Sanità, la consulta dei sindaci mobilitata per chiedere il potenziamento

12 agosto 2009 0 Di redazione

Giornata fortemente impegnata sul fronte dell’emergenza sanitaria nel Cassinate, quella che ha visto il sindaco Bruno Vincenzo Scittarelli incontrare dapprima i colleghi sindaci facenti parte del Direttivo della Consulta del Lazio Meridionale e, subito dopo, i rappresentanti sindacali del settore sanità per la vertenza della Casa di Cura San Raffaele, rappresentata dal dottor Antonio Vallone.
Alla riunione del Direttivo hanno partecipato direttamente, o per delega, i sindaci di Acquafondata (Antonio Di Meo), Esperia (Giuseppe Moretti), Pignataro Interamna (Benedetto Evangelista) e S. Andrea del Garigliano (Giovanni Rossi).
Dopo aver analizzato gli indirizzi del Piano della nuova riorganizzazione della rete ospedaliera regionale e le sue ricadute sul territorio, è emersa la volontà unanime di difendere con forza la permanenza ed il potenziamento dell’offerta sanitaria nel cassinate, per cui è stato concordato di procedere ad altri passaggi di approfondimento al fine di procedere alla redazione di un emendamento al Piano, unitario e condiviso dall’intero Distretto D, da presentare alla riunione provinciale dl 4 settembre.
“Auspico che il buon senso e l’interesse generale – ha commentato Scittarelli – prevalgano sulle aspettative particolari per superare questa crisi sanitaria ed avviare nel nostro territorio una nuova stagione di offerta sanitaria più efficiente e funzionale alle aspettative dei cittadini”.
Subito dopo, il sindaco Scittarelli ha coordinato l’incontro tra Sindacati ed Azienda per la salvaguardia dei livelli occupazionali della clinica San Raffaele di Cassino messi in discussione dalle 36 lettere di licenziamento già inoltrate.
Dopo l’espressione dei pareri delle parti in causa i Sindacati hanno chiesto all’Azienda il ritiro delle lettere di licenziamento; da parte sua il dottor Vallone ha manifestato un’apertura dell’Azienda con una proposta che sarà formalizzata a Sindacati e lavoratori.
Nel frattempo il tavolo di concertazione voluto dal sindaco Scittarelli resta aperto per ulteriori incontri nei prossimi giorni.
“Spero che l’incontro odierno – ha concluso Scittarelli – sia servito a gettare le basi per una positiva conclusione della vertenza dei lavoratori del San Raffaele e la creazione di un fronte compatto a salvaguardia dei servizi sanitari territoriali”.