Categoria: Ventotene

11 Ottobre 2016 0

Dieci chili di rifiuti raccolti in due ore sui fondali di Ventotene, l’allarme del Cirspe

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ventotene – “Un chilo di alluminio, 5 di plastica e oltre 3 e mezzo tra fuochi d’artificio e indifferenziata. Quasi 10 chili di rifiuti gettati in mare a qualche centinaia di metri di distanza dalla costa del porto romano di Ventotene e raccolti in meno di due ore”. A renderlo noto è il Centro Italiano Ricerche e Studi per la Pesca (C.I.R.S.PE.) che, grazie al sostegno di Costa Crociere Foundation, sta mettendo in campo tutte quelle azioni per ridurre la produzione dei rifiuti in mare e il loro corretto conferimento.

L’iniziativa coinvolge scuole medie, operatori ittici e famiglie di tre diverse regioni (Liguria, Toscana e Lazio) e di 8 comuni del litorale italiano: Castiglione della Pescaia, Livorno,Viareggio, S. Margherita Ligure, Civitavecchia, Fiumicino, Montalto, Tarquinia. Tra le attività previste dal progetto, anche quelle con le associazioni di subacquea e pesca sportiva, che questa volta hanno visto come protagonisti Flavio Scotto d’Abusco (Master Instructor della Prodiving), Mario Messina (sempre della Prodiving, dottorando di biologia presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza) e il Diving World Ventotene di Valentina Lombardi e Dario Santomauro.

“I rifiuti – spiegano dal C.I.R.S.PE. – raccolti tutti al di fuori dei siti di immersione, sono solo una parte di quelli presenti. Abbiamo riportato in superficie, differenziandoli successivamente assieme a tutti gli altri materiali, anche una sedia a sdraio e una scaletta di ferro. Non siamo riusciti, però, a riportare un carrello e diversi secchi dove i pesci ricavano la loro casa – come ha fatto un piccolo polpo – con tutta una serie di conseguenze per la loro salute. Un danno per il mare e chi lo abita”.

23 Settembre 2016 0

A Ventotene per discutere sul futuro dell’Europa, sabato “Autori a Confronto”

Di admin

 

Ventotene – “Autori a Confronto” sul futuro dell’Europa. Sabato 24 settembre nella piazzetta di Ventotene alle 20, interverranno Alberto Lucarelli, professore di diritto costituzionale presso l’Università Federico II e Roberto Sommella, giornalista, esperto di finanza pubblica e politiche europee.

Con loro, a moderare il dibattito ci sarà la giornalista de L’inchiesta Quotidiano, Rita Cacciami.  Dal Manifesto di Ventotene all’Europa che vogliamo: un percorso che continua a segnare la nostra storia. Lungo questo tracciato -e dunque in un luogo così simbolico- si prosegue, per discutere quale sia davvero il futuro dell’Europa.

“Oltre ogni referendum, ed in linea con il Manifesto di Ventotene, – si legge nel comunicato redatto dagli organizzatori – il sogno resta quello della creazione di un “linguaggio unico” teso ad affermare la coesione economico-sociale e territoriale ed in grado di andare oltre moneta unica, politica unica, difesa unica. Un’ambizione che richiede passione e impegno, insieme a un sentir comune troppe volte marginalizzato negli ultimi tempi. Con il supporto di Artigiani della Carta Florindha l’evento è organizzato dalla onlus “Per l’Europa di Ventotene“, la neonata associazione di studi di diritto comunitario voluta dal prof. Andrea Patroni Griffi e dal notaio Gerardo Santomauro. Ventotene come porta d’Europa per ripartire verso il sogno europeo e anche per quello isolano: a quasi sessanta anni dal Trattato di Roma, infatti, l’obiettivo è quello di analizzare anche le opportunità che nasceranno per l’isola. Sabato sera questo primo momento con l’impegno della onlus “Per l’Europa di Ventotene” e il confronto tra i due autori.

