Tag: 40enne

18 Gennaio 2020 0

Per tre volte rapina il bar di una 86enne, arrestato 40enne a Genzano

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Genzano – Ha rapinato per tee volte lo stesso bar approfittando della veneranda etá della proprietaria, una 86enne di Genzano.

Ad arrestare il 40enne, anche lui genzanese sono stati i carabinieri che hanno eseguito una ordinanza di misura cautelare emessa dal tribunale di Velletri. Le indagini sono partite dopo una serie di rapine, consumate nel periodo natalizio in danno dell’attività di Genzano.

In particolare, fin dalle prime fasi, era stato notato che il modus operandi, del malfattore era ricorrente: lo stesso, infatti, dopo essere entrato nel locale in orario di chiusura, aggrediva l’indifesa donna, sottraendole tutto l’incasso che aveva faticosamente guadagnato nella giornata.

Le indagini condotte dai Carabinieri, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Velletri, hanno consentito non solo di identificare il responsabile, ma anche di ricostruire nel dettaglio la tecnica utilizzata nei singoli colpi, recuperando alcuni capi di abbigliamento ed individuando i veicoli di volta in volta utilizzati.

L’arrestato è stato associato presso la casa circondariale di Velletri, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

26 Novembre 2019 0

Il padre era morto da anni ma il suo fucile continuava a sparare, denunciato 40enne di Velletri

Di Ermanno Amedei

Velletri – Usava il fucile del padre deceduto da anni, senza averne denunciato il possesso. per questo un 40enne di Velletri è stato individuato e denunciato dagli agenti della questura di Latina.

Le segnalazioni riguardavano diversi episodi di spari a ridosso di zone abitate, anche in giorni ed orari non previsti dalla normale attività venatoria. Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Cisterna, al termine di un attento screening dei cacciatori residenti nella zona segnalata, hanno individuato un caso particolare.

È stata rilevata l’iscrizione di fucili e munizioni in capo ad un ultranovantenne che, un successivo approfondimento investigativo, ha accertato come il soggetto in questione fosse deceduto da anni. In ragione di questa scoperta gli uomini del Commissariato di Cisterna, essendo purtroppo non raro che armamenti da caccia vengano di fatto acquisiti iure ereditario da parenti che per svariati motivi evitano poi di sottoporsi alla stringente istruttoria necessaria per detenere e portare un fucile da caccia, operavano una mirata perquisizione domiciliare nell’abitazione del coabitante figlio quarantenne, rinvenendo due fucili illegittimamente detenuti con relativo munizionamento. Le armi, per stato d’uso, si può ritenere non siano rimaste inutilizzate nei circa quindici anni intercorsi dalla morte del legittimo detentore.

Per tale ragione al quarantenne, nato a Velletri, figlio del defunto legittimo proprietario delle armi, sono state immediatamente sequestrate le stesse, con conseguente denuncia in stato di libertà per detenzione illegale di armi ed omessa tempestiva denuncia all’Autorità di P.S.. Sono in corso accertamenti circa eventuali utilizzi in ambito criminale dei due fucili.

1 Ottobre 2019 0

FCA, tragedia nella notte allo stabilimento di Piedimonte, muore un 40enne

Di felice pensabene

PIEDIMONTE S. GERMANO –  Tragedia nella notte nello stabilimento FCA di Piedimonte San Germano, muore un operaio. L’incidente sul lavoro si è verificato intorno alle ore 3.30 circa nel reparto presse dello stabilimento. Sul posto i Carabinieri ed il magistrato di turno. Ancora sconosciuta l’identità dell’uomo, sembra che si tratti di un 40enne di Pontecorvo. Sono in corso gli accertamenti per stabilire le cause della tragedia che ha coinvolto l’operaio da poco trasferito alla manutenzione in quel reparto.

17 Settembre 2019 0

Rubano il cellulare ad un 40enne ganese spruzzando spray urticante. Arrestati dai carabinieri due gambiani

Di felice pensabene

ATINA – Nella mattinata odierna i militari della locale Stazione, in collaborazione con quelli della Sezione Radiomobile della Compagnia di Cassino, hanno tratto in arresto per “rapina aggravata in concorso” un 19enne (già censito per furto aggravato e con a carico f.v.o. da varie località) ed un 20enne, entrambi cittadini gambiani domiciliati rispettivamente in Atina e Cassino.

I malviventi,i nella tarda serata di ieri in Sora, dopo aver spruzzato dello spray urticante negli occhi di un 40enne cittadino ghanese domiciliato in un centro di accoglienza di Isola del Liri, gli asportavano il telefono cellulare del valore di circa 200 euro, allontanandosi a bordo di un autobus di linea diretto ad Atina.

A seguito di richiesta di intervento da parte della vittima, i militari operanti, seguendo le indicazioni fornite intercettavano e bloccavano i malfattori mentre scendevano dal pulman che a seguito di perquisizione personale venivano trovati in possesso del telefono cellulare precedentemente asportato. Gli arrestati, ad espletate formalità di rito, venivano associati presso la Casa Circondariale di Cassino, mentre il telefonino veniva restituito al legittimo proprietario.

Foto di repertorio

19 Aprile 2019 0

Frosinone, prende a bastonate un 40enne per rapinarlo: arrestato dalla polizia un 41enne pluripregiudicato

Di felice pensabene

FROSINONE – Durante l’ordinario controllo del territorio, intorno alle ore 08,30 odierne  giunge su linea 113 una richiesta di intervento nella zona bassa del capoluogo, teatro sovente di episodi di micro criminalità.

