Tag: attesa

8 Marzo 2019 0

ClassAction contro AcquaLatina sospesa in attesa della pronuncia della Cassazione sul ricorso dei legali

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO/FORMIA – La Class 7Action contro Acqualatina proseguirà, rimane sospesa in attesa della decisione della Corte di Cassazione sul ricorso presentato dal pool di legali che ha promosso l’azione nei confronti della multinazionale. Lo si legge in un comunicato stampa del gruppo di legali.

Lo ha stabilito il Tribunale di Roma, con ordinanza del 7/3/2019, accogliendo le richieste dei legali degli utenti e rigettando quella della difesa del Gestore che avrebbe voluto la dichiarazione di estinzione del processo.

Ancora una volta il Tribunale di Roma conferma un’altissima professionalità nel perseguire fini di giustizia.

Sottolinea, infatti, che “non può essere escluso, allo stato, che in alternativa ad una dichiarazione d’inammissibilità del ricorso alla Suprema Corte, l’ordinanza n. 13388/2018 della Corte di Appello di Roma in accoglimento di tale ricorso possa essere annullata….”.

Le censure mosse all’ordinanza della Corte D’Appello che voleva mettere la parola fine alla Class Action, stimolano infatti, la S.C. ad un ripensamento per estendere l’orientamento già consolidato e, inoltre, sollevano una violazione di legge “certamente valutabile dalla S.C.”.

Indubbiamente la scesa in campo, al fianco dei più deboli, del Prof. Avv. Romano Vaccarella conferisce all’azione un quid pluris di qualità umane e giuridiche eccelse e, per usare le parole del Prof. “andremo fino in fondo in questa vicenda”.

Nel frattempo il Comitato Class action sta avviando numerose azioni individuali e collettive per i danni della crisi idrica del 2017 e per la pessima qualità dell’acqua erogata tuttora. Formia – Latina, 7/3/2019

IL Comitato Class Actinon Acqua Latina Avv. Massimo Clemente Avv. Vincenzo Fontanarosa Avv. Christian Lombardi Avv. Patrizia Menanno Avv. Orazio Picano Avv. Chiara Samperisi Avv. Annamaria Zarrelli

24 Ottobre 2018 0

In attesa del secondo turno casalingo continua l’impegno delle atlete del Vis Sora

Di admin

SORA – “Dopo il debutto casalingo che è coinciso con la prima vittoria stagionale, l’ambiente bianconero del Vis Sora 07 C5 femminile, gode di un buon momento di serenità con lo sguardo rivolto sia alla classifica, che al prossimo incontro sempre in casa ove affronterà la nuova società ASD Antonio Palluzzi di Priverno, che  dopo due giornate si trova ancora al palo”.

Lo si legge in una nota della società del Vis Sora.

“I due risultati attenuti sino ad oggi, sono il frutto di un sapiente lavoro di tutto lo staff della società che in precampionato ha lavorato duro per allestire una rosa all’altezza della situazione. C’è da dire che diverse  atlete che avevano dato la disponibilità di vestire la casacca bianconera, alla fine hanno preferito accasarsi altrove, in altre categorie, con tornei più tranquilli che si disputeranno in abito provinciale. Come è noto, la Vis Sora 07 C5 femminile, si trova a rappresentare l’intera provincia di Frosinone in un torneo di serie D della FIGC.

C’è da riflettere sul perché in provincia di Frosinone troviamo un torneo femminile, indetto ed organizzato da altra federazione con ben quattordici squadre ciociare, mentre in quello FIGC solo una società ha risposto all’appello. Questa è la riflessione posta ai dirigenti del comitato regionale al quale però non abbiamo ricevuto risposta. Il Vis Sora 07 C5 Femminile, si trova quindi a giocare tutte in trasferta in provincia di Latina con un aggravio di costi di gestione che in fase di preventivo precampionato aveva anche fatto balenare l’ipotesi di un abbandono. Bisogna dare atto però che sono state le atlete bianconere che hanno fortemente voluto rimanere e giocare sino in fondo in questo Campionato.

In questo inizio di torneo le atlete bianconere hanno dimostrato sino ad ora che l’impegno c’è e ci sarà fino alla fine. A loro va il plauso della dirigenza e di tutta la città di Sora.

Più volte è stato scritto che per le atlete e per la società l’obiettivo è quello di giocare con il massimo impegno per ben figurare e di portare in alto i colori della città di Sora e di arrivare ad esprimere un bel gioco per divertirsi e per divertire i tifosi che seguono la squadra. L’analisi verrà fatta alla fine del campionato, ora si va  avanti partita dopo partita, punto dopo punto per gli obiettivi prefissati.

