Regionali 2010, La Destra di Frosinone apre all’Ugl

28 dicembre 2009 0 Di redazione

Così come già ricordato dall’assessore Abbate, uno dei pochi che sta lavorando instancabilmente per la crescita culturale della provincia frusinate, noi saremo al fianco della Polverini.
Dopo il periodo di “TRANS-IZIONE“, della giunta Marrazzo-male, dove si è vista la peggiore guida regionale di sempre,e dove ogni avversario veniva combattuto con le armi della spregiudicatezza e della calunnia, finalmente ci apprestiamo a riconquistare la regione.
E’ d’obbligo dare una vera e propria sterzata al modo di fare politica in sede regionale. Non a caso la Dott.ssa Polverini è una donna, forte, motivata che viene dal lavoro e non dalle solite esperienze partitocratiche. Una guida politica che conosce la realtà del quotidiano e che sa dare con poche parole risposte concrete.
Il programma elettorale sarà di pochi punti perché si vuole cercare di fare bene la dove occorre realmente: sanità, trasporti e servizi alla persona, questi gli elementi cardini della battaglia regionale del Centro-destra.
La Destra ci sarà con la lista e con il suo simbolo evidente e distinto al fianco di quello delle altre liste di centro destra che sostengono la presidente. I candidati saranno rappresentativi del territorio provinciale senza fare distinzioni o esclusioni di aree.
Ci sarà dando la disponibilità e spazio ai dirigenti del sindacato UGL, che da sempre ci è vicino e che se vorrà, potrà inserire suoi rappresentanti, per far si che il quoziente familiare e la partecipazione dei lavoratori alle dinamiche aziendali con la prossima legislatura regionale possano diventare realtà.
Ci sarà inoltre, se necessario, il capolista Storace in tutte le provincie , per dare quel valore aggiunto che solo un segretario così radicato nel territorio può dare.
Noi non candidiamo persone in provincia per riproporle dopo pochi mesi in regione senza aver avuto nemmeno il tempo di mantenere fede alle promesse fatte agli elettori, noi siamo persone perbene e di parola , non ci interessano le poltrone, ma il rispetto e la fiducia di chi crede in noi.
Dirigente provinciale de La Destra
Luigi Gabriele