Tag: vertice

1 Ottobre 2019 0

Cambio al vertice della Scuola Carabinieri di Velletri, Il colonnello Liporace subentra al colonnello Marino

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

VELLETRI – Cambio al vertice della scuola carabinieri di Velletri. Il nuovo comandante del 2° Reggimento Allievi Marescialli e Brigadieri è il colonnello Oreste Leporace e arriva dal comando provinciale carabinieri di Padova. L’ufficiale subentra al colonnello Liviano Marino che ha comandato la scuola per tre anni.

Il passaggio di consegne è avvenuto nel coeso di una cerimonia alla presenza del Comandante della Scuola Marescialli e Brigadieri di Firenze, Generale di Brigata Claudio Cogliano. Marino andrà a ricoprire un prestigioso incarico all’estero.

8 Gennaio 2018 0

Cambio al vertice del commissariato di Sora, arriva Gennaccaro

Di Ermanno Amedei

SORA – Cambio al vertice del  Commissariato di Sora: dopo il trasferimento del dr. Michele Lauritano al Commissariato di Cervinara, il prestigioso incarico è stato affidato al Vice Questore dr. Paolo Gennaccaro,  38 anni, nativo di Teramo.

Dopo l’esperienza lavorativa presso il Reparto Mobile prima di  Torino poi di Firenze ed una parentesi frusinate  alla Divisione Anticrimine della Questura, il dr. Gennaccarodal 2014 ha diretto il Commissariato di Avezzano.

Il Questore di Frosinone dr.ssa Rosaria Amato ha ringraziato l’uscente dr. Lauritano per la professionalità con cui ha diretto il Commissariato, esprimendo auguri di buon lavoro al neo dirigente dr. Gennaccaro, nel perseguimento dell’obiettivo sicurezza, contro ogni forma di illegalità.

 

17 Novembre 2017 0

Catturato dai carabinieri latitante al vertice dell’organizzazione del furto di auto

Di felice pensabene

Mondragone (CE) – Nella prima mattinata di ieri, i Carabinieri della Compagnia CC di Mondragone, hanno tratto in arresto Buonocore Gennaro, pluripregiudicato, nato a Mondragone il 31.01.1972, già colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere per i reati di cui agli artt. 416, 624 e 625, 648 e 648 bis c.p. L’indagato, ritenuto il vertice dell’associazione per delinquere finalizzata a furti di autovetture e commercio delle componenti delle vetture di provenienza delittuosa, si era reso latitante dal 2 agosto 2017, data in cui i Carabinieri avevano eseguito una vasta perquisizione presso le palazzine popolari di Mondragone, note come “palazzi azzurri”, site in via Palermo n. 33 ed avevano eseguito otto ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti dei gregari del Buonocore. A partire dalla sua latitanza, la Polizia Giudiziaria, diretta da questo Ufficio, ha attuato una complessa e diuturna investigazione finalizzata alla localizzazione del latitante. L’indagine è stata esperita, oltre all’utilizzo degli strumenti di indagine come intercettazioni telefoniche ed ambientali nonché pedinamenti, attraverso le più moderne e sofisticate tecnologie di indagine con particolare attenzione al monitoraggio dei profili “Facebook” riconducibili ed utilizzati dal latitante. I Carabinieri di Mondragone, forti delle risultanze investigative raccolte, facevano dunque irruzione, nelle primissime ore del giorno, all’interno dell’appartamento in uso ad una ex compagna del latitante ove il predetto era stato ospitato negli ultimi giorni, così ponendo termine alla latitanza. La cattura completa, di fatto, l’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP il 24.07.2017, e rappresenta un ulteriore tassello nel costante e sistematico contrasto – attuato dalla Procura della Repubblica di santa Maria Capua Vetere – in materia di delitti predatori

2 Novembre 2017 Off

Tagli Fca, Gli amministratori di Piedimonte San Germano chiedono un vertice. Preoccupazione dalla consulta del Lazio Meridionale

