Tag: torneo

15 Ottobre 2018 0

Longobarda e Tordoni guidano il torneo di Eccellenza

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Non lesina sorprese la 4a giornata del torneo di Eccellenza con la vittoria di tre, delle quattro, formazioni di Pontecorvo iscritte al torneo e con il primato in classifica di Tordoni e della Longobarda a quota dieci punti. Le due capolista, infatti, escono vittoriose dal confronto che le vedeva impegnate rispettivamente, la Longobarda, con Caira superata in un avvincente match per 5 a 4, mentre Tordoni supera i padroni di casa di Tibia e Peroni con un secco 1 a 4. Vittoria anche per gli Isotopi, 3 a 2, contro Canceglie Sora. Resta ultima in classifica, a zero punti, l’Atletico Pontecorvo dopo la sconfitta casalinga contro Cervaro per 2 a 3. Due le lunghezze di distacco separano, però, le capolista da Collecedro forte della vittoria secca per 3 a 0 contro Borussia Porcmund. Stenta ancora a prendere il ritmo giusto l’unica formazione campana, Moscuso, sconfitto di misura, 1 a 0, dai padroni di casa di DS Dodici.

Nel girone ‘A’ di Promozione resta in testa alla classifica Amatori Aquino nonostante il leggero passo falso del pareggio 4 a 4, se pur a suo di goals, sul terreno di Niemoslive. Ora gli aquinati devono dividere il loro primato in classifica con Janula che conquista i tre punti battendo, 2 a 1, Villa Santa Lucia. Importante vittori esterna per Friends for Football per 1 a 4 contro i padroni di casa di Felcese Pignataro. Decisivo per muovere la classifica a favore di una o dell’altra delle capolista sarà lo scontro diretto del prossimo turno che vedrà opposte proprio Amatori Aquino e Janula.

Nel girone ‘B’ AM Piedimonte guida la classifica con dieci punti e forte della brillante vittoria, 5 a 2, nell’incontro con il fanalino di coda di Terelle. A tentare di insidiare il primato della capolista troviamo AM Castelnuovo che supera, 0a 3, i padroni di casa di Belmonte e San Giorgio che supera, fra le mura domestiche per 2 a 0, Viticuso. Vittoria esterna per 1 a 4 di Caffè Reale nel match che lo vedeva opposto a Drink Team Duff, che consente alla formazione di attestarsi, a quota sette punti, al quarto posto in classifica insieme all’altra formazione aurunca Real Castelnuovo vittoriosa per 2 a 0 su Monticelli.

F. Pensabene

20 Marzo 2018 0

La nazionale italiana macellai a Belfast per un torneo di “taglio” con 12 nazioni

Di admin

ATTUALITA’ – “Il Presidente del Sindacato Federcarni Confcommercio Lazio Sud Mara Labella, il suo vice Davide Cecconi e Roberto Passaretta sono partiti, insieme agli altri membri della Nazionale Italiana Macellai, alla volta di Belfast, Irlanda del Nord, per partecipare al “World Butchers’ Challenge” in programma mercoledì 21 marzo”.

Lo si legge in una nota della Confcommercio Lazio Sud.

“I sei macellai della rappresentativa italiana sfideranno le controparti di 12 Nazioni Mondiali per il titolo di miglior squadra di macellai 2018.  Una fida all’ultimo coltello.

Tutte le squadre partecipanti “racconteranno” sul bancone espositivo la propria capacità di lavorazione della carne rappresentando le  caratteristiche uniche della propria nazione.

Ogni team avrà a disposizione una mezzana di bovino, una mezzana di maiale, un agnello da 20 kg e 5 polli da 2 kg.  Tre le ore a disposizione per la lavorazione dei pezzi. Gli artisti della macellazione gareggeranno fianco a fianco sfidandosi nell’arte del disosso, dello sfasciamento dei vari fasci muscolari, della tritatura e della presentazione visiva del banco. Il risultato del loro lavoro dovrà essere una composizione che rappresenterà artisticamente una tematica scelta da ogni team.

