Tag: scoperta

21 Ottobre 2019 1

L’Italia alla scoperta della Geoscienza, a Villa Santa Lucia all’insegna della lentezza sui passi di San Benedetto

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

VILLA SANTA LUCIA – Una società più informata è una società più coinvolta a Sant’Angelo in Fortunula. “Acqua, calcare e territorio. Per Fortuna c’è la lentezza” è stato il geovento organizzato a Villa Santa Lucia, Frosinone, dall’Azienda Agricola Vacca nel complesso architettonico del santuario repubblicano della dea Fortuna che ha portato alla presenza di numerosi appassionati e cittadini in un contesto naturalistico e archeologico di prestigio.

La giornata si è svolta all’insegna della lentezza e del cammino consapevole lungo il Cammino di San Benedetto ed ha avuto il supporto tecnico e scientifico della Cooperativa Domenica Beni Culturali che da anni sta mappando e studiando l’articolato patrimonio archeologico del sito.

“La presenza necessaria della Cooperativa Domenica Beni Culturali in tale attività– dicono Antonio Leopardi e Dante Sacco che rappresentano tale società – mira alla progettazione di una attenta azione di recupero e studio al fine di permettere una completa fruibilità del sito. La passeggiata, lenta e consapevole, tra i luoghi della romanità porta i presenti a sfogliare come un libro questa porzione di territorio che vede come elemento fondamentale il calcare da almeno cento milioni di anni”.

Di fatti l’escursione di conoscenza ha permesso di comprendere appieno il rapporto mutualistico tra il calcare naturale ed il calcare delle murature in opera incerta che erano a servizio del primigenio santuario romano.

“ Inoltre – continuano a dire i rappresentanti della Cooperativa Domenica Beni Culturali, l’elemento del calcare è rimasto e persiste nelle murature del monastero di San’Angelo de Fortunula che almeno dal XII secolo ha occupato le antiche fabbriche del tempio ed anche nei terrazzamenti a secco delle porzioni di terreno già in antico destinate all’agricoltura”.

La giornata ha avuto anche il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali e del Turismo, ente rappresentato dalla presenza del Dott. Carlo Molle della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio alla quale attiene la tutela del sito e che ha riconfermato la collaborazione dell’Ente con la Famiglia Vacca per la messa in opera di progetti di tutela e recupero del sito. L’impegno del signor Vincenzo Vacca, proprietario del sito e geloso custode dei resti archeologici, ha consentito dagli anni novanta del secolo scorso la completa pulizia dell’area dalla vegetazione consentendone la opportuna conoscenza e consentito la libera fruibilità in questa giornata di caratura nazionale.

Gli ospiti hanno inoltre potuto assistere alla installazione del campo militare medioevale ad opera degli Artieri del progetto “la Storia in Campo” che rientra nelle attività dell’Itis E. Majorana di Cassino. Non è mancata la preziosa ospitalità gastronomica, offerta dalla famiglia Vacca, che quest’anno nel nome del “Plastic Free” ha provveduto ad offrire acqua in lattine di alluminio e assaggi di prodotti a chilometro zero in piatti compostabili.

7 Agosto 2019 0

Cervaro, scoperta e sequestrata dai carabinieri una discarica abusiva su terreno comunale

Di felice pensabene

CERVARO – Non conosce sosta il malcostume di depositare rifiuti in modo incontrollato e a cielo aperto. Ieri a Cervaro, i militari della locale Stazione, nel corso di un servizio teso alla tutela ambientale, rinvenivano in un fossato adiacente al parco Vallicelle, su un terreno comunale, una discarica abusiva di rifiuti speciali consistenti in materiale plastico e ferroso (vecchi pneumatici, carcasse di elettrodomestici e rifiuti di vario genere).

L’area interessata di circa 20 mq è stata circoscritta e sottoposta a sequestro nonché segnalata al Comune di Cervaro per la relativa bonifica.

Sono in corso indagini per addivenire all’identificazione degli autori dell’abbandono dei rifiuti. 

17 Maggio 2019 0

“A Spasso Col Pastore”: camminare lentamente alla scoperta dei Monti Aurunci

Di felice pensabene

ESPERIA – Appuntamento domenica 19 maggio ad Esperia con “A Spasso col Pastore”, prima edizione dell’evento tra natura e sapori organizzato dall’ente Parco Naturale dei Monti Aurunci.

