Tag: Furti

22 Maggio 2019 0

Fiumi di droga tra Alatri e Frosinone, 8 arresti e altrettanti indagati

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – Squadra Mobile e Carabinieri del Nucleo Investigativo di Frosinone, unitamente a personale della Compagnia carabinieri di Alatri, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dall’Ufficio G.I.P. presso il Tribunale di Frosinone, su richiesta della locale Procura, sostituti Procuratori, Adolfo Coletta e Vittorio Misiti, nei confronti di 16 persone.

I provvedimenti restrittivi sono il risultato di un’attività d’indagine intrapresa per arginare un dilagante e redditizio fenomeno di traffico e spaccio di sostanze stupefacenti nella provincia e, nel caso particolare, ad Alatri e Frosinone ad opera di soggetti italiani e marocchini sodali ai fini della florida illecita attività.

Le indagini, iniziate nell’aprile dell’anno 2017 a seguito dell’omicidio del giovane Emanuele Morganti (avvenuto ad Alatri nella notte fra il 25 ed il 26 marzo 2017) finalizzate ad approfondire il contesto sociale in cui era maturato il grave delitto e all’individuazione del probabile movente, essendo emerso sin da subito un diffusissimo uso e abuso di sostanze stupefacenti fra i giovani del posto, hanno permesso di acquisire univoci elementi probatori a carico dei destinatari del provvedimento ai quali, vengono contestati i reati di concorso in traffico, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, è stata accertata l’esistenza di un gruppo criminoso, composto da soggetti che hanno organizzato un sistema di approvvigionamento, detenzione e spaccio di sostanza stupefacente tipo cocaina ed hashish, attivo nei Comuni di Alatri, Frosinone e Sora e territori limitrofi con basi logistiche per l’occultamento e punti di spaccio al dettaglio, individuati in abitazioni rurali, nonché esercizi pubblici, quali bar ed agriturismi, rifornendosi dello stupefacente tramite pregiudicati del luogo legati a soggetti di origine marocchina.

L’illecita attività era particolarmente redditizia e fiorente, così come, peraltro, chiaramente lo dimostrano gli arresti ed i sequestri operati indagini durante che hanno già consentito di trarre in arresto, in flagranza di reato, 12 soggetti e sottoposti a sequestro circa 11 kg di hashish e numerose dosi di cocaina e marijuana cedute nella commercializzazione al minuto. Sono stati, inoltre, rintracciati e catturati due latitanti, di origine marocchina, colpiti da provvedimenti cautelari connesse a pregresse vicende giudiziarie a loro carico, uno per reati legati al traffico di sostanze stupefacenti, l’altro per rapina.

L’odierno provvedimento comprende anche la misura cautelare del divieto di dimora in tutti i Comuni della Provincia di Frosinone nei confronti di quattro cittadini albanesi, che con la complicità e appoggio di un italiano (anch’egli colpito da provvedimento), erano dediti ad una serie di furti di auto e in abitazioni della zona, circostanze anche queste ultime emerse nella contestualità delle investigazioni in atto per droga.

I destinatari della misura si identificano in F.O. cl. 1965, originario di Alatri, C.N. cl. 1959, originario di Alatri,S.F. cl. 1967, originario di Alatri, G.L. cl. 1977, originario di Alatri, T.E.M cl. 1985, originario del Marocco, ma da anni stabilmente in Italia con residenza a Frosinone, G.E., cl. 54, originario di Supino, M.D. cl. 71, originario di Alatri, S.L. cl. 76, originario Alatri, L.A. cl. 67, originario di Alatri, C.V. cl. 71, originario di Colleferro, ma residente a Castelliri (FR),G.G. cl. 91, originario di Alatri, L.L. cl. 88, originario di Alatri. Oltre ai predetti colpiti per gli illeciti legati al traffico di droga, vi sono anche i seguenti quattro cittadini albanesi nei cui confronti viene applicato il divieto di dimora nell’intera Provincia di Frosinone per i reati di furti commessi L.E. cl. 85, T.L. cl. 93, X.R. cl. 88 e P.E. cl. 97.

