Tag: negozi

9 Ottobre 2019 0

Roccasecca; Fanno acquisti in alcuni negozi con banconote false, in manette due campani

Di felice pensabene
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ROCCASECCA – Nella serata di ieri i Carabinieri della Stazione di Roccasecca unitamente i colleghi di Aquino hanno arrestato, in flagranza di reato, due persone per spendita ed introduzione nello Stato di monete falsificate in concorso. I due soggetti campani, B.E. 46enne e V.S. 41enne, con precedenti per reati contro il patrimonio, contro la fede pubblica, per contrabbando, hanno effettuato degli acquisti in alcuni negozi di Roccasecca con delle banconote false.

In particolare uno dei due ha tentato di acquistare una tutina ed una confezione di tintura per capelli con una banconota di 100 euro, ma la commerciante, insospettita, dicendo di non avere il resto, lo ha fatto desistere, ed ha chiamato il 112. A questo punto sono partite le ricerche dei due soggetti da parte dei militari operanti che li rintracciavano in un altro negozio di Roccasecca ove avevano tentato di fare un acquisto tramite postepay. Con un semplice espediente i due inizialmente chiedevano di pagare con postepay ma, una volta che la transazione non andava a buon fine, poiché non vi era credito nella carta, chiedevano di pagare con banconote da 100 e 50 euro. Dalla perquisizione dell’autovettura in uso agli arrestati sono stati rinvenuti diversi scontrini, tra cui quelli relativi ai mancati pagamenti della postepay, che hanno consentito ai Carabinieri di individuare altri due negozi di Roccasecca, una macelleria ed un tabacchino, dove i due avevano acquistato della carne e delle sigarette, merce restituita agli aventi diritto. Ai due truffatori, inoltre, veniva notificato l’avvio del procedimento amministrativo finalizzato all’emissione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno dal comune di Roccasecca.

Complessivamente sono state recuperate due banconote false, da 100 euro e 50 euro e, come disposto dall’A.G., i due sono stati ristretti presso le camere di sicurezza della Stazione di Pontecorvo.

9 Ottobre 2018 0

Svaligiavano negozi a Pontecorvo, Ceprano e Cervaro: denunciati due campani

Di Ermanno Amedei

PONTECORVO – I Carabinieri di Pontecorvo hanno denunciato due persone, un 41enne ed un 25enne , entrambi di Napoli e gravati da vicende penali  per reati contro la persona e il patrimonio, poiché ritenuti responsabili, in concorso tra loro dei reati di “furto aggravato e ricettazione”.

Si è arrivati all’identità dei due grazie ad una indagine che ha permesso di stabilire che nei mesi di gennaio e febbraio del 2018, hanno perpretato 4 furti commessi in danno di esercizi commerciali:

–       un negozio di telefoni cellulari sito in Pontecorvo, ove asportavano trenta telefoni, pc , tablet e la somma in contante dieuro 2.500;

–       un negozio di elettrodomestici, sito in Ceprano, ove asportavano la somma in contante di euro 500;

–       un’attività assicurativa ed un esercizio commerciale siti in Cervaro,  ove asportavano rispettivamente la somma in contante di euro 350 ed Euro 300.

6 Marzo 2018 0

Era ai domiciliari a Cassino ma andava a rubare nei negozi di abbigliamento

Di Ermanno Amedei

CASSINO – I poliziotti del Commissariato di Cassino diretti dal vice questore Alessandro Tocco hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dalla Corte di Appello  di Napoli, nei confronti di una 45enne che, agli arresti domiciliari, si era resa responsabile di furto, in concorso, in danno di un negozio di abbigliamento.

La donna era stata “incastrata” dalle immagini del sistema di videosorveglianza, che aveva anche ripreso l’auto con la quale si era data alla fuga dopo il colpo.

Il veicolo, come da accertamenti, risulterà nella disponibilità della ladra che, nonostante fosse stata più volte sottoposta a misure di prevenzione, aveva continuato a condurre una vita “sregolata” e a frequentare persone “pregiudicate”.

