Si dicono in perdita ma comprano Ferrari, scoperta evasione da 5 milioni

30 settembre 2009 0 Di redazione

sembrava una società immobiliare in pessima salute economica, invece comprava, oper il proprio parco auto, auto di grossa cilindrata tra cui anche una Ferrari. questo aspetto ha incuriosito i finanzieri di frosinone che hanno dato inizio alle indagini scoprendo che la società in questione non aveva dichiarato un fatturato di oltre 5 milioni di euro e, quindi, aveva evaso dall’Iva circa un milione di euro. La società in questione ha sede ad Alatri (Fr) e l’amministratrice è una rumena di 30 anni e risultava aver presentato dichiarazioni dei redditi irrisorie. Sulla base degli elementi acquisiti i finanzieri al comando del colonnello Giancostabile Salato, hanno svolto ulteriori accertamenti contabili dai quali è risultato che la società negli anni sottoposi al controllo fiscale, seppure in perdita, movimentava ingenti quantità di denaro, che venivano immesse sui conti societari da una società estera con sede in un paradiso fiscale. L’attività ispettiva intrapresa, ha consentito quindi di riportare alla luce, 5 milioni di euro di ricavi non dichiarati, ed un 1 milione di euro di IVA evasa. Una ingente quantità di denaro, occultata al fisco ed utilizzata dalla titolare dell’impresa di ostentare uno stile di vita sproporzionato rispetto alle effettive capacità economiche. Le ulteriori indagini dei finanzieri della Tenenza di Fiuggi hanno permesso di segnalare quindi, la società e gli amministratori che si sono succeduti nel tempo all’A.G. competente, per le violazioni relative all’ingente evasione perpetrata in materia fiscale.