Tag: parapendio

20 Agosto 2019 0

L’Italia vince i campionati del mondo di volo in parapendio

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

DAL MONDO – Dopo il successo nei mondiali di deltaplano lo scorso luglio, il tricolore sventola anche sul podio del 16° Campionato del Mondo di volo in parapendio che si è chiuso a Krushevo in Macedonia.

Joachim Oberhauser, pilota di Termeno (Bolzano), 43 anni, esperto di macchine agricole nella vita, è il nuovo Campione del Mondo. Insieme a lui il team Italia vince per la prima volta identico titolo a squadre in condivisione con la Francia. Oltre che da Oberhauser, la nazionale azzurra comprendeva la milanese Silvia Buzzi Ferraris, Christian Biasi di Rovereto (Trento), Marco Busetta di Paternò (Catania), Alberto Vitale pilota ragusano trapiantato a Bologna e Alberto Castagna di Cologno Monzese (Milano) in veste di CT.

Il successo è scaturito al termine di dieci task, una al giorno, su percorsi dai 65 ai 130 chilometri. Giudici di gara i funzionari della FAI, Fédération Aéronautique Internationale.

Osso duro da battere per i 150 piloti iscritti in rappresentanza di 48 nazioni quelli francesi, campioni del mondo uscenti a squadre, individuale maschile e femminile. In pratica tutte le medaglie erano loro e non si sono smentiti neppure nei cieli macedoni prendendo all’inizio il comando della gara. Per gli azzurri sono stati dieci giorni di passione, su è giù per la graduatoria fino alla svolta nella settima giornata quando Oberhauser è riuscito a scalzare Honorin Hamard dal comando. Alla fine al francese andrà la medaglia di bronzo a pari merito con Vladimir Bacanin (Serbia) e dietro al russo Gleb Sukhotskiy, vice campione del mondo

Un altro momento importante per l’Italia quando Marco Busetta ha vinto la penultima prova portando al team i punti necessari per prendere il comando della classifica a squadre. La reazione dei francesi non si è fatta attendere, tanto che a giochi chiusi i transalpini raggiugeranno gli azzurri sul gradino numero uno del podio. Seguono Giappone e Svizzera.

Tra le quote rosa, impossibile battere Méryl Delferriere (Francia) che ha mantenuto il comando sulle 21 colleghe per tutto il campionato. Medaglia d’argento alla svizzera Yael Margrlisch; quella di bronzo a Ellis (Australia).

Dopo questa impresa possiamo guardare all’Italia come la nazione più forte al mondo nel volo libero in parapendio e deltaplano, laddove per libero si intende il volo senza motore, sulle ali del vento e delle correnti d’aria ascensionali. Non si ricorda neppure un altro sport nel quale atleti azzurri abbiano vinto di più.

4 Settembre 2018 0

Ulivo fatale per novello Icaro con droga, lo fa precipitare con parapendio “in braccio” ai carabinieri

Di admin

BOVILLE ERNICA – In volo con la droga ma una pianta d’ulivo arresta il suo volo mentre i carabinieri lo denunciano per possesso di droga. E’ accaduto ieri sera a Boville Ernica dove un giovane del posto e due romani si stavano lanciando con il parapendio.

Fatale al novello Icaro non è stato questa volta l’eccessiva vicinanza al Sole ma ad una pianta d’ulivo e ad una pattuglia dei carabinieri. La prima, la pianta, ha imbrigliato la vela impedendone il decollo mentre i secondi, accorsi notandolo in difficoltà, si sono accorti che il giovane sembrava più preoccupato della loro presenza che del rischio corso.

La perquisizione ne ha spiegato il motivo. Icaro, o meglio, l’appassionato di parapendio, aveva alcuni dosi di stupefacente sequestrate dai militari che lo hanno denunciato per possesso di droga.