La chiamata giunge da un 40 enne residente nell’hinterland, il quale dichiara di essere stato violentemente malmenato con un bastone da un individuo il quale dopo averlo derubato del portafogli si sarebbe dato alla fuga nelle vie limitrofe.

Tempestivo l’arrivo di due equipaggi del reparto volanti che dopo aver circoscritto l’intera area di fuga riuscivano in breve tempo ad intercettare il malvivente e a rinvenire il bastone utilizzato per la cruenta aggressione.

Si tratta di un 41 enne del capoluogo, pluripregiudicato con precedenti specifici; lo stesso riconosciuto dalla vittima veniva tratto in arresto nella flagranza di reato.

La vittima trasferito presso il locale pronto soccorso riportava traumi e contusioni su più parti del corpo.

18 Agosto 2018 0

Cassino, Si spoglia davanti la stazione ferroviaria. Denunciata una 40enne

Di Comunicato Stampa

I militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Cassino hanno denunciato in stato di libertà per “atti osceni in luogo pubblico” una 40enne residente nel casertano, già censita per analoghi reati, nonché per reati contro la persona e il patrimonio e allontanamento da varie città con F.V.O.. La signora è stata bloccata dai militari operanti proprio nei pressi della stazione ferroviaria, mentre si denudava, mostrando le parti intime e i genitali davanti ai numerosi passanti, tra cui vi erano bambini. Foto d’archivio

20 Luglio 2018 0

Incidente mortale sull’A1, 40enne perde la vita sul tratto maledetto Ceprano Pontecorvo

Di Ermanno Amedei

PONTECORVO – Ancora sangue sull’A1 Roma Napoli, nel tratto Ceprano Pontecorvo dove questa notte nello schianto tra un furgone ed un camion, ha perso la vita un 40enne di Salerno.

La chilometrica è pressappoco la stessa dove, appena 5 giorni fa, è stata sterminata una intera famiglia calabrese tra cui un bimbo di sei mesi.

Le cause della tragedia sono ancora al vaglio della polizia stradale della sottosezione di Cassino ma pare si tratterebbe ancora di un tamponamento.

Dopo lo schianto, sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Frosinone che hanno tentato invano di prestare soccorso al 40enne che guidava il furgone. Per lui Nulla da fare. L’autostrada è stata chiusa al traffico per il tempo necessario per ripristinare la sicurezza.

Ermanno Amedei

8 Giugno 2018 0

Un 40enne aggredisce due vicine di casa, ma finisce azzannato al braccio e alla schiena dal suo cane

Di felice pensabene

AMASENO – Brutta avventura per due donne di contrada Valle Mottola, ad Amaseno, aggredite da un 40enne vicino di casa.

L’uomo, Leone Luca Nemo di 40 anni, disoccupato con precedenti penali, aggrediva con una mazza le due donne, sembra dalle prime testimonianze, per vecchi dissapori. Non soddisfatto l’aggressore, nonostante le due donne fossero ferite e a terra in attesa d essere trasportate in ospedale, con un machete si accaniva contro la macchina delle malcapitate, danneggiandola.

Sembra, inoltre, che l’aggressore, fosse possessore di un cane razza rottweiler. L’animale agitato dal trambusto del pestaggio avrebbe aggredito il proprio padrone azzannandolo all’avambraccio e alla schiena procurandogli gravi lesioni.

Sul posto per gli accertamenti e le indagini i carabinieri di Amaseno e due ambulanze del 118 che hanno prestato le prime cure alle donne e al loro aggressore.

foto di archivio

 

18 Aprile 2018 0

Anagni: Aggredisce i carabinieri con calci, pugni e insulti. 40enne in manette

Di Comunicato Stampa

Nella serata di ieri, ad Anagni, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della locale Compagnia, traevano in arresto per “violenza, resistenza e lesioni aggravate a Pubblico Ufficiale”, un 40enne di Gorga (RM), già censito per numerosi reati contro il patrimonio. Lo stesso, sottoposto a controllo dei militari all’interno di un bar, allo scopo di sottrarsi agli accertamenti aggrediva gli operanti con calci, pugni e spintoni, rivolgendo loro frasi oltraggiose. Datosi alla fuga, il 40enne veniva raggiunto poco dopo nelle strade adiacenti e trovato in possesso di una dose di grammi 0,5 di cocaina e pertanto, segnalato anche all’Ufficio Territoriale del Governo di Frosinone per uso personale non terapeutico di sostanze stupefacenti. L’arresto al termine delle formalità di rito è stato condotto presso la propria abitazione agli arresti domiciliari come disposto dall’A.G., mentre la sostanza stupefacente veniva sottoposta a sequestro. Foto d’archivio

22 Marzo 2018 0

Deteneva un fucile a canne mozze, 40enne in manette

Di felice pensabene

FROSINONE – Un blitz della Squadra Volante della Questura in un casolare dell’hinterland frusinate ha fatto scattare le manette ai polsi di un 40enne, con precedenti per droga ed armi.

L’uomo, all’interno di un arredo della camera da letto, aveva occultato un fucile a canne mozze, con la matricola alterata.

Rinvenute, nel corso della perquisizione domiciliare, anche 40 cartucce.

Gli agenti, coordinati dal dr. Flavio Genovesi , hanno sequestrato arma e munizioni, di cui il detentore non ha dichiarato la provenienza.

Non è la prima volta che la polizia, nell’ambito dei controlli del territorio, ritrova armi nei casolari della periferia e nelle campagne introno al Capoluogo.