Tag: presepe

11 Dicembre 2018 0

Il prefetto di Frosinone visita il presepe allestito nel castello di Pico

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true }); PICO – “Il Prefetto di Frosinone Ignazio Portelli questa mattina ha fatto visita al Presepe allestito nel Castello di Pico, a seguire la visita istituzionale in Municipio. Presente il sindaco Ornella Carnevale, il Presidente del Parco dei Monti Aurunci Marco Delle Cese e alcuni consiglieri comunali”. Lo si legge in una nota del Parco degli Aurunci. “Un appuntamento istituzionale nel mio paese, Pico, al quale non potevo mancare”. Lo dichiara nella nota il Presidente del Parco Monti Aurunci, Marco Delle Cese. “Ho accettato l’invito, partecipato e apprezzato molto le considerazioni di sua eccellenza il Prefetto Portelli. Uomo delle Istituzioni vicino anche alle piccole realtà. Essere presenti in una comunità come quella di Pico ricca di cultura e di storia è un segnale di grande vicinanza ai cittadini. Il Parco dei Monti Aurunci tutela a tutto tondo le realtà territoriali e le singole tradizioni. Quella del Presepe nel Castello di Pico è una prima edizione per la quale siamo pronti a mettere in campo iniziative a sostegno. È un grande orgoglio potermi mettere a disposizione delle altre istituzioni e soprattutto dei miei concittadini. Cultura e tradizioni è un binomio vincente per il quale siamo pronti a fare la nostra parte”.
26 Novembre 2018 0

Castro dei Volsci, torna il “Paese diventa Presepe”

Di redazionecassino1

CASTRO DEI VOLSCI – Il 23, 26 e 30 Dicembre 2018 ed il 1 e 6 Gennaio 2019 a Castro dei Volsci (Fr), il paese natale di Nino Manfredi, torna l’ appuntamento con “Il Paese diventa Presepe“, manifestazione di richiamo nazionale giunta ormai alla sua 24esima edizione.

Da 24 anni, infatti, il Natale in Ciociaria è caratterizzato dal tradizionale evento che si svolge ogni anno in quello che da ottobre 2016 è stato riconosciuto “Uno dei Borghi più belli d’Italia’’.

Oltre cento figuranti che animano una quarantina di scene e fanno rivivere, in questa piccola Betlemme nostrana, scorci di vita quotidiana di una comunità contadina ciociara tipica dei primi anni dell’Ottocento.

Tutta la rappresentazione è inserita all’interno dello scenario naturale del centro storico dove vicoli, archi, stradine, cantine, stalle, angoli caratteristici e locali in disuso rivivono grazie al Presepe e sono resi ancora più suggestivi da luci e fiaccole romane.

Durante il caratteristico percorso è d’obbligo l’assaggio delle tradizionali frittelle, delle salcicce, delle pizze fritte, dei fagioli con le cotiche, dei dolci annaffiati da buon vino locale.

Per la realizzazione di questo originale presepe nulla è lasciato al caso: tutto è curato con estrema cura, fino a rendere ogni piccolo particolare importante e caratteristico.

Vengono allestiti scenari che ripropongono e fanno rivivere gli antichi mestieri, sono ricreate scene di vita contadina e artigianale, fino alla mangiatoia in cui è deposto il Bambino, un vero neonato con tanto di mamma e papà accanto.

 

Per i camperisti sarà in funzione un’area sosta camper attrezzata in località San Sosio.

Il giorno 6 Gennaio, in occasione dell’arrivo dei Re Magi, in considerazione dell’affluenza prevista sarà attivo un servizio navetta gratuito per raggiungere il centro storico.

 

13 Gennaio 2018 0

Gettano nel lago le statue del presepe e spaccano quella del Bambin Gesù: denunciati due giovanissimi italiani

Di admin

ANGUILLARA SABAZIA – Hanno fatto scempio del presepe allestito sul pontile del lago di Bracciano nel comune di Anguillara. Si tratta di due giovanissimi italiani, un 16enne e un 18enne individuati e denunciati  dai carabinieri comandati dal capitano Alessandro Papuli. Nella notte del 6 gennaio, ignoti vandali avevano danneggiato il presepe allestito sul Pontile di Anguillara, gettando alcune statuine nel lago e scaraventando a terra l’icona del Bambino Gesù.

