Tag: 51enne

11 Gennaio 2020 0

Ricatto sessuale alla ex amante, arrestato 51enne di Latina

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true }); Latina – Costringeva una donna ad avere rapporti sessuali sotto il ricatto di rendere pubblica la relazione extraconiugale che avevano avuto in precedenza e che lei aveva deciso di interrompere. Per questo un 51enne di Latina è stato arrestato questa mattina dagli agenti della squadra Mobile di Latina che hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Latina, su richiesta della Procura della Repubblica di Latina. L’uomo, tra i mesi di marzo 2019 e novembre 2019, secondo gli investigatori, aveva assunto un comportamento persecutorio, attraverso atti ingiuriosi e molesti, nei confronti di una donna, la quale in sede di denuncia ha riferito di avere intrapreso con T.G. una relazione extraconiugale, di averlo incontrato in alcune circostanze ma di avere presto deciso di interrompere questo rapporto. Decisione non condivisa dall’arrestato che ha iniziato a minacciare la donna di rendere nota alla famiglia la loro relazione: per questo l’uomo la costringeva ad incontralo, almeno altre sette volte. Riscontrando come T.G. cominciava a pubblicizzare la relazione extraconiugale ad alcuni conoscenti riferendo particolari dei rapporti sessuali che intratteneva, la donna ha deciso allora di interrompere definitivamente la relazione, bloccando il numero di telefono del T.G. ma non riuscendo a liberarsi di lui che cominciava a contattare telefonicamente e con messaggi il marito ed i figli della vittima. Nel corso di una perquisizione delegata lo scorso dicembre dal procuratore aggiunto Carlo La Speranza, T.G. aveva con sé il telefono cellulare riportante ancora le immagini della vittima a seno nudo. T.G. risulta inoltre essere già stato arrestato per il reato di atti persecutori e sottoposto al divieto di avvicinamento al coniuge per tali fatti.
4 Luglio 2019 0

Latina, Maltrattamenti in famiglia, un 51enne allontanato dall’abitazione

Di Comunicato Stampa

Polizia di Stato – Questura di Latina:Un uomo viene allontanato dalla casa familiare per minacce aggravate e maltrattamenti in famiglia con sequestro cautelativo delle armi. Nel corso dell’attività di prevenzione e controllo del territorio, alle ore 20.30 circa di ieri, un equipaggio della Squadra Volante è intervenuto presso un’abitazione in quanto era pervenuta al 113 richiesta di intervento per lite ed aggressione in atto. Giunti immediatamente sul posto, i poliziotti hanno trovato in strada una donna con la figlia minore. La donna ha raccontato agli agenti di aver avuto pochi istanti prima una violenta lite con il marito per futili motivi, nel corso della quale l’uomo, armato di fucile, aveva minacciato di morte sia lei che la figlia minore della coppia. Visto lo stato di agitazione delle due donne , è stato richiesto l’intervento immediato del 118 per le cure del caso. I poliziotti hanno raggiunto l’uomo nell’abitazione che ha confermato i fatti. Intanto gli operanti hanno effettuato una perquisizione dell’appartamento e hanno ritrovato nella camera da letto, 5 fucili regolarmente detenuti dall’uomo. In sede di denuncia, la donna ha raccontato che le minacce, gli scatti d’ira, le percosse e le violenze si protraevano già da tempo e che a causa dei continui soprusi posti in essere dal proprio marito, viveva in uno stato di soggezione, manifestando timore e paura per la propria incolumità, e per tale motivo aveva chiesto ospitalità al proprio fratello. A carico dell’uomo è scattato un provvedimento di allontanamento urgente dalla casa familiare, con il divieto di avvicinarsi alla persona offesa. Nei confronti dello stesso veniva inoltre disposto il Sequestro Cautelativo dei 5 fucili e del relativo titolo autorizzatorio. Foto d’archivio

7 Aprile 2018 0

Trovato decapitato nell’auto a Castelliri, agghiacciante ipotesi di suicidio per 51enne

Di Ermanno Amedei

CASTELLIRI – Decapitato all’interno della sua auto. E’ agghiacciante quanto accaduto oggi a Castelliri dove un uomo di 51 anni, di professione elettricista. è stato trovato senza vita all’interno della propria auto con la testa staccata dal resto del corpo.

La macchina e il cadavere erano sulla superstrada Sora Ferentino e sul posto sono arrivati i carabinieri del Norm di Sora e della Stazione di Isola Liri. Inizialmente tutte le ipotesi sono state passate al vaglio, ma quella che sembra al momento predominare è l’ipotesi del suicidio.

