Categoria: Sant’Elia Fiumerapido

30 Maggio 2019 0

Rubavano merce alimentare dalla scuola di Fiuggi in cui lavoravano, arrestati tre tecnici dell’Alberghiero

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FIUGGI – Rubavano all’interno della scuola in cui lavoravano a Fiuggi; per questo i carabinieri hanno arrestato tre tecnici dell’istituto Alberghiero Buonarroti. Le indagini sono scattate a seguito di  una serie di ammanchi che si verificavano da tempo all’interno della scuola. Ieri sono stati arrestati in flagranza di reato per furto aggravato in concorso, un 39enne di Sant’Elia Fiumerapido; un 65enne di Sant’Apollinare ed un 60enne di Coreno Ausonio, assistenti tecnici presso il predetto Istituto Scolastico.

I tre, in qualità di responsabili dei magazzini delle cucine dell’Istituto, in concorso tra loro, approfittando del loro ruolo e della disponibilità dei locali e dei materiali in loro uso, sottraevano diversi alimenti quali pasta, olio e carni di vario genere nonché materiale vario da cucina consistente in bilancia elettronica, scatole in plastica ed utensili vari. Gli stessi venivano sorpresi dai militari operanti all’uscita dell’Istituto Scolastico nel mentre caricavano le proprie autovetture con il materiale sopracitato asportato del valore di alcune centinaia di euro che veniva interamente recuperato e restituito al Dirigente Scolastico.

Gli arrestati, espletate le formalità di rito, venivano condotti presso le rispettive abitazioni in regime degli arresti domiciliari.

13 Ottobre 2018 1

Furto nella scuola media di Sant’Elia, didattica a rischio per poche centinaia di euro di bottino

Di admin

SANT’ELIA FIUMERAPIDO – Ancora un colpo in una scuola e, questa volta, a farne le spese è stata la scuola media Santilli di Sant’Elia Fiumerapido.

Questa notte, o forse all’alba di oggi, qualcuno si è introdotto nel plesso che sta sulla strada provinciale 132 alla ricerca di cose di valore da rubare.

Solitamente ad essere preso di mira sono i computer o le Lim, le lavagne luminose interattive. Bottini che frutteranno ai ladri poche centinaia di euro dal mercato nero, quello dei ricettatori, ma che arrecano danni enormi alla scuola e alla didattica.

Al momento non si conosce ancora il danno arrecato alla scuola, ma sul caso stanno indagando i carabinieri della Stazione di Sant’Elia Fiumerapido.

Ermanno Amedei

Foto repertorio

13 Settembre 2018 0

Furto nella palestra a Sant’Elia, i carabinieri individuano i ladri e recuperano gli strumenti

Di admin

SANT’ELIA FIUMERAPIDO – Fanno razzia in una palestra a Sant’Elia Fiumerapido ma in poche ore i carabinieri  inchiodano quattro giovani alle loro responsabilità. Le indagini sono scattate ieri mattina dopo che il responsabile di una nota associazione sportiva dilettantistica di Sant’Elia Fiumerapido, ha denunciato presso la Stazione Carabinieri che ignoti, nel corso della notte previa effrazione di una porta antipanico, si erano introdotti all’interno della palestra comunale asportando “due casse musicali, due computer portatili, una stampante, un tower di p.c., 1 mixer e un defibrillatore”, per un valore complessivo di circa 2.000 euro.

I Carabinieri dopo aver ricevuto la denuncia, si sono recati recavano sul luogo teatro del furto per effettuare un minuzioso sopralluogo teso a rinvenire cose o tracce che in qualche modo potessero ricondurli agli autori del furto e così è stato. A seguito della predetta attività di Polizia Giudiziaria,  oltre che da alcuni indizi raccolti dalla visione di alcuni “frame” estrapolati da un video ripreso dalle telecamere poste nei pressi della palestra nonché dall’escussione di alcuni persone del luogo, i militari operanti hanno raccolto elementi probatori a carico di un gruppo di ragazzi che era stato notato aggirarsi per il centro di Sant’Elia. Il gruppo di giovani, composto da tre 19enni (uno residente a Cassino, uno a Sant’Elia Fiumerapido ed uno residente nella provincia di Caserta)  ed un 18enne ( residente in Sant’Elia Fiumerapido) è stato opportunamente convocato in caserma ed, in tale circostanza sono state contestate loro le responsabilità del furto. I giovani, che inizialmente  non hanno ammesso le proprie colpe, posti dinanzi all’evidenza dei fatti, soprattutto agli elementi probatori raccolti nei loro confronti, hanno confessato facendo rinvenire quanto asportato presso l’abitazione del 19enne di Cassino che, dopo il furto,  si era incaricato di custodire la refurtiva. La merce è stata quindi recuperata e restituita, all’associazione mentre i quattro giovani  sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Cassino, per concorso del reato di furto aggravato.

