Tag: preso

27 Aprile 2018 0

Pestato dal bullo ai Parioli, giovanissimo preso di mira e ferito per come era vestito

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ROMA – Nella centralissima piazza delle Muse ai Parioli, nei mesi scorsi, si è consumata una violenta aggressione ai danni di un minore, da parte di un coetaneo, spalleggiato da un gruppo di amici, che questa mattina i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Parioli hanno arrestato, dando esecuzione ad un’ordinanza emessa dal Gip del Tribunale per i Minorenni di Roma.

La vittima abita in zona mentre l’autore della violenza gratuita e i suoi amici vengono da un altro quartiere di Roma. Il futile motivo per attaccar lite è stato l’abbigliamento del coetaneo, prima prendendolo in giro e poi aggredendolo violentemente, “protetto” da un gruppo di amici. La vile aggressione accadde la sera del 21 Ottobre 2017. I Carabinieri della Compagnia Roma Parioli sono riusciti ad individuare l’aggressore al termine di un’accurata attività investigativa che ha consentito di ricostruire quanto accaduto quella sera: prima le offese per i vestiti indossati e poi il giovane arrestato colpì la vittima, anche lui minorenne, procurandogli lesioni gravi al punto da renderne necessario il ricovero in ospedale e un intervento chirurgico per ridurre le diverse fratture riportate con una prognosi che supera i 50 giorni.

Il bullo colpì prima con un pugno sul volto il ragazzo coetaneo e poco dopo, staccatosi dal gruppo di circa quindici persone – che lo spalleggiava intimando alla vittima di chiedere scusa – lo colpiva ancora sul volto con una testata e due pugni cagionandogli così traumi vari con fratture al volto, con immediato ricovero ed intervento chirurgico. I Carabinieri sono riusciti anche ad accertare che l’aggressore agì “sotto protezione” di alcuni amici che accerchiarono la vittima, di fatto sottoponendola già psicologicamente alla forza intimidatrice del gruppo, permettendo l’esecuzione dell’azione delittuosa. L’arrestato è stato tradotto presso una comunità, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

20 Aprile 2018 0

Carabiniere preso a morsi a Sant’Apollinare, arrestato 33enne

Di Ermanno Amedei

SANT’APOLLINARE – Morso mentre era in servizio a San’Apollinare. Sfortunato protagonista è un carabiniere della locale stazione che ieri pomeriggio è stato addentato ad una coscia, non da un cane, ma dal 33enne che, fuori di se, aveva iniziato a prendere a bastonate le auto in transito sulla Strada Provinciale Valle dei Santi.

Alcuni automobilisti segnalavano la presenza di un uomo in stato di alterazione psicofisica che, armato di un bastone in legno cercava di colpire gli automobilisti di passaggio. Giunta sul posto la pattuglia della Stazione di Sant’Apollinare, si è trovata il 33enne, posizionato in mezzo alla strada che rivolgeva ai militari frasi oltraggiose.

Nonostante gli inviti ad allontanarsi dei Carabinieri, questi continuava ad oltraggiarli ed una volta avvicinatisi per accompagnarlo fuori dalla carreggiata, l’uomo ha opposto resistenza aggredendo il capo equipaggio con calci e spintoni, distendendosi a terra e gridando di non volersi spostare. A questo punto i militari cercavano di allontanarlo dalla sede stradale ed in questo frangente il capo equipaggio è stato addentato alla coscia destra.

Tratto in arresto, al termine delle formalità di rito veniva tradotto presso la camera di sicurezza della Compagnia di Cassino in attesa del rito per direttissimo.

18 Aprile 2018 0

VIDEO – Preso per i piedi mentre cade dal terrazzo di un palazzo

Di Ermanno Amedei

ROMA – Panico, ieri sera in via Lorenzo il Magnifico, per uno straniero che, salito sul cornicione del terrazzo di un palazzo, minacciava di gettarsi di sotto.

Immediatamente sul posto sono arrivati i mezzi dei vigili del fuoco tra i quali un’autoscala, oltre ad alcune volanti della polizia.

Il 25enne si trovava sul parapetto del terrazzo condominiale di un fabbricato di sei piani fuori terra.  Vigili del fuoco e agenti hanno tentato prima di dissuaderlo, poi sono riusciti ad afferrarlo per un piede mentre perdeva l’equilibrio rischiando, volontariamente o involontariamente, di cadere nel vuoto.

Gli operatori dei vigili del fuoco posti sul cestello dell’autoscala, sono riusciti poi a portarlo in salvo.

