Tenta di investire i carabinieri per difendere un carico di 87 chili di droga

4 giugno 2009 0 Di redazione

Un carico da 87 chili di marijuana è stato individuato e sequestrato, nel corso della scorsa notte, dai carabinieri di Frosinone. Il grosso quantitativo di droga era stipato nell’auto di Gianfranco Adobi, 50enne di San Donato Val di Comino, che per difenderli, ha tentato di investire i carabinieri in via Montilepini a Frosinone, dove stavano effettuando un posto di controllo. I militari, nonostante le lesioni riportate, si sono posti immediatamente al suo inseguimento e lo hanno raggiunto. A quel punto il 50enne ha effettuato un ulteriore disperato tentativo di fuga speronando l’auto di servizio dei militari, che, però, non si facevano trovare impreparati ed armi in pugno, sono riusciti ad immobilizzarlo. All’interno della vettura, è stato rinvenuto un ingente quantitativo di stupefacente nonché un’arma clandestina munita di silenziatore, carica e perfettamente funzionante. Lo stupefacente, del tipo “marijuana”, contenuto in 5 grossi involucri, abilmente confezionati e protetti per resistere anche ad eventuali intemperie, ammontava a complessivi 87 chili ed una volta immesso sul mercato, avrebbe fruttato circa 200.000 euro. Le indagini sono ancora in corso al fine di accertare sia la provenienza dell’arma clandestina che dello stupefacente. L’arrestato, accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, porto abusivo d’arma da fuoco e violenza a Pubblico Ufficiale, ad espletate formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Frosinone.