Bonessio (Verdi): “Grave boutade populista di Alemanno. Pari diritti per tutti a prescindere dallo stato civile”

10 novembre 2010 0 Di admin

«Ecco l’ennesima trovata di Alemanno: aumentare le tasse ai single per aiutare le famiglie con figli. Se non fosse novembre penseremmo a un pesce d’aprile». Lo dichiara Nando Bonessio, presidente dei Verdi del Lazio in merito alle dichiarazioni del sindaco Alemanno nell’ambito della Conferenza sulla famiglia. «I cittadini non sono tutti uguali secondo Alemanno e questo centrodestra, al contrario di quello che dice la nostra Costituzione. Quindi il sindaco prevede trattamenti e diritti diversi a seconda delle scelte di vita delle persone, o ai propri orientamenti personali. Fatti esclusivamente privati, quindi, dovrebbero essere, secondo Alemanno, il metro di misura per separare i buoni dai cattivi, segnare su una lavagna i nomi, come si faceva a scuola 50 anni fa, e decidere così chi debba pagare anche per gli altri».
«Si tratta di un modo di pensare ai diritti dei cittadini che rigettiamo senza remore. Tutti hanno pari diritti e pari dignità, che si sia sposati, che si abbiano o non si abbiano figli, che si sia gay, lesbiche, anziani, studenti, trans o coppia di fatto. Ci auguriamo che le parole di Alemanno al Forum della Famiglia, siano state solo una boutade populistica per trarre facili consensi, che non una vera e propria intenzione di procedere di questa amministrazione, il ché sarebbe molto grave. Chiediamo ad Alemanno quindi, di rettificare subito quanto detto, e di assicurare che tutti vedranno garantiti pari dignità e diritti, a prescindere dal loro stato civile. Bisogna facilitare l’accesso ai servizi per le famiglie numerose, senza però far gravare questa scelta, aumentando le tasse, su altre categorie sociali, come i single, che spesso sono studenti o anziani».