Ermanno Amedei

12 Ottobre 2017 0

Giovane preso a sprangate, due denunciati a Fiuggi

Di Ermanno Amedei

FIUGGI – Questa mattina, a Fiuggi, i carabinieri della Stazione intervenuti a seguito di un’aggressione ai danni di un giovane, hanno denunciato per lesioni personali in concorso un 26enne ed un 22enne del posto, già censiti per reati legati agli stupefacenti. I due, nel centro della città termale, avevano poco prima aggredito per futili motivi, con pugni ed una spranga metallica, un loro coetaneo anch’egli censito per reati legati agli stupefacenti e alla persona, procurandogli lesioni personali giudicate guaribili in pochi giorni dal Pronto Soccorso dell’Ospedale di Alatri, ove il ferito nel frattempo era stato condotto a mezzo autoambulanza del “118”. La spranga metallica è stata posta sotto sequestro.

16 Novembre 2016 0

Denunciato l’uomo che ha preso a bastonate lo scuolabus di Cassino

Di Ermanno Amedei

Cassino – E’ un uomo di  63 anni quello che ieri mattina, in piazza San Benedetto, con un bastone ha colpito il parabrezza di uno scuolabus del comune di Cassino.

Secondo una ricostruzione fatta dai carabinieri intervenuti, l’autista dello scuolabus, avendo trovato occupato da una autovettura il posto riservato ai mezzi per il trasporto degli scolari, ha chiesto all’automobilista di spostare l’auto.

Quest’ultimo, in un primo momento ha acconsentito alla richiesta, dopo, non riuscendo a trovare altro parcheggio, ha posizionato l’auto trasversalmente davanti al pulmino allontanandosi a piedi per tornare alcuni minuti dopo armato di un bastone di legno con cui ha colpito il parabrezza dello scuolabus, infrangendolo.

Il bastone è stato sottoposto a sequestro e il 63enne denunciato per danneggiamento aggravato.

 

 