Mara Labella, unica donna della squadra, si dice “orgogliosa di rappresentare l’Italia nel mondo” e soprattutto di portare il “nostro territorio, insieme a Davide e Roberto, sul tetto del Mondo”. “L’Italia –aggiunge il Presidente di Federcarni Lazio Sud- è sinonimo di arte, patrimonio culturale, storico-architettonico ma anche e soprattutto tradizione culinaria. Le nostre tecniche di preparazione delle carni fresche sono da sempre un “modello” da imitare per altre Nazioni. Abbiamo lavorato sodo e trovato la giusta intesa “ dichiara il Presidente di Federcarni Lazio Sud Mara Labella, che aggiunge: “Un ringraziamento doveroso alla dirigenza di Confcommercio Lazio Sud, i primi a credere in questo progetto, tanto da impegnarsi in prima persona per la richiesta di patrocinio prontamente autorizzata dalla Confederazione. Pertanto desidero ringraziare in prima persona il Direttore Generale di Confcommercio Imprese per l’Italia Francesco Rivolta, al Vice Presidente Nazionale Renato Borghi, al Presidente di Confcommercio Lazio Sud Giovanni Acampora e al Direttore Generale della struttura Salvatore Di Cecca “.

“Tutta la squadra Confcommercio seguirà con passione la nostra Nazionale che, per la prima nella storia dei mondiali, affronta altre Nazioni. Un plauso a tutto il team che in questi mesi ha lavorato con grande tenacia, passione e professionalità per affermare, ancora una volta, il nome dell’Italia nel Mondo attraverso l’arte del taglio della carne, un’arte secolare che continua a tramandarsi da padre in figlio”  commenta il Presidente Acampora.

Questa la formazione ufficiale della squadra che parteciperà ai World Butchers’ Challenge: Francesco Camassa – Coach; Mara Labella – Presidente Federcarni Confcommercio Lazio Sud; Davide Cecconi – Vice Presidente Federcarni Lazio Sud; Roberto Passaretta – Federcarni Lazio Sud; Andrea Laganga; Gianni Giardina. Riserve: Federico Dal Lago; Ale Elaloui. Staff tecnico: Orlando Di Mario-Presidente Nazionale Macellai e Fabrizio Gasparrini – Segretario Nazionale Macellai”.

5 Marzo 2018 0

Il maltempo non ferma un Collecedro da primato, ma solo il torneo di Eccellenza

Di redazionecassino1

Il maltempo nel weekend ha pesantemente condizionato le gare del torneo di Eccellenza, dove solo due incontri si sono riusciti a disputare. Nel primo Isotopi supera 5 a 3 Cervaro 2012, nell’altro Caira supera i padroni di casa di Amatori Cerreto per 2 a 5. Diverso, invece, lo scenario del torneo di Promozione, graziato dal maltempo, dove si sono svolti regolarmente tutti gli incontri in programma nella 20esima giornata. Proprio in questo campionato Collecedro prosegue la marcia in testa alla classifica con 49 punti. La formazione di Sant’Angelo non deve faticare per avere ragione di Drink Team Duff battuto per 6 a 0 riuscendo ad allungare il vantaggio su Labbirra (nella foto)fermata da un pareggio a reti inviolate sul terreno del Pignataro. Nella 20esima giornata, tuttavia, il risultato di rilievo è quello ottenuto da Moscuso che, vincendo il confronto sul terreno di Belmonte per 1 a 4, porta la formazione campana a due sole lunghezze dalla seconda posizione in classifica occupata proprio da Labbirra. Il prossimo turno sarà, infatti, decisivo proprio per Labbirra che dovrà affrontare la capolista Collecedro. Più agevole, invece, il match che opporrà in casa Moscuso ad Amatori Piedimonte. Sicuramente un cambiamento in classifica potrebbe verificarsi nel prossimo turno soprattutto nelle posizioni dietro la capolista Collecedro.

