Tag: 43enne

6 Ottobre 2019 0

Estorcevano denaro da mesi ad un imprenditore, arrestati dai carabinieri un 34enne e un 43enne

Di Comunicato Stampa
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FERENTINO (FR) – Nella tarda serata di ieri i militari della locale Stazione Carabinieri coadiuvati dal personale del NORM della Compagnia di Anagni, traevano in arresto in flagranza di reato due uomini residenti nel capoluogo, rispettivamente di 34 e 43 anni, entrambi già censiti per reati contro il patrimonio e la persona, in quanto responsabili di “estorsione”.

I malviventi, già da alcuni mesi avevano preso di mira un facoltoso imprenditore della zona, essendo uno dei due un suo ex dipendente, minacciandolo in varie occasioni di procurargli lesioni nel caso la vittima non avesse elargito loro, di volta in volta, piccole somme di denaro in contanti.

Il malcapitato, avendo consegnato agli estortori nel tempo una cifra quasi di 5.000 euro, all’ennesima richiesta di 100 euro contanti, decideva di denunciare l’accaduto ai militari dell’Arma, riferendo altresì ai militari dell’Arma il luogo ove avrebbe dovuto incontrarsi con i malfattori. Nella circostanza, i militari dopo aver preliminarmente fotocopiato le banconote in questione, intervenivano subito dopo la consegna del denaro, bloccando i prevenuti e restituendo la somma alla vittima.

Al termine delle formalità di rito, i due venivano tratti in arresto e tradotti presso la Casa Circondariale di Frosinone in attesa del rito direttissimo.

foto di repertorio

2 Ottobre 2019 0

Arrestato dai carabinieri un 43enne per rapina e sequestro di persona

Di Comunicato Stampa

FERENTINO –  La scorsa notte i militari del NORM della Compagnia di Anagni hanno tratto in arresto un 43enne residente nella provincia di Roma (già censito per reati inerenti gli stupefacenti, la persona ed il patrimonio), resosi responsabile dei reati di “sequestro di persona e rapina”. Il predetto allo scopo di ottenere una grossa somma di denaro da un cittadino del luogo, lo conduceva in una località impervia ove, dopo averlo minacciato e colpito alla testa con un oggetto contundente, si impossessava del suo portafogli contenente la somma di più di 2.000 euro. Successivamente il malfattore si recava presso l’abitazione del malcapitato ove, allertati dalla moglie di quest’ultimo, veniva sorpreso dai militari operanti mentre tentava di entrare al fine di impadronirsi di un’altra somma di denaro presente in casa. Nella circostanza il ferentinese faceva ricorso alle cure dei sanitari del pronto soccorso dell’Ospedale di Frosinone e riscontrato affetto da trauma cranico con ferita L.C, venendo dimesso con giorni 10 di prognosi.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Frosinone in attesa del rito direttissimo.

foto di repertorio

13 Settembre 2019 0

VIDEO – Scooter si schianta contro un’auto a Lariano, grave un 43enne di Velletri . Traffico in tilt

Di Ermanno Amedei

LARIANO – Un uomo di 43 anni è rimasto gravemente ferito alle 18 di oggi su via Roma a Lariano in un incidente stradale che lo ha visto coinvolto mentre da Velletri si dirigeva, in sella al suo scooter, verso Lariano.

Per cause ancora al vaglio dei carabinieri, il suo T-max si è schiantato contro una Lancia Ypsilon guidata da una donna rimasta incolume. L’uomo ha riportato gravi traumi alla gamba e al braccio sinistro.

Gli operatori del 118 che lo hanno soccorso hanno accertato la gravità delle sue condizioni e, per questo, è stato chiesto l’intervento di una eliambulanza. Il velivolo è atterrato sulla strada e dopo aver caricato il ferito è ripartito alla volta del San Camillo.

9 Agosto 2019 0

Minaccia di morte la ex, 43enne arrestato per possesso illegale di pistole e balestre

Di Ermanno Amedei

VELLETRI – La perquisizione domiciliare a casa di un 43enne di Velletri ha dimostrato che le minacce di morte che l’uomo poco prima aveva rivolto alla ex compagna, erano tutt’altro che irrealizzabili.

Nella sua abitazione, infatti, gli agenti del commissariato di velletri hanno trovato una pistola Glock, camerata con una cartuccia e rifornita con un caricatore con 17 cartucce, una pistola ad aria compressa munita di pallini, due balestre, 6 frecce, un pugnale di colore nero, due kit per la pulizia delle armi. Nella camera da letto poi, sono stati trovati 9.60 grammi di cocaina, un bilancino di precisione e sostanze dopanti.

Altri proiettili di cui uno calibro 257 magnum, 55 proiettili calibro 9×21 e quattro caricatori, erano all’interno di un borsello poggiato sulla rete di recinzione del giardino.