16 Dicembre 2016 0

Furti in case e negozi tra Cassinate e alto Casertano, due case prese di mira a Rocca D’Evandro

Di Ermanno Amedei

Cassino – Case private e attività commerciali tra Cassinate e alto Casertano, nel mirino dei ladri. Come fossero due specializzazioni diverse, gruppi di malviventi sicuramente distinti, compiono furti multipli sia in abitazioni come avvenuto ieri a Rocca d’Evandro, sia in negozi come avvenuto la notte precedente in pieno centro a Cassino.

In poco tempo, nella notte tra mercoledì e giovedì, tra Corso della Repubblica e Viale Dante, hanno svaligiato un negozio di intimo per donna,un ottico e un parrucchiere. Obiettivo erano i registratori di cassa delle attività.

A Rocca d’Evandro, invece, poche centinaia di metri oltre il confine con la Campania, in due case, probabilmente gli stessi tre malviventi di una seconda banda, hanno portato via oggetti di valore e pochi soldi. Il raid ladresco è stato immortalato da telecamere a circuito chiuso in cui si capisce che i malviventi erano giovani. Immagini che torneranno certamente utili alle indagini svolte dai carabinieri della Stazione di Rocca D’Evandro comandati dal maresciallo Giuseppe Vendittelli.

Ermanno Amedei

15 Settembre 2016 0

Stretta sui furti ai negozi del centro di Frosinone, 30enne in manette

Di Ermanno Amedei

Frosinone – Da tempo era attenzionato dagli investigatori dei carabinieri. Le attività di un  30enne di Frosinone erano ben note nel capoluogo e a seguito di una indagine svolta dai militari dell’Arma si è arrivati all’ordinanza di arresto. L’uomo è indagato per furti consumati ai danni di esercizi commerciali consumati nel primo semestre del 2016. E’ evidentemente in corso una stretta all’ambiente malavitoso cittadino per arginare proprio alcuni ripetuti furti ai danni di attività commerciali del centro.

Er. Amedei

8 Settembre 2016 0

Macchina usata come ariete per rubare nei negozi, due persone arrestate ad Alatri

Di Ermanno Amedei

Alatri – Sfondavano con l’auto le vetrate di attività commerciali di Frosinone e facevano man bassa di merce e soldi. La coppia di malviventi, composta da un 30enne ed un 52enne di Frosinone è stata arrestata dai carabinieri della compagnia di Alatri comandata dal capitano Antonio Contente, grazie all’intervento di un militare che, fuori servizio, ha riconosciuto la macchina che le forze dell’ordine cercavano, e l’ha inseguita con la sua vettura privata in attesa dei rinforzi.

L’inseguimento si è concluso in località Tecchiena dopo aver danneggiato l’autovettura del militare. I due sottoposti a perquisizione personale e veicolare, sono stati trovati in possesso di somme di denaro, bottiglie di superalcolici, nonché di un registratore di cassa. Le tempestive indagini svolte hanno permesso di appurare che la refurtiva era il provento di alcuni colpi messi a segno poco prima in esercizi commerciali ubicati in Frosinone (il denaro era stato asportato da un negozio di calzature, i superalcolici in un bar e il registratore di cassa da un negozio ortofrutticolo), utilizzando la stessa tecnica di rompere le vetrine con l’autovettura. Altresì veniva accertato che i due, sempre nella nottata, avevano rotto la vetrina e tentato il furto presso un  distributore sito sulla superstrada Ferentino-Sora, non riuscendo nell’intento a seguito dell’intervento del proprietario. L’autovettura e la refurtiva recuperata sono state restituite ai legittimi proprietari.

