Giorno: 17 maggio 2009

17 maggio 2009 0

Il Cassino batte il Barletta ma resta fuori dai playoff

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Per inviare notizie sportive alla redazione, scrivi a ermadei@libero.it Cassino supera in casa il Barletta per 2-1 ma non gli basta per entrare nei playoff. L’Andria, infatti seppure pareggia a Gela e rimanendo al quinto posto insieme al Cassino con 52 punti. I pugliesi, infatti, si aggiudicano l’ultima piazza disponibile per il minitorneo utile per salire di categoria perché ha vinto gli scontri diretti con gli azzurri. In tanti a Cassino si aspettavano il miracolo sportivo ma sono rimasti delusi consci che la possibilità di accedere ai playoff era stata clamorosamente messa i discussione perdendo la scorsa settimana in casa della Vibonese. E’ fallito così l’obiettivo della società che puntava agli spareggi e a questo punto pare segnato il destino del tecnico Patania che non è riuscito a migliorare la classifica. Senza storia la partita con il Barletta. Al 18esimo Vianello porta in vantaggio il Cassino approfittando di una distrazione difensiva. Al 22esimo del secondo tempo Pollidori fa 1-1 con una mazzata da 25 metri. Al 32esimo Ike lanciato a rete viene atterrato da Kone. L’arbitro lo espelle per fallo da ultimo uomo. Il Cassino in dieci passa al 41esimo con la difesa barlettana ferma Mezgour mette a segno il gol della vittoria. Cassino: Mennella; Pepe, Di Nunzio, Mucciarelli, Martinelli; Vianello, Giannusa, Kone, Cunzi (Morello dal 23’ s.t.); Mezgour, Casoli. A disposizione: Afeltra, Bianchi, Padovani, Paschetta, Gemmiti, Bardeggia. All. Patania. Barletta: Rodrigo; Morino, Fabbro, Rizzi (Toscano dal 30’ s.t.),Tangorra,; Ike, Salvagno (Pollidori dal 14’ s.t.), Daleno, Vignola (Merito dal 7’ s.t.); Laviano, Omolade. A disposizione: Furlan, Sabini, Mastronicola, De Cecco. All. Sanderra.

17 maggio 2009 0

L’elicottero del Papa a Cassino per le prove di decollo e atterraggio

Di redazione

Prove generali, domani pomeriggio a Cassino, in vista della visita del Papa prevista per il 24 maggio. I cieli della città martire saranno sorvolati dall’elicottero papale. Dalle prime ore del pomeriggio, il velivolo che accompagnerà il Santo Padre, scenderà prima sull’erbetta del campo sportivo “Salveti” di Cassino, poi effettuerà altri atterraggi e decolli nei pressi dell’abbazia di Montecassino dove, dopo aver celebrato la messa in piazza Campo Miranda, si recherà in visita e per incontrare i monaci benedettini. Insomma, domani l’elicottero del Papa atterrerà e decollerà, per evitare incidenti domenica prossima. Le prove si svolgeranno sotto gli occhi vigili dei carabinieri della compagnia di Cassino al comando del capitano Adolfo Grimaldi.

17 maggio 2009 0

Picchia la moglie incinta, arrestato un 34enne

Di redazione

Fectu Cristinel 34enne di nazionalità rumena ma residente in Alatri è stato arrestato dai carabinieri permaltrattamenti in famiglia e lesioni personali nei confronti della coniuge. L’uomo è stato sorpreso dai militari sorpreso dai militari operanti, intervenuti chiamati dalla donna, in evidente stato di ebbrezza alcolica, mentre picchiava la coniuge, incinta, cagionandole lesioni personali, riscontrate dai sanitari del pronto soccorso dell’Ospedale di Alatri dove è stata ricoverata. L’arrestato, dopo le formalita’ di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Frosinone a disposizione dell’A.G.

17 maggio 2009 0

Malata di linfoma, il figlio le dona la speranza

Di redazione

Il fratello le aveva detto no al trapianto di tessuti negandole la speranza di guarire da un linfoma. Una speranza che però che le è stata concessa dal figlio che vive in un’altra città. La storia della 50enne di Sant’Elia Fiumerapido ha toccato le coscienze di molti che hanno lasciato messaggi di solidarietà tra i commenti. Proprio attraverso i commenti è arrivata la bella notizia secondo la quale il figlio 30enne della donna sarebbe compatibile con la madre in una percentuale che rende possibile il trapianto. L’epilogo dlla vicenda è raccontata, ancora una volta, nella rubrica “MeLaRaccontiLaTuaStoria?” sulla home page del sito www.ilpuntoamezzogiorno.it