F. Pensabene

 

19 Febbraio 2018 0

In Promozione Collecedro aumenta il vantaggio in testa al torneo

Di redazionecassino1

Nella terza giornata del girone di ritorno da registrare il rientro in vetta alla classifica nel torneo di Eccellenza, se pur a parità di punteggio, del Ducato di Sora. Canceglie, infatti, nonostante la vittoria per 2 a 0 su Caira ora deve dividere il primato di classifica, a quota 41 punti, proprio con l’altra formazione volsca. La vera novità è, tuttavia, rappresentata dal terzo posto conquistato dalla Longobarda che infligge un sonoro 0 a 4 ai padroni di casa di Amatori Aquino e supera in classifica l’altra formazione di Pontecorvo, i Tordoni battuti, 2 a 1, da DS Dodici. Il prossimo turno sarà importante per Canceglie che dovrà riscattare la prova di questa settimana nello scontro diretto proprio contro i Tordoni sul terreno di casa della formazione pontecorvese, certamente non facile per la squadra sorana. Altro incontro importante vedrà opposte la Longobarda, che dovrà confermare la sua posizione in classifica in un match non certo agevole contro Tibia e Peroni forte del turno di riposo di questa settimana. Un match importante per Canceglie in cui l’obiettivo, per i sorani, dovrà essere la vittoria, fondamentale a non perdere il contatto con i vertici della classifica e del torneo. In Promozione prosegue la marcia in testa al torneo di Collecedro (nella foto) che incrementa il vantaggio in classifica generale, con la vittoria nel confronto con Moscuso, vinto sul terreno della formazione campana, padrone di casa, per 2 a 4. Sette ora le lunghezze di vantaggio della formazione di Sant’Angelo su Labbirra fermata da un pareggio 1 a 1 da Janula. La terza giornata, tuttavia, ha riservato anche altre sorprese come la vittoria di Caffè Reale, ora quinto a una sola lunghezza da Pignataro, contro Colfelice per 2 a 0 e la vittoria, 5 a 0, proprio di Pignataro contro Real Castelnuovo. Con la vittoria, 4 a 0, su Cervaro 2012, la Sangermanese si porta ad una sola lunghezza in classifica da Caira.

F. Pensabene

21 Settembre 2017 0

Basket: La Virtus Cassino lascia il 1° “Torneo BPC- Città di Cassino” al Basket Scafati

Di redazionecassino1

Il 1° Torneo “Banca Popolare del Cassinate – Città di Cassino”, dunque, va al Basket Scafati, che battendo in semifinale proprio la Virtus Cassino per 66-92, sconfigge poi l’avversaria pari categoria dell’Eurobasket Roma (A2) in finale per 81-79. Le “V” rossoblù, invece, nella ‘finalina’ terzo e quarto posto disputata contro la Luiss Roma, prossima avversaria sempre dei lupi virtussini nel prossimo campionato di Serie B Girone D, esce vittoriosa dal match per 83-55. Tante note positive da cogliere dallo staff benedettino, che però, dovrà fare a meno per la prima parte di regular season del suo Pivot titolare Simone Bagnoli. Partendo, infatti, dalla “nota stonata” di questa due giorni di pallacanestro svoltesi nella città martire, il lungo con il numero 13, ha riportato un grave infortunio durante la prima partita di semifinale proprio contro la vincitrice del torneo Scafati, dove Miles, guardia campana, impegnato in una penetrazione nel pitturato, frana rovinosamente sulla gamba sinistra del giocatore toscano, che è costretto sul finire del 3° quarto a lasciare il campo. Sono in corso gli esami strumentali e le diagnosi cliniche per stabilire i tempi di recupero certi di Simone, che di sicuro, però, non rientrerà prima di almeno 2 mesi di stop.