Di Comunicato Stampa

Comunicato congiunto del sindaco di Piedimonte San Germano, Gioacchino Ferdinandi, e l’assessore alle politiche del lavoro e referente sindacale, Vincenza De Bernardis: “Alla luce dei recentissini sviluppi- affermano in una nota- legati ai contratti di somministrazione nell’ambito Fca di Piedimonte San Germano, come amministratori comunali esprimiamo seria preoccupazione per le sorti del futuro occupazionale della nostra terra. Ora più che mai la sinergia tra organizzazioni sindacali e politica non può e non deve venire meno. Non possiamo infatti accettare che siano stati fatti dei tagli che si ripercuotono anche sull’intero indotto e vincolano il territorio su quella che si profila divenire come una drammatica emergenza sociale. Ad oggi chiediamo un vertice urgentissimo con referenti del governo nazionale e di Fca, al quale è indispensabile vi sia la partecipazione di sigle sindacali e di altri rappresentanti politici del cassinate, a cominciare dai primi cittadini. Questo per valutare quanto accaduto e soprattutto comprendere cosa Fca ha intenzione di fare per il futuro. Certamente- concludono nel comunicato congiunto- non intendiamo accettare passivamente decisioni che potrebbero nuocere il territorio. La chiarezza prima di tutto, nel rispetto dei lavoratori e delle loro famiglie”. Intanto il sindaco di Piedimonte, con gli altri sindaci della consulta del Lazio Meridionale rappresentati dal sindaco di Cassino, annunciano che non staranno fermi a guardare.

29 Settembre 2017 0

Cambio al vertice dei carabinieri del Nas di Latina (e Frosinone)

Di Ermanno Amedei

LATIINA – I Carabinieri del Nucleo Anti Sofisticazione di Latina cambiano comandante. L’istituzione, con i suo controlli periodici in un vasto territorio di competenza come quello di Frosinone e quello di Latina rappresenta un vero baluardo nella tutela dei consumatori e della salute pubblica.

Per quattro anni ed un mese, il tenente Maurizio Santori ha retto il comando di quegli uomini le cui indagini hanno spaziato dal mare della costa Pontina fino ai monti della Ciociaria al confine con l’Abruzzo, coordinandosi con tre procure.

A giorni, cederà quel comando al capitano Felice Egidio che già bene ha fatto al comando del nucleo operativo e radiomobile di Terracina.

Nel futuro professionale di Santori restano sempre i Nas dato che il 9 ottobre assumerà il comando dei carabinieri Nas di Roma.

Ermanno Amedei

16 Settembre 2017 0

Cambio al vertice del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Frosinone

Di Ermanno Amedei

FROSINONE – “Si è svolto presso la sede del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Frosinone il passaggio di consegne tra l’Ing. Massimo Elio Mantovani, comandante uscente, e l’Ing. Fabio Leandro Cuzzocrea, che in data odierna ha assunto il nuovo incarico di comandante provinciale. Il nuovo Comandante, laurea in ingegneria civile, è entrato nel Corpo Nazionale Vigili del Fuoco nel 1998 ed è stato funzionario tecnico presso i Comandi Provinciali di Mantova e Firenze dal 1999 al 2005. Specialista sommozzatore dal 2004, ha rivestito l’incarico di responsabile della sezione nazionale del servizio sommozzatori dal 2005 al 2011. Promosso Primo Dirigente nel 2011, ha assunto l’incarico di Comandante Provinciale di Nuoro dal 2011 al 2014, dirigente del Centro Operativo Nazionale e dell’ufficio Soccorso Antincendio Portuale e Aeroportuale, Contrasto al Rischio Acquatico e Servizio Sommozzatori della Direzione Centrale per l’Emergenza e il Soccorso Tecnico di Roma nel periodo dal 2014 fino al nuovo incarico. Ha partecipato a diverse emergenze nazionali tra le quali il sisma Molise nel 2012, il sisma Abruzzo nel 2009, il naufragio nave Costa Concordia Isola del Giglio nel 2012, il naufragio migranti Lampedusa nel 2013. Tra le esperienze lavorative in ambito internazionale cui ha partecipato si evidenziano le missioni in Venezuela nel 2009 e nel 2011 per la collaborazione alle ricerche degli aerei scomparsi a Los Roques con a bordo connazionali (tra cui lo stilista Vittorio Missoni). L’ing. Massimo Elio Mantovani, cui vanno i ringraziamenti per il lavoro svolto presso il Comando, assumerà il nuovo incarico di Responsabile della Colonna Mobile Regionale presso la Direzione Regionale Vigili del Fuoco della Toscana”. Lo si legge in una nota del Comando Vivili del fuoco di Frosinone.