13 Febbraio 2010 0

San Valentino… preso per la gola

Di Comunicato Stampa

Il sommelier Luigi Caponi e lo chef, presidente dell’Associazione Cuochi Ciociari (FIC), Marco Graziosi presentano: in occasione dei festeggiamenti di San Valentino 14 febbraio 2010 la kermesse intitolata ” Serata dell’amore poesie d’amore e musica – cena a lume di candela” presso il Ristorante “Panorama” sito in Via Pianillo, 2 Segni – Roma. Volete prendere per la gola la vostra metà nella serata di San Valentino! fatelo con i deliziosi cibi a base di pescee il ricco menu’ della cena a lume di candela di San Valentino al Panorama di Segni. Ciliegina sulla torta della serata per tutti sarà possibile dedicare poesie d’amore e musica. La serata sarà presentata dal Sommelier Luigi Caponi che abbinerà i vini d’annata del moscato di Terracina al fantastico menù di San Valentino: Antipasto Carpaccio di spigola ai funghi con foglioline di rucola; Risotto con asparagi e code di scampo, Agnolotti al tartufo, burro, nocciola e pecorino romano; Filetto di orata alle erbe aromatiche con tortino di patate e prezzemolo; dolce panna cotta all’arancia, bevande acqua minerale, vino bianco caffè e digestivo.Ricordiamo che il Sommelier Luigi Caponi ha svolto molte manifestazioni in campo Nazionale riscuotendo successo e ammirazione ricordiamo a tal proposito: Sfilata di Moda Evento nuovo per Paliano in una kermesse ricca di eventi balli musica e canti, Scalinata sotto le stelle ha dimostrato la bella riuscita, solo grazie alla sua grande caparbietà, ricordiamo: “New moda e today” che si è svolta a Piazza Nassirya che ha visto la partecipazione e la preselezione di modelle di tutta Italia che quest’anno è giunta alla terza edizione e si svolgerà nel mese di giugno a Colleferro. A Piglio sarò presente dice Luigi Caponi poi continua ” nell’estate pigliese con eventi vari, a Paliano con la sfilata lungo il centro storico del paese, a Gavignano in estate avrà luogo la sfilata intitolata “Il vento e la moda” ricordiamo che il sommelier Luigi Caponi offre la possibilità di eventi nuovi nel contesto di serate a tema con assaggi di vino e di intimo a tavola e puo’ essere contattato al numero 3387910580. Ricordiamo l’ultimo evento ai quali hanno preso parte Luigi Caponi e Marco Graziosi che ha riscosso un notevole successo e che si è svolto nel Castello di San Giovanni Campano e la Gita in pullman GT per Villa Santa Maria provincia di Chieti dove si è svolta la festa di “San Caracciolo” protettore dei cuochi alla quale gita hanno partecipato i membri e la delegazione dell’associazione cuochi ciociari. La storia dello chef Marco Graziosi c’è l’ha descritta egli stesso: “Sono nato nel 1963 a Segni, paesino in provincia di Roma, anche noto come la “perla dei monti Lepini”, zona di produzione dei marroni (castagne) di elevata qualità. La passione per la cucina credo di averla ereditata dalla mia famiglia, che mi ha tramandato la cultura culinaria ciociara. Nella zona dove sono nato e cresciuto, anche l’aria che si respira infonde una passione per la cultura enogastronomica. Nei giorni di festa sin da bambino seguivo la preparazione dei piatti tradizionali ciociari che preparavano le donne della mia famiglia, mi piaceva aiutare mia madre Maria e mia nonna Amalia, da cui ho imparato moltissimo. Questa mia attitudine si scoprì passione, quando durante le feste di compleanno che si facevano in casa tra bambini, mi impegnavo a organizzare e preparare biscottini per gli invitati con l’aiuto di mia nonna. Alla tenera età di 14 anni, iniziai a lavorare alla pasticceria di mio zio Mario a Segni, come garzone. Fù un segno dl destino, lì capii quale era la mia strada. L’anno seguente decisi di frequentare l’istituto alberghiero. Durante gli studi lavoravo nei fine settimana nei ristoranti, come cameriere, un esperienza importantissima per comprendere le esigenze della clientela. Quando partì per il militare, la casualità a lavorare al Circolo Ufficiale di Bari, dove mi capitò di servire il presidente della repubblica Pertini. Finita l’esperienza della leva, per alcuni anni ho girovagato per l’Italia lavorando in alcuni locali, in questo periodo ho accumulato tutta l’esperienza necessaria per realizzare il sogno di aprire un locale tutto mio. Prima di coronare il mio sogno mi sono occupato delle direzioni di alcuni ristoranti, ricoprendo il ruolo di Restaurant Manager a 20 anni. Fra questi ho gestito il ristorante “Il Laghetto” sito in Paliano nel parco naturale della Selva. Finalmente a 22 anni ho realizzato il mio sogno, aprendo un locale tutto mio sogno, aprendo un locale tutto mio con l’aiuto di mia moglie Stefania, con la quale da 23 anni condivido quest’esperienza che anno dopo anno mi entusiasma sempre più. Sin dall’inizio, ho iniziato a maturare un’idea diventata con gli anni un’ossessione: rilanciare il territorio dove sono nato. Proprio per questo motivo i miei sforzi si sono concentrati sulle attività di promozione, non a caso già nel 1987 fui premiato dalla Camera di Commercio di Roma per il mio impegno nella valorizzazione dei vini del territorio. Essendo un uomo molto legato alle mie radici, ho deciso in quegli anni di collaborata in maniera serrata con il mio comune, e sono entrato a far parte della commissione di commercio e del consiglio della Pro loco. Tra il 1990 e il 1992 mi sono impegnato ad allestire catering per il cinema. Dopo alcuni nel quale ho riversato tutto il mio impegno nella crescita della mia attività, ho sentito il desiderio di ritornare a pubblicizzare i prodotti della mia terra. E così nel 1999 ho organizzato il convegno “Enogastronomia del territorio”. Nel 2000 sono entrato a far parte della FIC (Federazione Italiana Cuochi), ed ho iniziato una collaborazione con l’UPI sulla storia della cucina, che dura fino a oggi. Dal 2000 al 2003, forte delle mie esperienze, ho presieduto il “Marrone d’Oro”, concorso enogastronomico a livello nazionale. Nel 2004 mi sono posto a capo del convegno “Qualità e servizi…..” In quest’anno ho anche aperto collaborazioni con la televisione, compartecipando alla serata conclusiva dell’isola dei famosi. I miei tanti sforzi, hanno ritrovato riconoscimento collettivo quando nello stesso anno, ho ricoperto la mia prima carica istituzionale nell’URC (Unione Regionale Cuochi) come tesoriere. L’anno successivo, nel 2005, ho continuato le esperienze televisive con lka partecipazione ad Uno Mattina. Malgrado i riconoscimenti ottenuti fuori casa, non ho dimenticato il mio impegno morale nei confronti della mia terra, perciò mi sono preso l’onore di fare le conferenze inaugurali della sagra del marrone e organizzare la festa della montagna con ottimi risultati. Nel 2006, dopo aver vinto il premio del Collegium Cocorum, ho inziato una felice collaborazione con la Comunità Montana per pubblicizzare i prodotti tipici. Durante questi anni non sono mancati corsi di cucina nelle scuole private, e come tecnico nelle scuole alberghiere. Dal 2008 insegno alla scuola alberghiera di Caprarola. Dal luglio del 2008 sono stato eletto, con mio vanto, presidente dell’Associazione Cuochi Ciociari (FIC)”. Mi raccomando di non mancare all’appuntamento di san Valentino potrai prenotare telefonando al ristorante Panorama al n. 069768139 al prezzo di 25 euro a persona. Edoardo Colavecchi

