Tag: fuori

8 Agosto 2019 0

Alcool e violenza a Piedimonte San Germano, in due seminano il panico fuori dal bar

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

PIEDIMONTE SAN GERMANO – Alcool e follia a Piedimonte San Germano dove due stranieri, in un bar della località la Volla, hanno seminato il panico dopo aver bevuto a dismisura.

Da una prima ricostruzione parrebbe che i due palesemente ubriachi, usciti dal locale avrebbero cominciato a danneggiare le auto che erano all’esterno.

Immediatamente sono stati allertati i carabinieri che sono arrivati in zona, trovando solamente uno dei due trasportato in ospedale a causa dello stato di ubriachezza. L’altro, invece, si era dileguato ma i militari lo hanno raggiunto a casa. Alla vista degli uomini i divisa l’uomo si sarebbe scagliato contro di loro finendo per essere immobilizzato e arrestato per resistenza.

Ermanno Amedei

17 Luglio 2019 0

Sora, rissa tra italiani, rom e vigilanti fuori da un centro commerciale, otto gli arrestati

Di redazionecassino1

SORA – Violenta rissa, nel pomeriggio di ieri in un centro commerciale di Sora. Coinvolte circa sette persone di etnia rom e il servizio di vigilanza del centro commerciale della città volsca.

Sul posto sono intervenute le volanti della polizia e dei carabinieri. Durante gli scontri, i cui motivi sono in corso di accertamento da parte delle forze dell’ordine, sono rimasti lievemente feriti alcuni poliziotti e carabinieri intervenuti per cercare i sedare la rissa.

Il bilancio finale è di otto arresti tra cui tre italiani e cinque rom. Gli arrestati dovranno rispondere di rissa e violenza a pubblico ufficiale. I fermati sono a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

foto di repertorio

26 Aprile 2019 0

Grave incidente sull’A1 a Ferentino, carabinieri fuori servizio salvano una vita

Di admin

FERENTINO – Ieri mattina sull’Autostrada A1 direzione Napoli all’altezza del comune di Ferentino si è verificato un grave incidente stradale con tamponamento a catena che ha visto coinvolti diversi veicoli e un autocarro.

Poco dopo liberi dal servizio e con la propria autovettura sono giunti due militari dell’Arma dei carabinieri in servizio 8 Reggimento Carabinieri Lazio i quali si sono prodigati a prestare soccorso alle persone rimaste intrappolate in un veicolo.

In particolare mentre un carabiniere riusciva a domare un inizio di incendio l’altro militare, abilitato alle manovre di blsd, praticava con esito positivo un massaggio di rianimazione sul passeggero tanponandone il sanguinamento da una ferita al capo. Nell’incidente gli occupanti di questo veicolo, sono stati successivamente elitrasportati presso il Policlinico Umberto I in prognosi riservata.

8 Marzo 2019 0

Si ribalta il trattore, 73enne salvato da carabiniere fuori servizio

Di admin

BROCCOSTELLA – Deve la sua vita ad un carabiniere fuori servizio che, alla vista del trattore ribaltato, è intervenuto per estrarlo da sotto al mezzo.

E’ accaduto questa mattina alle 10.30 circa quando a Broncostella in località Pecice, l’anziano residente a Sora, mentre manovrava un trattore Same Solarius 35 per effettuare lavori in un fondo di sua proprietà, è rimasto schiacciato dallo stesso mezzo agricolo che, per cause in corso di accertamento, improvvisamente si è ribaltato.

Accortosi di quanto accaduto ed intuita la gravità della situazione, l’appuntato scelto dei carabinieri effettivo presso la stazione di Isola Liri, sebbene libero dal servizio poiché in licenza di convalescenza per un pregresso intervento chirurgico, dalla propria abitazione ubicata in prossimità del luogo dell’incidente, è intervenuto senza esitazione in soccorso del pensionato che è stato estratto dal trattore e messo in sicurezza, scongiurando in tal modo ulteriori e più gravi conseguenze. Sul luogo dell’incidente sono arrivati anche i vigili del fuoco di Sora che hanno provveduto a spegnere un principio di incendio del mezzo agricolo, ed i sanitari del 118 che trasferivano il ferito presso l’ospedale di Sora, ove trovasi ricoverato, in codice rosso.

20 Novembre 2018 0

La puntura di Ultimo… ai sindaci fuori posto

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – “Persone fuori posto. Il Sindaco di Riace, con la fascia tricolore, combinava matrimoni per aggirare la legge sulla cittadinanza agli immigrati. Il Sindaco di San Giorgio a Liri, Modesto Della Rosa, invece, ha mostrato il saluto fascista durante una processione religiosa. “E stata una goliardata”, ha detto. È un reato piuttosto. E la fascia tricolore, per il bene di tutti, dovrebbe certificare invece l’ esistenza di un cervello”.