Proseguono intanto le sedute di allenamento con tutta la rosa a disposizione per un altro incontro casalingo e per un risultato positivo che non deluderà i tifosi che verranno presso la palestra V. Gioberti in Sora, per gridare “Forza Sora”.

12 Ottobre 2018 0

Strisce blu: a Cassino in attesa del nuovo bando, l’Amministrazione fa cassa con i ‘grattini’

Di redazionecassino1

CASSINO – Brutte notizie per gli automobilisti di Cassino sembra che a breve torneranno a pagare le strisce blu. In altri termini l’Amministrazione cerca di fare cassa introducendo di nuovo il pagamento dei parcheggi in città e solo nelle strisce blu, le gialle dovrebbero sparire. Lo farà con un metodo nuovo, attraverso dei ‘grattini da acquistare presso commercianti disponibili.

Una misura tampone in attesa di poter indire un nuovo bando per la gestione dei parcheggi e, soprattutto, che ci sia qualche ditta pronta ad assumersi quest’onere e a riassumere i trentacinque ausiliari del traffico che da mesi godono del sussidio di disoccupazione, ormai giunto agli sgoccioli. Un’iniziativa che però lascerà fuori proprio i trentacinque ausiliari, infatti i controlli e le sanzioni saranno di competenza della Polizia locale, grazie ai sette nuovi vigili in arrivo e che resteranno in servizio fino al 31 dicembre.

La gestione dei parcheggi da parte del Comune dovrà durare almeno fino a buona parte dei primi meai del 2019, in attesa anche delle somme che la TMP deve versare all’Ente, poi si vedrà. Certo è che prima del completamento della procedura di assegnazione e gestione alla società aggiudicatrice del servizio, passeranno, secondo i più ottimisti, dai quattro ai cinque mesi. Nel frattempo un po’ di introiti dovrebbero entrare nelle dissestate casse comunali. L’Ente ha previsto diecimila ‘grattini’ per la sosta di un’ora e duemila quelli per l’intera giornata, con una spesa di 995 euro IVA compresa.

Un vero salasso per gli automobilisti di Cassino e per i tanti che vengono dai comuni limitrofi tutti i giorni a lavorare in città. Non è dato sapere, però, il prezzo per ciascuno dei ‘grattini’. Ma non basta, c’è da chiedersi quanti ‘grattini’ dovrà acquistare  al mese chi è impegnato l’intera giornata o chi lavora qualche ora al giorno, come insegnanti, medici in visita domiciliare, artigiani impegnati per qualche ora nelle riparazioni e via discorrendo? Ogni ora dovranno ‘grattare’ la sosta a pagamento? Una misura, quella pensata dalla Giunta D’Alessandro, che non mancherà di creare molti problemi ai cittadini!

F. Pensabene

17 Settembre 2018 0

Spacciavano droga in attesa di un figlio, futuri genitori in manette ad Arce

Di admin

ARCE – In attesa di un bambino spacciavano droga nascondendola nel reggiseno di lei. Un  espediente che non è servito alla coppia di Arce per evitare l’arresto.

I carabinieri della locale Stazione comandati dal maresciallo Evangelista,  collaborati da quelli del Nucleo Carabinieri Cinofili di Santa Maria di Galeira (Rm). I carabinieri, a seguito di perquisizione domiciliare, nella casa del 36enne già sottoposto agli arresti domiciliari, pregiudicato per specifici reati ed la 28enne, convivente, hanno rinvenuto e sottoponevano a sequestro 9 dosi di cocaina e la somma complessiva di 690 euro suddivisa in banconote di piccolo taglio, provento dell’attività di spaccio.

Le dosi di cocaina erano state messe all’interno di un pacchetto di sigarette che la donna, incinta,  aveva  nascosto nel reggiseno, ma grazie all’ausilio di personale femminile, si è proceduto alla sua perquisizione con il ritrovamento della droga. Dopo le operazioni di rito l’uomo è stato tradotto presso la Casa circondariale di Cassino, mentre la donna sottoposta al regime degli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Ermanno Amedei

13 Agosto 2018 0

Cassino, Largo Don Bosco: Cresce l’attesa per la tradizionale fiaccolata dedicata alla Madonna di Canneto