Alla sua abitazione i polizioti sono arrivati dopo la segnalazione fatta loro dai colleghi di Ostia dove, ieri, sono dovuti intervenire perchè il 43enne, oltre ad aver minacciato di morte la sua ex, ha sferrato un pugno al volto del nuovo compagno della donna.

Inoltre il veliterno era già destinatario di un divieto di detenzione armi e munizioni emesso dal Prefetto di Roma nel 2009. E stato arrestato e dovrà rispondere dinanzi all’autorità giudiziaria dei reati di detenzione di armi clandestine e spaccio di sostanze stupefacenti.

2 Novembre 2018 0

Ubriaco picchia e ferisce la madre a Sora: arrestato 43enne

Di Ermanno Amedei

SORA – Gli agenti del Commissariato di Sora, su segnalazione giunta sulla linea di emergenza 113, sono intervenuti presso l’abitazione di un 43enne già noto alle Forze dell’Ordine . L’uomo erta in evidente stato di agitazione, dall’andamento barcollante  e con difficoltà nel parlare, aveva la casa in gran disordine, con alcuni arredi distrutti e riversi sul pavimento. Nessuna traccia dell’attempata madre, lì residente e di cui il 43enne non forniva alcuna informazione.

I poliziotti allora hanno deciso di ispezionare, muniti di torcia, la zona circostante.

In una stradina, spaventata, tremante, dolorante e sanguinante in volto è stata rintracciata la donna, per la quale è stata richiesto l’intervento del personale sanitario. Refertata presso l’ospedale, ne avrà per almeno per 35 giorni.

A ridurla in quelle condizioni il figlio. Alla luce di quanto accertato, infatti, l’uomo,  è scattato l’arresto per  lesioni personali aggravate e maltrattamenti in famiglia.

4 Ottobre 2018 0

Obbligo di dimora a Pontecorvo, 43enne sorpreso a Frosinone con famiglia per comprare droga: arrestato

Di Ermanno Amedei

FROSINONE – Aveva l’obbligo di dimora a Pontecorvo ma i carabinieri lo sorprendono a Frosinone con la famiglia per fare spesa di droga.

E’ accaduto ieri pomeriggio a Frosinone dove i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia hanno arrestato un 43enne originario di Arpino, già censito per reati inerenti gli stupefacenti, per inosservanza delle prescrizioni imposte dalla sorveglianza speciale con obbligo di dimora nel comune di Pontecorvo. I militari hanno sorpreso l’uomo all’interno di una autovettura in sosta nella zona Scalo in violazione del regime della Sorveglianza Speciale cui era sottoposto.

A bordo dell’auto erano presenti il figlio di 7 anni e la sua convivente che, alla vista dei Carabinieri, si disfaceva di due involucri contenenti circa un grammo di cocaina.

Come disposto dall’A.G., dopo le formalità di rito l’uomo è stato arrestato e trattenuto presso le camere di sicurezza Stazione Carabinieri di Frosinone in attesa del rito direttissimo che, nella tarda mattinata odierna, ha sancito la convalida dell’arresto e disposto gli arresti domiciliari con braccialetto elettronico presso l’abitazione dell’uomo in Pontecorvo. La donna è stata segnalata alla Prefettura di Frosinone per il possesso di droga.

Obbligo di dimora a Pontecorvo, 43enne sorpreso a Frosinone con famiglia per comprare droga: arrestato

4 Ottobre 2018 0

Genitori di Cassino vittime per decenni del figlio violento, 43enne ristretto in una comunità terapeutica

Di Ermanno Amedei

CASSINO – Minacciava, picchiava e ingiuriava i genitori per ottenere soldi con cui comprare droga ed alcool. Decenni difficili quelli vissuti da una coppia di anziani coniugi che in casa avevano un figlio 43enne con problemi di tossicodipendenza. Ieri il loro incubo è finito.

A seguito di una costante attività di investigazione, gli agenti del commissariato di Cassino, coordinati dal Sostituto Procuratore della Repubblica Chiara D’Orefice hanno raccolto elementi tali portare il Gip del tribunale di Cassino Salvatore Scalera ad emettere  la misura di sicurezza personale della libertà vigilata con obbligo di residenza presso una comunità terapeutica psichiatrica.

A notificare la misura al 43enne sono stati gli stessi uomini di Raffaele Mascia, dirigente del Commissariato cittadino.

Il soggetto, affetto da disturbo psicotico  e antisociale per abuso di sostanze stupefacenti, era connotato da una forte pericolosità sociale che si concretizzava in quotidiani atteggiamenti marcatamente aggressivi nei confronti dei genitori, spinto dalla ricerca ossessiva di denaro per acquistare sostanza stupefacente.

