Emergenza neve, dalla Lombardia un cane antivalanghe per il Soccorso Alpino molisano

11 febbraio 2012 0 Di redazione

Il peggioramento delle condizioni meteo ed il perdurare di copiose nevicate, peraltro previsto, ha reso frenetica l’attività del Soccorso Alpino Regionale, supportato a partire da questa mattina da un’Unità Cinofila per il Soccorso in Valanga del Cnsas lombardo.
E’ in atto infatti un’attività di monitoraggio degli accumuli di neve e del rischio valanghe, segnalati dai Sindaci e rilevati in prossimità delle strade di collegamento, in particolare nei comuni più esposti dell’Alto Molise.
L’ Unità è intervenuta, assieme ad un tecnico del Cnsas molisano, in C.da Coste di Oratino, per soccorrere un cane, che necessitava di essere trasportato al più presto da un veterinario.
A S. Giuliano del Sannio (CB), un’anziana donna è stata soccorsa dai tecnici del Cnsas, vista l’impossibilità per l’ambulanza del 118 di raggiungere l’abitazione.
A Roccamandolfi (IS), tecnici del Soccorso Alpino hanno rifornito di acqua un’azienda del posto, tramite fuoristrada.
Nel territorio di Acquaviva Collecroce, un uomo risulta tuttora bloccato nella sua azienda agricola. Nonostante abbia ancora a disposizione viveri ed acqua, la situazione viene tenuta sotto controllo costantemente dai tecnici del Cnsas, a disposizione presso la Sala Operativa della Protezione Civile a Campobasso.