Al termine di laboriose indagini i due ragazzi romani, di 16 e 18 anni, sono stati denunciati a piede libero dai Carabinieri della Stazione di Anguillara, dopo essere stati identificati quali autori del brutto gesto, con le accuse di danneggiamento e offese a confessione religiosa mediante il danneggiamento.

Le ricerche dei responsabili sono scattate subito dopo l’evento e l’attività investigativa ha consentito di  identificare rapidamente i due giovani grazie anche al monitoraggio dei più comuni social networks.

In particolare, i sospetti sono ricaduti su di loro quando i Carabinieri di Anguillara sono riusciti a rintracciare in “rete” un filmato amatoriale che li ritraeva proprio nel momento in cui stavano rompendo la statuina del Bambino Gesù.

27 Dicembre 2017 0

Presepe Vivente 2017 a Piumarola. La tradizione continua tra successo ed emozioni

Di redazione

Villa Santa Lucia-Piumarola- Anche quest’anno è stato portato in scena il presepe vivente. Nella suggestiva cornice dell’antico lavatoio è stato allestito un meraviglioso villaggio dove tutto è stato curato nei minimi dettagli grazie ad un lavoro minuzioso ed impegnativo. Ad organizzare la manifestazione che è stata rappresentata ieri nel tardo pomeriggio, un gruppo di giovani della Contrada che hanno saputo dare vita ad un meraviglioso momento per l’intera comunità. Tutti hanno potuto ammirare la magistrale interpretazione e hanno potuto emozionarsi nell’assistere alla nascita del Salvatore Gesù Cristo. Le parti di San Giuseppe e Maria sono state interpretate dai giovanissimi Davide Sacco e Chiara Iannone. Gesù Bambino è stato interpretato da un piccolo di pochi mesi. Tantissimi gli altri attori e comparse che hanno vestito costumi molto particolari e ricercati. Presente anche il gruppo di Centurioni romani guidati da Tommaso Cancanelli. Ruolo di spicco per i bambini del catechismo che hanno rappresentato gli angeli. Le voci narranti erano di Patrizia Romano e Orazio Capraro. Gli organizzatori hanno voluto ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile la rappresentazione del presepe, dai comuni cittadini all’amministrazione comunale. L’appuntamento è per il prossimo anno con una nuova edizione. Natalia Costa

27 Dicembre 2017 0

Maltempo, rinviato il Presepe Vivente di Cassino

Di admin

CASSINO – Il Comune di Cassino, assessorato alla Cultura d’intesa, con la Parrocchia di San Pietro Apostolo e le associazioni collaboratrici Largo a Don Bosco, Corvi di Giano e Filodrammatica Don Bosco fanno sapere che per avverse condizioni meteorologiche previste per giovedì 28 dicembre la Sacra Rappresentazione del Presepe Vivente in programma è stata spostata al giorno venerdì 29 con stessi orari e modalità.

Un giorno di rinvio a causa del maltempo, quindi, per una iniziativa che promette di essere particolarmente suggestiva e di sicuro interesse.

11 Dicembre 2017 0

Castro dei Volsci, “Il paese diventa Presepe”

Di redazionecassino1

Castro dei Volsci –  Da 23 anni il Natale in Ciociaria è caratterizzato dal tradizionale appuntamento che si svolge ogni anno in uno dei “Borghi più belli d’Italia”. Oltre cento figuranti che animano una quarantina di scene e fanno rivivere, in questa piccola Betlemme nostrana, scorci di vita quotidiana di una comunità contadina ciociara tipica dei primi anni dell’Ottocento. Tutta la rappresentazione è inserita all’interno dello scenario naturale del centro storico dove vicoli, archi, stradine, cantine, stalle, angoli caratteristici e locali in disuso rivivono grazie al Presepe e sono resi ancora più suggestivi da luci e fiaccole romane.

Durante il caratteristico percorso è d’obbligo l’assaggio delle tradizionali frittelle, delle salcicce castresi, delle pizze fritte, delle cotiche con i fagioli e dei dolci annaffiati da buon vino locale. Per la realizzazione di questo originale presepe nulla è tralasciato: tutto è curato con estrema attenzione, fino a rendere ogni piccolo particolare importante e caratteristico. Vengono allestiti scenari che ripropongono e fanno rivivere gli antichi mestieri, sono ricreate scene di vita contadina e artigianale, fino alla mangiatoia in cui è deposto il Bambino, un vero neonato con tanto di mamma e papà accanto.

