Tag: nella

30 Giugno 2019 0

Cassino, 56enne entra nella ‘sala rossa’ del pronto soccorso del S. Scolastica e aggredisce medico e carabinieri

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Notte agitata al Pronto soccorso dell’ospedale Santa Scolastica di Cassino. Erano circa le ore 2 di questa notte, quando all’interno della sala rossa del pronto soccorso del nosocomio, i militari della Compagnia Carabinieri di Cassino traevano in arresto per resistenza e violenza a P. U. tale P. A., 56enne residente a San Vittore nel Lazio. L’uomo dopo essersi portato all’interno della sala rossa si scagliava contro il medico di turno – al quale veniva diagnosticata una prognosi di gg 5 per trauma contusivo escoriato polso dx e braccio sx, e successivamente all’arrivo dei militari si scagliava contro di loro. L’autore della violenza è stato arrestato dai Militari dell’Arma e tradotto presso la propria abitazione in regime arresti domiciliari.

Foto di repertorio

29 Giugno 2019 0

Inseguimento nella notte a Sgurgola. Due malviventi abbandonano un’auto appena rubata

Di redazione

Nella scorsa notte, a Sgurgola, i militari del NORM – Aliquota radiomobile della Compagnia Carabinieri di Anagni, nel corso del servizio di controllo del territorio, a seguito di richiesta di intervento per un segnalato furto in abitazione, hanno intercettato sulla via morolense un’autovettura Land Rover Freelander con due persone a bordo, che alla vista dei militari si davano ad una precipitosa fuga. Dopo un breve inseguimento, i due malviventi abbandonavano l’auto dileguandosi a piedi nelle campagne limitrofe, facendo perdere le loro tracce. Foto d’archivio

L’autovettura che risultava essere stata asportata al proprietario dell’abitazione, unitamente a circa 150 euro in contanti, veniva recuperata e restituita al legittimo proprietario.

29 Giugno 2019 0

Finisce nella rete della polizia dopo 4 anni grazie ad un’impronta

Di redazione

I fatti risalgono al gennaio del 2015 quando un esercizio commerciale della zona bassa di Frosinone, particolarmente attivo nel settore dell’intrattenimento per bambini, fu oggetto di un rilevante furto. Sul posto all’epoca dei fatti personale della polizia scientifica a seguito di accertamenti riuscì ad estrapolare un’impronta a cui tuttavia non si potette attribuire un nome e cognome. A distanza di anni, nelle recenti settimane, a margine di un controllo e foto segnalamento effettuato dalla a Fiumicino nei confronti di un 32enne romano indagato per furto con destrezza, all’interno del Terminal aeroportuale, è stato possibile identificare il soggetto la cui impronta palmare è perfettamente corrispondente a quella rilevata dalla polizia scientifica. Per lui è scattata la denuncia in stato di libertà per furto. Foto d’archivio

18 Giugno 2019 0

Frosinone, lite fra due prostitute nella zona Asi sedata dagli agenti delle Volanti. Una denuncia

Di redazionecassino1

FROSINONE –  Nella tarda serata di ieri la squadra volante è dovuta intervenire in zona Asi a causa di una cruenta lite scaturita tra due giovani nigeriane, una ventenne l’altra ventiseienne, che non arrestavano la loro furia nemmeno all’arrivo degli agenti.

Secondo la ricostruzione degli uomini delle volanti una delle due, la ventenne, avrebbe spruzzato lo spray urticante nelle parti intime della connazionale che avrebbe reagito raccogliendo da terra una bottiglia di vetro tagliata colpendo l’aggreditrice ripetutamente al collo e alla spalla, tanto da provocarle lesioni guaribili in 15 giorni di prognosi.

Sul posto anche personale del locale 118 che ha provveduto al trasferimento delle stesse presso il locale pronto soccorso per le cure del caso.

La nigeriana ventiseienne V.G. è stata denunciata per lesioni aggravate.