L’evento vuole essere occasione per celebrare non solo lo splendido scenario del Parco dei Monti Aurunci ma anche chi il territorio lo vive quotidianamente e, con il suo lavoro, contribuisce a mantenere in vita tradizioni millenarie.

I pastori, veri custodi del patrimonio ricco di biodiversità dei monti del basso Lazio. Protagonisti della conservazione di antiche razze di animali domestici e non, contribuiscono, col loro lavoro, all’ equilibrio di un ecosistema costantemente minacciato da stress climatico ed urbanizzazione.

Ma i pastori non sono solo questo… scrigni di saperi, sapori, antiche ricette e percorsi, sono una risorsa da valorizzare per un turismo lento ed esperienziale rispettoso dell’ambiente il cui successo non fa che aumentare nel corso degli anni.

Ed è proprio da questa convinzione che nasce l’evento “A Spasso col Pastore”: un’esperienza che ha il sapore della vita semplice, così come quella che scorre tra le montagne. I partecipanti, lontani dal traffico e frenesia della città, conosceranno un’autentica famiglia di pastori che li farà immergere nel loro piccolo mondo antico.

Un evento dedicato non solo alla pastorizia, ed al ruolo che essa svolge nella protezione dell’ambiente, ma soprattutto alla promozione dello splendido scenario del verde Parco dei Monti Aurunci e alle sue innumerevoli risorse di folklore e prodotti enogastronomici.

L’evento rientra in un progetto più ampio di promozione territoriale portato avanti dal Parco dei Monti Aurunci sotto il nome de “Il Parco di tutti”. La manifestazione, nata dalla volontà dell’Ente di informare la comunità locale e di turisti sulle innumerevoli attrazioni ed attività da poter svolgere nell’area, è stata recentemente vincitrice di un bando della Regione Lazio perché riconosciuta idonea a celebrare il turismo e il folklore regionale. Un’esperienza che ha il sapore della vita semplice, così come quella che scorre tra le montagne. Immersi in un territorio dalla lunga tradizione montanara, lontani dal traffico e frenesia della città. Venite a conoscere la famiglia di pastori e immergetevi nel loro piccolo mondo antico. È consigliato un Trekking leggero nel Parco dei Monti Aurunci alla scoperta di una tradizione millenaria. Obbligatoria la prenotazione indicando nome e cognome al seguente numero: 392 775 2432 (sms o whatsapp) o inviando una mail a info@kelleterre.com

Programma

➛ ore 9.30 Ritrovo in Viale Vittorio Veneto, Esperia (FR) e trasferimento presso Azienda Agricola immersa nel verde Parco dei Monti Aurunci

➛ a seguire Conosceremo la famiglia di pastori e i loro animali, Passeggeremo tra le suggestive vallate del Parco, Degusteremo prodotti tipici locali a km0. La partecipazione è totalmente gratuita!

Evento adatto ai bambini. Si consigliano:

➛ abbigliamento e scarpe comode

➛ una borraccia con acqua per la passeggiata

26 Luglio 2018 0

Alla scoperta (di ciò che si sa) della Materia ed Energia Oscura nell’Universo

Di Ermanno Amedei

FRASCATI – Universo Oscuro, Odissea nello Spazio (sconosciuto) è il tema dell’incontro che si svolgerà domani a Frascati come anticipazione della Notte Europea dei Ricercatori 2018 organizzata da Frascati Scienza.

“Rappresentano il 96% del nostro Universo ma sono invisibili agli occhi (e a ogni più sofisticato strumento): sono la materia e l’energia oscura, il più grande enigma della cosmologia moderna”.

Lo si legge in una nota degli organizzatori dell’evento.

“A raccontare gli affascinanti misteri di questo Universo oscuro sarà Giovanni Mazzitelli, primo ricercatore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, in occasione di uno degli incontri di avvicinamento della Notte Europea dei Ricercatori organizzata da Frascati Scienza, il grande evento che il 28 settembre 2018 porterà la scienza nelle strade di decine di città in tutta Italia, tra cittadini, giovani e studenti. L’appuntamento è per il 27 luglio alle 19.30 presso il Cortile delle Scuderie Aldobrandini, nell’ambito della rassegna Estate Tuscolana organizzata dal Comune di Frascati (Roma).