L’esecuzione della misura personale ha interrotto la perdurante condotta violenta che avrebbe potuto sfociare in eventi ancora più gravi e drammatici.

 

11 Luglio 2018 0

Truffa immobiliare, l’agente sparisce dopo la caparra: denunciato 43enne di Frosinone

Di Ermanno Amedei

FROSINONE – Un appartamento a prezzo imbattibile, pubblicizzato sul web da un’agenzia immobiliare, ha attirato l’attenzione di due giovani fidanzati.

Contattata l’utenza indicata, il mediatore, per “bloccare” la trattativa, ha chiesto una caparra, mediante bonifico.

Dopo la transazione, è stato chiesto un ulteriore acconto, con una maggiorazione del prezzo di vendita.

Dopo il secondo versamento, l’uomo però si è reso irreperibile.

La situazione ha insospettito gli acquirenti che hanno formalizzato la denuncia presso gli uffici della Questura.

Le indagini svolte dagli agenti della Squadra Volante diretta dal vice questore Genovesi hanno accertato che il  proprietario non ha mai percepito alcuna somma di denaro e che il titolare del conto corrente fornito per i versamenti è l’agente immobiliare, per il quale scatta la denuncia per truffa.

L’uomo è un 43enne di Frosinone.

14 Giugno 2018 0

Fa spesa di vino e formaggio ma paga solamente una bottiglia d’acqua, arrestato 43enne

Di Ermanno Amedei

CASSINO – Ha fatto la spesa di vino e formaggio ma alla cassa si è presentato con una sola bottiglia d’acqua. Il gesto del 43enne non è sfuggito al personale di sicurezza del centro commerciale Panorama di Cassino che ha chiamato i carabinieri e ha fatto arrestare l’uomo.

L’addetto alla sicurezza ha raccontato ai carabinieri intervenuti che l’uomo, residente nell’hinterland partenopeo già censito per reati contro il patrimonio, era stato notato aggirarsi tra gli espositori del supermercato ed era stato visto mentre prelevava alcune bottiglie di vino ed alcuni pezzi di formaggio, riponendoli all’interno di una borsa. Giunto poi alla cassa però pagava solo una bottiglia di acqua.

Gli accertamenti eseguiti dai militari intervenuti permettevano di constatare che effettivamente all’interno della borsa in possesso dell’uomo vi erano 5 bottiglie di vino e 3 pezzi di formaggio per un valore complessivo di 50 euro circa e, pertanto, in merito a quanto acclarato e rilevando i presupposti di  legge, l’uomo è stato tratto in arresto, poiché colto nella flagranza del reato di furto.

La merce, interamente recuperata, veniva contestualmente restituita  al Direttore dell’Ipermercato.

L’arrestato, ad espletate formalità di rito, è stato trattenuto presso la camera di sicurezza del Comando Compagnia Carabinieri, a disposizione dell’A.G.,  in attesa dell’udienza del rito direttissimo, che sarà celebrato nelle prossime 48 ore.

16 Maggio 2018 0

Fa l’autostop a Cassino e tenta di rapinare l’uomo che le dà il passaggio, arrestata 43enne

Di Ermanno Amedei

CASSINO – Chiede un passaggio e tenta di rapinare l’automobilista. È accaduto ieri pomeriggio a Cassino dove la 43enne del posto, già nota alle forze dell’ordine, faceva l’autostop per avvicinarsi al centro cittadino. L’automobilista che si è fermato facendola salire sull’auto, si è ben presto trovato un coltello puntato al fianco. La donna lo aveva estratto dalla borsetta e minacciava di usarlo se l’uomo non le avesse dato 200euro prelevate da un bancomat.

La vittima, impaurita, si è quindi diretta presso un noto centro commerciale della città martire e giunto nel parcheggio antistante si è avviata a piedi verso l’entrata dello stesso centro, seguito a breve distanza dalla donna che teneva sempre il coltello in mano, nascondendolo nella borsa alla vista di passanti. Non appena l’uomo ha notato il personale di sicurezza del centro ha chiesto aiuto riferendo della minacce della donna, che si è dileguata immediatamente all’esterno tra le autovetture parcheggiate. Nel frattempo sul posto sono arrivati i carabinieri di Cassino comandati dal capitano Ivan Mastromanno i quali hanno rintracciato la donna a poca distanza dal luogo. Dalla successiva ispezione effettuata all’interno della borsa, i militari hanno trovato e sottoposto a sequestro, il  grosso coltello da cucina di colore nero, utilizzato dalla donna che è stata arrestata e accompagnata presso gli uffici della Caserma. Dopo le formalità di rito è stata tradotta in regime di arresti domiciliari presso l’abitazione in attesa del rito per direttissimo.