Di redazione

Cresce l’attesa per sabato 18 agosto per l’appuntamento di fede a Cassino. Si terrà infatti la tradizionale fiaccolata dedicata alla Madonna di Canneto. La manifestazione dedicata alla Madonna di Canneto fu voluta e realizzata da un sacerdote salesiano, Don Paolo Leboroni, colui che diede inizio alla nascita dell’associazione Largo a Don Bosco, con la creazione del gruppo statuario nato nel 2007 a Cassino in via Solfegna e diventato poi Largo Don Bosco. Un luogo che vede la presenza quotidiana di bambini, giovani ed anziani, ognuno a condividere le proprie idee, esperienze e a pregare insieme. Tornando alla fiaccolata, l’evento religioso viene organizzato dall’associazione Largo a Don Bosco con la partecipazione della Chiesa di San Pietro e il suo parroco. Ecco il programma del 18 agosto 2018: Alle ore 20.00 ci sarà la preghiera con la benedizione ai presenti in Largo Don Bosco. Alle 21.00 ci sarà l’intrattenimento musicale con l’orchestra swing gang, un esibizione di brani anni 30-40-50 di swing dal vivo. Alle 23.15 la partenza della fiaccolata da Largo Don Bosco fino alla chiesa di San Pietro apostolo del Colosseo. Tutto ciò per rievocare un’antica tradizione religiosa che si ripete ogni anno. Il 18 agosto a mezzanotte circa una riproduzione della statua di culto viene posta davanti alla parrocchia e il parroco benedice i pellegrini che da Piedimonte vanno a Canneto. Lo ricordiamo, ogni anno dal cassinate e non solo partono in pellegrinaggio a piedi fino a Canneto migliaia di fedeli e con loro portano la devozione e la benedizione di tutte le comunità coinvolte. Giungono al Santuario all’alba del 21 agosto, giorno di grande festa nell’amata Valle.

27 Febbraio 2018 0

Undici anni in attesa del 2° grado, caso di durata irragionevole del processo a Cassino

Di admin

CASSINO – “Nel lontano 2007 all’esito di indagini espetate dalla Polizia Stradale competente la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino disponeva l’iscrizione nel registro degli indagati di quindici sospettati di ricettazione, appropriazione indebita e falso”.

Così comincia la nota della Camera Penale di Cassino.

In particolare si contestava ai coindagati la illecita nazionalizzazione di veicoli che apparentemente provenivano dall’estero, tanto che le carte di circolazione utilizzate erano risultate rubate e poi adattate per l’occasione.

Il processo di primo grado, celebrato presso il Tribunale di Cassino, si è concluso (dopo 6 anni) con sentenza di condanna nel 2013.

L’Avv. Antonio D’Alessandro, del Foro di Cassino, per sei dei condannati aveva proposto appello dinanzi la competente Corte di Appello di Roma.

La singolarità del caso è dovuta al fatto che il giudizio di appello è stato definito (dopo 1 anno) con sentenza resa nel 2014, dichiarativa della avvenuta prescrizione, relativa unicamente a cinque coimputati.

La Corte adita, pertanto (a 5 anni dall’appello), non si è pronunciata su tutti gli appelli proposti.

Di conseguenza il difensore, considerato l’interesse alla definizione di tutte le posizioni per cui vi è condanna in primo grado al fine di evitare effetti pregiudizievoli per gli appellanti, ha predisposto una formale istanza di definizione con sentenza del giudizio di secondo grado”.

“L’art. 111 della Costituzione – dichiara nella nota l’avv. Antonio D’Alessandro – riconosce il diritto alla ragionevole durata del processo, ma l’attuazione in concreto del diritto trova ostacoli quotidiani per lo stato di malessere della giustizia italiana. Con la riforma ultima, nota come la riforma Orlando, lo Stato ha allungato la durata del processo in caso di appello del condannato per 18 mesi e in caso di ricorso per Cassazione di altri 18 mesi; è la resa dello Stato che incapace per l’eccessivo carico giudiziale a pronunciarsi in via definitiva in un tempo ragionevole allunga ingiustamente e direi, incostituzionalmente, la durata del processo per i soli condannati. Invero, facendo mia la posizione dell’Unione delle Camere Penali Italiane, il sistema giustizia può migliorare solo investendo in strutture e personale, nel caso occorrono nuovi magistrati e nuovo personale di cancelleria, solo ciò consentirà di avere una durata ragionevole, capace anche di richiamare gli investitori esteri che invece fuggono dall’Italia per le lacune del suo sistema fiscale e giudiziario”.

 

 

Il Segretario della Camera Penale di Cassino

Avv. Antonio D’Alessandro

27 Gennaio 2018 0

Concerto con le musiche di Mozart, grande attesa a Piedimonte San Germano

Di redazione

Grande attesa per domani, domenica 28 gennaio, per il grande Concerto Classico previsto nella chiesa parrocchiale Santa Maria Assunta di Piedimonte San Germano in piazza municipio. L’appuntamento è per le ore 18.30 ed è stato organizzato dal parroco Don Tonino Martini in occasione del ciclo di festeggiamenti in onore del patrono della città Sant’Amasio. Con nota, apprezzata e straordinaria perizia, il Quartetto d’Archi dell’orchestra Daniele Paris, con il maestro e clarinettista Vincenzo Mariozzi, farà ascoltare le musiche di Wolfgang Amadeus Mozart. Un evento, dunque, da non perdere per vivere alcune delle meravigliose opere di uno dei geni più versatili dell’arte musicale, l’indimenticabile Mozart. N.C.

