Tag: vigili

17 Febbraio 2020 0

Cade in casa a Cassino, anziana salvata dai vigili del fuoco

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – Una donna di 80 anni è stata salvata, questa sera, dai vigili del fuoco a Cassino.

I pompieri, infatti, sono dovuti interverire alle 20 circa, su segnalazione di alcuni residenti preoccupati per l’anziana che ai lamentava ma che non apriva la porta.

Quando i soccorritori sono entrati, hanno trovato la donna per terra, ferita ma vigile, e l’hanno affidata agli operatori del 118.

11 Febbraio 2020 0

Atterraggio di emergenza per elicottero dei vigili del fuoco ad Anagni, illesi gli occupanti

Di Ermanno Amedei

Anagni – Un elicottero AB-206 del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco di stanza presso l’aeroporto ‘Girolamo Moscardini’ di Frosinone, ha effettuato un atterraggio pesante in un campo in località Radicina nel comune di Anagni.

Il velivolo era impegnato in una missione addestrativa pianificata quando per cause ancora da accertare è stato costretto ad una manovra di emergenza. A bordo, i due piloti, un istruttore dell’Aeronautica Militare ed un frequentatore del Corpo dei Vigili del Fuoco, risultano illesi e sono stati comunque trasportati in ospedale per gli accertamenti previsti; non sono rimaste coinvolte terze persone.

I mezzi di soccorso del 72esimo Stormo di Frosinone sono prontamente intervenuti sul luogo dell’accaduto per le operazioni di messa in sicurezza dell’area ed il successivo recupero dell’elicottero.

L’Aeronautica Militare, in coordinamento con il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, ha nominato una commissione interna per accertare le cause dell’accaduto. L’elicottero AB-206 è un aeromobile leggero, monoturbina con rotore bipala, che viene impiegato presso il 72esimo Stormo di Frosinone per la formazione iniziale dei piloti d’elicottero del Corpo nazionale dei vigili del fuoco a seguito di un accordo tecnico firmato con l’Aeronautica militare.

6 Gennaio 2020 0

Velletri, da 35 anni i vigili del fuoco mantengono viva la tradizione della Befana

Di Ermanno Amedei

Velletri – A Velletri la Befana è arrivata sulla scopa, assicurata ad una teleferica grazie alla quale ha percorso i circa 150 metri di Piazza Cairoli coprendo un dislivello di circa 30 metri.

L’iniziativa che si ripete da 35 anni, da sempre realizzata grazie all’esperienza dei vigili del fuoco del locale distaccamento, ha visto la simpatica vecchina impersonata dal vigile del fuoco Carlo Misito, scendere da palazzo Ginnetti fino alla base della torre del Trivio.

Sotto a migliaia, tra bambini e genitori, l’hanno invocata ricevendo, lungo la discesa, caramelle e lanci di coriandoli.

Ermanno Amedei

 

23 Dicembre 2019 0

Vigili del fuoco Babbo Natale fanno visita ai bambini dell’ospedale di Frosinone

Di Ermanno Amedei

Frosinone – Vigili del fuoco del comando provinciale di Frosinone in versione Babbo Natale, hanno fatto visita, questa mattina ai bambini ricoverati nel reparto pediatrico dell’ospedale Spaziani di Frosinone.

Il grande cuore dei pompieri è dimostrato non solo tutti i giorni nel lavoro che svolgono ma anche in circostanze come queste.

La loro divisa, il loro casco rosso e ciò che rappresentano, agli occhi dei bambini appaiono come dei super eroi e la gioia dimostrata oggi nei corridoi dello Spaziani ne è stata l’ulteriore riprova. Buon Natale ai vigili del fuoco.

Il Punto a Mezzogiorno

4 Dicembre 2019 0

Santa Barbara protettrice dei Vigili del Fuoco, celebrazioni a ricordo delle vittime di Alessandria

Di Ermanno Amedei

Attualità – E’ a lei che si appellano i vigili del fuoco per trovare la forza e fare ciò che fanno tutti i giorni; a Santa Barbara, la martire che per non rinnegare la fede in Dio non esitò a dare la vita. Nessuno più di lei può rappresentare l’operato dei pompieri anche in considerazione del pesante tributo, in termini di vite umane, pagato dal corpo nelle operazioni di soccorso. I nomi di Antonino Candido, Matteo Gastaldo e Marco Triches, i tre vigili morti nell’esplosione di Alessandria, sono stati citati oggi in ogni caserma dei vigili del fuoco d’Italia in cui si è svolta la messa in occasione della ricorrenza di Santa Barbara.

