Lotta ai pirati del libro, centinaia i volumi sequestrati

4 giugno 2009 0 Di redazione

Lotta alla pirateria dei libri di testo. I Finanzieri di Caserta hanno sottoposto a sequestro circa 200 volumi. Il Nucleo di Polizia Tributaria di Caserta, in collaborazione con la Società Italiana degli Autori ed Editori della Sede Interregionale di Napoli e del Servizio Antipirateria della Direzione Generale di Roma hanno svolto una mirata azione di contrasto alla dilagante diffusione del fenomeno della riproduzione illecita di testi, finalizzata al loro commercio, a basso costo, in danno di case editrici e di librerie. I volumi sequestrati hann un valore commerciale oscillante tra gli 80 e i 150 euro e vendute a circa 18/35 euro, a seconda della materia (diritto, economia aziendale,…). L’attività di servizio è stata condotta, congiuntamente ai funzionari della S.I.A.E. che hanno qualificato e reso ancor più incisivi gli interventi nei confronti di librerie ubicate nella zona di Santa Maria Capua Vetere e specializzate nella rivendita di testi universitari. Le Fiamme Gialle hanno avviato una specifica attività di indagine, concretizzatasi anche attraverso appostamenti, che hanno permesso di rinvenire un ingente quantitativo di testi integralmente fotocopiati e pronti per la distribuzione, che erano occultati in locali adiacenti al banco di vendita di tre librerie. I rappresentanti legali delle stesse sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria, in quanto resisi responsabili della violazione alle norme in tema di diritto d’autore di cui alla legge n. 633/1941. L’illecita riproduzione e vendita di pubblicazioni scientifiche e di libri in genere, concretizza non solo l’evasione fiscale per la mancata contabilizzazione dei proventi che ne derivano, ma soprattutto l’espressione di un fenomeno distorsivo del corretto andamento dell’economia di settore.