Nel corso dell’esecuzione dell’ordinanza, venivano altresì effettuate 11 perquisizioni domiciliari e locali, in ottemperanza ad altrettanti decreti emessi dall’A.G. inquirente, nei confronti di persone, ritenute intermediari o clienti finali degli indagati per droga. Durante una delle predette attività di ricerca veniva tratto in arresto, in flagranza di reato, D. M. cl. 92, originario di Alatri, poiché trovato in possesso di grammi 80 circa di marijuana, 14 grammi di hashish e materiale vario per il confezionamento dello stupefacente.

4 Febbraio 2019 0

Cassino, tornano in azione i “mariuoli” notturni di ruote alle auto in sosta

Di felice pensabene

CASSINO – Brutta sorpresa questa mattina per un automobilista di Cassino. Sceso per prendere la propria auto,  come ogni giorno per recarsi al lavoro, ha dovuto constatare che durante la notte erano sparite le ruote.

I ladri, indisturbati, dall’oscurità della notte hanno avuto il tempo di sollevare l’auto con gli arnesi giusti, smontare le ruote complete e poggiare la vettura su dei sostegni.

Non è il primo nè l’ultimo episodio di questo genere di furto, probabilmente messo a segno da ignoti ai danni delle auto lasciate dai legittimi proprietari in sosta sotto le proprie abitazioni. Già in passato si sono verificati furti di ruote su cui indagano le forze dell’ordine, ma senza troppi risultati. Si tratta evidentemente di ladri esperti nel settore probabilmente provenienti da paesi limitrofi o da quelli campani. Quello di questa notte, commesso in via Tommaso Campanella, è l’ennesimo compiuto in quella zona.

Ma i furti si sono registrati anche in altre strade della Città Martire, via Virgilio, viale Dante, favoriti dalle ore notturne e dalla impossibilità di coprire un vasto raggio  di controlli delle vie cittadine.

F. P.

3 Gennaio 2019 0

Frosinone, furti in appartamento la Polstrada ferma due ragazze, un arresto

Di felice pensabene

FROSINONE – Nella mattinata di ieri, la Sala Operativa della Questura di Frosinone diramava una nota di ricerche di un’autovettura Volkswagen Polo con a bordo due donne che avevano appena tentato di scassinare la porta di un appartamento situato nel centro abitato del capoluogo.

Le stesse si erano date alla fuga grazie all’intervento di un uomo, abitante nell’appartamento adiacente a quello forzato e che aveva dato l’allarme,  fornendo  tutte le informazioni necessarie all’operatore 113.

Le pattuglie della Polizia Stradale della Sottosezione di Frosinone si posizionavano in corrispondenza del casello autostradale della città, ove notavano sopraggiungere, lungo la via Monti Lepini,  l’autovettura segnalata.

L’auto veniva subito fermata: alla guida del veicolo una 15enne, mentre la ragazza , seduta sul sedile anteriore destro, in stato di gravidanza, una 23enne.  All’interno della vettura venivano rinvenuti degli attrezzi atti allo scasso utilizzati per tentare di forzare la porta dell’abitazione.

La   maggiorenne, dopo essere stata visitata dai sanitari presso l’ospedale civile di Frosinone, veniva tratta in arresto ed accompagnata presso il Carcere di Rebibbia di Roma, mentre la minorenne veniva denunciata in stato di libertà ed affidata ad una Casa Famiglia della provincia di Latina.

Entrambe   nomadi – dichiaravano di provenire dal campo di Via di Salone a Roma –  dovranno rispondere in concorso tra loro di tentato furto aggravato;

alla minore si contestava anche la guida senza patente.

Del tutto veniva notiziata l’A.G. che disponeva il giudizio direttissimo per la mattinata odierna.

15 Novembre 2018 0

Furti in dieci appartamenti a Fondi, identificato e denunciato il ladro

Di Ermanno Amedei

FONDI – I carabinieri di Fondi hanno identificato e denunciato per furto in abitazione e ricettazione un 38enne del luogo. L’uomo è ritenuto responsabile di una decina di furti in abitazione perpetrati, negli ultimi mesi, ai danni di immobili ubicati lungo la fascia costiera.

Sono stati rinvenuti e sequestrati venti orologi da uomo, venti bracciali in oro/argento, otto paia di orecchini in oro/argento, tre smartphone, alcune carte di credito, borse e capi di abbigliamento griffati, vario materiale informatico e strumenti atti allo scasso. Il tutto è stato sottoposto a sequestro.