7 Agosto 2017 0

Vigili del fuoco, cambio al vertice. A Frosinone arriva esperto in calamità

Di Ermanno Amedei

FROSINONE – Cambio imminente al comando dei vigili del fuoco di Frosinone. Sul finire dell’estate più torrida che si ricordi, Massimo Mantovani lascerà il comando dei pompieri Ciociari essendo arrivato all’età della pensione. Quattro anni intensi, quelli vissuti a Frosinone per il comandante Mantovani che ha saputo tenere insieme le maglie sempre più larghe di una amministrazione, quella dei vigili del fuoco, sempre caratterizzata da carenze di risorse. Mantovani, nonostante le difficoltà, è riuscito a tirar fuori il meglio dai suoi uomini mantenendo alto tra la gente il prestigio dei vigili del fuoco.

A sostituirlo pare sia stato chiamato Fabio Leandro Cuzzocrea che arriva dalla Direzione centrale per le Emergenze e soccorso tecnico, responsabile dei sommozzatori e aeroporti. Uomo particolarmente operativo dato che ha partecipato ai soccorsi durante il naufragio della Costa Concordia e nell’albergo travolto dalla Frana a Rigopiano.

Cambio anche al vertice dei vigili del fuoco di Latina. L’attuale comandante Maurizio Liberati, noto anche a Frosinone dove ha diretto il comando provinciale, lascerà l’incarico nel capoluogo pontino per rivestire, a quanto pare, quello di responsabile dei vigili del Fuoco alla Camera dei Deputati. Le redini del comando provinciale di Latina saranno affidate al dirigente Clara Modesto.

Ermanno Amedei

24 Marzo 2017 0

Cambio al vertice della Capitaneria di Porto di Gaeta, arriva Vaiardi

Di Ermanno Amedei

Gaeta  – Questa mattina, si è svolta la cerimonia di passaggio di consegne del Capo del Compartimento marittimo e Comandante della Capitaneria di porto di Gaeta.

Il comandante Alberto Meoli, dopo un anno e mezzo alla guida del Compartimento di Gaeta, ha, così, ceduto l’incarico al Capitano di Fregata Andrea Vaiardi proveniente dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera. Nel suo discorso di commiato il comandante Meoli non ha lesinato di ringraziare tutte le autorità civili, militari e religiose e tutti i colleghi delle altre Forze di Polizia per l’apporto sinergico che con l’impegno di tutti si è riuscito a realizzare in occasione delle complesse attività che hanno caratterizzato il suo periodo di comando. Commovente il momento in cui il comandante ha rivolto il saluto alla sua famiglia ed al personale militare e civile della Capitaneria di porto.

La cerimonia di cambio di comando, svoltasi alla presenza del Direttore marittimo del Lazio – Contrammiraglio Giuseppe Tarzia – ha visto inoltre la partecipazione del Prefetto di Latina Pierluigi Faloni e delle massime autorità militari, civili e religiose della provincia pontina.

Nella piazza dedicata al Corpo delle Capitanerie di porto, allestita per l’occasione, dopo la pronuncia della formula di riconoscimento con la quale è stato investito ufficialmente del nuovo incarico, il comandante Vaiardi ha espresso il proprio onore per il nuovo prestigioso incarico a capo della Guardia Costiera di Gaeta e l’impegno a proseguire nel rapporto eccellente di reciproca collaborazione istituzionale, per poter completare ed avviare ogni progetto ed iniziativa in favore del territorio che ha un legame indissolubile con il mare.

Nativo della provincia di Latina, il Comandante Vaiardi proviene da Roma dove ha lasciato l’incarico di Vice Capo dell’Ufficio legislativo del Ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare on. Gian Luca Galletti.

La precedente esperienza di Comando lo ha visto impegnato come Comandante dell’Ufficio Circondariale marittimo di Anzio (2005-2007) a cui ha fatto seguito l’incarico presso lo Stato Maggiore della Difesa.

Avvocato, il neo Capo del Compartimento marittimo ha svolto successivamente l’incarico di Capo Ufficio legale e del contenzioso presso il Comando generale delle Capitanerie di Porto e di Ufficiale addetto all’Ufficio legislativo del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti.

Coniugato con due figli.

