Tag: cambia

12 Novembre 2017 0

Dalla piazza al parco, a Cassino cambia la geografia dello spaccio

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Dalle piazze ai parchi, l’attuvitá di spaccio a Cassino sembra canbiare continuamente geografia e protagonisti. Da piazza Labriola al parco Baden Powell, da italiani a stranieri. É quanto sembra emergere dagli ultimi esiti investigativi delle forze dell’ordine. L’ultima in particolare dei carabinieri, raccontano di un 31enne cittadino ghanese residente nella città martire, già censito per resistenza a P.U., violenza privata e rapina sorpreso a spacciare nel parco Baden Powell. Il servizio, svolto unitamente ai colleghi del Nucleo Operativo ha permesso di rinvenire nella disponibilità di un 44enne e un 34enne calabresi, incensurati, di transito in città, due dosi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, del peso complessivo di grammi 3,8 circa. Grazie anche alle testimonianze dei due soggetti, le indagini immediatamente attivate dai Carabinieri hanno permesso di risalire al cittadino straniero, residente in città da diversi anni e già noto ai militari operanti. Lo stupefacente rinvenuto é stato sottoposto a sequestro, mentre i due soggetti controllati, sono stati segnalati alla Prefettura competente quali assuntori di sostanze stupefacente e lo straniero denunciato.

20 Settembre 2017 0

Cambia sede la stazione dei carabinieri di Piglio, per lavori di adeguamento sismico al vecchio edificio

Di redazionecassino1

Piglio– – Dopo anni di permanenza in pieno centro, in attesa dei previsti e programmati interventi di adeguamento sismico sulle strutture dell’edificio, si è reso necessario trasferire temporaneamente la sede della Stazione Carabinieri di Piglio, da Via Circonvallazione n.2 a Via Stazione nr.1 dello stesso centro, presso lo stabile ceduto in comodato d’uso gratuito dall’Amministrazione Comunale locale.  In data odierna, la sede temporanea è operativa e pronta a rendere alla popolazione un servizio adeguato alla realtà locale e garantire alla cittadinanza una presenza costante dell’Arma per poter far fronte alle esigenze dei cittadini che costantemente si rivolgono anche per esigenze di carattere privato, divenendo vero e proprio punto di riferimento degli stessi, soprattutto nei piccoli paesi dove li vedono a garantire l’ordine e la sicurezza pubblica siccome unica autorità presente.

7 Luglio 2017 0

La stazione di Cassino cambia immagine, avviati i lavori di restyling

Di redazionecassino1

Cassino – “La stazione ferroviaria di Cassino cambia immagine. Sono iniziati i lavori di restyling della parte esterna che prevedono la ristrutturazione delle pareti mentre continua l’ammodernamento interno della comunicazione con nuovi monitor ma soprattutto, finalmente, l’eliminazione delle barriere architettoniche attraverso nuovi e comodi accessi”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale Marino Fardelli. Da alcuni giorni infatti la stazione ferroviaria di Cassino è divenuta un cantiere, con le pareti chiuse da impalcature. “Le pareti verranno ritinteggiate e messe in sicurezza e l’esterno sarà reso più accogliente. Basti pensare che quattro ani fa, quando si insediò il Governo Zingaretti, i pendolari segnalavano che l’orologio esterno era fermo alle 12.15 da ben sei anni.  – afferma Fardelli – All’interno verrà innovata la comunicazione con nuovi monitor, ma quello che più mi rende soddisfatto di questi investimenti messi in atto da Regione Lazio e Trenitalia, è che finalmente verrà abolita la vergogna delle barriere architettoniche. Non è più pensabile che un luogo non sia accessibile a chi non ha la possibilità di districarsi tra gradini marciapiedi scale e scalinate”. La ristrutturazione della stazione ferroviaria di Cassino fa parte di una progettualità messa in atto di concerto tra Regione Lazio e Trenitalia e che riguarda anche altre stazioni ferroviarie della FL6. “Anche Frosinone, Ferentino e Roccasecca rientrano nel progetto di ristrutturazione. La Regione Lazio del Presidente Zingaretti sta cambiando volto e sostanza ai trasporti. Dopo l’arrivo di nuovi treni che hanno migliorato le condizioni di viaggio, si punta anche alla fruibilità delle stazioni. Continuo a pressare la Regione Lazio affinchè si trovino soluzioni anche ai tempi di percorrenza che restano troppo lunghi rispetto alle necessità dei pendolari e soprattutto alla competitività di un intero territorio e su questo si sta lavorando” ha concluso il consigliere regionale Marino Fardelli.