Secondo le indagini svolte dagli uomini del colonnello Fabio Cagnazzo, l’uomo avrebbe legato una estremità di un fil di ferro ad un palo della segnaletica stradale e l’altro alla sua gola. entrando in auto facendo passare il filo dal finestrino e partendo. Le indagini sono in corso ma questo sembrerebbe essere l’ipotesi più credibile.

Ermanno Amedei

3 Gennaio 2018 0

Cocaina nel comodino della cameretta, denunciato 51enne di Alatri

Di Ermanno Amedei

ALATRI – Intensificati i controlli antidroga nella provincia di Frosinone. Polizia di Stato e Carabinieri, in un’attività congiunta predisposta  per contrastare i reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno setacciato il territorio di Alatri.

Nel corso dei servizi gli uomini della Squadra Mobile della Questura   e del Comando Provinciale di Frosinone hanno scovato un’abitazione dove, in seguito a perquisizione domiciliare,  un 51enne del luogo aveva occultato, in un comodino della camera da letto, 2 confezioni di cocaina, un bilancino di elettronico di precisione ed un coltello a serramanico.

Scatta la denuncia per detenzione ai fini di spaccio. Inoltre, all’indagato sono state ritirate cautelativamente  due pistole regolarmente detenute.  I controlli proseguiranno senza sosta: è “guerra” dichiarata al business della droga.

28 Dicembre 2017 0

Compravendita di un figlio a Cervaro, condannato 51enne

Di Ermanno Amedei

CERVARO – Tentò di far passare per suo figlio un bambino nato da una ragazza straniera. Oggi all’uomo è stato notificata l’esecuzione della pena a due anni e 21 giorni per il reato di registrazione di adolescente all’anagrafe di nascita inesistente.

I fatti risalgono al 2010 quando l’odierno 51enne e la moglie, entrambi di Cervaro tentarono di iscrivere presso l’anagrafe del comune quello che indicavano come loro figlio. I sospetti fecero scattare indagini da parte dei carabinieri di Cassino che arrivarono a ricostruire tutto il passaggio di quello che era stata la compravendita del piccolo per alcune decine di migliaia di euro. Vennero arrestate sei persone tra i quali la coppia, un avvocato di Aversa e intermediari. Il piccolo venne affidato ai servizi sociali di Cassino. All’aspirante padre sono stati concessi gli arresti domiciliari.

25 Agosto 2009 0

Shock anafilattico, una vespa ha ucciso la 51enne

Di Comunicato Stampa

La morte della 51enne di Cassino originaria di Vallerotonda ha creato sconcerto se non fosse altro per le modalità con cui il decesso è avvenuto. Sarebbe stata addirittura la puntura di una vespa, e non di un calabrone, ha causare la morte di Fiorella Verrecchia per cia di uno shock anafilattico. E’ lei che, lunedì è stata trasportata dai parenti al pronto soccorso ma ormai era troppo tardi: il suo cuore aveva smesso di battere. Er. Am.

24 Agosto 2009 0

Punta da un calabrone, muore una 51enne

Di Comunicato Stampa

Una puntura di calabrone, una di quelle che fanno solo male, è stata invece ieri la causa della morte di una donna di 51 anni residente a Cassino ma originaria di Vallerotonda. Lunedì pomeriggio, dopo la puntura dell’insetto, la donna ha avvertito un malore e per questo i familiari l’hanno accompagnata al pronto soccorso a Cassino. La donna però, al Santa Scolastica, è arrivata in arresto cardio circolatorio. Il suo cuore aveva smesso di battere e i medici non hanno potuto fare nulla per rianimarla. Si è spenta così, per uno shock anafilattico causato dalla puntura dell’insetto, una donna di 51 anni. I familiari hanno presentato un esposto in procura e hanno chiesto l’autopsia per accertare le cause del decesso. Er. Am.

14 Agosto 2009 0

Spacciava droga, 51enne in manette

Di Comunicato Stampa

A 51 anni, sorpreso a spacciare droga. Per questo i carabinieri della compagnia di Sulmona (Aq), hanno tratto in arresto, G.S.F.. L’uomo è stato sorpreso dagli uomini del luogotenente Leonardo Pellegrini mentre cedeva una dose di cocaina ad un giovane della Valle Peligna. I militari quindi hanno sequestrato complessivamente alcuni grammi di droga tra cocaina ed eroina, ma nella successiva perquisizione sono stati trovati, nelle disponbibilità dell’uomo arrestato, materiuale per il confezionamento e la somma di 850 euro che si pensa sia il frutto di attività di spaccio. L’uomo è stato associato al carcere di Sulmona.