Da Ventotene a Montecassino, in marcia per l’Europa e per la Pace

Da Ventotene a Montecassino, in marcia per l’Europa e per la Pace

4 Giugno 2019 0 Di admin

CASSINO – Si è svolta la prima edizione della “Marcia per l’Europa” Ventotene-Cassino-Montecassino con gli studenti dell’IIS “Medaglia d’Oro citta di Cassino” in occasione della celebrazione della Festa dell’Europa

“Un’iniziativa di elevato senso culturale ed etico, che parte proprio da quell’isola dove Altiero Spinelli e Ernesto Rossi, durante il loro confino, per la prima volta hanno parlato di una federazione europea quale garanzia di libertà e pacifica cooperazione fra i popoli”.

E’ quanto si legge in una nota di Asdoe.

“La scelta di una Marcia, intesa come emblema di pace e dialogo,   “Ventotene-Cassino – Montecassino”, nasce da un’idea del prof. Antonio Riccardi presidente associazione docenti europei ASDOE, in considerazione degli orrori della guerra, in particolare dei combattimenti avvenuti sulla Linea Gustav che hanno visto protagonisti gli eserciti di tutte le nazioni coinvolte nella seconda guerra mondiale. L’arrivo presso l’Abbazia di Montecassino, la quale per secoli ha rappresentato un autentico faro culturale, ha voluto sottolineare la continuità  tra la realtà attuale il messaggio, nonchè l’eredità spirituale di San Benedetto, fondatore dell’Abbazia stessa e Protettore d’Europa.

La fiaccola è stata accesa dal primo cittadino di Ventotene e consegnata ai giovani studenti della delegazione proveniente da Cassino composta dal dirigente scolastico IIS “Medaglia d’Oro città di Cassino” prof. Marcello Bianchi e le prof.sse Maria Luciani e Vittoria Vettese, dal sub commissario dott. Pierino Malandrucco e il dott. Giovanni Lena per il comune di Cassino, dal prof. Alessandro Silvestri per l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dal dott. Giovanni Morsillo presidente ANPI Frosinone, dal presidente Centro Documentazione e Studi Cassinati dott. Gaetano de Angelis Curtis, dal presidente Associazione Docenti Europei prof. Antonio Riccardi, dal responsabile del Centro Exodus di Cassino dott. Luigi Maccaro, dal presidente del CUS Cassino prof. Carmine Calce e da altri rappresentanti di associazioni del territorio.    Il sindaco Gerardo Santomauro a nome della cittadinanza ha manifestato entusiastica approvazione verso l’iniziativa augurandosi possa ripetersi negli anni a venire, nello spirito di un rinnovamento delle comuni origini dei popoli europei che si esprimono attraverso l’accoglienza, il rispetto reciproco e la realizzazione del bene comune; come ci insegna anche San Benedetto con il suo Motto “Ora et Labora”, che sottolinea la centralità dell’uomo e dello spazio in cui vive. Dopo la cerimonia dell’accensione della fiaccola, la delegazione si è incamminata sul percorso dei confinati per giungere al cimitero dove è stata deposta una corona di alloro sulla tomba di Altiero Spinelli mentre la studentessa Gessica Cesarano ha letto, in un’atmosfera commossa, il paragrafo conclusivo del Manifesto di Ventotene. Il giorno della Marcia Cassino – Montecassino, davanti al monumento dei caduti, la fiaccola è stata consegnata dal sub commissario Pierino Malandrucco agli studenti della scuola media nelle mani della dirigente Simeone e successivamente dal piazzale dell’IIS “Medaglia d’Oro città di Cassino” gremito di tantissimi studenti e docenti, è  partito un lunghissimo corteo festoso alla volta del Monastero benedettino, con in testa il dirigente scolastico prof. Marcello Bianchi. La fiaccola e l’intero corteo composto da oltre 600 giovani, entrando attraverso la porta PAX, sono stati accolti nella Basilica da Don Giuseppe che ha illustrato il pensiero di San Benedetto patrono d’Europa. Il Coro ASDOE ha eseguito l’inno d’Italia e l’inno alla gioia. Letti dagli studenti alcuni passi del Manifesto in diverse lingue dell’Unione. La manifestazione si è conclusa con il saluto della prof.ssa Maria Ausilia Mancini in rappresentanza del Comune di Ventotene che ha condiviso la “poesia dolorosa” dell’Addio all’Isola di Altiero Spinelli”.