Passando al campo adesso, la dirigenza Virtus può essere più che soddisfatta delle indicazioni che il roster ha saputo trasmettere in campo di fronte ad un’ottima squadra come Scafati (A2), con una settimana in più di preparazione nelle gambe rispetto alla squadra di coach Vettese. Infatti, per tre quarti e più, la squadra cassinate è rimasta incollata agli avversari lottando con grinta e qualità, per poi farsi limitare purtroppo psicologicamente dall’infortunio del compagno di squadra Bagnoli, che fino a quel momento aveva guidato i suoi sul 60 pari, quando mancava un minuto dalla fine della terza frazione di gioco. Una Virtus che sin dal primo quarto parte con il piede giusto, con Petrucci e Bagnoli che guidano rispettivamente i suoi con un 2/2 dall’arco l’ala romana, e sei punti e tre rimbalzi il lungo cassinate. Finisce il primo quarto, allora, con il risultato di 22-25 per gli ospiti, che vengono invece trascinati da un immenso Anthony Miles, guardia americana, che finirà il match poi con 19 punti. Rinizia il 2° quarto, ma la musica non cambia, e nonostante la differenza di categoria, gli uomini di Vettese non sembrano assolutamente essere inferiori a Crow e compagni. Panzini entra in partita e piazza anche lui un 3/3 dall’arco fondamentali per i lupi cassinati, che però vengono tenuti a distanza di sicurezza unicamente dalla maggiore fisicità della squadra avversaria che viene solo arginata da Sergio e Bagnoli. Difatti, si va all’intervallo lungo sul risultato di 42-46 (20-21 di parziale solo nel 2° Quarto, ndr), con Scafati che realizza dei suoi punti, ben 28 in aerea. Si rientra dagli spogliatoi per il 3° quarto, e di lì a poco vi sarà il “dramma sportivo” per Del Testa e soci. Bagnoli, infatti, ad un minuto dalla fine, in una situazione di perfetta parità nel punteggio (60-60), si fa male facendo spegnere, causa preoccupazione, la luce in casa Virtus. La squadra cassinate, da quel momento in poi, dopo una media realizzativa da più di 20 punti a quarto, metterà a segno solo altri e 6 punti, due nella terza e quattro nella quarta frazione, per poi concludere definitivamente la gara a 66 punti contro i 92 di Scafati. Per la Virtus, oltre, ad un Bagnoli da doppia/doppia in 22 minuti di utilizzo (16 punti e 11 rimbalzi, ndr), altri quattro uomini in doppia cifra, Petrucci, Panzini, Sergio e Cena, che appaiono già più che pronti per il prossimo inizio di stagione. Dall’altra parte, invece, oltre allo strepitoso Miles, da sottolineare la prova maiuscola anche di Ranuzzi, Ammannato e Santiangeli, autori in tre di ben 43 punti sui 92 di squadra.

Qualificazione ottenuta, nell’altra sfida all’opposto, dall’Eurobasket Roma, in un derby tutto romano contro la squadra universitaria della Luiss Roma per 76-62, dove Deloach, Piazza e Poletti guidano la squadra della capitale militante in A2, alla vittoria, nonostante le assenze di Fanti, Bonessio e Frassineti.

Passiamo, allora, al racconto della finale 3/4 posto tra Luiss e Virtus Cassino, dove qui gli uomini di Vettese, nonostante appunto l’assenza di Bagnoli, non fanno fatica a sconfiggere i ragazzi di coach Paccariè, altrettanto incerottati, con Beretta fuori. La Virtus parte all’inizio ancora impaurita dalla giornata precedente, subendo molto l’esuberanza della squadra romana, guidata da Scuderi e Marcon che fissano il punteggio sul 18-27 per gli ospiti. La musica, però, nel secondo quarto cambia, entra Carrizo, e la Virtus in attacco è un rullo compressore, e con un gioco fatto perlopiù da transizioni, contropiedi e letture, realizza ben 32 punti nel quarto, alzando anche dall’altra parte del campo l’intensità difensiva, subendo solo 9 punti avversari. 7/11 dall’arco per gli uomini di Vettese prima di andare all’intervallo lungo, con Del Testa e Panzini che firmano 9 punti per ciascuno, fissando così il risultato sul 50-36.

Nella terza e nella quarta frazione di gioco, ebbene, la Virtus non deve far altro che gestire il vantaggio, lavorando specialmente su quelle alchimie di squadra che dovranno ancor di più essere modulate dopo il forfait di Bagnoli. Finiscono rispettivamente 19-9 e 14-10 i quarti di gioco, per un risultato totale di 83-55 per i padroni di casa. Da sottolineare, però, anche la devastante prova di Banach sotto le plance, che mette a segno una doppia/doppia da 14 punti e 12 rimbalzi in 20 minuti di utilizzo, non dimenticando anche i vari Petrucci, Del Testa, Cena e Sergio anche loro in doppia cifra. Per la Luiss, ottima prova di De Dominicis e Scuderi che realizzano rispettivamente 10 e 11 punti.

Nell’altra finale, invece, vittoria per Scafati contro l’Eurobasket per 81-79, che recupera nei minuti finali uno svantaggio che all’intervallo lungo si era fatto anche di 15 lunghezze.