17 maggio 2009 0

Malata di linfoma, il figlio le dona la speranza

Di redazione

Una vicenda quella della donna di Sant’Elia Fiumerapido colpita da linfoma e, alla quale il fratello ha negato il trapianto, che non ha tardato a coprirsi di veleni. Lei, 50 anni, madre di due figli, nonostante la grave malattia e la delusione, è stata anche duramente criticata. Una storia il cui dramma è stato vissuto da vicino da in sito www.ilpuntoamezzogiorno.it , che ha raccolto per primo lo sfogo disperato della donna ma che adesso ha il piacere di raccontare il seguito, che speriamo sia definitivo e che dia buon esito. Da accertamenti fatti, il figlio della donna è risultato compatibile al 60 percento per cui il trapianto di cellule è possibile. Lui non si è sottratto alla responsabilità di dare alla madre una possibilità i salvezza e lo ha comunicato commentando l’articolo direttamente dal sito lasciando questo messaggio indirizzandolo ai tanti che hanno criticato la madre: “Ciao io sono Daniele e volevo dire di lasciare in pace mia madre e la mia famiglia visto che ho saputo che il risultato dei test di compatibilità, confermato dal dottore, che sono compatibile con mia madre quindi dico a chi non ha voluto dare una mano di lasciarci in pace e che quello che SERVE A MIA MADRE C’E’ LO POSSO DARE IO”. Poi ha chiuso con “Mamma ora ci penso io a salvarti. Ti voglio bene. Daniele”. L’uomo, vive lontano da Sant’Elia quindi, la madre non sapeva del commento su il sito se non quando qualcuno glielo ha letto e, a sua volta ha commentato: “Ciao, Daniele, appena alzata stamattina papà mi ha fatto una bella sorpresa, mi a letto il tuo commento scritto su ilpuntoamezzogiorno. Sono rimasta stupefatta, anche se io non volevo far sapere a nessuno che da un paio di giorni sappiamo della tua compatibilità e sono contenta che tu hai anche scritto che nn venga pubblicato sui giornali locali! Io lo so che tu sei un figlio molto riservato e non ami polemiche! Ringrazio Dio che mi ha dato un marito, 2 bellissimi figli e i miei 4 nipoti che mi danno la forza di sopravvivere e una gioia immensa. A mia nuora e mio genero voi x me siete figli e vi voglio un bene immenso anche se forse non so esprimerlo e approfitto anche x ringraziare la famiglia di mio marito che si stanno prestando x tutto ma un particolare ad amici quelli sono i veri che mi portano sempre a Roma in terapia e quando mi sento male sono i primi a partire, come l’altro giorno quando mi sono sentita male e mia figli a chiamato il 118 si sono precipitati a casa mia tutto il condominio dove abito, a loro, agli AMICI!!!!!GRAZIE GRAZIE di cuore!!!!! Grazie anche a tutti quelli che hanno lasciato il loro commento di solidarietà. Con il frutto del mio amore e con la mia famiglia (marito, figli, nuora, genero e i mie 4 nipoti ed amici) oggi posso dire sono felice e posso esserlo grazie a MIO FIGLIO, SANGUE DEL MIO SANGUE, che mi ridona la vita.

17 maggio 2009 0

Vicenza Frosinone 0-1, ciociari ad un passo dalla salvezza

Di redazione

Tre punti indispensabili per la conquista della salvezza, sono stati conquistati ieri dal Frosinone che ha espugnato il campo del Vicenza. Un Frosinone più determinato ha avuto la meglio su un Vicenza, quasi matematicamente al sicuro e con problemi di tenuta fisica per via, probabilmente del posticipo con il Treviso hanno fatto la differenza ed hanno caratterizzato la gara. Seppure i ciociari hanno iniziato con maggior impeto, i lombardi hanno sfiorato per primi il gol al 20esimo del primo tempo con un’incursione di Sprigna nell’area avversaria ma che mette fuori. Poco dopo ancora una palla ghiotta per i vicentini, ma anche questa va sprecata. Al 23esimo si affacciano anche i frusinati davanti lo specchio avversario ma senza successo. Successo invece che viene colto al 29esimo dal solito Eder che, su calcio di punizione sorprende tutti ed in particolare il portiere avversario. Un uno a zero che potrebbe diventare due a zero ad opera dello stesso brasiliano che, sotto porta spreca clamorosamente. Rialza la testa il Vicenza ma colpisce il palo al 35esimo. Il secondo tempo sembra spegnersi il gioco e il Frosinone ottiene il massimo risultato con il minimo sforzo.