Tag: Germano

3 Luglio 2019 0

Posti di lavoro in Fiat in cambio di voti, divieto di dimora a Piedimonte San Germano per il sindaco. Arrestato il vicesindaco

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

PIEDIMONTE SAN GERMANO – Secondo sindaco a finire ne guai nel Cassinate in più chi mesi. Dopo il sindaco di Cervaro, sempre con l’accusa di voto di scambio, è finito coinvolto nell’indagine dei carabinieri di Cassino anche il sindaco di Piedimonte San Germano Gioacchino Ferdinandi. Arrestato e ai domiciliari il suo vicesindaco.

Sono tre le misure cautelari eseguite questa mattina dagli uomini del colonnello Fabio Cagnazzo e del Capitano Ivan Mastromanno  2 con applicazione agli arresti domiciliari e 1 con applicazione del divieto di dimora nel comune di residenza, emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Cassino su richiesta della locale procura della repubblica, siccome tutti ritenuti responsabili del reato di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione elettorale ” (c.d voto di scambio), posti in essere da politici ed imprenditori locali.

Il provvedimento custodiale verrà eseguito nei confronti dell’attuale sindaco (divieto di dimora) e del vice-sindaco (arresti domiciliari) del comune di Piedimonte San Germano nonchè di un imprenditore del luogo (arresti domiciliari). l’attività di indagine, condotta dal nucleo investigativo, ha permesso di stabilire che gli indagati avevano promosso ed organizzato un consolidato sistema corruttivo finalizzato al voto di scambio a fronte di promesse, in vari casi concretizzatesi, di assunzioni a tempo determinato presso alcune società compiacenti dell’indotto Fiat/Fca, turbando i meccanismi elettorali democratici e agevolando così fraudolentemente il successo elettorale dei politici coinvolti nelle elezioni amministrative.

 

20 Giugno 2019 0

Nuovo stop all’Alfa Romeo di Piedimonte S. Germano, questa volta il fermo sarà di due mesi

Di redazionecassino1

CASSINO – Estate rovente per i dipendenti dello stabilimento Alfa Romeo di Piedimonte S. Germano. Un solstizio d’estate caldo e amaro non soltanto sotto l’aspetto meteo, ma per l’ennesimo stop alla produzione e per la cassa integrazione a cui dovranno sottostare per due mesi i dipendenti. Si dovrebbe riprendere a lavorare l’ultima settimana di agosto.

Due mesi di stop forzato tra ferie e cassa integrazione. La comunicazione è arrivata nella giornata odierna: a partire da domani, venerdì 21 giugno, e fino al prossimo 21 agosto, le tute rosse varcheranno aperti i cancelli solamente sedici giorni su sessanta.

Si lavora regolarmente fino a giovedì prossimo, poi venerdì 28 giugno scatta la cassa integrazione che proseguirà anche nei giorni 1, 5, 8, 12, 18, 19, 22, 25 e 26 luglio. Fermo restando le ferie per tutto lo stabilimento dal 1 al 18 agosto, ulteriori giorni di stop sono previsti il 29, 30, 31 luglio e il 19, 20 e 21 agosto.

Si riprenderà a lavorare regolarmente, quindi solo l’ultima settimana di agosto con la speranza, poi, che durante l’autunno o comunque entro la fine dell’anno ci sia la messa in produzione del nuovo modello da commercializzare durante il 2020, altrimenti il calvario della cassa integrazione continuerà anche nei prossimi mesi con pesanti ripercussioni sull’indotto e quindi sull’economia del territorio.

Per affrontare la crisi, Fca proprio stamattina ha diramato l’invito ai consiglieri regionali e ai parlamentari eletti sul territorio per invitarli alla consulta dei sindaci in programma martedì 25 giugno alla 16 a Cassino che intende avere certezze dalla governance di Fca e dal Ministero dello Sviluppo Economico sul futuro dello stabilimento di Cassino. F. Pensabene

 

14 Giugno 2019 0

Piedimonte S. Germano, salta la produzione del Suv Maserati

Di redazionecassino1

CASSINO – Non c’è pace, o meglio non sembra esserci futuro per la produzione allo stabilimento Alfa Romeo di Piedimonte S. Germano. Nei giorni scorsi è arrivata l’ennesima tegola sullo stabilimento FCA, infatti, non ci sarà più il nuovo modello in cantiere per la fabbrica ai piedi dell’Abbazia. Saltano le previsioni di piano industriale per lo stabilimento di Cassino lanciato, nei mesi scorsi, dall’ A. D. Mike Manley che prevedeva le varianti ibride di Giulia e Stelvio oltre alla produzione di un nuovo Suv ibrido a marchio Maserati. L’annuncio è arrivato dail numero uno del brand, Harald Wester, tornato da poco alla guida del marchio italiano, che ha dichiarato in una intervista ad un giornale specializzato, che “Maserati non realizzerà nuove entry level e per il futuro punterà su segmenti e fasce di prezzo più elevate”.