Parole di soddisfazione per l’organizzazione dell’evento e per la prova dei suoi ragazzi al termine del torneo, quelle del DS Manzari, seppur amareggiato dopo l’infortunio di Bagnoli: “Vedere del basket di questo livello a Cassino è una cosa che fa sempre piacere, ed averlo organizzato noi mi rende più che orgoglioso, perché stiamo piano piano portando la città martire tra le grandi del panorama cestistico. Sono, altresì, soddisfatto e fiero di questa squadra che sta girando bene e si sta mettendo a disposizione totale dello staff tecnico nel seguire i dettami tattici. Tuttavia, non nascondo la preoccupazione per Simone che non sarà con noi per l’inizio della regular season e che spero possa risolvere i suoi problemi fisici nel minor tempo possibile per tornare ad aiutarci e a lottare con noi. Abbiamo fatto tutti gli accertamenti del caso e valutato tutti gli aspetti clinici, li ripeteremo a distanza di giorni, e piano piano faremo insieme un programma di recupero per rimetterlo al 100% in campo. Contro Scafati, fino all’infortunio di Simone, siamo rimasti lì incollati a loro per più di tre quarti. Poi naturalmente è sopraggiunto anche un po’ lo spavento dei ragazzi che si sono disuniti e abbiamo ceduto il passo all’avversario. Per quanto riguarda, invece, il test contro la Luiss, abbiamo provato a mettere in campo quella che poi sarà la Virtus fondamentalmente in campionato, arrembante, lottatrice, una squadra che saprà alzarsi di fronte alle difficoltà che già ha avuto sul suo cammino. Ci tengo a sottolineare, tuttavia, che nonostante tutto non torneremo sul mercato e non faremo acquisti. Aspettiamo il ritorno di Simone, ma ci riteniamo nel suo ruolo assolutamente coperti da un buonissimo prospetto come Robert (Banach, ndr), come da Biagio ed Enzo, che all’occorrenza possono anche loro giocare da ‘cinque tattici’. Adesso testa alle prossime amichevoli che andremo ad affrontare e poi inizieremo con Valmontone la prima di campionato, dove saremo già pronti a vendere cara la pelle”.

Prossimo appuntamento per i lupi virtussini, mercoledì in trasferta contro la NPC Rieti (A2).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TABELLINO SEMIFINALE

BPC Virtus Cassino 66 – Givova Scafati 92

Parziali: 22-25, 20-21, 20-23, 4-23

BPC Virtus Cassino: Banach, Di Poce, Panzini 12, Petrucci 10, Del Testa 2, De Ninno 2, Bagnoli 16, Guglielmo n.e, Cena 10, Sergio 12, Carrizo 2.

Givova Scafati: Miles 19, Crow 2, Trapani 8, Spizzichini n.e, Romeo 2, Melillo, Ranuzzi 14, Ammannato 16, Antonaci, Pipitone 7, Santiangeli 13, Sherrod 11.

 

TABELLINO FINALE 3/4 POSTO

BPC Virtus Cassino 83 – Luiss Roma 55

Parziali: 18-27, 32-9, 19-9, 14-10 BPC Virtus Cassino: Banach 14, Di Poce 1, Panzini 4, Petrucci 13, Del Testa 12, De Ninno 7, Guglielmo 2, Montagner, Sergio 12, Cena 13, Carrizo 5.

Luiss: Di Fonzo 6, Bistrot 2, Miriello, Scuderi 11, Matrone 2, De Dominicis 10, Sorrentino 3, Bonaccorso 9, Marcon 7, Faragalli 5.