27 Dicembre 2017 0

Aquino, Gran Concerto di fine anno. Attesa per il 29 dicembre

Di redazione

Anche quest’anno, per il quinto anno di seguito, l’Amministrazione Comunale Assessorato alla Cultura organizza il “Gran Concerto di Fine Anno” , appuntamento oramai consolidato nell’organigramma degli eventi culturali nel periodo natalizio ad Aquino, atteso da numerosi appassionati di musica lirico-sinfonica. Il Concerto, per il quale quest’anno è stata selezionata la prestigiosa Orchestra Filarmonica di Luganks, si terrà nella Chiesa Concattedrale san Tommaso e San Costanzo Vescovo in piazza San Tommaso ad Aquino venerdì 29 dicembre 2017 ore 20,30 e vedrà la partecipazione oltre che del Direttore Maestro concertatore Pasquale Aiezza, anche del tenore Mauro de Santis, del soprano Carla Mazzarella e del mezzo soprano Chiara Marrone e, per la prima volta, anche della famosa corale “Città di Castelvenere” che accompagnerà l’esecuzione di alcuni brani. Il repertorio lirico-sinfonico della serata contempla l’esecuzione delle più belle e famose arie della tradizione operistica italiana, scelte dalla vasta produzione di Rossini, Verdi, Puccini, Donizetti, oltre ovviamente, in omaggio alle correnti festività, a quella dei famosi valzer viennesi di Strauss o delle suggestive melodie di Bizet. “La musica, in tutte le sue poliedriche e varie manifestazioni – afferma l’assessore alla cultura Carlo Risi – è stata sempre, fin dal nostro insediamento, al centro della politica culturale di questa amministrazione ed i numerosi eventi musicali che, in ogni periodo dell’anno, sono organizzati dalla Amministrazione o con il suo decisivo contributo e sostegno, ne sono la prova. L’appuntamento con il concerto di fine anno, in uno con quello estivo, in occasione con altra ricorrenza civica, sono oramai eventi che sono entrati nella tradizione di questa città e nelle aspettative di tanti, e sempre più numerosi, cittadini, appassionati della musica e del bel canto, aspettative che non potevamo deludere”.

18 Dicembre 2017 0

Cassino, 38enne muore in sala d’attesa di uno studio dentistico

Di redazione

Cassino- Una tragedia che si è consumata questa sera intorno alle ore 19.00. Un 38enne, di Piedimonte San Germano, era, stando alle indiscrezioni, in attesa di una visita presso uno studio dentistico quando improvvisamente ha accusato un malore che purtroppo gli è stato fatale. L’uomo, padre di un bambino e molto conosciuto e stimato a Piedimonte San Germano, probabilmente è stato ucciso da un infarto ma sul caso sono in corso gli opportuni accertamenti. Sconcerto e incredulità a Piedimonte dove la notizia si è rapidamente diffusa.

11 Dicembre 2017 0

Natale in casa Comarco, l’incanto della festa più attesa dell’anno, fra luci e addobbi suggestivi

Di redazionecassino1

Cassino – Il Natale è la festa più attesa dell’anno non solo sotto l’aspetto religioso, ma per tutta l’atmosfera che si respira. Preparare l’albero o il presepe è il momento di maggior intensità per grandi e piccoli. Gli addobbi alla propria abitazione rappresentano una festa nella festa, un rito magico a cui nessuno rinuncerebbe. C’è chi ci lavora per un anno intero per preparare ciò che serve e all’avvicinarsi della ricorrenza non bada a spese dà il meglio della propria creatività. È quello che hanno fatto a casa Comarco, in via Campo dei monaci a Cassino. Oltre agli addobbi interni, anche l’esterno dell’abitazione viene adornata di luci, alberi di Natale, luminarie nel giardino e persino lungo la strada di accesso. Nulla è lasciato al caso, addirittura non solo il tradizionale albero, ma un presepe, con la mangiatoia, le figure di San Giuseppe, della Madonna e stella cometa, con la culla vuota, in attesa della mezzanotte del 25 prossimo, per completarla con il Bambino Gesù. Immancabile la slitta di Babbo Natale trainata dalle renne rigorosamente illuminata di luci multi colori come tutto il resto. Una vera opera d’arte che incanta chi si trovi a passar da quella via e chi accorre a vedere tanta bellezza e uno spettacolo ricco e suggestivo per grandi e piccoli. E allora buon Natale a tutti!

F. Pensabene