A Velletri, la santa messa è stata officiata all’interno dell’autorimessa della caserma da don Filippo Benetazzo. Dietro l’altare, una croce realizzata con due moduli incrociati di scala italiana. Hanno partecipato, oltre che del sindaco Pocci, anche dei vertici locali di carabinieri, polizia, guardia di Finanza, polizia locale di Velletri e di Genzano, delle rappresentanze di protezione civile e Croce rossa.

A Frosinone i festeggiamenti in onore di santa Barbara si sono tenuti presso la sede del Comando provinciale. La manifestazione si è svolta alla presenza delle autorità civili e militari, del personale e dei propri amici e familiari. Il Comandate nel suo discorso ha rivolto un commosso pensiero alla memoria di tutti i vigili del fuoco caduti in servizio ed un sentito ringraziamento per la viva partecipazione alla cerimonia.

La manifestazione si è aperta con la deposizione della corona in memoria dei caduti, alla presenza del Prefetto SE Ignazio Portelli, a questa è seguita la SS Messa officiata da SE Ambrogio Spreafico. Sono stati consegnati al personale che presta servizio da 15 anni nel Corpo Nazionale le croci di anzianità e poi quello collocato in quiescenza nell’anno 2019. I Vigili del Fuoco del Comando hanno calorosamente ringraziato tutti i partecipanti all’evento che hanno voluto condividere con loro questo momento di serenità.

 

A Cassino la celebrazione di Santa Barbara è un’occasione per ristringere tutti gli elementi della famiglia dei vigili del fuoco che operano nei diversi turni del distaccamento. Un momento di preghiera e di riflessione per le vittime patite del corpo dei vigili del fuoco. Oggi, dopo la santa messa, sono stati consegnati tre croce di anzianità ad altrettanti “ragazzi” per i 15 anni di servizio.

Ermanno Amedei

21 Novembre 2019 0

Sciopero e soccorro, i vigili del fuoco di Frosinone manifestano per diritti non rivonosciuti

Di Ermanno Amedei

Frosinone – Sciopero e soccorro, con questo slogan oggi i Vigili del Fuoco di Frosinone scioperano in tutte le sedi di servizio, dalle 16 alle 20, assicurando il servizio di soccorso ai cittadini, per una più dignitosa retribuzione e previdenza che riconosca il ruolo specifico dei VVF in termini di rischio, al pari degli altri Corpi dello Stato, oltre ad una diversa copertura assicurativa che dia maggiori garanzie assistenziali in caso di infortuni e ne riconosca le malattie professionali che riguardano il personale. I VVF protestano anche rispetto alla necessità di una nuova legge delega di riordino che non è stata ancora prevista dal Governo, nonostante le molteplici e reiterate sollecitazioni sindacali e rispetto a quanto ci si accinge a fare per altri Corpi. Ormai servono solo fatti concreti e non le parole del passato proferite da una politica poco attenta ai problemi dei lavoratori del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. A questo si aggiungono le ormai croniche carenze di personale e di mezzi che riguardano anche Frosinone, mancano infatti circa decine di unità che riducono sensibilmente il dispositivo di soccorso e quindi una risposta efficace. Nella sede centrale del capoluogo sono presenti mediamente una sola squadra completa da intervento di 5 unità e due squadre di appoggio di 2 unità ciascuna che devono garantire il soccorso a più di 400 mila abitanti. Medesima carenza e sottodimensionamento si registrano presso le sedi distaccate di Cassino, Sora e Fiuggi. Il Governo e la politica hanno il dovere di intervenire per far fronte ad una autentica emergenza del sistema di soccorso in questa provincia e per assicurare ai VVF la stessa dignità degli altri Corpi dello Stato. Giuliano Fratarcangeli Segretario Territoriale FNS CISL FROSINONE

14 Novembre 2019 0

I soccorritori, stanchi di promesse non mantenute i vigili del fuoco manifestano a Montecitorio

Di Ermanno Amedei

Italia – Promesse e pacche sulle spalle non bastano più. I vigili del fuoco chiedo rispetto per una professione fondamentale per la sicurezza dei cittadini: quella del soccorritore. Assurdo, in un Paese civile, che una categoria come quella dei pompieri debba arrivare a protestare per vedersi riconoscere diritti. In Italia avviene anche questo e domani i vigili del fuoco manifesteranno davanti a Montecitorio. In una nota congiunta dei sindacati si legge:

“Facendo seguito allo stato di agitazione del 27 Giugno 2019 ed alla mancata conciliazione presso il Ministero dell’Interno del 16 Luglio 2019, le scriventi OO.SS. di Frosinone saranno presenti a supporto della manifestazione nazionale del 15 novembre presso piazza Montecitorio, per manifestare la delusione della nostra categoria in merito a:

● Somme decisamente insufficienti nella legge di bilancio a garantire il percorso di valorizzazione stipendiale e pensionistico dei VVF al pari degli altri Corpi in divisa dello Stato per il lavoro unico ed insostituibile dei vigili del fuoco; ● Maggior tutela e garanzia degli infortuni e delle malattie professionali tipiche dei vigili del fuoco con inserimento dalle coperture assicurative dell’ INAIL; ● Istituzione della pensione complementare; ● Risorse adeguate per il rinnovo del contratto di lavoro;

● Difficoltà di applicazione delle disposizioni relative agli inquadramenti ed alle progressioni di carriera del personale. Chiediamo una nuova legge delega di riordino delle carriere più volte sollecitata e richiesta dalle organizzazioni sindacali; ● Potenziamento degli organici di tutti i ruoli in quanto non sufficienti a garantire un adeguato e capillare servizio ai cittadini e a discapito della sicurezza degli stessi operatori del soccorso. Il personale è stanco di promesse e pacche sulle spalle, vogliamo fatti concreti, vogliamo che non ci si ricordi dei vigili del fuoco solo in occasione delle calamità naturali, degli eventi drammatici dove si perdono vite umane o peggio ancora solamente quando perdono la loro stessa vita per contribuire alla sicurezza del Paese”.

31 Agosto 2019 0

Cade in un lucernaio e rimane incastrato, gattino salvato dai vigili del fuoco di Velletri

Di Ermanno Amedei

VELLETRI – Per buona parte della notte aveva miagolato disperatamente ma i residenti della zona, una palazzina in via Padre Mariano Colagrossi a Velletri, non riuscivano ad identificare da dove quel gattino chiedesse aiuto.

Poi l’attenzione è caduta su un lucernaio, pertinenza del piano interrato. Recuperarlo, però, sembrava impresa quasi impossibile. Per questo, alle 7 di questa mattina, hanno chiesto aiuto ai vigili del fuoco del distaccamento di Velletri.

Giunti sul posto, i pompieri con tante manovre e altrettanta pazienza per guadagnarsi la fiducia del gattino, sono riusciti ad “impugnarlo” e ad estrarlo dalla angusta prigione in cui si era cacciato.

Solo allora, rifocillato e rassicurato, ha smesso di miagolare ed è stato affidato alle persone del posto.

29 Agosto 2019 0

Manca il personale, distaccamento vigili del fuoco di Marino chiuso per un turno.

Di Ermanno Amedei

MARINO  – “Le gravi e costanti difficoltà organizzative del dispositivo di soccorso dei vigili del fuoco di roma e provincia si palesano nuovamente”.

Lo scrive in una nota Riccardo Ciofi, Segretario generale Fns Cisl roma capitale e Rieti facendo riferimento alla chiusura del distaccamento di Marino del 27 agosto, giorno in cui, dalle 8 alle 20, il distaccamento è rimasto chiuso per mancanza di personale.

“La chiusura della sede di Marino con il conseguente invio del personale in sostituzione è l’ultima di una serie di eventi che ci fanno preoccupare non poco. Oltre alle problematiche relative allo stato di obsolescenza degli automezzi, si aggiungono le carenze endemiche del personale che hanno portato alla chiusura del distaccamento. Abbiamo richiesto un incontro urgente al comandante di Roma per tentare di trovare delle soluzioni percorribili nell’immediato che possano consentire ai vigili del fuoco di Roma e provincia di continuare a fornire il soccorso a tutti i cittadini”.

 

14 Maggio 2019 0

Un Ciociaro al comando dei vigili del fuoco di Frosinone

Di Ermanno Amedei

FROSINONE – Un Ciociaro al comando dei dei vigili del fuoco di Frosinone. È imminente infatti il cambio a vertice del comando provinciale di via Montilepini dove entro fine mese si insedierà il cepranese Alessandro Gabrieli che attualmente ricopre i ruolo di dirigente addetto al comando provinciale di Firenze. Un bagaglio di esperienza notevole, quello di Gabrili, formato anche operando sul provinciale di Roma dove ha lavorato per anni.

L’attuale comandante Fabio Cuzzocrea avrà come destinazione la direzione regionale della Calabria.

Ermanno Amedei