 

20 Luglio 2017 0

A Piedimonte Terzo Torneo Beach Volley Memorial Mario Marrano. Per ricordare un uomo che è nel cuore di tutti

Di redazione

Piedimonte San Germano– Tutto è pronto per la terza edizione del torneo Beach volley memorial Mario Marrano. Si parte il giorno 22 luglio, ma c’è tempo fino ad oggi per le iscrizioni. L’appuntamento è in piazza Municipio, dove già è in fase di ultimazione il campo con la sabbia. Si tratta di una manifestazione che terminerà il giorno 2 agosto e rappresenta un evento non solo sportivo ma anche un momento di aggregazione per ricordare la figura dell’impegno imprenditore Mario Marrano, scomparso tragicamente nell’aprile 2015 nel piazzale dell’ azienda di famiglia. Mario Marrano è rimasto nel cuore di tutti, non solo pedemontani, poiché era conosciuto e stimato in tutto il cassinate e non solo. Nella contrada Piumarola, a Villa Santa Lucia, per esempio, in sua memoria è stata realizzata un’area verde con una suggestivo monumento in suo ricordo. Una persona sempre sorridente e disponibile, come ha anche ricordato l’ assessore allo sport del comune di Piedimonte, Valerio D’Alessandro, oggi nel corso della conferenza stampa di presentazione del torneo alla quale hanno preso parte anche un referente del Volley di Piedimonte, poi i figli di Mario Marrano, Matteo e Marianna, e il fratello Valentino. Il torneo si divide in due parti: Promo, riservato ai bambini con iscrizione gratuita, e Open per adulti tesserati fino alla seconda divisione. Quest’anno, poi, per il volley Piedimonte la stagione sportiva è stata di grande successo con gli ottimi risultati delle ragazze che sono state promosse in seconda divisione. Dal 22 luglio, tutti in piazza Municipio, allora, per avvicinarsi al volley e per ricordare il grande amico Mario. Natalia Costa

15 Giugno 2017 0

A Cassino parte la 10ª edizione del torneo open di tennis “Memorial Mario Monfreda”

Di redazionecassino1

Come da tradizione anche quest’anno il prestigioso torneo di tennis “Memorial Mario Monfreda”, singolo maschile a importanza nazionale, viene ospitato dalla struttura sportiva Sporting Club di Cassino. Nelle giornate che vanno dall’8 di giugno al 18, si sfideranno 60 campioni provenienti da tutta Italia e dall’estero, come nel caso dell’argentino Patricio Heras, 500 ATP nella classifica internazionale, che sembra il favorito di quest’anno, classificato 2.1. Fra gli italiani ricordiamo Pierdario Lo Priore, Andrea Paciello e il cassinate Giacomo Cerbo, leader favorito della Città Martire che proprio questa sera sarà in gara. Il vincitore si aggiudicherà l’ambito premio di 3000€, rimasto quasi invariato negli anni. Il torneo, organizzato dalla Scuola Tennis di Gianluca Petrucci col patrocinio della Federtennis Lazio, è aperto a tutti con limitazione alle classifiche da 4-3 a 2-1. Partendo dai 4-3, chi avanza si confronta con coloro di classifica più alta, sino ad arrivare, a eliminazione diretta e non quindi a gironi, ai quarti di finale.

Giulia Guerra

12 Giugno 2017 0

Gli Esordienti del Cassino Calcio vincono il nono torneo nazionale Junior Soccer Cup a Cesenatico

Di admin

Cassino – I ragazzi del 2005 categoria esordienti, del Cassino Calcio,  sperimentali della S. S. Lazio,  si sono aggiudicati a Cesenatico (Cesena)  il nono torneo Nazionale Junior Soccer Cup riservato ai nati dal 2004 al 2009.

Oltre ai vincitori del torneo, la spedizione cassinate è stata molto consistente con bambini di tutte le età che si sono cimentati in diverse partite giornaliere e con ottimi risultati.

Il torneo che,  si è svolto dal 9 al 11 giugno ha registrato anche il secondo posto dei nati nel 2004 giunti secondi ma di fatto imbattuti dato che la finale si è chiusa solo dopo la lotteria dei calci di rigore.

I ragazzi dei mister Claudio e Vincenzo Iemma si confermano ottimi campioncini in erba con un futuro tutto da scrivere. Una nota di ringraziamento particolare,  anche per Gianni De Micco, Massimo Cardarelli e Salvatore Guida che hanno organizzato la trasferta romagnola in modo eccellente.

22 Aprile 2017 0

Pallamano: Il Cus Cassino Gaeta ’84 al 1^ Torneo internazionale “Città di Pontinia”

Di redazionecassino1

Concluso il campionato Under 18,capitan Lorenzo Uttaro e compagni saranno impegnati nel torneo internazionale “Città di Pontinia” organizzato dalla società ospitante della Cassa Rurale Pontinia.

