Tag: 44enne

20 Giugno 2019 0

Momenti di panico a Cassino, 44enne tenta di entrare in stazione con l’auto e poi lancia oggetti contro i carabinieri

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO –  Pomeriggio ad alta tensione ieri a Cassino in un’area compresa tra la stazione ferroviaria e il vicino appartamento di un 44enne noto per ricettazione, detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti e guida sotto l’influenza dell’alcool.  I carabinieri sono dovuti intervenire per arrestarlo contestandogli i reati di resistenza a P.U., danneggiamento aggravato, percosse e minaccia aggravata.

Nel corso del pomeriggio l’uomo ha sfondato la vetrata d’ingresso della stazione ferroviaria, dove tentava di penetrare all’interno con la propria autovettura, fuggendo subito dopo presso la propria abitazione sita nei pressi dello scalo ferroviario.

Una volta raggiunto il proprio appartamento, percuoteva la madre 85enne e la sorella 55enne, entrambe con lui conviventi e successivamente, in evidente stato di agitazione, si affacciava al balcone dell’abitazione con intenti suicidi.

Le urla dell’uomo attiravano l’attenzione dei passanti che contattando l’utenza “112”, chiedevano l’intervento  di una pattuglia, immediatamente giunta sul posto.

Alla vista dei militari l’esagitato inveiva frasi minacciose contro gli operanti e i suoi familiari, lanciando numerosi oggetti in vetro e barattoli di vernici in direzione della pattuglia della Sezione Radiomobile intervenuta, che causavano il danneggiamento di alcuni veicoli parcheggiati sotto l’abitazione dell’uomo.

Dopo non poche difficoltà, il 44enne è stato convinto dai militari a desistere dall’insano gesto e pertanto prontamente bloccato. Successivamente l’uomo veniva affidato alle cure del personale del “118” giunto sul posto, che lo trasferiva all’Ospedale “Santa Scolastica” di Cassino, ove veniva ricoverato presso il reparto psichiatria.

Da una perquisizione domiciliare eseguita, è stata rinvenuta una carabina a gas tipo Winchester marca Walther, calibro 4,5, munita di carica e colpi, la cui potenzialità è in corso di accertamento, che veniva sequestrata unitamente ad un grosso coltello utilizzato per minacciare il vicino di casa.

L’uomo stante i presupposti di legge, è stato arrestato e su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, piantonato presso il reparto di psichiatria in attesa del rito direttissimo, che verrà celebrato nelle prossime 48 ore.

19 Aprile 2018 0

Uccide il cane del figlio lanciandolo dal 7° piano, arrestato 44enne

Di Ermanno Amedei

ROMA – “Tutte ste pagliacciate…è solo un cane!!”; queste le parole che un 44enne romano ha rivolto agli agenti della Polizia di Stato che stavano confortando il figlio a cui aveva appena ucciso, lanciandola dal 7° piano, la sua cagnolina.

La  chiamata, giunta al 112 NUE nel pomeriggio di ieri, parlava di un uomo che aveva  lanciato un cane dal 7° piano; i poliziotti intervenuti hanno subito individuato l’abitazione e sotto di essa, in un parco, hanno trovato un’adolescente in lacrime che stringeva al petto la femmina di Jack Russell che il padre aveva di fatto ucciso.

Quando ormai si era formato un capannello di gente è arrivato S.P., queste le iniziali dell’odierno arrestato, che, già da lontano, ha iniziato ad insultare gli agenti, poi ha colpito con calci  e pugni i due poliziotti che cercavano di fermarlo; la furia dell’uomo è stata vinta, senza ulteriori conseguenze per nessuno, usando lo spray “al peperoncino” in dotazione alla Polizia di Stato.

S.P. ha continuato però a colpire le auto della polizia e, dentro gli uffici del commissariato Esposizione, ha cercato di auto-lesionarsi.

Gli agenti del Reparto Volanti e del commissariato Tor Carbone hanno accertato che nell’appartamento c’era un altro cagnolino della stessa razza.

I motivi del gesto sono ora al vaglio degli investigatori; la salma del Jack Russell è stata affidata agli operatori specializzati dell’AMA.

4 Dicembre 2017 0

La Polizia denuncia un 44enne inottemperante alla Sorveglianza Speciale

Di felice pensabene

Frosinone – Nel corso dei controlli, ulteriormente incrementati nel fine settimana, la Squadra Volante della Questura denuncia un 44enne inottemperante alla Sorveglianza Speciale. La Squadra Volante della Questura, nel fine settimana, ha ulteriormente incrementato i controlli presso le abitazioni dei soggetti sottoposti agli arresti domiciliari – controllate 28 persone – ed alla Sorveglianza Speciale, con un denunciato. L’uomo, un 44enne del capoluogo, è risultato inottemperante al provvedimento di non allontanarsi dall’ abitazione nella fascia oraria 19.00 – 7.00. Scatta la denuncia.