In occasione dell’Epifania sarà possibile assistere al suggestivo arrivo dei Re Magi a dorso di cammello raggiungendo il centro storico con il servizio navetta gratuito messo a disposizione per l’occasione.

Dal balcone della Ciociaria inoltre sarà possibile ammirare il suggestivo panorama della Valle del Sacco e del Liri grazie a due potenti cannocchiali di recente installazione.

Per i camperisti sarà in funzione un’area sosta camper attrezzata

13 Aprile 2017 0

La tradizione del Presepe di Pasqua riscoperta nella scuola a Gavignano

Di admin
Gavignano – Un’antica tradizione pasquale è stata recuperata e riproposta dagli alunni della 2A del plesso di scuola secondaria dell’I.C. “Colleferro II” di Gavignano: il “Sepolcro a personaggi”. Il “Sepolcro a personaggi” o “Presepe di Pasqua” è una vera e propria struttura presepiale con autonome regole compositive che narra l’ “avventura del Redentore” oltre l’evento della Incarnazione. Molto diffuso un tempo è stato, per così dire, accantonato quando, nel XVI secolo dopo il Concilio di Trento, la Chiesa decise di valorizzare maggiormente la rappresentazione della Natività, relegando la struttura presepiale della Passione così ad una dimensione dimessa, destinata a sopravvivere principalmente all’interno dei monasteri. Gli alunni l’hanno riscoperta e ristudiata, riproponendola mercoledì 12 aprile, ultimo giorno di scuola prima delle vacanze pasquali, con i loro docenti – la prof.ssa Ilaria Proia, la prof.ssa Flavia De Angelis ed il prof. Stefano Gelsomini – e presentandola, accompagnati dai loro compagni della scuola, dalla Dirigente Scolastico dell’I.C. “Colleferro II”, dott.ssa Marika Trezza, e dall’Assessore alla Istruzione del Comune di Gavignano, Emanuela Gagliarducci, nella Chiesa di Santa Maria Assunta in Gavignano, dove il parroco don Alberto Raviglia l’ha benedetta. Al centro della scena non c’è quindi la capanna, ma il Crocifisso, non i pastori, ma le Arma Christi, i simboli della Passione, che gli alunni hanno riprodotto nei pannelli che fanno da corona alla Crocifissione. La fonte è stato il libro “Presepe di Pasqua”, scritto da Paolo Izzo, ed. Stamperia del Valentino e la statuette sono state acquistate dalla ditta “Mondo Presepi” di Bagnolo Mella, Brescia.
26 Dicembre 2016 0

A Piumarola in scena la magia del presepe vivente

Di redazione

Non poteva mancare in questo Natale la rappresentazione del presepe vivente in contrada Piumarola a Villa Santa Lucia. Il comitato organizzatore,quest’anno arricchito della collaborazione di un gruppo di attivissimi giovani del luogo, ha portato in scena,questa sera 26 dicembre, in maniera itinerante nella zona dell’antico lavatoio, la suggestiva rappresentazione. I bravissimi attori e protagonisti hanno regalato ai tantissimi presenti una rappresentazione densa di emozioni dove ogni dettaglio ha fatto la differenza. Molto curata la scelta delle musiche, l’ambientazione,le luci, l’ interpretazione perfetta dei personaggi e dei costumi. E poi apprezzatissime e travolgenti anche le voci narranti. La magia del Natale e la nascita di Gesù è stata vissuta con partecipazione ed emozione e, come sempre, nella contrada tutti si sono stretti in un caldo abbraccio per catturare la bellezza della speranza e la dolcezza della fede. N.Costa

21 Dicembre 2016 0

Cerimonia per inaugurare il presepe realizzato dai ragazzi dello Sprar. Leone; questa è l’accoglienza sostenibile che vogliamo