‘Noi fisici delle particelle elementari  ha spiegato Mazzitelli  abbiamo trovato un modo per rappresentare appena il 4% dell’universo che ci circonda. Il rimanente 96% è ancora sconosciuto e lo chiamiamo energia e materia oscura. Durante l’incontro cercheremo di capire perché questo 96% non si vede e perché siamo convinti ci sia qualche cosa che non sappiamo vedere’.

Questo grande Universo oscuro – Odissea nello spazio (sconosciuto) è il titolo dell’evento che si inserisce nel calendario di incontri che anticipano la tredicesima edizione della Notte Europea dei Ricercatori coordinata da Frascati Scienza il cui tema per il 2018 e 2019 sarà BE a citizEn Scientist, abbreviato in BEES. Un acronimo che prende spunto proprio dalle api e dalla loro organizzazione (dove il contributo fornito da ogni componente è importante per il benessere della collettività) e che vuole sottolineare le incredibili possibilità che la scienza può concretizzare attraverso la collaborazione tra ricercatori e cittadini, fautori di scoperte scientifiche di cui tutti possono godere e sentirsi reali protagonisti, in un processo di condivisione di un bene comune, qual è la ricerca. Per questo, i cittadini, in particolare i più giovani e gli studenti, verranno coinvolti nella raccolta e nell’utilizzo dei dati scientifici, acquisendo nuove conoscenze in diversi ambiti e discipline.

Come da tradizione, saranno numerose le iniziative di avvicinamento alla Notte Europea dei Ricercatori organizzata da Frascati Scienza, a partire dall’appuntamento del 27 luglio sui temi dell’Universo oscuro, e che proseguiranno anche a settembre. Il clou è in programma dal 22 al 29 settembre con la Settimana della Scienza, dedicata ad adulti e bambini con esperimenti hands-on, incontri con i ricercatori, conferenze a tema, presentazioni di libri, quiz, aperitivi scientifici e molto altro ancora. Un modo per avvicinarsi e conoscere il mondo della ricerca e i ricercatori, persone ordinarie con un lavoro straordinario.

Il culmine sarà venerdì 28 settembre con la Notte Europea dei Ricercatori 2018, dedicata a Marie Curie (Marie Sklodowska-Curie Actions Night – #MSCAnight), che porterà la scienza e gli scienziati nelle piazze di ben 27 paesi europei con l’obiettivo di mostrare al pubblico l’importanza della ricerca scientifica e ispirare una nuova generazione di ricercatori.

Frascati Scienza, oltre a coordinare tutte le attività dell’area Tuscolana, zona della Regione Lazio che presenta molte delle infrastrutture di ricerca più importanti d’Italia e d’Europa, sarà presente con la Notte Europea dei Ricercatori in contemporanea in moltissime città da nord a sud della Penisola, isole comprese.

Il progetto della Notte Europea dei Ricercatori coordinato da Frascati Scienza, #BEES, è realizzato con il supporto della Regione Lazio, del Comune di Frascati e dell’Ente Parco Regionale Appia Antica. Come in ogni edizione, saranno coinvolti moltissimi partner tra enti istituzionali, associazioni e aziende. Sono già circa 60 le partnership attive: Comune di ARICCIA-Ufficio Statistica, Consortium GARR, ESA-ESRIN, Istituto Centrale per i Beni Sonori ed Audiovisivi (ICBSA), Istituto Dermatologico San Gallicano (ISG) e Istituto Nazionale Tumori Regina Elena (IRE), Istituto Superiore di Sanità, Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani, Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Parco Archeologico di Pompei-Laboratorio di ricerche applicate, Centro Studi sull’Intelligence, Scienze Strategiche e della Sicurezza (U.N.I.), RES (REte di Scuole)-Castelli Romani, SAPIENZA Università di Roma-Dipartimento di Management, Sissa Medialab-Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati-Trieste, UNITELMA SAPIENZA, Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Università degli Studi di Sassari e Dipartimento Architettura Design e Urbanistica, Università LUMSA, Università degli Studi di Roma TOR VERGATA-Centro di Studi Giuridici Latinoamericani (CSGLA)-Dipartimento di Biologia e Dipartimento di Storia, Patrimonio culturale, Formazione e Società, UNIVERSITÀ ROMA TRE-Dipartimenti di Scienze, Matematica e Fisica, Ingegneria, Accatagliato, ARTE e SCIENZA, Associazione AGET, Associazione italiana degli Infermieri di Camera Operatoria-AICO Italia, ASTRONOMITALY, B:kind | Science & Co., Fondazione E. Amaldi, Fondazione GAL HASSIN, Fondazione Universitaria INUIT-Tor Vergata, G.Eco, GEA S.C.a r.l., IL REFUSO-Giornalisti Nell’Erba, INSPIRE, K-production A.S.D., L.U.D.I.S., Matita Entertainment, MindSharing.tech APS, MULTIVERSI, Museo dei Bambini di Roma-EXPLORA, Gruppo Astrofili Monti Lepini, PARIMPARI ONLUS, SCIENZA DIVERTENTE-Roma e Verona, Scienzimpresa, Speakscience, Tecnoscienza.it, TOSCIENCE, Unione Astrofili Italiani, Algares, Algaria srl, FVA New Media Research, Moveo Walks Inc., Sotacarbo-Società Tecnologie Avanzate Low Carbon SpA, Osservatorio Malattie Rare, PRO LOCO di Frascati, Novamont S.p.A., Università Campus Biomedico, AISTAP”.