 

 

 

25 Novembre 2017 0

Arrestato dalla polizia 44enne per violenza, resistenza e minacce a Pubblico Ufficiale

Di felice pensabene

Cassino – la Polizia do Stato arresta quarantaquattrenne per violenza, resistenza e minacce a Pubblico Ufficiale. L’uomo, trovato con indosso dosi di cocaina appena acquistate, è stato anche segnalato all’Autorità Amministrativa quale assuntore di sostanze stupefacenti. Nella serata di ieri, personale del Commissariato di P.S. di Cassino, nel corso dei servizi volti a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, ha arrestato un 44enne cassinate per resistenza e minacce a Pubblico Ufficiale.

L’uomo dopo aver acquistato dello stupefacente, alla vista degli agenti che gli avevano intimato di fermarsi, si dava alla fuga, attraversando ripetutamente la strada, per eludere il controllo, ponendo in pericolo la propria incolumità e quella degli operanti, nonché degli automobilisti in transito in quel momento.

Raggiunto poco dopo dagli agenti, ogni tentativo di ricondurlo alla calma risultava vano.

Infatti il cassinate opponeva resistenza agli operatori di polizia che tentavano di perquisirlo, inveendo contro di loro frasi minacciose, tanto da costringerli a chiedere ulteriori rinforzi per poterlo riportare alla calma.

Il quarantaquattrenne, poiché trovato in possesso di alcune dosi di cocaine, è stato anche segnalato al Prefetto di Frosinone, per detenzione ad uso personale di sostanze stupefacenti.

29 Maggio 2017 0

44enne denunciato dalla Polizia di Stato per ricettazione

Di felice pensabene

Frosinone – La Squadra Volante della Questura interviene, in seguito a segnalazione della Sala Operativa: denunciato un 44enne trovato in possesso di capi di abbigliamento rubati.

La Squadra Volante della Questura interviene presso un esercizio commerciale del capoluogo dove era segnalata una persona sospetta.

Gli agenti, giunti immediatamente sul posto, rintracciano la persona segnalata che cercava di allontanarsi dall’esercizio commerciale.

Dai primi accertamenti, l’uomo, un 44enne campano residente in questo capoluogo, risulta avere diversi precedenti di polizia.

All’interno della sua autovettura, parcheggiata poco distante, vengono rinvenuti diversi capi di abbigliamento ancora con i cartellini indicanti marca e taglie, di cui alcuni proprio con il cartellino del negozio da cui si era allontanato.

L’uomo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di ricettazione.

Oltre ai capi di abbigliamento, sono stati rinvenuti diversi occhiali da sole con relativi cartellini ed etichette; sono in corso accertamenti per risalire ai punti vendita della merce.

 

 

 

19 Gennaio 2017 0

Professionista di Cassino vittima delle molestie dell’ex. Denunciato 44enne

Di Ermanno Amedei

Cassino – Non accetta la fine della relazione e da compagno di vita si trasforma in molestatore. Per questo un 44enne di Cassino è stato denunciato dagli agenti del commissariato diretto dal vice questore Alessandro Tocco per atti persecutori con il contestuale ritiro in via cautelativa delle armi lasciategli in eredità.

L’uomo non si è arreso e quando la ex compagna, una professionista di Cassino lo lascia, lui ne diventa l’incubo. In una nota della questura si fa riferimento a telefonate, messaggi sempre più insistenti e minacciosi che raggiungono l’apice quando la donna comincia a frequentare un altro uomo. Spia i movimenti della coppia con pedinamenti, tentando addirittura l’aggressione fisica.

L’ultimo episodio domenica sera: in una centralissima via di Cassino la coppia di professionisti riesce a sottrarsi alle ire furiose del 44enne grazie all’intervento di alcuni amici e ad  allontanarsi in macchina.

L’uomo però si divincola  e e alla guida della sua auto tenta di inseguirli senza riuscirci. Quindi scattano le indagini degli investigatori che portano alla denuncia come primo avviso per il molestatore.

 

30 Settembre 2016 0

Donna 44enne si concede qualche bicchierino di troppo e si mette alla guida. Denunciata a Pontecorvo dai carabinieri

Di Comunicato Stampa

A Pontecorvo, il personale del N.O.R.M. – Aliquota Radiomobile, del locale Comando Compagnia, nell’ambito di un predisposto servizio per il controllo del territorio, teso a contrastare la commissione dei reati in genere, deferiva in stato di libertà, alla competente A.G., per il reato di “guida in stato di ebbrezza alcolica”, una 44enne del posto. La donna fermata alla guida della propria autovettura, in evidente stato di ebbrezza alcolica, risultava positiva al test dell’etilometro evidenziando un tasso alcolemico di gran lunga superiore al valore consentito dalla norma vigente I militari operanti procedevano contestualmente al ritiro della patente di guida.