7 Settembre 2018 0

Ai domiciliari per una violenza sessuale all’Umberto I di Roma, 26enne sorpreso in “piazzetta”

Di admin

SANT’ELIA FIUMERAPIDO – I carabinieri di Sant’Elia Fiumerapido, hanno arrestato in flagranza L.L.M., 26enne del posto (già censito per reati di violenza sessuale, evasione, minacce ed atti persecutori) per il reato di “evasione”.

Il predetto, già stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari dal GIP del Tribunale di Roma poiché tratto in arresto nella flagranza del reato di violenza sessuale, commessa il 27 luglio 2017 nel Reparto ostetricia del Policlinico Umberto I° di Roma, quando aveva commesso abusi su una infermiera, è stato notato dagli operanti al di fuori del proprio domicilio. Infatti, i militari nel recarsi presso il luogo di detenzione del giovane, lo hanno bloccato nella piazza sottostante mentre si stava allontanando dall’abitazione per recarsi nel centro abitato di Sant’Elia Fiumerapido, senza alcun preavviso all’autorità preposta al controllo.

L’uomo, pertanto, è stato tratto in arresto ed al termine delle formalità di rito trattenuto presso le camere di sicurezza del Comando Stazione di Cassino in attesa del giudizio direttissimo.

4 Luglio 2018 0

FOTO – Vipera in giardino a Sant’Elia Fiumerapido, intervento del vigili del fuoco

Di admin

SANT’ELIA FIUMERAPIDO – Rischiava molto più lei che chiunque altro che abitava la casa di Sant’Elia alla quale si era avvicinata troppo.

Ma la vipera, con il suo morso velenoso, non è certamente un coinquilino piacevole e, probabilmente alla ricerca di acqua, si è introdotta nel giardino di una abitazione i cui proprietari, per sua fortuna, dopo averla notata e dopo aver superato lo spavento iniziale, invece di ucciderla o cercare qualche “esperto” che lo facesse per loro, hanno chiamato i vigili del fuoco di Cassino.

Il personale del distaccamento cassinate si è sempre distinto, oltre per la professionalità negli interventi, anche nel rispetto e l’attenzione per gli animali. Lo hanno dimostrato anche in questo caso: con prudenza, dopo aver catturato il rettile, lo hanno liberato in una zona per lui sicura.

Ermanno Amedei

 

29 Giugno 2018 0

Vendeva cellulari on line, ma non arrivavano agli acquirenti, 25enne denunciato dai Carabinieri

Di redazionecassino1

SANT’ELIA FIUMERAPIDO – I militari della locale Stazione, a conclusione di attività info-investigativa, deferivano in stato di libertà per il reato di sostituzione di persona,  un 25enne di Venafro (IS), già censito per i reati di truffa ed interruzione di pubblico servizio.

Da mesi, ai Carabinieri del posto pervenivano da varie località italiane numerose denunce sporte nei confronti di un 25enne del luogo, ritenuto responsabile della vendita online di telefoni cellulari, in realtà mai consegnati ai denuncianti.

Nel corso dell’identificazione del 25enne di Sant’Elia Fiumerapido, i militari operanti accertavano che l’effige presente sul documento utilizzato del truffatore raffigurava un’altra persona, sebbene i dati personali  corrispondessero ai suoi.

Approfonditi accertamenti effettuati sui prelievi di denaro eseguiti su una carta Post Pay, attivata sempre a nome della vittima, permettevano di giungere senza ombra di dubbio all’identificazione del coetaneo di Venafro, che pertanto veniva deferito in stato di libertà per il reato di sostituzione di persona e segnalato ai Comandi Arma competenti quale autore delle truffe perpetrate online ai danni delle ignare vittime.

14 Febbraio 2018 0

Agli arresti domiciliari per violenza sessuale, 26enne evade ma viene arrestato

Di admin

SANT’ELIA FIUMERAPIDO – Questa mattina i Carabinieri della Stazione di Sant’Elia Fiumerapido hanno arrestato L.M.L., 25enne frusinate.