20 Luglio 2016 0

Paura per due ragazzi in mare a Ventotene. La loro barca incagliata alla roccia

Di redazione

Brutta avventura per due giovani in mare a Ventotene. I ragazzi sono rimasti incagliati con la loro barca alla roccia nelle acque antistanti l’isola di Ventotene, esattamente in località Punta dell’Arco. Fortunatamente, grazie all’ ausilio di un’imbarcazione privata e con l’intervento tempestivo dei vigili del fuoco, i due ragazzi sono stati tratti in salvo e riportati sulla terra ferma. Una giornata che di sicuro non dimenticheranno facilmente. N.C.

14 Luglio 2016 0

Il depuratore di Ventotene non funziona, scatta il sequestro

Di admin

Ventotene – Il depuratore di Ventotene depura solo parzialmente, e la Guardia Costiera lo sequestra.

Il provvedimento è stato preso questa mattina quando gli uomini della guardia costiera hanno posto il sigillo all’impianto pur lasciando lasciato la facoltà d’uso per consentire al gestore l’avvio immediato delle procedure finalizzate  a ripristinare tutte le condizioni di sicurezza ambientale previste dalla legge.

Le indagini hanno preso il via da una serie di esposti che segnalavano il malfunzionamento dell’impianto che provvede alla depurazione degli scarichi di civili abitazioni e attività produttive nell’area Marina protetta.

Ottenuta la delega per le indagini dalla Procura di Cassino è stato chiesto l’intervento dell’Arpa Lazio per effettuare i prelievi da analizzare. Dagli accertamenti posti in essere e dalle analisi compiute sono state riscontrate immissioni irregolari di acque parzialmente depurate in mare a danno dell’ecosistema marino. Le analisi di laboratorio svolte dall’Arpa Lazio hanno registrato il superamento dei valori tabellari previsti.

 

28 Agosto 2015 0

Inaugurata la nuova sede dell’Ufficio marittimo di Ventotene

Di admin

Alla presenza di numerose Autorità e con un’ampia partecipazione di cittadini e turisti presenti sull’isola, si è tenuta giovedì 27 agosto la cerimonia d’inaugurazione della nuova sede dell’Ufficio Locale Marittimo di Ventotene. L’Ufficio, incluso nella circoscrizione dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Ponza e ricadente nella giurisdizione del Compartimento Marittimo di Gaeta, era stato riaperto in via definitiva il 18 maggio 2014, in considerazione del notevole traffico turistico e diportistico, della necessità di garantire con continuità servizi d’istituto quali il soccorso in mare, la sicurezza dei trasporti marittimi così come la tutela del patrimonio ittico e la vigilanza ambientale e sul demanio marittimo. Condividendo le aspettative dell’Amministrazione Comunale, l’ufficio ha trovato quindi la sua naturale collocazione in ambito portuale all’interno della stazione marittima. La nuova sede, nell’ottica di una presenza sempre più efficace sul territorio, garantirà una migliore ed ancor più pronta risposta ai bisogni della collettività, tra cui, tra i principali compiti istituzionali del Corpo delle Capitanerie di Porto, anche la tutela dell’Area Marina Protetta. All’evento, svoltosi sotto il coordinamento della Direzione Marittima del Lazio, ha partecipato il Prefetto di Latina, dott. Pierluigi FALONI, il Sindaco di Ventotene dott. Giuseppe ASSENSO, il Direttore Marittimo del Lazio, Contrammiraglio Giuseppe TARZIA, ed il Capo del Compartimento Marittimo di Gaeta, Capitano di Fregata, Cosimo NICASTRO. Il Sindaco di Ventotene, ricordando anche le recenti operazioni di soccorso che hanno visto la Guardia Costiera impegnata nel canale di Sicilia, ha ringraziato gli uomini e donne in divisa che in ogni momento sono pronti ad intervenire per la sicurezza della comunità. Il Direttore Marittimo del Lazio, richiamando l’impegno e l’indispensabilità dei servizi garantiti dal personale della Guardia Costiera, ha ringraziato l’Amministrazione Comunale, affidando la nuova sede al Prefetto di Latina come presidio di sicurezza sul territorio. Il Dr. Faloni ha quindi sottolineato l’affidabilità e la concretezza del quotidiano lavoro svolto con alto senso del dovere dal personale del Corpo in favore della collettività, esprimendo soddisfazione per i risultati conseguiti in termini di sicurezza in mare e di tutela ambientale. Alla cerimonia ha partecipato anche l’equipaggio della MV CP 284 della Capitaneria di porto di Roma, unità impegnata in molteplici missioni a Lampedusa, che ha ricevuto il plauso delle Istituzioni intervenute, della cittadinanza e dei numerosi turisti presenti sull’isola.