 

24 Giugno 2010 0

L’acqua del fiume cambia colore, è mistero e preoccupazione in località Solfegna Cantoni

Di redazione

Misterioso fenomeno in località Solfegna Cantoni a Cassino. La località in questione è attraversata da un corso d’acqua proveniente da Villa Santa Lucia che, spesso, ha fatto registrare episodi di inquinamento ambientale. A colte schiuma, a volte un colore opaco e un forte lezzo dell’acqua, questa volta il canale è divenuto rossiccio. La fanghiglia tipica del canale ha acquistato l’inusuale colorazione che è stata ben presto segnalata alle forze dell’ordine che hanno dato il via alle indagini per stabilire le cause del fenomeno.

30 Maggio 2010 0

Slot machine e macchinette cambia soldi gettate in un campo, erano state svuotate dopo un furto, recuperate dalla polizia provinciale

Di redazione2

Gli uomini della Polizia provinciale, agli ordini del Comandante Massimo Belli, hanno rinvenuto abbandonate nei pressi del cimitero di Sant’Apollinare, nel Cassinate, tre slot machine e una macchina cambia soldi.

Visibilmente scassinati i macchinari sono risultati trafugati qualche tempo fa da un esercizio commerciale del posto, il bar-pizzeria “Incas”.

Il furto delle slot machine era stato denunciato ai carabinieri della locale stazione.

La vittima del furto è tornata in possesso dei macchinari.

Tamara Graziani

15 Aprile 2010 0

Giunto alla 21esima edizione il premio “Rocca d’oro” cambia sede

Di redazione

Cambia sede il Premio Internazionale Professionalità “ Rocca D’Oro”, quest’anno si svolgerà nel corso principale della città di Paliano. Il Premio è stato dedicato all’anno internazionale delle Donne ed avrà come presidente di Giuria il dott. Bruno Ferraro, (Presidente del Tribunale di Tivoli già presidente di Cassino e Velletri), direttore artistico per gli spettacoli è Claudio Marini, direttore di scena Alessandro Galiano ( scenografo di Renato Zero) direttore di riprese e regista Alessandro Di Filippo ( regista Sky). Con questa iniziativa, si pensa di coinvolgere tantissimi personaggi come è stato fatto negli anni scorsi, che potranno scoprire la cità di Paliano al fine di creare nuovo turismo per quanti hanno a cuore la città di Paliano, che ha cambiato volto amministrativo e che sta cercando una nuova immagine. Quindi, il prestigioso premio, giunto alla 21 edizione, sicuramente porterà alla città di Paliano, una grande visibilità televisiva, che a Paliano non si era mai vista prima e soprattutto c ‘è da augurarsi che questa novità sia ben accettata dai palianesi e dalle attività del posto. Un premio, che comunque va a trasferirsi nella casa del Principato dei Colonna, che praticamente hanno fatto la storia, non solo di Paliano, ma anche dei paesi vicini. “ Mi costa davvero molto abbandonare la caratteristica” piazzitella” di Serrone, però credo che Fontana bellezza, la piazzetta su cui insiste questo monumento – ha detto il patron del premio Giancarlo Flavi- non sia da meno. Paliano, poi ci consente di avere molto più pubblico. Sembra giusto che il premio esca da Serrone, perché è bene integrare sempre più culture Paliano e Serrone sono praticamente segnate dalla stessa storia, insieme possono, come è stato fatto di recente, creare l’opportunità turistiche necessarie al rilancio dell’economia della zona, di questo noi vorremmo essere un piccolo granellino che possa servire a qualcosa nell’interesse però non solo di Paliano, ma di tutto il comprensorio ed io aggiungerei anche di Piglio, zona che deve essere più amalgamata nel senso turistico enogastronomico, considerato che si hanno gli stessi prodotti che sono di ottima qualità. Insomma- aggiunge Flavi- anche con il premio si vuole contribuire a dare quel piccolo contributo necessario per far evidenziare non solo Paliano, ma tutto il comprensorio a nord della ciociaria”. Le modalità, la composizione della giuria è in corso di definizione, anche perché sono state avanzate domande a diversi enti. IL logo sarà una grande e graditissima sorpresa.