Il torneo che prenderà il via Domenica 23 Aprile per poi concludersi Lunedì 24,vedrà la partecipazione oltre che dei ragazzi di coach Antonio Viola,di: SS Lazio,Cassa Rurale Pontinia maschile e femminile,HC Fondi Femminile,Virtus Roma e la compagine rumena del Tonus.

Un buon banco di prova per i gaetani nel confrontarsi con la realtà della pallamano rumena viste le altre società ben conosciute contro le quali i cussini hanno giocato numerose volte sia in questa stagione che in quelle precedenti.

L’esordio avverrà alle ore 14:30 di Domenica 24 Aprile contro la Virtus Roma,gara che darà proprio il via alla kermesse di pallamano sul 40×20 del Palazzetto dello Sport di Pontinia.

Per coach Viola:”A campionato concluso, è importante che i ragazzi abbiano queste occasioni per fare maggiore esperienza e rimanere compatti. Partecipare a tornei vari è sempre stata una prerogativa nei nostri programmi e credo che la socializzazione,la crescita mentale e lo stare insieme che viene a crearsi durante i tornei,non avvenga in modo migliore in altre circostanze. Ecco perché abbiamo subito accettato di partecipare e sono convinto che i ragazzi si divertiranno e continueremo a lavorare sui meccanismi che col tempo si stanno assestando e serviranno per il futuro”.

 