Piove, quindi, sul bagnato per la produzione a Piedimonte, su tutto l’indotto e, di conseguenza, sull’intero territorio come se non bastasse già il continuo ricorso alla cassa integrazione.

La produzione del D-SUV di Maserati era prevista nel “Piano Italia” annunciato da Manley lo scorso novembre. I piani dell’azienda prevedevano, nei mesi scorsi, di realizzare il D-SUV nello stabilimento Alfa Romeo di Cassino dove viene realizzato l’Alfa Romeo Stelvio. Secondo i piani di FCA, il D-SUV Maserati sarebbe dovuto essere prodotto partendo dalla piattaforma Giorgio, la stessa utilizzata da Giulia e Stelvio. L’espansione della gamma Maserati procederà, quindi, verso l’alto e non verso il basso. La casa italiana dovrebbe presentare la nuova sportiva Maserati Alfieri, un progetto confermato per la fine 2020, che sarà prodotta nello stabilimento dell’azienda di Modena. Il tutto è avvenuto in contemporanea con la crisi scoppiata alla Tiberina – dove ieri mattina si è recato il neo sindaco Enzo Salera promettendo di convocare a breve la consulta dei sindaci – e alla vigilia dello sciopero unitario dei sindacati per il settore metalmeccanico in programma domani. Forte preoccupazione è stata espressa dai sindacati secondo cui: “Qualora queste dichiarazioni fossero confermate – per il neo segretario povinciale Capuano – dobbiamo agire come forze sociali e come territorio nel suo complesso per scongiurare questa catastrofe, perchè di catastrofe si tratterebbe qualora Cassino non avesse nuovi modelli.Tutto questo per noi è motivo di grande preoccupazione perché dobbiamo sostenere l’occupazione del settore automotive essendo uno dei principali poli occupazionali nella nostra Provincia”.

F. Pensabene

 

 

17 Aprile 2019 0

Tragedia a Piedimonte San Germano, bimbo di due anni muore in circostanze poco chiare

Di admin

PIEDIMONTE SAN GERMANO – Un bimbo di pochi anni è morto per causa ancora al vaglio delle forze dell’ordine oggi pomeriggio poco dopo le 16.30 in via Volla a Piedimonte San Germano.

La salma del piccolo è adagiata nel giardino di casa e gli operatori del 118 immediatamente giunti sul posto hanno tentato invano di rianimarlo allertando e facendo atterrare anche una eliambulanza.

Una tragedia ancora tutta da definire anche se la mamma sostiene che il piccolo sia morto dopo essere stato investito da un’auto. Al momento però non ci sarebbero elementi tangibili che confermerebbero questa versione anche se i carabinieri stanno indagando e ascoltando la gente.

Al momento non si conoscono dettagli ulteriori

Ermanno Amedei

5 Ottobre 2018 0

Piedimonte San Germano, Infortunio sul lavoro, grave un 41enne

Di redazione

Terribile incidente sul lavoro questa mattina, intorno alle ore 9.00, a Piedimonte San Germano in un’azienda. A rimanere coinvolto un operaio di 41 anni. Stando ad alcune indiscrezioni, l’uomo sarebbe caduto probabilmente da un’impalcatura o probabilmente da un tetto e impattando al suolo avrebbe riportato ferite e traumi. Immediatamente soccorso, l’operaio è stato trasferito però in un ospedale romano, presso il policlinico Gemelli, a causa dei preoccupanti traumi riportati. Sul posto anche i carabinieri della compagnia di Cassino per le opportune indagini sul caso. Foto d’archivio

28 Settembre 2018 0

Incendio appartamento a Piedimonte San Germano, evacuata famiglia

Di admin

PIEDIMONTE SAN GERMANO – Appartamento in fiamme, questa notte, a Piedimonte San germano. Il rogo si è sviluppato in una palazzina su due piani in via San Pilippo, nella parte alta della cittadina.