2 Febbraio 2010 0

Il Cassino cambia guida, presentato mister Sanderra

Di redazione

E’ stato presentato alle ore 14 il nuovo allenatore della S.S. Cassino. E’ il romano Stefano Sanderra, classe ’67, ex tecnico (tra le altre) di Barletta, Gela, Tivoli, Frosinone e L’Aquila. “Ho dell’ottimo materiale a disposizione – ha detto la neo guida del cassino – sono convinto che qui si possa lavorare bene”. Il resto dell’intervista e la presentazione ufficiale nella rubrica “Il Bar dello Sport”.

14 Novembre 2009 0

Digitale terrestre, da lunedì nel Lazio la televisione cambia “canale”

Di redazione

Dal 16 al 30 novembre il Lazio passa definitivamente alla televisione digitale terrestre, con l’esclusione di alcune aree della provincia di Viterbo. Con il passaggio al digitale il segnale analogico verrà definitivamente spento e per la prima volta in Europa un’area così vasta, con 357 comuni e un totale di oltre 4.600.000 cittadini, riceverà il segnale televisivo esclusivamente tramite televisori dotati di un decoder digitale. Più offerta di canali, migliore qualità delle immagini e del suono saranno a disposizione di tutti senza alcun abbonamento aggiuntivo. In particolare dal 16 al 18 novembre le trasmissioni passeranno al digitale nella città di Roma, in tutti i comuni della provincia di Roma e in alcuni delle province di Latina, della Sabina e della Ciociaria. Dal 19 al 21 novembre il passaggio verrà effettuato a Frosinone e nel resto della provincia, mentre tra il 23 e il 24 novembre a Rieti e provincia. Completeranno il quadro, dal 25 al 30 novembre, il sud pontino e le Isole Ponziane. Dal momento dello switch-off, anche se si ha già installato in casa un decoder digitale, sarà necessario sintonizzare di nuovo i canali televisivi sul proprio televisore. E per ricevere i programmi, ogni televisore presente in casa dovrà avere installato un suo decoder. La vecchia televisione analogica non trasmetterà più alcun programma. Per rendere più semplice il passaggio alla televisione digitale, la Regione Lazio ha programmato una serie di iniziative per aiutare i cittadini ad adeguarsi alla nuova tecnologia. Oltre alla campagna di comunicazione, prevista fino al 15 dicembre, l’assessorato alla Tutela dei consumatori della Regione Lazio ha dato vita a un accordo con gli antennisti per installare impianti a prezzi calmierati, a 35 euro per intervento. Per i cittadini con più di 65 anni e un reddito al di sotto dei 10mila euro (in regola con il pagamento del canone televisivo) è previsto inoltre un contributo pubblico di 50 euro per l’acquisto di un decoder. Infine, nei giorni del passaggio al digitale, i volontari della Regione Lazio raggiungeranno i centri anziani, le scuole e gli uffici pubblici del Lazio per aiutare le strutture a effettuare correttamente il trasferimento al digitale. Per tutte le informazioni è a disposizione un numero verde (800-022000) insieme ai siti internet www.portaleconsumatori.it e www.decoder.comunicazioni.it.

10 Novembre 2009 0

Energia elettrica, con una truffa il Comune cambia gestore

Di redazione

Una truffa da lasciare di sasso anche i maestri Totò e Peppino. Una cosa semplice semplice ma efficace e che, comunque, prima o poi sarebbe venuta alla luce. All’insaputa di tutti, un 32enne di Avellino ha fatto cambiare gestore di energia elettrica all’intero comune di Cassino. Le prese di corrente di tutti gli uffici comunali sono passati dalla gestione dell’Enel a quella della Edison. Per fare questo, pare addirittura dal mese di maggio, il 32enne ha adoperato lettere del sindaco con firme apocrife, false carte intestate del comune, falsi timbri di funzionari e falsi documenti personali. Tutto questo per dimostrare alla Edison di aver stipulato un contratto sostanzioso e per percepire la ricca provvigione. Dopo alcuni mesi, però, la società fornitrice di corrente, ha dovuto accorgersi che il comune di Cassino era un cattivo pagatore dato che non aveva saldato nessuna delle bollette. Un conto energia che è lievitato fino a 20 mila euro e quando l’ufficio legale della società ha minacciato le vie legali, qualcuno, da piazza De Gasperi, ha fatto loro sapere di non aver mai autorizzato al passaggio da una società all’altra. Quando sono state tirate fuori i documenti, è emersa la truffa e quindi è stata informata la polizia. Il nucleo informativo del Commissariato di Cassino coordinato dal sostituto commissario Crescenzo Pittiglio, quindi, è risalito al 32enne e lo ha denunciato per truffa, sostituzione di persona, falso e uso di sigilli falsi. A questo punto resta da capire chi pagherà la bolletta del Comune. Ermanno Amedei

