sequestrato gli alimenti, denunciando alla Procura della Repubblica di Frosinone il titolare dell’attività ristorativa, per la detenzione di alimenti destinati ad essere somministrati agli avventori in cattivo stato di conservazione.

Inoltre, il responsabile del ristorante, deteneva barattoli di conserve alimentari quali marmellate di frutta, funghi e peperoncini sottolio, per le quali non era in grado di certificarne l’origine e la provenienza a riprova della loro salubrità. Per le varie violazioni amministrative sono state contestate al titolare dell’attività  sanzioni per un cifra complessiva di 2.500 euro.

 

 

31 Ottobre 2016 0

Scippatore in trasferta, giovane di Aprilia denuciato dai carabinieri di Frosinone a Ripi

Di admin

Ripi – Ha preso di mira una donna anziana di Ripi, ne ha studiato i movimenti e soprattutto la collana che indossava, poi l’ha aspettata sotto casa e l’ha scippata.

Oggi, i carabinieri hanno denunciato per il reato di furto con strappo, un 22enne di etnia rom, residente ad Aprilia.

L’uomo, che qualche giorno addietro aveva già avvicinato la vittima con il pretesto di chiedere informazioni, sabato scorso si è ripresentato presso l’abitazione della donna e, dopo essersi sincerato che fosse sola, con gesto repentino le strappava di dosso la collana, scappando a bordo di un’autovettura condotta da un complice che lo attendeva poco distante.

Le indagini condotte dai militari hanno consentito, grazie anche alla collaborazione di alcuni cittadini che avevano notato l’auto sospetta ed informato i militari dell’Arma, di risalire all’autore del gesto criminoso. Anche il complice ha i giorni contati, procedono infatti serrate le attività di indagine per giungere alla sua individuazione.

3 Marzo 2016 0

Grosso albero si abbatte su casa a Pico

Di admin

Pico – Un albero di grosse dimensioni, nella tarda mattinata di oggi, a causa del forte vento si è abbattuto su una abitazione in via Farnese Sud a Pico. Diverse centinaia di quintali, quindi, il peso del tronco e dei rami dell’altofusto, si sono scaricati sul tetto della casa arrecando danni ingenti. I vigili del fuco sono dovuti intervenire con la gru per imbragare il tronco, e alleggerire il peso dalla struttura per poter mettere in sicurezza l’area adagiando l’albero al suolo. Er. Amedei Foto repertorio

28 Febbraio 2016 0

Maltempo, il vento forte strappa il tetto ad una casa che finisce in strada

Di admin

Ripi – Vola il tetto di una casa a Ripi e finisce sulla strada costringendo le autorità a chiudere l’arteria che porta al centro del paese. È accaduto poco fa che il forte vento che sta spazzando la provincia dio Frosinone ha sollevato i pannelli di Isopan, con cui l’abitazione era coperta, facendoli arrivare fin sulla strada. I vigili del fuoco sono sul posto per mettere in sicurezza la strada e per aiutare i proprietari dell’abitazione rimasta senza copertura.

5 Novembre 2014 0

Maltempo nel Frusinate, scuole chiuse anche nella Valle dei Santi – aggiornato alle 23.12

Di admin

I comuni della provincia di Frosinone stanno decidendo come comportarsi con le scuole. Alcuni decideranno per una chiusura anticipata, altri per la chiusura completa. Le amministrazioni che hanno ordinato la chiusura delle scuole, al momento sono: Amaseno, Aquino, Cassino, Castro dei Volsci, Ceprano, Frosinone, Piedimonte, Pico, Pofi, Ripi, Roccasecca, San Giorgio a Liri, Sant’Elia Fiumerapido, Sant’Ambrogio, Sant’Apollinare, Sant’Andrea, Vallemaio, Villa Santa Lucia… In aggiornamento.

I comuni che volessero comunicare la chiusura lo possono fare via Mail ermadei@libero.it

19 Aprile 2014 0

Fuoriuscita di petrolio dall’impianto estrattivo di Ripi, il sindaco: “No emergenza ma situazione da monitorare”.

