Il trio di Giorgio Ferrera, nella suggestiva cornice di Palazzo Cantelmi, apre Atina Jazz Festival

Il trio di Giorgio Ferrera, nella suggestiva cornice di Palazzo Cantelmi, apre Atina Jazz Festival

25 Luglio 2019 0 Di redazionecassino1

ATINA – Si è aperta la 34esima edizione di Atina Jazz Festival e non poteva farlo in modo migliore sia sotto l’aspetto della location che della musica.

La suggestiva cornice del Cortile di Palazzo Cantelmi ha riservato al folto pubblico presente un’eccezionale performace del trio di Giorgio Ferrera. Un pubblico attento ha assistito l’esibizione del gruppo quasi in religioso silenzio, per poi sciogliersi in un lungo applauso al termine del concerto. Giorgio Ferrera, al piano, Pierluigi Tomassetti, batteria e Alessandro Del Signore, contrabbasso, hanno presentato un’anteprima del loro nuovo album in uscita ad ottobre prossimo. In questo nuovo lavoro il ‘Trio’ ripercorre esplorazioni sonore caratterizzate da ritmiche incalzanti e potenti alternate a nuovi scenari sonori fluidi e puliti. Un gruppo, quello di Giorgio Ferrera, impegnato in una ricerca lunga e costante iniziata con l’album Chromosome, del 2009, passando per Tour d’Italie dell’anno successivo per finire con Winterreise del 2016. Un successo maturato negli anni, nei concerti tenuti nei maggiori festival jazz di tutto il mondo, dal Rochester Jazz Festival (Usa) al Rex Jazz Festival di Toronto, JMAP Festival (Finlandia), Jamboree Jazz Club (Barcellona) ed in molte altre parti del mondo, ottenendo successi, premi internazionali e riconoscimenti ultimo dei quali quello presso l’Istituto Italiano di Cultura di Stoccolma in occasione della “Giornata del design italiano”.

Ieri sera nella suggestiva cornice di Palazzo Cantelmi la loro esibizione ha avuto un consenso di pubblico di grande spessore. Le note forti e potenti, alternate a quelle pulite e fluide hanno ottenuto il gradimento del folto ed attento pubblico presente alla serata inaugurale.

L’edizione di Atina Jazz Festival 2019 non poteva avere apertura migliore, un successo quasi scontato, potremmo dire, vista la caratura internazionale di Giorgio Ferrera e del suo trio e di tutti gli altri artisti che si alterneranno sul palco della kermesse.

La manifestazione di Atina, ormai ultra trentennale, è diventata patrimonio della città e del territorio, ma soprattutto è la musica, quella di qualità, con artisti di caratura mondiale, il vero segreto del successo del Festival Jazz, punto di riferimento del panorama di musica jazz mondiale.

F. Pensabene