Ermanno Amedei

13 Novembre 2016 0

Precipita con il parapendio, 29enne illeso

Di redazione

Una squadra del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) è intevenuta nel pomeriggio per soccorrere un giovane finito con il parapendio sugli alberi nei pressi di Settefrati (Frosinone). Lo sportivo, un ragazzo di 29 anni residente a Norma (Latina), si era lanciato con il parapendio nel primo pomeriggio da Campoli Appennino e, a seguito di un problema durante il volo, è precipitato sugli alberi in località Macchia marina di Settefrati. La vela del parapendio, rimasta impigliata sulla cima di alcuni alberi, ha evitato che il giovane precipitasse a terra. Il CNSAS, allertato dal 118, è intervenuto intorno alle ore 15:30 con una squadra di terra per provvedere al recupero del ragazzo, rimasto illeso. Una volta recuperato, il 29enne è stato condotto a piedi in un parcheggio limitrofo al luogo dell’incidente dove era presente un’ambulanza del 118 che ha constatato le buone condizioni del ragazzo. Alle operazioni di soccorso oltre ai tecnici del Soccorso Alpino hanno partecipato anche i Vigili del Fuoco, giunti sul posto con un elicottero. Immagine d’archivio

6 Aprile 2016 0

Precipita con il parapendio a Picinisco, giovane illeso: “Mi sento miracolato”

Di admin

Picinisco – “Mi sento Miracolato”, è quello che avrebbe detto agli operatori della centrale del 118 di Frosinone, oggi pomeriggio, il giovane caduto con il parapendio nella zona di Prati di Mezzo a Picinisco. L’allarme è stato lanciato poco prima delle 18 dallo stesso (s)fortunato “Icaro”. Un incidente e il suo sogno di volare si stava trasformando nell’incubo di morire. Illeso, con i piedi a terra, ha lanciato l’allarme anche perché era disperso tra le montagne. Vigili del fuoco e operatori del 118, lo hanno cercato seguendo la traccia del telefono cellulare raggiungendolo nei pressi di Prati di Mezzo.

Er. Amedei

leggi articolo precedente

6 Aprile 2016 0

Cade con il parapendio, uomo ferito e disperso tra Picinisco e San Biagio

Di admin

Picinisco (Fr) – È caduto con il parapendio in una zona impervia tra San Biagio Saracinisco e Picinisco. Sono in corso operazioni di soccorso per individuare e soccorrere l’uomo rimasto ferito. Alle operazioni di soccorso partecipano vigili del fuoco operatori 118 e protezione civile. Ci si affretta nel portare a compiomento le operazioni di salvataggio anche per l’arrivo della notte che renderebbe tutto più complesso.

Er. Amedei

Articolo successivo

2 Maggio 2010 0

Parapendio / A centinaia si preparano al campionato interregionale

Di redazione

Nei prossimi mesi centinaia di piloti animeranno i campionati interregionali di parapendio, alla conquista dei rispettivi titoli. Dopo una serie di prove in diverse località delle rispettive regioni, la somma dei punteggi ottenuti produrrà le classifiche Pro, cioè i piloti più esperti, e Fun, riservata ai principianti. In particolare questa categoria è seguita dai cosiddetti tutor, vale a dire assistenti scelti tra piloti affermati o istruttori, con il compito di aiutare i meno esperti o chi si cimenta per la prima volta in una competizione. Infatti la categoria Fun si propone come tappa di formazione del pilota che vuole intraprendere l’esperienza del volo agonistico. L’obiettivo è quello di accrescere il suo livello in vista di traguardi più ambiziosi. DATE E LOCALITA’: CILP – Campionato Interregionale LOMBARDIA, PIEMONTE, LIGURIA, VALLE D’AOSTA 9 maggio Villongo (Bergamo), 23 maggio Cavallaria (Baio Dora, vicino Ivrea), 30 maggio Laveno Mombello (Varese), 20 giugno Liretta (Villar San Costanzo, Cuneo), 27 giugno Pollone (Biella), 11 luglio Mera in Valsesia (Vercelli), 18 luglio Valsassina Taceno (Sondrio), 19 settembre Clusone (Bergamo). Gustavo Vitali – Ufficio Stampa FIVL – Federazione Italiana Volo Libero