Ultimo

8 Novembre 2018 0

I geni fuori e gli zeri… Il “cervello” di quattro cassinati valorizzati oltreconfine

Di admin

CASSINO – Se ne parla poco perché tutti impegnati in altro:  si parla poco delle migliaia di giovani che ogni anno lasciano l’Italia per andare a cercare possibilità di realizzazione al di là delle Alpi, disfatta e colpa imperdonabili dello Stato: tra questi in particolare i  ‘cervelli’, la cosiddetta ‘fuga dei cervelli’! cioè del sale di una comunità, dell’aria necessaria al progresso. Sono attivi nelle università e negli atenei, nei centri di ricerca, nei musei, nelle accademie, nelle multinazionali, negli istituti d’arte di ogni tipo: cioè ovunque nel mondo si pratichi la scienza e l’eccellenza. Da soli, senza appoggi, senza leccamenti. Desolante costatare che in patria nulla e niente, fattivamente e seriamente, segua e si occupi di questi figli emigrati all’estero, non solo dei ‘cervelli’ dunque.

Dei giovani studiosi fuggiti via, ne voglio ricordare solo quattro del nostro territorio e più esattamente originari di Cassino. Nel rispetto della loro individualità e riservatezza, non cito i nomi, confermo solamente che si tratta di figli di Cassino, genitrice indegna a mio avviso e, ancora peggio, inconsapevole, vista la sua inerzia ed abulia.

Iniziamo col titolare della cattedra di Diritto Internazionale Pubblico nella Università di Parigi più antica. Dopo il diploma di maturità, superate tutte le formalità si immatricolò in giurisprudenza alla Univ. di Aix-en-Provence in Francia: a dispetto delle iniziali difficoltà linguistiche ed ambientali, il nuovo contesto e il nuovo mondo furono così stimolanti e invoglianti che alla fine del primo anno risultò il primo del suo corso, con la lode!  il secondo anno di nuovo primo e col massimo dei voti nelle varie discipline e titolo onorifico: i docenti  ne sollecitano  il proseguimento degli studi a Parigi.  Il nostro giovane cassinate si trasferisce a Parigi  -i genitori pronti a tutto!-  e a Parigi, in una università prestigiosa per nome e qualità dell’insegnamento, anche al terzo anno primo del corso, lo stesso al quarto anno! Poi un anno di specializzazione: ancora primo!  L’Università gli  affida un corso di insegnamento, quindi inizia anche a guadagnare! Si prepara per il dottorato: alla discussione della tesi dopo tre anni, di nuovo giudizio primario, con pubblicazione del lavoro, vari titoli onorifici e anche una somma di danaro. L’anno successivo partecipa al concorso nazionale  per professore universitario: nuovamente primo, con tutti i vantaggi previsti dalla legislazione di uesta gramde Nazione. Ma l’orgoglhiop nazio nale impone un pccolo sacriq  questo grande Paese: l’orgoglio nazionale però impone che il primo diventi secondo e così avvenne. Quindi a 27 anni professore di ruolo, certamente il più giovane della Francia, un italiano, un ciociaro. Sono trascorsi circa quindici anni.

L’altro figlio di Cassino è un matematico, un luminare, di quelli veramente e raramente geniali, già sui banchi della secondaria: quelli che gli sono stati vicini lo ricordano con entusiasmo ed ammirazione. Un capolavoro di intelligenza e di diligenza. Intraprende gli studi universitari a Roma, superando con successo tutte le tappe previste; successivamente, dopo la laurea, inizia a percorrere i primi gradini della carriera accademica: l’entusiasmo e la volontà ma soprattutto la consapevolezza delle proprie non comuni qualità sono perfino imperativi per la strada da percorrere: si avvede che a Roma non si profilano un avvenire e una opportunità e di conseguenza, purtroppo per l’Italia, abbandona il Paese ed emigra negli Stati Uniti! Il suo curriculum e le sue prove qui sono parecchio apprezzate e quindi gli si aprono numerose porte e possibilità. Dopo pochissimi anni e esperienze in vari atenei, oggi è professore titolare di ricerca in una delle due o tre università più antiche e, altresì, più prestigiose del Paese per gli studi scientifici e la ricerca!

C’è una donna, anche lei scienziata, questa volta in fisica, destinata ad essere premio Nobel a mio avviso. Hanno, questi tre dotti e scienziati, tutti la medesima età e la medesima volizione e capacità  unite a grande modestia,  i medesimi ideali e speranze e un talento fine come una lama di rasoio. Si è laureata alla Univ. di Pisa. Questo genio di donna resta poco in Italia perché anche lei ha bisogno di altri spazi e di orizzonti vasti che in patria non rinviene: vive diverse esperienze accademiche in varie università e centri di ricerca sia americani sia europei, tutti ricettivi a tale personalità. L’anno scorso è diventata celebre nel contesto scientifico internazionale grazie a delle sue scoperte e deduzioni nell’ambito delle  ‘onde gravitazionali’. Oggi il nostro genio femminile, sommo onore, dirige la sezione di Potsdam, a Berlino, dell’organismo scientifico più consolidato e stimato del mondo e allo stesso tempo è professore universitaria. Un genio! Quale perdita per l’Italia!