Al vaglio i motivi della feroce aggressione.

foto repertorio

 

11 Giugno 2019 0

Cocaina, crack, hashish e marijuana a Fiuggi, 7 spacciatori nella rete

Di admin

FROSINONE – I carabinieri e i finanzieri dei comandi provinciali di Frosinone hanno dato esecuzione nella provincia di Frosinone a sette misure personali cautelari (5 con applicazione di ordinanza di custodia in carcere e 2 all’obbligo di presentazione alla p.g.), emesse dai giudici per le indagini preliminari dei tribunali di Frosinone e per i minorenni di Roma, su richiesta delle locali procure per i reati di concorso in “traffico, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti”, posti in essere da un gruppo criminale composto prevalentemente da giovani e dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Nella stessa operazione sono state eseguite ventinove perquisizioni locali e personali di altri soggetti a vario titolo implicati nelle attività di indagine e residenti nelle provincie di Frosinone, Latina e Roma

I provvedimenti restrittivi, sono il frutto dall’attività di indagine convenzionalmente denominata “synergy”, condotta ed effettuata congiuntamente dalla tenenza della guardia di Finanza di Fiuggi e dalla stazione carabinieri di Fiuggi, attraverso la quale, emergeva che gli indagati, tutti residenti in zona, avevano costituito una fitta rete clientelare, che gli consentiva di gestire una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti, del tipo cocaina, crack, hashish e marijuana nella centralissima piazza spada della città termale.

9 Giugno 2019 0

Cassino al ballottaggio, affluenza alle ore 12 al 18,5% nella prima domenica estiva

Di redazionecassino1

CASSINO – Turno di ballottaggio per la scelta del sindaco di Cassino. Le urne si sono aperte alle ore 7 e lo resteranno fino alle 23. La percentuale di votanti alle 12 era del 18,5%, in lieve flessione rispetto al primo turno del 26 maggio che, alla stessa ora, è stata del 23,1%. Alla chiusura dei seggi in totale i cassinati che avevano votato erano stati oltre 22mila, su un totale di aventi diritti di oltre 31mila con una percentuale del 69, 60%. Due fattori, tuttavia, che ne avrebbero determinato il lieve calo nel rilevamento delle ore 12, la concomitanza con la prima vera giornata estiva e l’altra possibile causa il voto anche sulle preferenze dei candidati nel turno precedente. Se il trend dovesse rimanere questo la percentuale dovrebbe confermare quello del primo turno.

Ballottaggio che oggi vede la sfida, dopo una campagna elettorale più breve che Cassino ricordi, fra Mario Abbruzzese con 6.108 voti ed Enzo Salera con 6.062, ma dal peso politico pesante per entrambi gli schieramenti. La vittoria dell’uno o dell’altro sarà sicuramente influenzato dalle scelte dei sostenitori del terzo classificato, Giuseppe Golini Petrarcone, il 26 maggio scorso.

La politica provinciale guarda molto attentamente al risultato di oggi dei due schieramenti. Da un lato l’affermazione o la debacle del centrodestra guidato da Mario Abbruzzese, leader di FI, dopo la caduta libera alle Europee, aprirebbe nuove prospettive, mentre la vittoria o la sconfitta di Enzo Salera costringerebbe i Dem a rivedere quanto accaduto nelle scorse settimane. Per entrambi la vittoria o la sconfitta potrebbe avere un peso decisivo, quindi, su scenari ben al di fuori del territorio comunale.

Per ora bisognerà attendere i dati relativi all’affluenza del prossimo rilevamento alle ore 19 per comprendere il livello di interesse per questa sfida dei cittadini di Cassino. C’è da credere, tuttavia, che questi non diserteranno l’appuntamento per dare una nuova amministrazione e un nuovo sindaco che rilanci la Città.

F. Pensabene

22 Maggio 2019 0

Area con rifiuti pericolosi sequestrata nella Valle del Sacco

Di admin

ANAGNI – (N.I.P.A.A.F.) del Gruppo Carabinieri Forestale di Frosinone ha sequestrato dei rifiuti pericolosi e non pericolosi scaricati presso un’azienda sita nel comprensorio industriale di Anagni.

In particolare il personale del N.I.P.A.A.F., unitamente a tecnici ARPA LAZIO, nel corso di un sopralluogo presso tale azienda ha rinvenuto una notevole quantità di rifiuti in evidente stato di abbandono stoccati in cumuli in modo promiscuo ed alla rinfusa, su terreno pavimentato ma in alcuni tratti deteriorato o con rotture, privi di copertura e quindi soggetti ad agenti atmosferici. Secondo Arpa Lazio i rifiuti in questione risultavano essere di tipo speciale pericoloso e speciale non pericoloso.

Tra i rifiuti rinvenuti vi erano bulk contenente olio esausto, rifiuti costituiti da sacchi neri chiusi, numerose strutture metalliche, alluminio, scarrabili non coperti pieni di sacchi di plastica ed altri rifiuti, numerose cisterne con o senza gabbia metallica, sacchi sporchi, numerose strutture metalliche/carrelli molte vuote ed altre contenenti tessuti e anime di rocche in cartone, nonché numerosi RAEE in disuso ed in evidente stato di abbandono.