17 Agosto 2014 0

Ritrovato il 24enne scomparso a Ventotene. Il suo corpo era sulla spiaggia

Di redazione

Lo cercavano in mare da 3 giorni, lo ha trovato ieri pomeriggio un turista sulla spiaggia Parata grande a Ventotene. Il 24enne del posto era scomparso nel pomeriggio di mercoledì; per cercarlo sono state impiegate squadre di cinofili, sommozzatori dei vigili del fuoco e diverse unità della Capitaneria di porto. Oggi, il ritrovamento del corpo del giovane in una angolo nascosto della spiaggia. Si indaga per conoscere le cause del decesso. Non si esclude nessuna ipotesi, neanche il suicidio.

14 Agosto 2014 0

Ventiquattrenne scomparso a Ventotene, ricerche in corso in mare e nell’entroterra

Di admin

Sono in corso a Ventotene le ricerche di un ragazzo scomparso da circa 30 ore. Si tratta di un 24enne del posto di cui non si hanno notizie da ieri e, superate le 24ore dalla denuncia di scomparsa presentata dai parenti, si è messa in moto una imponente macchina dei soccorsi di cui fanno parte i carabinieri, la guardia costiera e, ovviamente, i vigili del fuoco. Proiprio i pompieri, questa mattina, sono arrivati sull’isola con due elicotteri per trasportare una squadra di cinofili e esperti per la ricerca persona. Si stanno battendo,m quindi, non solo le coste, ma anche l’interno dell’isola. Foto Antonio Nardelli

23 Giugno 2014 0

Ventotene – Bimba di 10 mesi ferita gravemente cadendo dal letto dei genitori

Di admin

E’ caduta dal letto matrimoniale dei genitori e ha battuto la testa. Così, ieri pomeriggio, una bambina di appena 10 mesi di Ventotene, si è procurato un grave trauma cranico. Per questo sull’isola pontina è atterrato una eliambulanza dell’Ares 118, servizio gestito dai piloti Elitaliana. Con la bimba a bordo il Pegaso 44 è decollato diretto al bambino Gesù di Roma ma in volo le condizioni della piccola si sono aggravate e per questo è stato necessario atterrare d’urgenza al Santa Maria Goretti di Latina dove è stata intubata e mantenuta sotto controllo.

Ermanno Amedei

24 Febbraio 2014 0

Frana assassina a Ventotene, condannati sindaco ed ex sindaco oltre a due dirigenti

Di admin

Tutti condannati dal tribunale di Terracina, i quattro imputati ritenuti responsabili della morte delle due studentesse 14enni romane Sara Panuccio e Francesca Colonnello, avvenuto a Ventotene il 20 aprile del 2010 a causa di una frana che le travolse sulla spiaggia di Cala Rossano. Per quei fatti finirono indagati per duplice omicidio colposo e lesioni gravissime il sindaco Giuseppe Assenso, condannato oggi a due anni e quattro mesi, il tecnico comunale Pasquale Romano, stessa condanna, il responsabile del genio civile Luciano Pizzuti, e l’ex sindaco Vito Biondo, entrambi condannati a un anno e dieci mesi. La procura aveva chiesto per tutti e quattro una condanna a due anni e tre mesi. Il giudice Minichetti, inoltre, ha escluso la cooperazione colposa e ha riconosciuto le attenuanti generiche. Foto Giuseppe Miele