21 Aprile 2010 0

Tenta di lanciarsi nel vuoto, 44enne salvato da carabiniere fuori servizio

Di Comunicato Stampa

Questa mattina un carabiniere di una stazione dipendente della Compagnia di Isernia libero dal servizio, in transito sulla Strada Statale Isernia -Campobasso, all’altezza del ponte noto come il “Viadotto Pettoranello” al km 183+900, ha notato un uomo repentinamente salire sulle barriere di protezione con il chiaro intento di lanciarsi nel vuoto. La reazione del militare è stata fulminea ed efficace, bloccando subito la propria autovettura e lanciandosi a piedi verso la barriera di protezione del ponte sul quale l’uomo già si trovava. Qui con non comune professionalità il carabiniere riusciva a dissuadere l’uomo, poi identificato in un 44enne di un centro della provincia, e contestualmente ad avvicinarlo e con mossa repentina ad immobilizzarlo evitando così che potesse lanciarsi nel vuoto. Subito dopo l’uomo è stato affidato ad una ambulanza del 118 nel contempo fatta intervenire che lo ha trasportato presso il nosocomio del capoluogo Pentro per le visite e cure del caso.

24 Novembre 2009 0

Trasforma la casa in market della droga, 44enne in manette

Di Comunicato Stampa

Aveva trasformato il suo appartamento in una vendita al dettaglio di dosi di droga. Per questo i carabinieri di Giulianova hanno effettuato l’ennesimo arresto finalizzato al contrasto del mercato dello stupefacente. Dopo la maxi operazioni di servizio denominata “Scacco alla Rocca” che lo scorso mese di luglio portò all’arresto di 14 personaggi di etnia ROM, i Carabinieri del dipendente Nucleo Operativo hanno continuato ad indagare sempre nell’ambito della popolazione ROM. In tale contesto, per diverso periodo i militari hanno eseguito diuturni servizi di appostamento ed osservazione nei confronti di BIANCIFIORI Danilo, 44enne, originario di Roma, già noto per fatti di giustizia, da tempo domiciliato in Giulianova e coniugato con E.D.R, 39 di Giulianova, di etnia ROM, figlia di noto esponente della comunità ROM di Giulianova Nel corso dell’attività di polizia giudiziaria, gli uomini agli ordini del Luogotenente Antonio Longo acquisivano probanti elementi colpevolezza nei suoi confronti e quelli della moglie, relativamente ad una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti [eroina e hashish] nei confronti di diversi tossicodipendenti della provincia di Teramo. Lo spaccio si è concretizzato nel periodo agosto – settembre 2009 in un appartamento all’interno di un residence ubicato nella periferia Nord di Giulianova, dove il Biancifiori insieme alla moglie ed i figli avevano trovato alloggio a seguito del sequestro della sua abitazione [ubicata in Marina di Mosciano] eseguito nel mese di gennaio di quest’anno dal ROS di L’Aquila e da questa Compagnia, nell’ambito di una più vasta operazione in cui vennero eseguiti diversi provvedimenti di sequestro anticipato di beni finalizzati alla successiva confisca. L’appartamento in questione, agli inizi del corrente mese di novembre gli veniva restituito su disposizione del Giudice del Tribunale di Teramo. In pratica, i militari hanno accertato che il citato appartamento era diventato un vero e proprio “market” della droga con un via vai continuo di “clienti”. Il G.I.P. del Tribunale di Teramo, Dott.ssa Tommolini, condividendo pienamente l’esito dell’attività investigativa portata a termine dai Carabinieri, su concorde richiesta del P.M., Dott. Davide Rosati, emetteva Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere nei confronti di BIANCIFIORI Danilo, che nella mattinata odierna è stato tratto in arresto ed associato alla Casa Circondariale di Teramo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

5 Settembre 2009 0

Diventa l’incubo dei parenti, arrestato un 44enne

Di Comunicato Stampa

Con minacce, atti persecutori, lesioni e intimidazioni, un 44enne di Casoli (Ch) era diventato l’incubo di un suo parente. Ieri l’ennesima lite e sono intervenuti i carabinieri che hanno così tratto in arresto l’operaio in esecuzione di un’ordinanza emesso dal giudice per le indagini preliminari di Lanciano (Ch).