L’appartamento era disabitato e l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Cassino è servito per domare le fiamme e per evacuare la famiglia che abitava al piano di sopra. I danni causati dalle fiamme riguardano anche la struttura e, per questo, l’intera palazzina è stata dichiarata inagibile. Al momento non si conoscono le cause dell’incendio.

Ermanno Amedei

24 Settembre 2018 0

Brogli elettorali a Piedimonte San Germano, arrestato Ettore Urbano

Di admin

CASSINO – La notizia, come un “boato” ha scosso Piedimonte San Germano e l’intero territorio del Cassinate. Ettore Urbano è stato arrestato dalla polizia del commissariato di Cassino per brogli elettorali.

L’indagine svolta dalla polizia del commissariato di Cassino è stata coordinata dal sostituto procuratore Bulgarini e riguarda le attività svolte da Urbano nel corso della competizione elettorale del 2017 quando concorreva come candidato a sindaco. Attualmente era capogruppo di minoranza ma Ettore Urbano è noto per essere medico e primario del reparto di Pronto soccorso dell’ospedale di Cassino. Questa mattina è stata eseguita una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari.

Ermanno Amedei

22 Settembre 2018 0

Cibus Fest, comincia stasera l’Oktoberfest di Piedimonte San Germano

Di admin

ATTUALITA’ – Un trapianto di Baviera a tutti gli effetti quello che verrà inaugurato questa sera a Piedimonte San Germano nei mille metri quadrati coperti e arredati come fosse uno pezzo di Oktoberfest che, in questo periodo, richiama a Monaco di Baviera milioni di turisti da tutto il mondo.

A Cibus (via Carlo D’Aguanno) è tutto pronto e questa sera inizia la prima delle 16 serate di Cibus Fest. Tutto è studiato nei minimi dettagli per ricostruire il clima che si respira, gli ambienti che si vivono, il cibo che si mangia, la birra che si beve, la musica che si ascolta a Theresienwiese, lo spazio pubblico nel quartiere di Ludwigsvorstadt-Isarvorstadt a Monaco di Baviera. Tutto questo senza temere i capricci del meteo dato che a l’iniziativa avviene negli ampi spazi di Cibus, oltre mille metri quadrati al coperto.

Per promuovere Cibus Fest e il suo ricco calendario che si protrarrà con appuntamenti musicali diversi fino al 7 ottobre l’associazione culturale Simpatia staff, sta dando il meglio. “E’ un evento musicale e di promozione del territorio di grande spessore – dichiara il presidente di Simpatia Staff Antonio De Rosa – La ricostruzione degli ambienti dell’Oktoberfest è minuziosa, dagli arredi, ai costumi del personale, alla scelta delle birre, ai menù e alla musica che cambierà genere di sera in sera. Credo che siano anche queste le iniziative che servono per attirare gente nel nostro territorio”.

17 Settembre 2018 0

Piedimonte S.Germano: Incidente nei pressi dello stabilimento Fca. Soccorsi sul posto

Di redazione

Piedimonte San Germano – Si è appena verificato un incidente stradale nei pressi dello stabilimento Fca. Ad essere coinvolti uno scooter e, in base alle prime informazioni che ci pervengono, probabilmente anche un secondo mezzo. Al momento il traffico risulta essere congestionato per favorire l’accesso dei soccorsi. Sul posto un’ambulanza del 118. Una persona sarebbe rimasta ferita. Prestare attenzione anche in considerazione del fatto che in questa fascia oraria c’è un considerevole flusso di operai. Immagine d’archivio

4 Agosto 2018 0

Tragedia a Piedimonte S.Germano: 56enne di Esperia muore per una ferita alla schiena

Di redazione

Si è consumata una tragedia nella tarda mattinata di oggi a Piedimonte San Germano in una zona periferica sita tra la parte bassa ed alta del paese. Un uomo di 56 anni di Esperia che probabilmente stava lavorando in una villetta della zona per cause da chiarire si sarebbe procurato una ferita alla schiena. Sono in corso di accertamento le cause e la dinamica del terribile incidente. Probabilmente l’uomo si trovava su un’impalcatura e potrebbe essere caduto su un oggetto che lo avrebbe ferito gravemente. È stato condotto al pronto soccorso di Cassino ma è deceduto poco dopo. Inutile ogni tentativo di salvarlo. Sul posto sono giunti il magistrato Emanuele De Franco, i carabinieri di Cassino ed il reparto operativo del comando provinciale.