Tag: giusto

11 Febbraio 2019 0

Pistilli al sindaco: “Giusto ricordare i martiri delle foibe, ma quel piazzale andrebbe intitolato a Ummidia Quadratilla”

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO –  Il prof. Emilio Pistilli scrive al sindaco D’Alessandro sull’intitolazione del piazzale del teatro Romano.

“Caro Sindaco, ho appena saputo dell’intento di intitolare ai Martiri delle foibe il piazzale antistante il teatro romano. Ben venga una intitolazione ai nostri martiri, però resto ancora una volta stupefatto per la mancanza di considerazione per iniziative e richieste che vengono dalla città. Nel marzo del 2009 il Centro Documentazione e Studi Cassinati (CDSC onlus) avanzò all’amministrazione dell’epoca un appello per intitolare quel piazzale alla benemerita matrona dell’antica Casinum Ummidia Quadratilla, che aveva donato alla città un anfiteatro e un teatro, proprio quello antistante il piazzale, di cui tutti oggi andiamo orgogliosi. Alla matrona nel 1961 era stato intitolata la strada che va da via Roma a via Crocifisso-Campo di Porro; successivamente, nell’ottobre 2007, inspiegabilmente fu revocata quella intitolazione a favore del monaco benedettino Angelo Pantoni, un pilastro della storia del nostro territorio. Da allora si è operata una sorta di damnatio memoriae di Ummidia Quadratilla.

Per sanare questa ingiustizia il CDSC avanzò una richiesta scritta di intitolarle il piazzale parcheggio del teatro romano, richiesta che aveva anche il benestare della Soprintendenza Archeologica; fu protocollata nell’ufficio comunale e lì è rimasta. Tutte le amministrazioni che si sono susseguite furono dal CDSC sollecitate a darle corso, ma inutilmente; anche Lei ha ricevuto più volte la nostra sollecitazione sia pure verbalmente.

Siamo alle solite: il primo che si sveglia tra gli amministratori presenta la sua idea e … detto fatto.

Ripeto, è cosa giusta e lodevole dedicare uno spazio della Città ai martiri delle foibe, ma non mancano certo altri luoghi, forse più confacenti e più centrali per onorare quei nostri martiri. Il primo che mi viene in mente – ma è solo un esempio – potrebbe essere il largo cosiddetto dell’Excelsior, innesto Via Roma e Via Corso della Repubblica, dove starebbe bene anche una stele a memoria.

Ma non sta a me decidere tali cose.

Fare memoria è sempre una cosa importante per una popolazione, in particolar modo per la Città di Cassino che è stata defraudata di tutto dalla guerra e che vorrebbe recuperare almeno il suo patrimonio memorialistico. Ma non lo si faccia sovrapponendo ancora una volta una memoria ad altra ugualmente importante”.

Emilio Pistilli

Presidente onorario CDSC onlus

26 Aprile 2018 0

D’Alessandro azzera la Giunta: “Ognuno avrà il giusto peso politico, ma non accetto diktat”

Di redazionecassino1

CASSINO –  Terremoto politico a piazza De Gasperi, questa mattina il sindaco D’Alessandro ha convocato una conferenza stampa d’urgenza per annunciare l’azzeramento della Giunta.

Da tempo si registravano malumori in seno alla compagine di governo della Città Martire. I rumors davano sempre più aspri i contrasti poliici fra i banchi della maggioranza, tanto che, questa mattina, hanno indotto il Primo Cittadino a fare chiarezza.

“Non è mia natura snaturare l’uomo. Ero contrario ad azzerare l’esecutivo – ha esordito D’Alessandro –  ma, appena esco da qui, revoco gli assessori. La giunta non c’è più”. Poi ha aggiunto: “Nasco uomo e morirò uomo. Questa è la lista della spesa che mi hanno dato. Questo è un tipo di cultura che non mi appartiene”.”Ovvio che io non sia contentissimo della giunta che ho avuto. Non si può venire qui a fare i turisti per caso o i turisti per sempre. Sono un uomo trasparente. Darò il peso politico giusto a tutti, ma non accetto diktat”.

