Pignataro, protesta lavoratori LMT

17 giugno 2009 0 Di redazionecassino

Senza salario da novembre   hanno occupato pacificamente l’aula consiliare del comune di Pignataro per protestare  contro i ritardi nel pagamento della cassa integrazione. Sono i 56 ex dipendenti  della LMT di Pignataro rimasti senza lavoro per la chiusura della fabbrica che produceva cassoni per camion. I  lavoratori hanno tenuto un sit-in davanti al palazzo comunale per poi entrare nell’aula consiliare dove sono intervenuti il sindaco Benedetto Evangelista  e l’assessore provinciale Simone Costanzo  il quale dopo essersi consultato  con l’assessore regionale Tibaldi ha assicurato che la regione Lazio ha approvato la cig che dovrà essere erogata dall’Inps entro luglio.

lmt in liquidazione

Presenti i sindacalisti Donato Gatti della Fiom e Luigi Risi della Fismic i lavoratori si sono dichiarati scettici sui tempi e perciò per sollecitare il pagamento in tempi rapidi nei prossimi giorni inizieranno il presidio della fabbrica. La cassa integrazione in deroga è stata concessa da gennaio ad agosto ma dopo i 56 operai rimarranno senza salario.