Renata Anders riposa nel cimitero polacco accanto alla tomba del marito, il generale Anders

22 maggio 2011 0 Di admin

Si è conclusa la Cerimonia funebre della sepoltura delle ceneri del Capitano Renata Anders e del 67° Anniversario della battaglia di Cassino. Molte le personalità Militari e Civili italiane e polacche che hanno partecipato, tra cui Anna Komorowski, moglie del presidente Polacco, Anna Maria Anders Costa, figlia del Generale Anders, il Ministro della Difesa Polacco rappresentato dal colonnello Jerzy Gutowski, il Ministro Jan Stanislaw Ciechanowski, Capo dell’Ufficio per i Reduci di Guerra e Vittime di Repressioni e il commissario Prefettizio di Cassino Angela Pagliuca.
Durante la cerimonia si è svolta la sepoltura delle ceneri del Capitano Renata Anders, come da desiderio espresso in vita: essere sepolta accanto al marito nel cimitero Polacco di Montecassino. Dopo la deposizione delle corone, prende la parola Angela Pagliuca, commissario Prefettizio di Cassino che porge il saluto ai presenti: “A nome della città di Cassino il più sentito caloroso di benvenuti, alle Autorità Civili e Militari convenuti, sono passati ben 67 anni da quel tragico maggio del 1944 quando le truppe dell’indimenticabile Generale Anders dopo uno sforzo immane riuscirono ad innalzare la bandiera della libertà su questo Sacro Monte e scrivere con il loro sangue, una delle pagine più eroiche del secondo conflitto mondiale. Furoro centinaia di migliaia i soldati uccisi: a ricordare quegli eventi, 5 cimiteri di guerra, il cimitero Polacco, il cimitero Inglese, il cimitero Germanico, il cimitero Francese a Venafro e il cimitero Italiano a Mignano Montelungo. Questi luoghi servono da monito per le nuove generazioni affinché la parola guerra rimanga nella memoria. Il sacrificio dei soldati polacchi – ha poi concluso – come recita sulle loro tombe, lottarono per la nostra e la vostra libertà, abbiamo dato le nostre anime a Dio, i nostri corpi all’Italia e i nostri cuori alla Polonia”.
Ha poi preso la parola il Ministro Jan Stanislaw Ciechanowski che ha salutato i presenti e in particolare il Gen. Barbato, Commissario Generale Onoranze Caduti in Guerra, ringraziandolo per l’attenzione che ha per i militari polacchi che riposano nel Sacrario di Montecassino e le altre Autorità presenti. “Le Cerimonie rinsaldano l’amicizia che esiste tra l’Italia e la Polonia. Sarà sempre forte e cordiale, l’amicizia che ci lega, i nostri connazionali riposano sulla terra italiana come se fosse la loro, noi ringraziamo per la memoria dei nostri morti e la Polonia ringrazia”. La figlia del Capitano Renata Anders e del Generale Władysław Anders, Anna Maria Anders Costa ha detto: “il cimitero invita umiltà e qui tutti quanti siamo pari, qui veniamo liberati da ogni dubbio della vita, qui tutto diventa libero e chiaro, il cimitero militare ci insegna la parità, qui tutti abbiamo lo stesso rango, stiamo nella stessa parità della barricata della vita, ma senza gradi pari nell’amore di Dio eroi nella stessa dimensione, tutti gli onori della vita precedente vanno in oblio, non hanno più importanza, cadono in oblio le azioni fatte male, cadono in oblio ogni astio nulla più ha importanza, inizia una nuova luce, una nuova vita, solo quella a noi sconosciuta diventa veramente importante, cosa diventa veramente importante ora!! La memoria dei caduti, per me la memoria dei miei genitori – prosegue Anna Maria Anders Costa – ero ragazzina quando mio padre mi portava qui alle celebrazioni a Montecassino, allora erano pochi quelli che venivano alle celebrazioni comunque per noi è stata sempre una giornata più importante, una nostra giornata comune, ci spostavamo da una tomba ad un’altra, mio padre mentre mi accompagnava, mi raccontava la storia di tutti, lui li conosceva tutti uniti tutti nel sacrificio della libertà – conclude – oggi il Capitano Renata Anders ha raggiunto il suo desiderio di essere sepolta con il Generale Anders e con la II Armata che riposa qui al Cimitero di Montecassino, onore ai Caduti”.
Alberto Ceccon
[nggallery id=293]