L’altro geniaccio questa volta è un medico, di pochi anni più giovane dei tre citati. E’ vice primario del suo reparto in un grande ospedale di Parigi; è direttore dell’istituto nazionale per la procreazione assistita, è titolare di cattedra nella Università di Medicina n.1 Descartes di Parigi. La sua specialità lo mette in condizione da parecchi anni di essere presente quale referente nei congressi di medicina specializzati letteralmente in tutto il mondo: il suo nome nei contesti scientifici medici si pronuncia con stima e rispetto in Australia, nel Maghreb, a Taiwan, negli Stati Uniti, in Brasile, anche in certe città italiane e altrove in Europa.

Mai sentito dire che Cassino o la Università o qualche scuola o altra istituzione, a parte la solita probabile sceneggiata della medaglia e del discorsetto e della pergamena, onorino e profittino della presenza di questi personaggi in maniera intelligente e soprattutto programmatica, a vantaggio e a gratificazione e a insegnamento e a modello della comunità, soprattutto dei giovani.

Queste sono le Eccellenze, gli zeri sono notoriamente gli uomini politici della zona, da sempre.

di Michele Santulli      

12 Settembre 2018 0

Violenza tra mura domestiche e marijuana fuori in giardino, denunciato 29enne

Di admin

FROSINONE – Coltivava marijuana in giardino. Lo hanno scoperto gli agenti della Squadra Volanti, di Frosinone intervenuti per sedare una lite famigliare in un appartamento della parte bassa della città. Entrati in casa i poliziotti si sono trovati davanti una vera e propria coltivazione “fai da te”  che il coltivatore aveva organizzato all’interno dell’abitazione in cui vive con la compagna e due figli minorenni.

La sostanza stupefacente tenuta segretamente in giardino era coltivata all’interno di alcuni vasi con le piante che avevano raggiunto l’altezza di circa 80 cm.

Prontamente sequestrata, l’uomo, un 29enne romano residente nel capoluogo è stato denunciato per coltivazione di stupefacente.

(foto repertorio)

22 Maggio 2017 0

Grave incidente a Cervaro, 21 enne sbalzato fuori da abitacolo

Di admin

Cervaro – Sono gravissime le condizioni del 21enne di Cervaro M.D.M. feritosi a causa di un incidente stradale avvenuto  questa notte a Cervaro. Il giovane era alla guida dui una Fiat Panda quando, alle 4 circa, in via Piternis è uscito di strada schiantandosi contro il muro di recinzione di una casa.

Il suo corpo è stato sbalzato fuori dall’abitacolo della vettura riportando gravi traumi al cranio e alle braccia. Immediatmente soccorso è stato trasportato in ospedale a Cassino dove i medici, dopo averne stabilizzato le condizioni, lo hanno trasferito in elicottero a Roma. Le sue condizioni sono gravissime.

ermanno Amedei

19 Maggio 2017 0

Sentenza Tar, cambio nel consiglio comunale di Alatri: fuori Mastracco e dentro Borrelli

Di admin

Alatri – Annullata l’elezione a consigliere comunale di Alatri di Angelo Mastracco e dichiara eletto Gianluca Borrelli. Così è stato deciso in camera di consiglio nella sezione distaccata di Latina del Tar del Lazio che ha accolto il ricorso presentato da Borrelli.

Le elezioni a cui il fatto giudiziario fa riferimento è quello del 5 giugno 2016. Il ricorrente, candidato della lista “Alleanza per Altri, ad una riconta dei voti, ha ottenuto due preferenze in più rispetto, quindi 393, rispetto alle 391 che gli venivano attribuiti e, per questo, scavalca l’ultimo degli eletti, Angelo Mastrocco, candidato per la lista “Socialisti e riformisti per Alatri”.

7 Maggio 2017 0

Immondizia “fuori orario”, cumuli di rifiuti per le strade di Cassino

Di admin

Cassino – Scatta a più riprese la protesta dei cassinati per il deposito di sacchi e bidoni della spazzatura al di fuori dell’orario previsto dall’ordinanza sindacale, in vigore sin dal 2013, sul modus operandi per la raccolta dei rifiuti urbani.

Diverse testimonianze di fatto riportano come già dalla metà del pomeriggio il pattume invada i marciapiedi della città, nonostante l’orario minimo sia fissato alle 21.00 nei mesi invernali e per le 22.00 in quelli estivi. L’aggravante per i residenti, distratti o pigri che siano, sta nel fatto che il tutto sia specificato nelle brochure consegnate a ogni famiglia nell’anno di inizio della raccolta differenziata porta a porta, appena 4 anni fa.

Il fenomeno interessa in ugual misura strade principali così come le periferiche, un esempio è Via Lombardia, ma anche le vicinanze di parchi come in San Giovanni, rendendo certamente sgradevole una passeggiata oltre che indecorosa, nel complesso, la stessa Cassino.

Giulia Guerra