6 Luglio 2016 0

Attività commerciali nel mirino dei ladri, svaligiato il negozio Mondo Sport

Di Ermanno Amedei

Frosinone – Luglio non è certamente mese di ferie per i ladri che, a Frosinone, sembrano essere in piena attività; soprattutto di notte. Lo sanno bene al negozio Mondo Sport in via Marco Tullio Cicerone. Lì i ladri si sono ritrovati e, dopo aver forzato una porta dell’attività che vende abbigliamento sportivo, hanno portato via un bottino costituito in abbigliamento sportivo e attrezzatura per un valore di circa 8mila euro.

La sorpresa è stata certamente sgradita ieri mattina al titolare del negozio quando, all’ora di apertura, ha trovare il negozio già aperto e, purtroppo, svaligiato.

Sul posto sono stati chiamati i carabinieri della compagnia di Frosinone che hanno dato il via alle indagini per scoprire gli autori del colpo e se sono gli stessi che stanno operando da diverso tempo nella città Capoluogo prendendo di mira in particolare le attività commerciali. Nel corso della stessa notte, infatti, sulla Provinciale per Fiuggi, a Madonna della Neve, una visita notturna all’Osteria del Baccalà è stata solo tentata, non senza danni ad una vetrata, dai malviventi messi in fuga, con tutta probabilità, dalla presenza dei vigilanti privati.

Ermanno Amedei

12 Maggio 2010 0

Esplode la conduttura dell’acqua, negozi sommersi e costretti alla chiusura

Di Comunicato Stampa

L’esplosione della conduttura d’acqua comunale, questa notte in largo San Domenico a Cassino, ha causato paura per i residenti, ma soprattutto ingenti danni a due attività commerciali interamente allagate. L’allarme è stato lanciato in piena notte quando l’acqua aveva invaso la sede stradale e il flusso continuava ad aumentare. La falla evidentemente cresceva fino a rompere completamente l conduttura. Praticamente sommersi i magazzini di una macelleria e di un neozio di alimentari che, oggi, sono dovuti rimanere chiusi per contare i danni e tentare di ripristinare le normali attività.

ermadei@libero.it

7 Gennaio 2010 0

Crisi del commercio, raffica di chiusure dei negozi

Di Comunicato Stampa

“Il commercio in provincia di Frosinone è in affanno e le attività cominciano a chiudere battenti”, a sostenerlo è Florindo Buffardi vice Presidente della Conf Commercio di Frosinone. “I saldi, vanno bene, e stanno consentendo ai commercianti di svuotare i magazzini rimasti pieni a causa della crisi. Quello che ci chiediamo è cosa accadrà dopo i saldi dato che siamo una categoria lasciata all’abbandono. Non abbiamo alcun tipo di agevolazione nonostante avessimo chiesto la riduzione delle nostre tasse o la detassazione della 13esima mensilità per dare maggiore liquidità ai consumatori e incentivare gli acquisti. Appelli – continua Buffardi – rimasti inascoltati. Una situazione che ha prodiotto, nei primi nove mesi del 2009 la chiusura di ben 480 attività commerciali. Un numero che rappresenta circa il 18 % in più rispetto allo stesso periodo del 2008. Le cose nelle altre province non vanno meglio. A Latina, infatti, sono cessate 650 attività e nell’intera Regione Lazio circa 6500 commercianti hanno abbassato le saracinesche per sempre”.

29 Dicembre 2009 0

Merce illegale cinese, ingenti sequestri nei negozi

Di Comunicato Stampa

Una ingente quantità di merce di provenienza cinese è stata posta sotto sequestro dai finanzieri di Vasto. Una serie di controlli effettuati tra i negozi, unitamente alla polizia municipale, ha permesso di sequetrare circa mille pezzi di articoli cosmetici di varia tipologia che contengono metalli pesanti dannosi per la salute dei cittadini, denunciando a piede libero alla Procura della Repubblica l’esercente del negozio per adulterazione e contraffazione di prodotti. Sono stati sottoposti a sequestro amministrativo anche 1700 articoli da regalo fra videocamere, piccoli elettrodomestici, ed altri articoli elettrici, che sono risultati non conformi alle norme comunitarie e italiane sulla sicurezza dei prodotti.