Parole durissime del sindaco verso la sua maggioranza che conferma i malumori e le lotte interne che hanno caratterizzato negli ultimi tempi la maggioranza che sosteneva il Primo Cittadino.

7 Aprile 2018 0

Giusto riconoscimento per un poliziotto capace, Alessandro Tocco promosso Dirigente

Di admin

CASSINO -Ha ricevuto la telefonata direttamente dal prefetto Savina Vice capo della polizia. Alessandro Tocco, vice questore del Commissariato di polizia di Cassino é stato promosso Dirigente. Non é certamente una sorpresa. La promozione di Tocco, per via delle sue qualitá umane e professionali era da tempo nell’aria. Poliziotto di lungo corso, con incarichi operativi anche in territori difficili della Campania, Tocco é tirnati !a due anni a Cassino, cittá di cui é originario.

Fin da subito il personale e la cittá stessa hanno apprezzato le sue doti di investigatire e motivatore del personale tanto da raggiungere obiettivi lusinghieri da elevare il livello della sicurezza in cittá.

Al dirigente Alessandro Tocco vanno i migliori auguri della redazione de Il Punto a Mezzagiorno ma, purtroppo, la sua carriera lo porterá lontano, anche se non tantissimo, da Cassino. La polizia saprá trovare un degno sostituto.

Ermanno Amedei

12 Giugno 2017 0

Lo stile giusto per il tuo living

Di admin

Redazionale – Avere una casa accogliente e armoniosa è il sogno di tutti. Diversamente dall’opinione di molti, non è necessario rivoluzionare né il proprio arredamento né la disposizione di un intero appartamento per rinnovare lo stile della propria casa e renderla ancora più bella ed accogliente. Infatti, in un’era nella quale spesso gli ambienti si restringono ed è necessario ricercare delle soluzioni alternative rispetto a quelle più classiche, l’ingegno è l’arma più giusta da utilizzare.

Nel caso in cui il proprio appartamento sia abbastanza spazioso sarà possibile ricavare una stanza intera da adibire a salotto, un’area nella quale poter trascorrere del tempo leggendo, guardando un film oppure ascoltando della musica. Per poter arredare al meglio la  sala, sarà necessario ricordarsi di non strafare mai: avere un divano troppo grande e dover sacrificare le altre parti della stanza può non rivelarsi un’ottima idea, è invece consigliabile lasciare dello spazio libero in modo da poter cambiare la disposizione dei mobili, poter aggiungere qualcosa o semplicemente godersi un ambiente arioso.

Un salotto troppo ingombro può rendere difficili le operazioni di pulizia, aprendo la strada a problemi come le allergie, sempre più diffuse sin dalla tenera età. Per poter arredare il salotto ci si dovrà concentrare su un tema, che potrà anche non essere il medesimo rispetto a quello delle altre stanze: ad esempio il salotto potrà essere in stile indiano, oppure vintage, nonostante il resto della casa abbia uno stile moderno. Inoltre, allo scopo di consentire anche delle modifiche in un secondo momento, sarebbe bene acquistare mobili versatili, magari con caratteristiche che li rendano adeguati anche ad altre stanze, come un divano letto, delle sedie che possano adattarsi bene anche all’ambiente della cucina,  oppure un pouf contenitore, ottimo anche per ospitare i cd oppure le riviste nascondendo il tutto “disordine” alla vista di ospiti ed inquilini.