14 Settembre 2009 0

Ladro di rame preso con le mani nel sacco

Di Comunicato Stampa

Alle prime ore dell’alba di oggi Enrico Di Michele 36enne di Mosciano Sant’Angelo (TE), già noto alle Forze dell’Ordine per fatti di giustizia, dopo aver forzato il cancello d’ingresso, è penetrato all’interno della Ditta “Edilforniture” ubicata in Giulianova lungo la SS-80, asportando 14 barre di rame della lunghezza complessiva di 4 metri cadauna, caricandola a bordo di un Fiat Ducato e dandosi a precipitosa fuga. L’immediato intervento dei militari operanti allertati da alcuni residenti del luogo, ha consentito di rintracciare e bloccare poco dopo il furgone traendo in arresto il Di Michele. L’intera refurtiva, per un valore di circa € 1.500,00, è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario. L’Arrestato, espletate le formalità di rito, è stato associato alla Casa Circondariale di Teramo in attesa dell’udienza di convalida davanti al Giudice dove si dovrà difendere dall’accusa di furto aggravato.

20 Giugno 2009 0

Botte al mercato, commerciante preso a sprangate

Di Comunicato Stampa

Botte tra commercianti al mercato del sabato a Cassino. All’alba di questa mattina, mentre la piazza di Campo Miranda si riempiva di bancarelle, due commercianti hanno iniziato a litigare in maniera sempre più violenta, fino a quando, uno dei due, ha colpito al volto il collega con un bastone di ferro. I due, uno della provincia di Latina, l’altro di Vallerotonda (Fr) litigavano per lo spazio di vendita allinterno del mercato. L’uomo ferito è rimasto in terra fino all’arrivo di un’ambulanza del 118 di Cassino e dei carabinieri. Trasportato in ospedale, il commerciante ha riportato ferite giudicate guaribili in 20 giorni.

4 Maggio 2009 0

Carte di credito clonate, preso un professionista

Di Comunicato Stampa

Stava venendo a far spesa nella città martire, ma è incappato nella rete dei controlli tessuti dalla polizia stradale della Sottosezione di Cassino. Un quarantenne di Napoli è stato fermato dagli operatori prima che uscisse al casello. Il traffico intenso del ponte del primo maggio non ha impedito ai poliziotti di non notare la Renault Scenic che sembrava volesse evitare il controllo. Fermato il 40enne ha mostrato ha fornito elementi sospetti in merito alla sua visita a Cassino. La perquisizione della sua auto però ha dato frutti inaspettati. Nel poggiatesta del sedile laterale, era stata ricavata una fessura in cui erano custodite ben 15 carte di ncredito perfettamente clonate, appartenenti a vari istituti di credito, su cui erano annotati anche gli estratti conti degli ignari intestatari. Ogni carta di credito era stata riprodotta con i codici relativi ai correntisti ai quali erano stati sottratti, assegnati però ad un nome di fantasia a cui corrispondeva anche un documento ovviamente falso. Insomma l’uomo aveva creato le identità di una persona, con tanto di documento e 15 conti correnti che avevano disponibilità da 2 mila a 64 mila euro. Una identità che il 40enne avrebbe potuto impersonare in qualsiasi momento e fare, magari in un centro commerciale, acquisti folli per migliaia di euro. L’uomo è stato denunciato e le carte di credito sequestrate.

27 Gennaio 2009 0

Preso il branco degli stupratori di Guidonia

Di Comunicato Stampa

Grazie ad una telefonata fatta con il cellulare sottratto alla ragazza, pare che l’incubo abbia avuto il suo epilogo. In quattro, e di età compresa tra i 20 e i 23 anni, sono stati arrestati dai carabinieri di Guidonia; altri due, invece, sono stati denunciati per aver favoreggiato i connazionali nel tentativo di fuga. I giovani, tutti romeni, si sono resi responsabili la scorsa settimana, di una vile aggressione ai danni di una coppia di fidanzati appartati con la loro auto. Per un’ora, mentre il ragazzo è stato rinchiuso nel cofano dell’auto, il branco avrebbe abusato sessualmente della giovane, per poi fuggire. Il terribile fatto di cronaca, intanto, ha riacceso le polemiche in merito all’utilizzo delle intercettazioni, argomento su cui la maggioranza aspira ad una riforma che ridimensioni il ricorso a questo strumento. Eppure, se si è giunti all’arresto dei quattro stupratori è stato proprio grazie alle intercettazioni attivate sul cellulare sottratto alla vittima.