L’uomo, già sottoposto agli arresti domiciliari con ordinanza del Tribunale di Roma per reati di violenza sessuale commessi in Roma nell’anno 2017, nonché censito per i reati di rapina, spendita banconote false e stupefacenti ed altro, è stato arrestato nella flagranza del reato di evasione dagli arresti domiciliari in quanto, nel corso di un controllo, non è stato trovato presso la sua abitazione pertanto i militari lo hanno cercato rintracciandolo nelle strade del paese.

Dopo le formalità di rito, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria, l’uomo è stato nuovamente sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa del rito direttissimo che avrà luogo nelle prossime 48 ore.

31 Dicembre 2017 0

Sant’Elia Fiumerapido, Armi e munizioni: guai per un 68enne

Di redazione

A Sant’Elia Fiumerapido, i militari della locale Stazione, deferivano in stato di libertà per i reati di “Violazione dell’obbligo di depositare immediatamente presso un ufficio di polizia un’arma o parte di essa eventualmente detenuta” e “detenzione abusiva di armi e munizionamento”, un 68enne del luogo già censito per violazioni urbanistiche e gravato da un decreto di revoca di licenza di porto di fucile da caccia.

L’attività d’indagine dei Carabinieri consentiva di rinvenire e sottoporre a sequestro il sottonotato armamento e munizionamento, illegalmente detenuti dall’uomo presso la propria abitazione:

– fucile da caccia monocanna, cal.16;

– nr.79 cartucce a pallini cal.16;

– nr.85 cartucce a pallettoni cal.16;

– nr.13 cartucce a palla cal.16.

– gr.260 di polvere da sparo per armi da caccia.

Il fucile sottoposto a sequestro, da accertamenti esperiti, è risultato appartenere ad un concittadino deceduto nel 1978 e ritenuto smarrito poiché non ritrovato nella sua abitazione all’indomani del decesso.

24 Ottobre 2017 Off

Da Sant’Elia all’Umberto I di Roma per violentare una paziente

Di admin

SANT’ELIA FIUMERAPIDO – Si è finito dottore all’interno dell’Ospedale Umberto I di Roma per carpire la fiducia di una donna arrivata al pronto soccorso dell’ospedale romano pretendendo da lei una prestazione sessuale.

I fatti si sono consumati a Luglio, quando la vittima ha riferito agli agenti di essere arrivata al policlinico per una visita e di essere stata avvicinata da un giovane con il camice verde da medico. Gli avrebbe detto di essere uno psicologo e che l’avrebbe visitata nel suo studio. Per questo l’ha invitata a seguirlo fin sotto le gallerie di collegamento dei vari padiglioni e lì, dopo un approccio, le avrebbe chiesto espressamente un rapporto sessuale orale stringendola con le braccia. La donna si sarebbe divincolata mordendogli un dito e scappando per andare a denunciare tutto all’ufficio di polizia. Gli agenti riuscirono, tramite le immagini delle telecamere di sicurezza dell’ospedale, a confermare il racconto fatto dalla donna e a ritagliare l’immagine del volto dell’aggressore. Sono iniziate quindi le indagini e il 12 ottobre scorso, un medico dello stesso pronto soccorso che aveva visto l’identikit dell’aggressore, lo ha riconosciuto segnalandolo alle forze dell’ordine. Ulteriori elementi, quindi, che hanno permesso di identificare 25enne L.L.M. di Sant’Elia Fiumerapido che questa mattina è stato arrestato su disposizione del Gip di Roma dagli agenti del commissariato di Cassino diretto dal Vice Questore Alessandro Tocco.

23 Settembre 2017 0

Sant’Elia Fiumerapido: Incidente stradale sulla Ss 509. Due persone ferite

Di redazione

Sant’Elia Fiumerapido- Si è verificato nel pomeriggio di oggi un grave scontro tra una moto ed un’Alfa 155 sulla Ss 509 all’altezza di una stazione di servizio. Coinvolti due ragazzi di 34 anni di Santi Cosma e Damiano e l’autista dell’auto. Da una prima ricostruzione sembra che i due mezzi provenissero da Atina. Per cause da chiarire sarebbero entrati in collisione. Ad avere la peggio i due centauri, in particolare la ragazza per la quale è stato disposto il trasferimento all’ospedale Umberto Primo di Roma. Il giovane invece, in codice rosso è stato portato al pronto soccorso di Cassino. Sul posto vigili del fuoco e forze dell’ordine. Il tratto stradale è stato chiuso per consentire intervento dell’eliambulanza. N.Costa