13 Ottobre 2018 0

Furti di armi in provincia di Frosinone, rinvenuti 5 fucili: un arresto e due denunce

Di Ermanno Amedei

ALATRI – Al termine di una indagine i carabinieri di Alatri comandata dal Maggiore Gabriele Argirò hanno arrestato una persona di Castelliri in quanto ritenuto responsabile del reato di porto e detenzione illegale di armi e munizioni nonché del reato di ricettazione. L’uomo aveva nelle sue disponibilità 5 fucili e diverso munizionamento provento di diversi furti verificatisi nella provincia di Frosinone. Nel corso dell’operazione sono stati denunciati per il reato di furto altre 2 persone di Alatri. I dettagli dell’indagine saranno divulgati in seguito alla conferenza stampa prevista stamattina presso il Comando Provinciale di Frosinone.

Foto repertorio

30 Luglio 2018 0

Marocchino inseguito e ucciso ad Aprilia. Probabilmente meditava furti in abitazione. Denunciati due italiani

Di redazione

Nella notte scorsa ad Aprilia è stato ritrovato il cadavere di un uomo di origini marocchine di 43 anni con precedenti di polizia. In base alle prime indiscrezioni l’uomo sarebbe stato colpito o aggredito, quindi il decesso sarebbe di natura traumatica. Stando alle iniziali ricostruzioni, tutto sarebbe iniziato con la segnalazione ai carabinieri da parte di un residente di una vettura sospetta in via Guardapasso. All’interno alcuni soggetti e che si aggiravano nelle stradine. Le ricerche hanno consentito poi di ritrovare l’auto, uscita fuori strada, sulla via Nettunense, all’altezza della stazione F.S. di Campo di Carne. A terra giaceva il cadavere dell’uomo Nordafricano di circa 40 anni con uno zaino contenente arnesi da scasso. Immediatamente sul posto è intervenuto un mezzo di soccorso che nulla ha potuto fare se non confermare il decesso dell’uomo. Le indagini condotte dai carabinieri di Aprilia, coordinate dalla Procura della Repubblica di Latina stanno consentendo di ricostruire quanto accaduto e al momento due persone del posto sono state denunciate in stato di libertà, per omicidio preterintenzionale in concorso. Si tratta di due italiani del luogo, incensurati, di circa quarant’anni. Risulterebbe probabile che l’aggressione possa in qualche modo essere collegata a qualche tentativo di furto e ad un inseguimento ma al momento non trapelano conferme sulla dinamica o sulla ricostruzione dei fatti. Foto d’archivio

11 Maggio 2018 0

Rubano un camion per compiere altri furti, inseguiti abbandonano il mezzo e si dileguano

Di Ermanno Amedei

ANAGNI – Questa notte i carabinieri di Anagni hanno intercettato un autocarro con a bordo tre individui che, alla vista dei militari, si davano ad una precipitosa fuga. Dopo un breve inseguimento i fuggitivi hanno abbandonato l’autocarro che, a seguito di specifica attività, è risultato rubato lo sorso 8 maggio  dall’interno di una ditta di Ferentino.

Malgrado le serrate ricerche  i malfattori sono riusciti a dileguarsi nelle campagne circostanti approfittando anche della scarsa visibilità.

Dal controllo eseguito all’interno del mezzo recuperato, sono stati trovati arnesi atti allo scasso.

18 Aprile 2018 0

Cassino: Furti di Rolex, ulteriori sviluppi

Di redazione

Nel prosieguo delle indagini intraprese a seguito dei furti di orologi “Rolex” (commessi nella giurisdizione della Compagnia di Cassino che portarono in data 21 marzo al fermo di Polizia Giudiziaria di 3 componenti della banda) i militari del N.O.R.M. acquisivano ulteriori due denunce per furti commessi con analogo modus operandi, da una giovane di nazionalità rumena. La donna, tra l’altro già controllata il 20 marzo u.s. nel corso del servizio che portò all’arresto in Roma dei 3 connazionali (in tale circostanza la stessa non fu riconosciuta dalle vittime), si identifica in P.E. 25 romena, già censita per furto con destrezza, nonché moglie di uno degli arrestati. La predetta è stata riconosciuta quale autrice del furto con destrezza di un “Rolex” del valore di circa 6mila euro, perpetrato nella città martire il 16 marzo u.s. ai danni di un 64enne, il quale, mentre si trovava all’interno della propria autovettura era stato avvicinato dalla donna che, con il pretesto di richiedere delle indicazioni stradali, fingendo di ringraziarlo gli afferrava il braccio sfilandogli l’orologio dandosi poi a precipitosa fuga. Analogo episodio si era verificato in data 23 marzo allorquando si era resa responsabile del furto con destrezza di un bracciale in oro, che sfilava dal polso di altra persona dopo averle chiesto di ripararsi sotto l’ombrello della malcapitata. Anche in questo caso, utilizzava la tecnica del ringraziamento per sfilarle il bracciale.

