Tag: capoluogo

12 Aprile 2019 0

Task force della polizia nel capoluogo, nel mirino “zona stazione”

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – Il territorio del capoluogo, nella serata di ieri, è stato interessato da un servizio straordinario di controllo del territorio per prevenire e contrastare i reati di natura predatoria e relativi allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Per l’occasione il Questore, dr. Leonardo Biagioli, ha spiegato un massiccio dispositivo di uomini e mezzi: il personale della Questura – Volanti, Polizia Scientifica, Ufficio immigrazione – è stato affiancato dai colleghi  del Reparto Prevenzione Crimine Lazio, delle unità cinofili provenienti da Nettuno.

Al già compatto schieramento si sono aggiunti gli “specialisti” della Polizia Ferroviaria dello scalo frusinate, zona attenzionata nello specifico, in quanto teatro, negli ultimi tempi, di un’escalation di attività illecite.

Nella circostanza sono state controllate 76 persone, delle quali 45 cittadini extracomunitari, verificata la regolarità di 18 veicoli.

Un quarantenne è stato segnalato all’Autorità Amministrativa per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale, mentre 2 cittadini stranieri, rispettivamente un ghanese ed un brasiliano, non in regola sul territorio nazionale, sono stati sottoposti ad espulsione.

L’attività della Polizia di Stato proseguirà costantemente  nella lotta all’illegalità, nell’impegno continuo a garantire tutela e sicurezza alla collettività.

4 Aprile 2019 0

Fatale ultimo furto per un 33enne del capoluogo “incastrato” dalla polizia, denunciati i complici

Di redazionecassino1

FROSINONE – La Squadra Volante della Questura era sulle tracce dell’uomo, un 33enne frusinate con pregiudizi di polizia per reati contro il patrimonio, già da qualche tempo, dopo i furti consumati in danno di alcune attività commerciali del capoluogo.

A supportare la tesi investigativa dei poliziotti, i riscontri testimoniali e tecnici, con l’acquisizione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza e dei rilievi effettuati dalla Polizia Scientifica.

Dopo aver “visitato” un supermercato, una cartoleria, ed un ristorante – solo per citare alcuni esercizi – l’uomo decide di introdursi, nottetempo, nello scorso mese di marzo, nello stabile ospitante un istituto scolastico.

Qui, con l’aiuto di due complici, due “professionisti” consanguinei,  un  anziano padre con la  figlia  42enne,  come accertato dagli agenti intervenuti, dopo aver forzato la porta d’ingresso ed effettuato un giro “perlustrativo”, decide di  trafugare  una lavagna interattiva multimediale.

La fuga avviene a bordo di un’auto,  sulla quale il trio   era già stato intercettato in precedenza.

Per tutti scatta la denuncia per furto in concorso.

31 Gennaio 2019 0

E commerce: la Polizia del Capoluogo denuncia coppia di truffatori

Di redazionecassino1

FROSINONE – L’attenzione di una giovane donna, navigando sul web, viene attirata dal costo allettante di una borsa di una nota griffe italiana.

Contatta subito il “venditore” online, all’utenza telefonica  indicata nell’inserzione e, come da accordi, effettua il pagamento con un versamento su   carta di credito ricaricabile.

Trascorsi i necessari tempi tecnici per la spedizione e non ricevendo alcuna spiegazione circa l’eventuale ritardo, l’acquirente sospetta un raggiro e pertanto decide di rivolgersi alla Polizia.

Formalizza  la denuncia presso gli uffici della Questura; del caso si   occupano  gli uomini   dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico.

Scattano tempestivi e serrati accertamenti che permettono di risalire all’identità degli  intestatari sia dell’utenza telefonica che  della carta di credito, rispettivamente una 39enne ed un 43enne, entrambi residenti a Reggio Calabria.

Scatta la denuncia.

La Polizia di Stato rinnova l’invito ad effettuare acquisti in sicurezza ricordando “Quando compri online, pensa offline”:

–          utilizzare, se possibile,  le app ufficiali per completare l’acquisto – questo semplice accorgimento permette di evitare i rischi di “essere indirizzati” su siti truffaldini o siti clone che potrebbero catturare i dati finanziari e personali inseriti per completare l’acquisto (phishing);

–          scegliere sempre una spedizione tracciabile ed assicurata, oltre che controllare i dettagli della transazione e le modalità di consegna.