11 Gennaio 2017 0

Cambio al vertice dell’Anticrimine di Frosinone, arriva il Primo Dirigente Agnese Cedrone

Di Ermanno Amedei

Frosinone – Da ieri, cambio al vertice della Divisione  Polizia Anticrimine della Questura.

Il dott.Stefano Cipriani, arrivatoin Questuranel dicembre 2015, ha fatto ritorno nella Capitale per un nuovo incarico presso l’Ispettorato Viminale.

A prendere il suo posto il Primo Dirigente Dr.ssaAgnese Cedrone, 50 anni, originaria di San Donato Val di Comino.

Entrata giovanissima nell’Amministrazione di P.S., ha frequentato il Primo Corso Quadriennale per vice Commissari della Polizia di Stato presso l’omonima Scuola.

Laureata in Legge presso l’Università “La Sapienza” di Roma, ha svolto servizio i primi due anni a Cremona, per essere successivamente assegnata alla Questura di Roma, ove ha svolto servizio per 25 anni rivestendo incarichi di responsabilità presso le Divisioni Centrali della Questura, quali l’Ufficio di Gabinetto, la Divisione Amministrativa e l’Ufficio del Personale, ma soprattutto di vice Dirigenza e Dirigenza di numerosi Commissariati della Capitale, quali “ Casilino”, “San Basilio”, “Garbatella”, “Esposizione” ed in ultimo “Esquilino” , acquisendo una consolidata conoscenza delle complesse e diversificate dinamiche del territorio della Capitale.

La dr.ssa Cedrone coordinerà le importanti attivitàconnesse alle misure di prevenzione personali e patrimoniali, nei confronti di soggetti considerati socialmente pericolosi, all’irrogazione dei provvedimenti di divieto di accesso ai luoghi ove si svolgono le manifestazioni sportive (Daspo), nonché agli ammonimenti del Questore nei casi di atti persecutori.

Sarà a capo, inoltre, della “cabina di regia” della Questura che svolge un ruolo strategico nell’analisi preventiva dei fenomeni criminosi, nell’individuazione degli obiettivi da perseguire nel sistema integrato di sicurezza e nell’orientamento della pianificazione dei servizi da predisporre, anche con il prezioso contributo dei Reparti Prevenzione Crimine.

Particolare attenzione sarà rivolta dal nuovo Dirigente anche alle problematiche riguardanti minori in difficoltà e, per tale delicato compito, si avvarrà del personale specializzato che opera nell’Ufficio Minori, in seno alla Divisione Anticrimine.

Coordinerà altresì il Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica che riveste un ruolo essenziale nella ricerca di tracce sui luoghi ove vengono commessi reati e nelle attività di videoripresa in occasione dei servizi di ordine pubblico che interessano il territorio provinciale.

19 Settembre 2016 0

Cambio al vertice della Compagnia carabinieri di Sora, Laudonia va a Tuscania, arriva Iacovacci

Di Ermanno Amedei

Sora – Questa mattina il Maggiore Ciro Laudonia, nel cedere dopo cinque anni il comando della Compagnia Carabinieri di Sora, per assumere quello della Compagnia Carabinieri di Tuscania (VT), ha voluto esprimere il seguente pensiero: “Lascio il comando di Sora e questa terra madre di Carabinieri eroici ed esemplari con commozione e gratitudine, portando con me questo lustro di vita militare intenso, entusiasmante e carico di umanità. Il mio primo pensiero è per i collaboratori, Carabinieri di ogni ordine e grado, che mi hanno accompagnato con costante impegno e professionalità. A Loro e alle Loro famiglie il mio affettuoso e sincero grazie con la certezza che continuerete a servire da Carabinieri la collettività con immutato slancio. Un  particolare ringraziamento a tutte le istituzioni per la vicinanza e la collaborazione incondizionate.  Un saluto ai numerosi amici incontrati che hanno allietato la mia permanenza in Sora. Ai miei superiori, riferimento costante e fondamentale nella mia azione di comando e a tutti i colleghi ufficiali  i miei più sentiti saluti con l’auspicio di poter condividere ancora il servizio insieme. Un augurio di buon lavoro al mio successore”. Nella stessa giornata ha assunto il comando della Compagnia Carabinieri di Sora il Capitano Valentino Iacovacci, già Comandante del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Cremona.