La Procura di Cassino condividendo le risultanza investigative dei militari operanti, emetteva un decreto di fermo di indiziato di delitto per “furto con destrezza in concorso”, che veniva eseguito questa mattina nella capitale. La donna, proveniente da Milano, veniva rintracciata presso la Casa Circondariale di Roma Rebibbia, ove si era recata per far visita al marito ivi detenuto. L’arrestata, è stata associata alla stessa Casa Circondariale – Sezione Femminile, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria mandante del provvedimento. Foto d’archivio

1 Marzo 2018 0

“Safety car 2”: l’operazione della Polizia contro il fenomeno di furti autovetture e motocicli

Di felice pensabene

FROSINONE – Nella nostra provincia sono stati controllati 92 veicoli e “scansionate” oltre 10.000 targhe, con il sequestro di 3 autovetture e 16 contestazioni al Codice della Strada.

101 arresti in tutta Italia, 352 denunce in stato di libertà, 618 veicoli rubati restituiti ai legittimi proprietari:  questo è il bilancio dell’operazione della Polizia di Stato “Safety car 2”, coordinata dal Servizio Controllo del Territorio, contro il fenomeno di furti autovetture e motocicli.

L’attività ha coinvolto tutte le Questure,  con il supporto di equipaggi dei Reparti Prevenzione Crimine, della Polizia Stradale e della Polizia di Frontiera negli ambiti di loro competenza, con l’impiego di 9.416 equipaggi complessivi e, per la prima volta, con il concorso delle Polizie Locali.

Con l’utilizzo contemporaneo, su tutto il territorio nazionale, del tecnologico Sistema Mercurio, sono stati controllati 983.427 veicoli e 65.396 persone.

Il valore complessivo degli automezzi recuperati è stato di oltre 5,5 milioni di euro.

Nella nostra provincia sono stati controllati 92 veicoli e “scansionate” oltre 10.000 targhe, con il sequestro di 3 autovetture e 16 contestazioni al Codice della Strada.

I servizi sono stati coordinati dal dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico dr. Flavio Genovesi: impiegate le unità operative della Squadra Volante del capoluogo e dei Commissariati, con il prezioso ausilio delle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine di Roma

 

 

19 Febbraio 2018 0

Raffica di furti durante la partita Frosinone-Ascoli, arrestato 26enne

Di Ermanno Amedei

FROSINONE – Pensando che le forze dell’ordine fossero impegnate per la partita di calcio tra Frosinone e Ascoli un 26enne di Frosinone ha pensato bene di evadere dagli arresti domiciliari per andare a rubare in tre appartamenti del centro.

Per sua sfortuna, nell’ultimo casa arraffa gli orecchini alla proprietaria che lo coglie sul fatto e lancia l’allarme al 113.

Le indicazione raccolte hanno permesso di individuare subito il “nascondiglio” dove l’uomo si era rifugiato, proprio nella zona di Selva Piana, vicino alla struttura sportiva e più specificatamente nel noto “Casermone”, già oggetto di diverse operazioni di Polizia Giudiziaria.

In pochissimi minuti, Squadra Mobile e Squadra Volante, con l’ausilio della Polizia Stradale e del Reparto Mobile di Roma – a Frosinone per la partita di calcio – , circondano  l’edificio:  l’uomo è stato bloccato ed arrestato.

E’ un 26enne con precedenti di polizia. Gli inquirenti erano sulle sue tracce già da qualche giorno, anche per altri colpi messi a segno in città.

Lo stesso, nella serata precedente, era riuscito a fuggire alla cattura, scavalcando alcuni recinzioni.