13 Novembre 2018 0

Blitz della polizia del Capoluogo al “Casermone”

Di redazionecassino1

FROSINONE –  Blitz al casermone: 10 pattuglie tra Squadra Mobile, Squadra Volante e Reparto prevenzione Crimine Lazio , nella serata di ieri, hanno circondato lo stabile, sito nella parte bassa del capoluogo, nella zona di Selvapiana, il “casermone”, già noto alla cronaca per diverse operazioni di polizia.

Nel corso dell’attività sono state eseguite 15 perquisizioni finalizzate al rinvenimento di armi e droga;  controllati  20 soggetti sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari, per verificare il rispetto della prescrizione.

I poliziotti hanno inoltre identificato, nelle adiacenze della struttura abitativa, un cliente, che aveva fatto rifornimento: segnalato al Prefetto in quanto in possesso di stupefacente ad uso personale.

I servizi, disposti dal Questore, dr.ssa Rosaria Amato, sono un chiaro segnale contro la recrudescenza dei reati, nell’ottica della sicurezza cittadina e del rispetto delle regole.

 

 

26 Marzo 2018 0

Scippa una 20enne del Capoluogo, denunciato un 35enne

Di redazionecassino1

FROSINONE – Aveva derubato una 20enne sabato sera nella parte bassa del Capoluogo. Serrate e tempestive indagini degli agenti della Squadra Volante della Questura sono scattate dopo l’allarme lanciato da una giovanissima donna.

La 20enne, sabato sera, si trovava in via San Giuseppe, nella parte bassa del capoluogo, quando era stata affiancata da un uomo che, a bordo di un’utilitaria di colore grigia, le aveva scippato la borsa, nella quale aveva riposto denaro, documenti e telefonino.

Riscontri testimoniali e tecnici permettono agli inquirenti di risalire all’identità dell’uomo, un 35enne frusinate, per il quale scatta la denuncia.

 

26 Marzo 2018 0

La Questura chiede la “Sorveglianza speciale” per un 28enne del Capoluogo

Di redazionecassino1

FROSINONE – Il Tribunale Civile e Penale di Roma ha accolto la proposta della Divisione Anticrimine della Questura per l’ applicazione della Sorveglianza  Speciale nei confronti  di un 28enne frusinate.

L’emissione della misura di prevenzione si inserisce in un progetto fortemente voluto dal Questore dr.ssa Rosaria Amato per implementare l’attività di contrasto alle personalità criminali che incidono negativamente sulla sicurezza pubblica dei cittadini.

A riguardo l’uomo, che non ha mai svolto alcuna attività lavorativa lecita, preferendo vivere di proventi di attività criminose, ha altresì mostrato in più occasioni un carattere violento, anche nei confronti dei familiari.

Nonostante fosse stato già sottoposto alla misura dell’avviso orale, ha continuato ad evidenziare un  atteggiamento palesemente antigiuridico.

Il suo profilo criminale è stato ulteriormente delineato dalla frequentazione di noti pregiudicati.

 

16 Marzo 2018 0

Stalker 37enne del Capoluogo denunciato per minacce e molestie alla ex compagna

Di redazionecassino1

FROSINONE – Un’altra triste vicenda che vede “protagonista”, suo malgrado, una giovane donna, che subisce molestie e minacce dal suo ex compagno.

Nei confronti dell’uomo, un 37enne dell’hinterland frusinate, era stato emesso anche l’ ammonimento del Questore.

Incurante del provvedimento , lo stalker aveva continuato a porre in essere comportamenti  tali da generare un forte stato di ansia e di paura nella “sua” vittima.

Gli agenti della Squadra Volante della Questura, dopo l’ennesima condotta reiterante di comportamenti analoghi, lo hanno deferito all’Autorità Giudiziaria per atti persecutori.

La Polizia di Stato, da sempre in prima linea nella campagna di sensibilizzazione contro la violenza di genere con il progetto “Questo non è amore”, invita le donne vittime di violenza fisiche e psicologiche a denunciare i loro “aguzzini”.

 

14 Febbraio 2018 0

Operazione antidroga di polizia e carabinieri, in manette due pusher del Capoluogo

Di redazionecassino1

FROSINONE – Nell’ambito di servizi finalizzati al contrasto dello spaccio e consumo di sostanze stupefacenti, gli uomini della Squadra Mobile della Questura  ed i militari dell’Arma dei Carabinieri di Frosinone ed Alatri, hanno fermato e controllato un veicolo con a bordo due soggetti “noti”: un 28enne ed un 46enne residenti nell’hinterland frusinate.