Di redazionecassino1

Oggi, alle ore 12,nell’atrio della Palazzina Servizi Sociali del comune di Cassino sarà inaugurato il presepe in legno a grandezza naturale, realizzato dai ragazzi richiedenti asilo del progetto Sprar, gestito dalla cooperativa Ethica. “Un bellissimo lavoro che ho potuto ammirare in anteprima facendo visita ai ragazzi. – ha commentato l’assessore alle Politiche Sociali, Benedetto Leone – Ringrazio la Cooperativa Ethica che si occupa dell’accoglienza e dell’integrazione dei richiedenti asilo dello Sprar e la Fondazione Exodus per l’organizzazione e l’allestimento di questo esempio di Natività. Domani, alle ore 12, insieme al Sindaco, Carlo Maria D’Alessandro alla giunta, ai consiglieri comunali ed ai dipendenti renderemo omaggio a questa bellissima opera con una piccola cerimonia. Con noi ci sarà anche una delegazione dei ragazzi che hanno modellato le statue in legno. Questo è il processo di accoglienza sostenibile che vogliamo portare avanti nel nostro comune nel pieno rispetto delle regole e della dignità delle persone a cui si offre un’ospitalità degna di tale nome. La nostra amministrazione ha fatto propria una concezione dell’Anci: il problema non è solo ripartire meglio fra i Comuni ma soprattutto innalzare il livello della qualità dell’accoglienza garantendo la centralità del Comune e delle relazioni con il mondo associativo del territorio. Non è ammissibile continuare a mandare profughi negli alberghi o strutture non idonee dove rimangono senza controllo e rischiano di creare solo disagio nelle comunità. Bisogna continuare a lavorare su questa strada perché il flusso di nuovi arrivi non è soltanto un’emergenza ma per condizioni internazionali attuali rischia di essere un fenomeno che proseguirà nel tempo”. Ha concluso l’assessore alle Politiche Sociali, Benedetto Leone.

10 Novembre 2016 0

“Presepe Vivente” di Maranola, la Regione stanzia contributo di 10 mila euro

Di admin

Formia – La Regione Lazio ha stanziato un contributo di 10 mila euro per il “Presepe vivente” di Maranola. A darne notizia è il Vicesindaco con delega al Turismo Eleonora Zangrillo.

“E’ la prima volta – spiega – che l’Amministrazione regionale finanzia il Comune di Formia per questa manifestazione nell’ambito delle sue attività di programmazione a sostegno delle tradizioni laziali. E’ un segnale importante di cui ringraziamo il Presidente Zingaretti, testimonianza del rilievo che ha assunto l’iniziativa e della credibilità del progetto che il Comune di Formia ha presentato per consolidare ed ulteriormente arricchire la manifestazione. La quarantaduesima edizione del ‘Presepe Vivente’ sarà realizzata in collaborazione con l’Associazione culturale ‘Maranola Nostra’ e con le agenzie turistiche e i tour operator del territorio formiano. L’obiettivo è la valorizzazione di Maranola e delle sue antiche tradizioni culturali: l’artigianato, l’enogastronomia, la coreutica, le tante attrazioni storiche, paesaggistiche ed ambientali che rendono il borgo straordinariamente appetibile sotto il profilo turistico. Come l’esperienza degli ultimi anni conferma, il ‘Presepe Vivente’ di Maranola è uno degli eventi di maggior richiamo dell’intero basso Lazio, capace di raggiungere una media di ventimila visitatori in tre giorni, attrattore di flussi turistici e straordinaria opportunità di promozione per le bellezze dell’intera città”.

“Potendo contare su maggiori risorse – prosegue l’Assessore Zangrillo – e su un’attività di programmazione integrata che coinvolga in modo attivo tutti i soggetti coinvolti nella definizione e vendita del prodotto turistico, è possibile crescere ulteriormente nei numeri e raggiungere l’obiettivo dei 30 mila visitatori, con riflessi benefici per tutto l’indotto, partendo dalle strutture ricettive e da quelle della ristorazione. Il contributo della Regione ci aiuterà a sostenere la campagna di comunicazione con la produzione di materiale informativo e di divulgazione che contribuirà, attraverso i canali della rete turistica, a portare il nome di Formia in tutta Italia. Arricchiranno l’edizione di quest’anno due iniziative di grande rilievo culturale. Il 18 dicembre, nell’ambito del consueto incontro di presentazione del ‘Presepe Vivente’, saranno inaugurate le due statue raffiguranti la Madonna e San Giuseppe che andranno a posizionarsi sul presepe in terracotta posto all’interno della Chiesa di Santa Maria dei Martiri. Lo stesso giorno – conclude il Vicesindaco – sarà inaugurata una mostra dal titolo ‘Il verbo si è fatto carne’, realizzata in collaborazione con il Museo Diocesano di Gaeta, che esporrà opere importanti raffiguranti il tema della Natività”.