1 Settembre 2009 1

Codice della strada più severo: ecco cosa cambia

Di redazione

Il codice della strada diventa più severo in particolar modo per le infrazioni commesse durante la notte. Il nostro esperto spiega come de cosa cambia in seguito alle modifiche apportate dal Ministero dell’Interno. Controlli notturni della polizia stradale Multe più salate per chi commette alcune infrazioni al codice della strada dopo le 22 e fino alle 7 di mattina; ma anche multe che vanno da 500 a 1.000 euro per chi getta dai veicoli – in sosta o in movimento – rifiuti o altri oggetti che sporcano le strade pubbliche. Sono due delle principali novità del Codice della strada (CdS), così come modificato dalla legge n. 94/2009 (cosiddetto “pacchetto sicurezza”) pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 170 del 24 luglio e in vigore dall’8 agosto 2009. Il provvedimento sul decoro delle strade è stato introdotto nel CdS con l’articolo 34bis insieme a tante altre novità che riassumiamo. Alcol e droga: sanzioni più pesanti Per chi guida un veicolo non di proprietà con un tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l la durata della sospensione della patente viene raddoppiata (passando da 1-2 anni a 2-4 anni) visto che il mezzo non può essere confiscato. La stessa sanzione si applica anche in caso di guida sotto effetto di sostanze stupefacenti. Sospensione di patente e patentino Come già accade per la patente di guida anche il certificato di idoneità per ciclomotori potrà essere ritirato, sospeso o revocato in base alle infrazioni. Anche al patentino si applicherà il meccanismo della patente a punti per le violazioni al codice che prevedono la decurtazione di punti. Non solo. Le sanzioni amministrative accessorie del ritiro, della sospensione e della revoca sono applicabili – come previsto dal nuovo articolo 219bis – anche nel caso in cui le violazioni che le prevedono siano commesse alla guida di un veicolo che non richiede la patente. Ad esempio se si guida un ciclomotore in stato di ebbrezza può essere sospesa la patente se il conducente ne è titolare. Lo stesso vale per i punti patente. Rilascio patente: regole più severe Per quanto riguarda i requisiti morali per ottenere il rilascio della patente di guida di veicoli e del cosiddetto patentino per ciclomotori, nel CdS si ribadisce che non possono conseguire l’abilitazione le persone sottoposte a misure di sicurezza, delinquenti abituali, professionali o per tendenza. I controlli saranno effettuati prima del rilascio della patente, a differenza di quanto accedeva fino ad oggi. È prevista pertanto anche una sanzione pecuniaria – da 1.000 a 3.000 euro – per chi rilascia titoli alle persone che non ne hanno diritto. La disposizione non è subito operativa: bisogna attendere un regolamento. Inoltre coloro che fino ad oggi hanno guidato un ciclomotore senza essere in possesso del “patentino”, o di una patente di guida, dal 1 ottobre 2009 dovranno sottoporsi all’esame che attesta i requisiti fisici e psichici necessari per la patente di categoria A. Certificati assicurativi falsi o contraffatti Per chi circola con documenti assicurativi falsi o contraffatti è previsto il sequestro e la confisca del veicolo. Quest’ultima si applica solo quando il veicolo con assicurazione falsa è condotto dal suo intestatario. Di notte le multe aumentano Le sanzioni amministrative per chi supera i limiti di velocità, per chi non rispetta l’obbligo di precedenza, per chi passa il semaforo con il rosso, per chi compie manovre pericolose, per chi non mantiene la distanza di sicurezza e per i conducenti professionali che non rispettano i tempi di guida e di riposo sono aumentate di un terzo quando sono commesse tra le 22 e le 7. Analogo aumento delle multe di un terzo è previsto per chi guida in stato di ebbrezza da alcol o da sostanze stupefacenti. Gli introiti delle infrazioni commesse nelle ore notturne andranno ad alimentare il Fondo di incidentalità notturna, istituito nel 2007 per finanziare e potenziare il controllo delle strade durante la notte.