Entrambi, coinvolti -e sottoposti alla misura degli arresti domiciliari – nell’operazione del novembre 2016, quando Polizia e  Carabinieri , con un blitz notturno smantellarono  una vera e propria centrale dello spaccio a Frosinone; colpita la  base logistica e operativa era all’interno di un noto complesso di edilizia residenziale pubblica, comunemente noto proprio con il nome di “Casermone”.

Gli indagati, di ritorno  Roma, dove avevano presenziato al pronunciamento della sentenza dove gli stessi erano imputati per  i fatti del 2016, anziché far ritorno nelle rispettive abitazioni decidono di percorrere un percorso “ alternativo”, non autorizzato.

La situazione desta sospetto. Militari e poliziotti decidono di procedere a perquisizione veicolare, personale e domiciliare,  con esito positivo.

Il 46enne viene trovato in possesso di oltre tre grammi di hashish e quasi quattro grammi di cocaina. Nel suo appartamento vengono rinvenuti due coltellini per il taglio della sostanza stupefacente e materiale per il confezionamento, oltre a banconote per un totale di 121 euro.

A casa del 28enne è stato rinvenuto un bilancino di precisione con i residui biancastri, oltre a 3250 euro – 57 banconote da 50 e 20 banconote da 20 euro.

Scatta l’arresto.

13 Dicembre 2017 0

Altri due pusher del capoluogo nel mirino della Polizia

Di redazionecassino1
La Squadra Volante della Questura, nell’ambito degli intensificati controlli antidroga, denuncia due frusinati, rispettivamente di 51 e 38 anni, per detenzione ai fini di cessione di sostanze stupefacenti. I due, dopo aver guadagnato la fiducia di un loro concittadino, ne avevano chiesto l’ospitalità e fare dell’abitazione una “base” per l’offerta di crack. Altri due pusher sono caduti nella “rete” degli agenti costantemente impegnati nel contrasto di domanda ed offerta.
6 Dicembre 2017 0

In Prefettura un convegno per il 91esimo anniversario di “Frosinone capoluogo”

Di redazionecassino1

Frosinone – La Sala Purificato del Palazzo della Prefettura di Frosinone ha ospitato, stamani, il convegno “VI dicembre 1926. Frosinone capoluogo della nuova provincia: storia e prospettive a 90 anni dal decreto di istituzione”, alla presenza delle autorità civili e militari. Novantuno anni fa, infatti, Frosinone vedeva formalmente riconosciuto quel ruolo di guida che aveva assunto, già nei secoli passati, per l’intero territorio. L’iniziativa, fortemente voluta dall’assessorato al centro storico di Frosinone, coordinato da Rossella Testa, è stata aperta dal saluto di S.E. il Prefetto, Emilia Zarrilli: “La celebrazione a cui prendiamo parte oggi – ha dichiarato il Prefetto – è importante, perché è importante rafforzare legame dei cittadini nei confronti della propria storia e delle proprie radici. Anche la Prefettura, dieci anni fa, ha ricordato questa data memoranda, a dimostrazione dell’unità di intenti tra le istituzioni del territorio. Soprattutto le giovani generazioni – ha concluso – hanno il compito di custodire e mantenere vivo il senso d’identità e di appartenenza alla propria terra”. L’assessore Rossella Testa ha, quindi, ringraziato il Prefetto per “l’impegno quotidianamente profuso al servizio del territorio. L’iniziativa di oggi vuole costituire un ulteriore momento di coesione sociale e di riappropriazione del nostro vissuto storico, nel quadro degli interventi di valorizzazione della nostra identità territoriale, promossi dall’amministrazione Ottaviani e dalle associazioni culturali che operano, da anni, in questa direzione”. Il convegno ha visto la partecipazione degli studiosi Costantino Jadecola e Maurizio Federico, oltre che di Francesca di Fazio, responsabile dell’archivio storico della Provincia; il dibattito è stato coordinato da Angelo D’Agostini, direttore della biblioteca comunale “Norberto Turriziani”. Al termine del convegno, è stata apposta una targa commemorativa in piazza VI dicembre.