Con Bob Marley a “palla” tornavano dal mercato della droga, due giovani in manette

26 maggio 2010 0 Di redazione

Sfacciatamente spacciatori. Stavano tornando da Napoli dopo aver comprato la droga e lo stavano facendo in maniera tutt’altro che discreta. La musica dello stereo ad alto volume che esaltava il bongo della canzone reggae “could you be loved” di Bob Marley. Sono stati fermati così, a bordo di una Fiat Punto, due giovani di Sant’Elia Fiumerapido che sono rimasti impietriti davanti alla paletta mostrata dai Baschi Verdi del Gruppo di Aversa agli ordini del maggiore Andrea Canale.
Il controllo è scattato presso il casello autostradale di Napoli Nord, sito nel comune di Marcianise.
Un semplice giro dell’unità antidroga sulla vettura e lo stupefacente è stato rinvenuto.
Ugan, un pastore tedesco di circa 2 anni, ha iniziato a raspare verso il porta oggetti della Punto per far comprendere al proprio conduttore che era in quel posto che dovevano orientarsi le ricerche.
Infatti, celati sotto i documenti della macchina contenuti nel portaoggetti del lato passeggero sono stati rinvenuti 3 etti di hashish tipo marocchino.
La sostanza era suddivisa in tre panetti da 100 grammi cadauno ed impresso su ognuno di essi vi era lo stemma “Q7” ad indicarne la partita di provenienza.
I due sono stati tratti in arresto.
Il maggiorenne L.D. di anni 25 è stato tradotto presso il carcere di San Tammaro mentre il minore 17enne, è stato accompagnato al Centro di Prima Accoglienza di Napoli a disposizione della Procura dei minori.