Verso l’alleanza tra le Camere di Commercio di Frosinone e Latina

6 giugno 2011 0 Di admin

Le Camere di Commercio di Frosinone e Latina si preparano a stringere un’alleanza strategica. Uniranno le forze per migliorare i risultati nei campi della formazione professionale, del commercio sui mercati esteri, dell’economia basata sul mare e sul turismo. Tre i capisaldi dell’operazione: innanzitutto le due aziende speciali dell’ente camerale ciociaro, cioè Innova (che si occupa di sia di formazione tradizionale che di alta formazione nei settori emergenti) ed Aspin (che si occupa di internazionalizzazione, di proiezione delle aziende sui mercati stranieri e di valorizzazione dell’innovazione tecnologica sul mercato nazionale); il terzo caposaldo è l’azienda speciale che l’ente pontino si appresta a varare per la promozione e lo sviluppo dell’economia del mare e del turismo.
Gli obiettivi sono il miglioramento dei servizi forniti all’utenza, ottimizzando le risorse e contenendo le spese. «Frosinone possiede due aziende speciali di assoluta eccellenza, vero punto di riferimento nel campo della formazione e dell’internazionalizzazione, pertanto sarebbe un inutile spreco di denaro e di energie volerne realizzare due analoghe al servizio delle imprese della nostra provincia – spiega Vincenzo Zottola, presidente della Camera di Commercio di Latina – pertanto abbiamo ritenuto più utile e conveniente individuare una forma di alleanza con Aspin ed Innova». Al tempo stesso Florindo Buffardi, presidente della Camera di Commercio di Frosinone, evidenzia che «molte delle nostre imprese possono trarre beneficio dallo sviluppo dell’economia del mare e del turismo, attraverso i settori della componentistica artigianale e meccanica per i cantieri nautici, i servizi alberghieri, la valorizzazione dei prodotti tipici di qualità con marchio di origine protetta e garantita».
Le due Camere di Commercio hanno messo a punto una dichiarazione d’intenti. Prevede che l’ente camerale di Latina nomini suoi rappresentanti all’interno del consiglio d’amministrazione di Innova ed Aspin, allo stesso tempo che l’ente camerale di Frosinone possa nominare suoi rappresentanti nella nascente azienda speciale pontina. Ora la parola passa ai segretari generali ed ai direttori delle tre aziende speciali di sviluppare una proposta progettuale per la condivisione dei servizi.