Non tutti hanno però la possibilità di utilizzare un’intera stanza per renderla un salotto, fortunatamente questo non vuol dire dover rinunciare alla comodità. Esistono soluzioni grazie alle quali è possibile aggiungere delle zone living ad altre stanze, come una camera da letto oppure una grande cucina. Nel primo caso si potrà ricavare uno spazio con la tv e due piccole poltrone, magari delle “poltrone-sacco”, in modo da poter guardare un film in tranquillità. Nel caso della cucina invece, sarà sempre un piacere poter ospitare i propri visitatori in un’area dalla vocazione mista: con delle tende a pannello sarà possibile dividere l’area dedicata al cibo da quella che si utilizzerà per l’intrattenimento. L’installazione di poltrone, cuscini e magari di un tappeto adatto, saranno il tocco finale.

Bisogna tuttavia ricordare che in questi casi sarà sempre necessario tenere a mente l’elemento fondamentale legato ai materiali. In un’area come la cucina sarà sempre bene scegliere elementi d’arredo che siano facilmente lavabili e che si possano spostare in modo da poter aggiungere un posto a tavola” senza problemi, non dovendo rivoluzionare mai del tutto l’arredamento presente nella stanza. In questo modo si potrà avere la casa dei propri sogni anche in uno spazio ristretto, ma pur sempre accogliente.

28 Aprile 2010 0

Nessun ciociaro in giunta, Mario Abbruzzese: “Giusto il malumore ma non concordo sui metodi”

Di redazione

La mancanza di un rappresentante della provincia di Frosinone nella neonata giunta regionale del Lazio disegnata dal governatore Renata Polverini crea malumori. “Penso che Frosinone come territorio possa essere rappresentato in giunta a prescindere dal colore politico, l’importante è che ci sia un assessore locale”. A parlare è Mario Abbruzzese che commenta così i malumori del PdL Ciociaro che ha manifestato davanti alla sede della giunta regionale per chiedere la nomina di un assessore rappresentativo del territorio. “Se dobbiamo invece difendere una parte del Pdl, questo non lo condivido. Così come non condivido la forma che si è voluto dare a questa protesta, che sarebbe stato meglio portare nelle sedi opportune, quelle del partito”. Pare inoltre che sia stata assicurata a Frosinone la seconda carica della Regione, ossia la presidenza del consiglio regionale, poi è stato indicato Franco Fiorito, esponente del Pdl ciociaro, come capogruppo”.

17 Novembre 2009 5

Il crocifisso nelle scuole, giusto o sbagliato? Confronto tra lettori

Di redazione

La Corte Europea ha sentenziato che il crocifisso debba essere mantenuto fuori dalle aule scolastiche, Gheddafi a Roma, nel nostro Paese, riunisce 200 ragazze e fa lezione di Islam sostenendo che quello al crocifisso non è Gesù. Un durissimo attacco al simbolo religioso della Cristinità e ad quello che in tanti ritengono sia essere un tassello importante della cultura occidentale o, quantomeno, del nostro Paese. Partecipate al sondaggio de Il Punto. Vi invitiamo a leggere e paretecipare al confronto tra i lettori nei commenti dottostanti.

7 Febbraio 2009 0

Guzzo: “Ad Avezzano pareggio giusto, ma per noi è un periodo sfortunato”

Di redazione

Il difensore Manuele Guzzo ritorna sulla sfida di Avezzano: “Il pareggio è tutto sommato giusto. La squadra si è espressa bene nel primo tempo mentre nella ripresa abbiamo un po’ subito le iniziative della Valle del Giovenco. Lo zero a zero ci poteva senz’altro stare. Sicuramente per noi è un momento sfortunato: non tanto in termini di gioco, visto che nelle ultime tre prestazioni abbiamo senza dubbio fatto la nostra onesta figura, ma piuttosto parlando di risultato. Sia ad Atessa, che contro il Catanzaro, che ad Avezzano sarebbe bastato un piccolo episodio a favore per assicurarci quella vittoria che ci manca da tempo. Credo che un’affermazione ci permetterebbe di avere qualche sicurezza in più a livello mentale: ci aspettano due partite in casa, lotteremo per conquistare i tre punti in entrambe le possibilità”.