4 Luglio 2018 0

Anagni, scoperta dai carabinieri una discarica abusiva di rifiuti urbani e pericolosi

Di felice pensabene

ANAGNI –  I militari della locale Stazione, nell’ambito di mirati servizi coordinati tesi al controllo del territorio e contrasto alle violazioni sulle norme a tutela dell’ ambiente, individuavano in stato di abbandono di rifiuti su area demaniale.

Si tratta di un’area per complessivi mq.50 rifiuti solidi urbani, speciali e pericolosi.

Nella circostanza i militari dell’Arma delimitavano la superficie attivando immediatamente le procedure previste dalla normativa vigente a carico della competente Amministrazione comunale per la bonifica del sito.

foto repertorio

29 Maggio 2018 0

Stampavano banconote da 20 euro false, scoperta a Minturno stamperia clandestina

Di Ermanno Amedei

MINTURNO – Gli agenti del Commissariato di Formia, a seguito di una perquisizione presso l’abitazione di F. N. 31 anni di Minturno, ha rinvenuto in un garage una stamperia clandestina di banconote false, all’interno dello stesso sono state trovate numerose banconote contraffatte del taglio di 20 euro, nonché documenti vari, contratti per finanziamenti, carte di credito prepagate e postepay di vario tipo, nonchè materiale informatico necessario per effettuare e completare la contraffazione.

Nella circostanza sono state sequestrate numerose apparecchiature informatiche tra cui stampanti di tipo INK JET e LASER professionali, stampanti fotografiche alta risoluzione, Personal Computer portatili, apparecchiature utilizzate per l’attività di falsificazione.

Su disposizione del P.M. di turno presso la Procura della Repubblica c/o Tribunale di Cassino l’uomo, noto alle forze dell’ordine per alcuni reati contro il patrimonio, è stato arrestato e sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

 

21 Aprile 2018 0

Truffa da 15 milioni di euro scoperta dalla Gdf di Velletri, undici denunciati

Di Ermanno Amedei

VELLETRI – Undici persone sono stati denunciati dalla Guardia di Finanza che, nel corso dell’indagine denominata “white paper”, hanno scoperto una frode fiscale nel settore degli elettrodomestici e hi-tech di oltre 15 milioni di euro, perpetrata su tutto il territorio Nazionale ma con base nei “Castelli Romani”.

Le indagini, eseguite anche con intercettazioni telefoniche e durate circa un anno, sono state avviate inizialmente per fare luce su un giro di truffe da parte di alcune persone che acquistavano merci, fittiziamente destinate a società residenti all’estero, pagandole con assegni falsi o rubati per poi cederle “in nero” ad altri imprenditori nazionali compiacenti: numerosi i fornitori vittime dell’organizzazione, i cui crediti per importi considerevoli non venivano mai saldati.

Tale modus operandi era agevolato dalla costituzione di una ramificata rete di società “fantasma” fra cui molte solo formalmente allocate in Paesi dell’Est europeo – cui venivano preposte “teste di legno”, tutti pluripregiudicati – in realtà riconducibili ai dominus del sodalizio.