Di admin

Una equipe composta da personale di vigili del fuoco, Forestale, Arpa Lazio, Carabinieri e vigili urbani ha lavorato tutta la notte in località San Giovanni a Ripi, dove ieri si è verificato uno sversamento di petrolio e un incendio, dalla conduttura che porta il greggio, dal punto in cui viene estratto, fino alla cisterna. Un percorso di circa 500 metri , a metà del quale, per cause ancora tutte da scoprire, c’è stata la rottura e la fuoriuscita del combustibile. “Non una situazione da disastro ambientale – dichiara il sindaco di Ripi Giovanni Celli – Va però mantenuta monitorata così come sta avvenendo in queste ore. Non sappiamo quanto petrolio sia uscito in quanto, si è incanalato in un fossi nel quale scorre un piccolo torrente e si è diluito nell’acqua. Neanche possiamo dire da quanto c’è la rottura. Sicuramente però, nella condotta non scorre una enorme quantità di greggio. Le pompe vengono azionate una sola volta a settimana a rotazione”. Per due ore un incendio di natura ancora da accertare, ieri, ha bruciato la vegetazione fino ad arrivare al petrolio. In due ore, il rogo è stato spento dai pompieri. Restava, però, il petrolio nel canale. “Certamente i tecnici fino ad adesso ne hanno recuperato una gran quantità e mandato in una discarica per raffinerie in Campania”. La cappa di fumo nero, denso e nauseabondo, ieri, ha consigliato la chiusura di via Petroglie, che da accesso alla zona interessata dall’incidente. La scia nera, nel fossato, è visibile per circa 600 metri e la cappa che si è creata rende l’aria irrespirabile. “Entro oggi – ha concluso Celli – speriamo che la situazione possa tornare alla normalità”.

18 Aprile 2014 0

Il Texas della Ciociaria in fiamme, incendio e rottura della tubatura di petrolio coincidenza sospetta – LE FOTO

Di admin

Sembrava fosse la terra a bruciare, o meglio, l’acqua di un piccolo fiumiciattolo. Quando i vigili del fuoco sono arrivati nel punto segnalato in cui sembrava essersi scatenato l’inferno, neanche i loro esperti occhi riuscivano a capire come potesse una vegetazione così rada, essere combustibile tale da alimentare fiamme così alte e capaci di produrre un fumo così denso.

Quando hanno scoperto che ad alimentare quelle fiamme era petrolio greggio, la domanda a cui hanno dovuto rispondere era: come ha fatto il petrolio ad arrivare fin nel cuore della Ciociaria? La zona, tra Ripi e Strangolagalli a Frosinone, è un po’ un piccolo Texas della provincia. Il sottosuolo conserva un piccolo giacimento di petrolio di cui si conosce l’esistenza da tantissimi anni.

Dopo aver spento l’incendio, i pompieri diretti dal Funzionario di guardia Mario Di Giorgio, hanno scoperto che il greggio arrivava proprio da una tubatura che portava il petrolio estratto alla cisterna. A quel punto si è trattato di limitare i danni all’ambiente. Il petrolio, infatti, si era incanalato in un piccolo ruscelletto ed è stato lì che si è concentrato l’intervento dei vigili, per evitare che la macchia nera si propagasse ulteriormente. Forse qualche migliaio di litri dispersi nelle campagne ma la coincidenza dell’incendio, proprio in occasione della rottura della tubatura, sembra un caso fin troppo sospetto per non pensare che le due cose non siano accidentali. E’ su questo che si concentra il lavoro degli investigatori. Er. Am

 

 

18 Aprile 2014 0

Fiamme nel Texas di Ciociaria, a fuoco una macchia di petrolio fuoriuscito da pompa di estrazione

Di admin

Un incendio di sterpaglie, che improvvisamente si è trasformato in una enorme fiammata che produceva una densa nube di fumo nero, ha fatto scoprire, nel primo pomeriggio di oggi, uno sversamento di petrolio greggio nelle campagne tra Ripi e Strangolagalli. Nella zona, ancor prima della guerra, esiste un piccolo impianto estrattivo. Non è ben chiaro da quanto, ma la condotta che porta il greggio alle cisterne, ha avuto una falla che ha disseminato nella campagna una grossa macchia di petrolio. Oggi l’incendio vi si è alimentato e il pronto intervento dei vigili del fuoco ha evitato che le fiamme si propagassero all’intera macchia ampia circa 600 metri. Spento l’incendio, i pompieri, sotto il coordinamento del funzionario di turno Mario Di Giorgio, hanno individuato la rottura della tubazione e hanno lavorato per mettere in sicurezza l’area. Le operazione sono ancora in corso.

13 Gennaio 2013 0

Scontro frontale tra auto e ambulanza a Ripi, feriti gli opertori del 118

Di redazione

Scontro frontale, questa mattina a Ripi, poco dopo le nove tra una ambulanza e una vettura. Il sinistro è avvenuto in via Casilina, la strada che il mezzo di emergenza partito da Frosinone stava percorrendo per soccorrere una anziana donna colta da malore, quando è avvenuto lo schianto con una vettura che viaggiava in senso opposto. Tutti e tre i componenti dell’equipaggio sono rimasti feriti e soccorsi dai loro colleghi che li hanno classificati come codici gialli. Sul posto anche i vigili del fuoco di Frosinone e le forze dell’ordine per stabilire la dinamica del sinistro. Un mestiere difficile e rischioso quello degli operatori del 118 come testimoniato in questa circostanza ma, ancor più lo scorso anno a Cassino quando, sulla superstrada Cassino Sora, un autista, Domenico Brusca e il grave ferimento di sue duie colleghe. Nella foto l’incidente di ottobre a Cassino. Fer fortuna in questa circostanza, l’epilogo sembra essere diverso. Er. Amedei