19 Novembre 2016 0

“Pari & Diversi”, III edizione Torneo Nazionale di Showdown alla Folcara

Di redazionecassino1

Cassino – Via al Campionato nazionale di Showdown in programma a Cassino, presso la sala “Salerno” del Campus La Folcara in programma dal 18 al 20 novembre. Ieri mattina la conferenza stampa di presentazione dell’evento che vedrà la partecipazione di un nutrito numero di squadre provenienti da tutta Italia, A.C.S.D. ARCOBALENO – A.S.CU.S.SOC.DIL UIC LECCE; A.S.D. ASTIL ; A.S.D. CIOCIARIA NON VEDENTI; A.S.D. CJGT; A.S.D. DISABILI FIRENZE; A.S.D. DISABILI ROMA; A.S.D. NON VEDENTI LUCANI; A.S.D. OLYMPIC BEACH TIRRENIA; A.S.D. POLISPORTIVA FIORENTINA “SILVANO DANI”; A.S.D. POLISPORTIVA U.I.C.I. TORINO; A.S.D. SPORTELLA; A.S.D. U.I.C. BARI; G.S.D. DILETTANTISTICA PER NON VEDENTI CATANIA TORBAL; G.S.D. MILANO; G.S.D. U.I.C.I. PISA; P.A.T. BOLOGNA; U.S.S.C.R.D. CAPITANATA, nel pomeriggio via alle gare. L’evento è organizzato dalla Associazione sportiva dilettantistica “Ciociaria non vedenti” in collaborazione con l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti sezione provinciale di Frosinone, la F.I.S.P.I.C. e Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale. La 3° edizione Torneo Nazionale di Showdown denominato “Pari & Diversi” vedrà la partecipazione di numerosi atleti, non vedenti ed ipovedenti, provenienti da tutto il territorio Nazionale. Il torneo riconosciuto dalla federazione, è valido per l’acquisizione di punti per il Ranking nazionale, maschile e femminile. Nella conferenza stampa molti gli interventi, Eleuterio Buttarazzi, presidente dell’associazione sportiva dilettantistica “Ciociaria non vedenti”, ha posto l’accento su questa realtà, nata nel 1985, radicata su tutta la provincia di Frosinone, diretta a promuovere lo sport per disabili visivi sia a carattere promozionale, che sociale ed agonistico. Nel corso degli anni, proprio Buttarazzi, ha praticato diverse discipline tra cui atletica, tandem e icalcio a 5. Attualmente esercita due sport principali: il torball dove quest’anno disputerà per la prima volta il campionato italiano di serie A e lo Showdown. Maria Pia Lanni, consigliere federale F.I.S.P.I.C. ha ringraziato tutte le società iscritte, gli sponsor e tutti quelli che hanno contribuito alla realizzazione di un evento di notevole rilevanza sportiva e aggregativa. “Questa manifestazione ha proseguito Lanni – vede la partecipazione di atleti provenienti da quasi tutte le regioni italiane i quali verranno affiancati da volontari del servizio civile nazionale e del U.N.I.V.O.C. di Cassino che con la loro generosità, affabilità e sensibilità hanno reso possibile questo magnifico evento”. Eliseo Ferrante – presidente provinciale U.I.C.I., ha sottolineato come da circa trent’anni, un gruppo di ragazzi non vedenti appassionati di sport hanno dato vita ad un’associazione sportiva per avere la possibilità di praticare delle attività.Da allora, si sono spalancate le porte a tanti ragazzi non vedenti, i quali hanno avuto l’opportunità di emergere come atleti abbattendo le barriere dell’esclusione sociale. “Auguro a tutti i partecipanti del 3° Torneo di Showdown “Pari & Diversi” – ha concluso Ferrante – una buona permanenza ed un grosso in bocca al lupo”. Claudio Cola, presidente regionale U.I.C.I. LAZIO, dopo il saluto ai partecipanti, ha voluto sottolineare la necessità per tutti, ad osservare questa manifestazione sportiva. “Nell’era della comunicazione veloce – ha detto Cola – si è bombardati da molteplici informazioni che saturano la nostra attenzione. Questo evento merita considerazione, perché lo sport unisce tutti: le generazioni e i popoli, quindi l’umanità intera. In questo sono compresi i disabili che nelle attività sportive hanno saputo distinguersi, come è stato, del resto, dimostrato nelle paraolimpiadi di Rio 2016”. Presente alla conferenza stampa, inoltre, la prof.ssa Rosella Tomassoni la quale nel suo intervento ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa e la linea di continuità che avrà nel tempo; la ricercatrice Eugenia Triglia ha portato il saluto del Magnifico Rettore, mentre i professori Angelo Rodio e Carmine Calce hanno offerto la disponibilità a proseguire la collaborazione promuovendo anche altri sport quali quello della vela per non vedenti. In cosa consiste lo Showdown? Questo sport è praticato da non vedenti e ipovedenti in cui I giocatori vengono bendati affinché non vedenti e ipovedenti possano gareggiare nelle stesse condizioni. L’incontro viene disputato tra due giocatori su un tavolo rettangolare, con angoli arrotondati, che ad ogni estremità possiede un’area di porta. Al centro del tavolo vi è uno schermo che divide il tavolo da gioco in due parti uguali, alto 42 cm e alla sommità delle sponde laterali forma un limite di 10 cm di altezza dal piano del tavolo per il passaggio della palla. Gli atleti utilizzano racchette di legno (o altri materiali sintetici) di solito di forma rettangolare e arrotondata sui quattro bordi. Con queste racchette i giocatori colpiscono una palla sonora (al suo interno ha dei sonagli) di plastica dura del diametro di sei cm. Nel muoversi la palla sonora produce un suono in modo tale da poterne percepire la direzione e la velocità. Scopo del gioco è lanciare la palla nella porta dell’avversario facendola passare prima sotto lo schermo centrale. Nel servizio di battuta la palla sonora viene colpita da ferma dalla racchetta e deve obbligatoriamente fare una sola sponda prima di attraversare lo schermo centrale e andare dall’altra parte del tavolo. Una volta effettuata la battuta o il servizio, si può colpire la palla direttamente verso la porta avversaria senza effettuare alcuna sponda oppure si può colpirla facendole effettuare una o molteplici sponde prima di arrivare dall’avversario. La palla può staccarsi dalla superficie di gioco, rimbalzare ed andare fuori dal tavolo. In alcuni casi anche se la palla rimbalza o è in aria rimane in gioco, in altri casi si ferma la partita e si riparte in quanto la palla è fuori dal gioco. Ma nello Showdown la palla passa decisamente più tempo a contatto con la superficie di gioco rispetto al tempo che passa in aria quindi questo gioco non è per niente simile al ping pong, ma piuttosto simile, come principio, all’air hockey al quale quasi tutti hanno giocato nella propria vita, almeno una volta, in una sala giochi. F. Pensabene