Gli accertamenti delle Fiamme Gialle della Compagnia di Velletri sono culminati nell’operazione ribattezzata “White Paper” che, con la collaborazione della Polizia di Stato del Commissariato di Ottana (Nuoro), ha visto l’esecuzione di diverse perquisizioni locali anche in altre province italiane, con il rinvenimento di documentazione contabile ed extra contabile utile alla ricostruzione dei fatti, oltre ad assegni rubati e documenti falsi, due divise dei Vigili del fuoco, armi illegalmente detenute con vario munizionamento, chiavette USB, token per la movimentazione di capitali all’estero e alcuni personal computer.

Complessivamente sono 11 – tra amministratori di diritto e di fatto avvicendatisi nel tempo alla guida delle varie società – le persone denunciate all’Autorità Giudiziaria di Velletri 11 persone per i reati di frode fiscale, riciclaggio e bancarotta fraudolenta.

Inoltre, per alcune società coinvolte nella frode, la Procura della Repubblica di Velletri ha avanzato istanza di fallimento per l’elevata esposizione debitoria nei confronti del Fisco.

 

24 Marzo 2018 0

Azienda (dello spaccio) di famiglia a Cassino, scoperta coppia di pusher e loro aiutanti. Caccia ai clienti

Di Ermanno Amedei

CASSINO – Ancora arresti per droga a Cassino. A finire in manette su ordine di custodia cautelare in carcere sono stati M.A., 24 enne di Cassino, mentre ad essere sottoposta al regime degli arresti domiciliari è la moglie D.R.A., di anni 22. La coppia, nonostante di giovanissimi, già vantano vari pregiudizi penali per analoghi reati.

Nel corso dei vari servizi effettuati i Carabinieri hanno proceduto al controllo di numerosissimi giovani, ed a volte anche persone mature, che si recavano all’interno dell’abitazione degli arrestati per l’acquisto dello stupefacente. Le persone intercettate dai Carabinieri venivano sottoposte a perquisizioni personali con cui si rinvenivano piccole dosi di droga che servivano per i il loro fabbisogno personale. Nel corso delle indagini sono state segnalate alla Prefettura di Frosinone, ai sensi dell’art. 75 del DPR 309/1990, sei tossicodipendenti e sottoposto a sequestro di due grammi di eroina e grammi di 0,355 di cocaina.

Nella tarda mattinata di ieri i Carabinieri di Cassino comandati dal maggiore Ivan Mastromanno sono arrivati presso l’abitazione dei due giovani per eseguire la misura cautelare nonché effettuare una perquisizione domiciliare al fine di rinvenire ulteriori elementi probatori delle attività illecite poste in essere dai due.

L’atto di polizia giudiziaria ha consentito di rinvenire, all’interno di un borsellino da donna, la somma contante di 1.445 euro in banconote di piccolo taglio, ritenuta provento delle attività illecite per cui provvedevano a sottoporla sequestro.

Mentre i Carabinieri stavano ultimando le operazioni di perquisizione presso l’abitazione dei suddetti coniugi, hanno individuato anche altri due spacciatori di droga ovvero tale  L.M. 42enne di San Giorgio a Liri, già censito, che è stato arrestato in flagranza di reato mentre R.L., 36enne da Sant’Ambrogio sul Garigliano, celibe, già censito, è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Cassino.

I due, ignari di quanto stava accadendo, sono giunti a bordo di un’autovettura sotto il palazzo di residenza dei due spacciatori proprio quando i Carabinieri scandagliavano i locali alla ricerca di droga. Il loro fare sospetto, subito ha attirato l’attenzione degli inquirenti i quali, appena uno di loro ha lasciato l’auto per salire proprio nell’appartamento in questione, è stato fermato, identificato e sottoposto a perquisizione al termine della quale i militari operanti hanno rinvenuto vari ovuli per un totale di 13,234 grammi di sostanza stupefacente del tipo eroina, nonché la somma contante di 285 euro ritenuta provento dello spaccio. Nel frangente, anche R.L., autista dell’autovettura, è stato fermato, perquisito e quale correo, è stato denunciato.