I militari dunque procedevano al sequestro preventivo di quanto rinvenuto e alla denuncia del rappresentante della società per la violazione degli artt. 256 c. 2 e 137 c. 9 del D. Lgs. 152/06, proprio per aver scaricato rifiuti sul suolo e per non aver convogliato e successivamente trattato le acque meteoriche di dilavamento del piazzale dove depositati.

Continuano, dunque, i controlli del N.I.P.A.A.F. di Frosinone, finalizzati a prevenire e reprimere reati ambientali, con particolare riguardo alla Valle del Sacco, caratterizzato dai noti fenomeni d’inquinamento.

21 Maggio 2019 0

Incendio su una carrozza ferroviaria nella stazione di Formia

Di redazionecassino1

FORMIA – Un incendio si è sviluppato verso le ore 19,30 di ieri su una carrozza ferroviaria giunta nella stazione di Formia. Sul posto era presente una pattuglia della Polizia Ferroviaria del locale Posto di Polizia Ferroviaria che immediatamente si è prodigata nel garantire la sicurezza dei circa 500 viaggiatori, allarmati dal fumo intenso sviluppatosi con l’incendio, ed alla loro evacuazione dalle carrozze in maniera controllata. Una volta messi al sicuro ed allontanate le persone coinvolte, gli agenti hanno utilizzato gli estintori presenti a bordo del treno per contenere l’incendio riuscendo infine anche a  domarlo completamente.

Le operazioni di messa in sicurezza e di spegnimento dell’incendio, partito dai freni rimasti in blocco, sono durate per almeno venti minuti durante i quali, nel prodigarsi nelle operazioni di spegnimento, un operatore della Polizia Ferroviaria si è portato sotto la carrozza e con un estintore, senza non poche difficoltà, è riuscito a domare le fiamme.

Il gesto dell’Agente non è rimasto senza conseguenze in quanto, proprio a causa dei fumi inalati è stato costretto a ricorrere alla cure mediche del vicino pronto soccorso da dove è stato dimesso con alcuni giorni di prognosi.

Una volta scongiurato il pericolo e ripristinato il corretto funzionamento dei freni, il treno ha ripreso la marcia verso la stazione ferroviaria di Napoli C.le.

13 Maggio 2019 0

Mercato di Cassino, borseggiatori e commercianti abusivi nella rete dei controlli dei Carabinieri

Di admin

CASSINO – Borseggiatori, venditori abusivi e persone sospette nella rete dei controlli tessuti dai carabinieri della compagnia di Cassino durante il mercato di sabato scorso.

In particolare, gli uomini del capitano Ivan Mastromanno hanno denunciato per furto aggravato in concorso un 23enne ed un 24enne di origini ghanesi domiciliati nel napoletano, già censiti rispettivamente per stupefacenti e immigrazione clandestina il primo e resistenza a P.U. ed immigrazione clandestina il secondo. Gli stessi, unitamente ad un terzo individuo, al momento ancora non identificato, presso il mercato rionale di viale Europa si rendevano responsabili del borseggio di un telefono cellulare in danno di una 61enne della zona. I due a seguito della testimonianza di una persona che aveva assistito all’evento criminoso, segnalandolo telefonicamente al “112”, venivano immediatamente rintracciati e bloccati dai militari operanti nella vicina via Zamosch, senza tuttavia rinvenire il cellulare rubato, presumibilmente in fraudolento possesso del terzo soggetto in via di identificazione.

Nel prosieguo del servizio, unitamente a personale alla Polizia Locale di Cassino, veniva sorpreso un cittadino bengalese residente nella Capitale, che senza alcun titolo autorizzativo aveva posto in vendita giocattoli per bambini.

Stante i presupposti di legge, gli operanti procedevano al sequestro di quanto rinvenuto (8 confezioni di pistole spara bolle;  11 confezioni di macchine elettriche a batteria; 36 confezioni di cagnolini a batteria;  5  confezioni di bambole a batteria; 1 elicottero a batteria; 6 pacchi di batterie stilo) elevando una sanzione di oltre cinquemila euro.

Inoltre, i militari della Sezione Radiomobile, intercettavano mentre si aggirava con atteggiamento sospetto tra le autovetture in sosta nel parcheggio di piazza Nicolas Green, un 34enne residente a Napoli, già censito per reati contro il patrimonio e gravato da numerosi provvedimenti di rimpatrio con F.V.O. da vari comuni italiani, il quale a seguito di accertamenti risultava essere già stato allontanato anche dal Comune di Cassino per un periodo di anni 3, motivo per cui veniva deferito in stato di libertà per inosservanza della citata misura di prevenzione.