L.M. e D.R.A., al termine dell’operazione di polizia, sono stati tradotti presso le rispettive abitazioni di Cassino e San Giorgio a Liri, in regime di arresti domiciliari mentre il M.A. è stato associato presso la Casa Circondariale di Cassino, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

7 Ottobre 2017 0

Scoperta fabbrica del falso a Castel Volturno: “Chanel”, “Fendi” e “Louis Vuitton” i marchi più copiati

Di felice pensabene

Dopo vari appostamenti nei giorni precedenti, i militari della Compagnia di Mondragone sono riusciti ad individuare un laboratorio completamente abusivo ubicato nel Comune di Castel Volturno (CE), in cui erano allestite e operanti ben 4 postazioni di lavoro per la realizzazione di prodotti riportanti il marchio contraffatto di rinomate griffe.

Una fabbrica del falso a conduzione familiare, realizzata sfruttando un garage di circa 80 mq. nel quale venivano prodotte e confezionate in particolare borse e valigie, destinate al commercio ambulante illegale.

   

Al termine delle attività investigative, le Fiamme Gialle hanno sottoposto a sequestro l’intero laboratorio e gli strumenti utilizzati per la fabbricazione, fra cui quattro cucitrici, quattro banchi di lavorazione da taglio, una levigatrice per l’affinatura del tessuto, una bordatrice, dodici Trolley e ventitré borse finite già pronte per essere immesse sul mercato, otto bobine riportanti i marchi contraffatti “Fendi” e “Louis Vuitton”, nonché numerosi ritagli di tessuto e circa 2.000 accessori per la rifinitura e confezionamento dei prodotti, anche di altri brand tra cui “Chanel”. Il materiale rinvenuto avrebbe consentito la produzione di centinaia di borse ed accessori da viaggio, prodotti che una volta immessi sul mercato illegale avrebbero potuto fruttare introiti di decine di migliaia di euro

I tre soggetti, appartenenti alla stessa famiglia, responsabili dell’attività illecita, sorpresi dai finanzieri a lavoro, sono stati deferiti alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere e devono ora rispondere dei reati di ricettazione, contraffazione e vendita di prodotti con segni mendaci.

L’operazione odierna testimonia l’impegno delle Fiamme Gialle nel contrastare non solo la vendita al dettaglio di prodotti con marchi contraffatti, ma anche la produzione ed i canali di distribuzione sul territorio di tale merce illecita.

Giulia Guerra

22 Settembre 2017 0

Frosinone: casalinga nascondeva hashish nell’aspirapolvere, scoperta da cane poliziotto

Di felice pensabene

All’apparenza una casalinga, in realtà un’acuta e ingegnosa spacciatrice che aveva deciso di nascondere la merce del suo illecito mercato nei propri elettrodomestici.

A sorprenderla niente meno che il fiuto di Yago, unità cinofila antidroga della Questura di Roma. Il cane poliziotto ha di fatto guidato gli agenti nell’ispezione dell’abitazione della donna, 36enne residente nella parte bassa del capoluogo, permettendo di rinvenire oltre 22 grammi di cocaina nascosta nel congelatore.

Nel bottino del sequestro anche un bilancino elettronico e 930 euro in banconote di vario taglio.

Nelle vicinanze, Yago ha poi individuato un altro “market” della droga, concepito in maniera simile nell’appartamento di un’altra donna, una 33enne.

La falsa casalinga aveva occultato nella propria aspirapolvere ben 89 dosi di hashish, per un quantitativo di 164, 54 grammi.

Per entrambe sono scattati gli arresti, mentre per i poliziotti i controlli sono proseguiti sino alla Villa Comunale della città.

Nel parco era presente un 21enne che deteneva 8 grammi di ha hashish, segnalato al Prefetto, e una giovane, preveniente dalla capitale, che dovrà rispondere anche di furto in danno di un esercizio commerciale frusinate.

I singolari ritrovamenti, per quanto ironici possano sembrare, mostrano quanta determinazione spinga gli spacciatori a perseguire i propri traffici. Le tecniche di spaccio si fanno via via più sottili ed elaborate, mentre anche le categorie più impensabili – quali appunto l’ambiente domestico – vengono inglobate nella capillare diffusione della droga, fra le prime conseguenze della fame di denaro che stringe gli stomaci.

Giulia Guerra