Emergenza neve, Anas: aggiornamento situazione viabilità ore 19.00

10 Febbraio 2012 Off Di Comunicato Stampa

L’Anas comunica che attualmente le precipitazioni nevose insistono, in particolare, sulla rete stradale in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sicilia, Sardegna, Toscana e Umbria. Vento forte e basse temperature si registrano anche in Liguria.
Prosegue senza sosta, 24 ore su 24, il Piano Operativo antineve dell’Anas, con oltre 3000 uomini e oltre 2500 mezzi operativi impegnati su 25000 km di strade statali e autostrade in gestione diretta per lo spargimento del sale e per la rimozione della neve, in coordinamento con ‘Viabilità Italia’.
Sulla rete stradale del Lazio e, in particolare, sul Grande Raccordo Anulare di Roma, sulla autostrada Roma-Fiumicino e sulle Consolari gestite dall’Anas la circolazione è regolare. Si ricorda l’obbligo di catene a bordo o pneumatici da neve.
Al momento, in Abruzzo, sono chiuse le strade statali 5 “Tiburtina”, dal km 135,000 (Collarmele) al km 155,700 (Castel di Ieri); la strada statale 696, dal km 0,000 (Tornimparte) al km 18,000 (loc. Crocetta di Campo Felice); la NSA 253 “Variante di Rocca Pia” per una slavina dal km 1,900 al km 3,000. Nel pomeriggio, sulla strada statale 16, alcuni mezzi pesanti senza catene hanno ostacolato la circolazione, ma l’intervento del personale Anas ha ripristinato la viabilità.
In Basilicata, continuano le nevicate sulla provincia di Potenza. Rimangono chiusi i tratti della strada statale 95, dal km 6,000 al km 14,000 per neve e della strada statale 7, dal km 395,500 (Pescopagano) al km 404,500 (Castelgrande).
In Emilia Romagna si segnalano possibili rallentamenti sulla SS3bis (E45), nel tratto compreso tra il valico appenninico (svincolo di Canili) e Sarsina (FC) dove, a causa delle forti nevicate in corso, si transita con catene montate. Circa 25 mezzi speciali, tra sgombraneve e spargisale, sono ininterrottamente in azione da ieri per garantire la transitabilità. Si ricorda il divieto di transito per i mezzi pesanti superiori a 7,5 tonnellate. Intense nevicate anche sulle strade statali 62 “della Cisa”, 63 “del Valico del Cerreto” e 45 “della Val di Trebbia”, e 9 “Via Emilia”, dove si raccomanda la massima prudenza.
Nevica anche sulla rete di competenza in Toscana. Sul raccordo Siena Firenze, in particolare, sono in azione 12 mezzi sgombraneve e spargisale. Possibili rallentamenti sulla SS 223 “di Paganico” e sulla SS1 (Variante Aurelia), in provincia di Livorno, dove è stato istituito un restringimento di carreggiata per filtraggio mezzi pesanti. Sempre sulla SS1 si segnalano possibili rallentamenti per forti raffiche di vento in località Stagno (LI).
In Umbria e nelle Marche è provvisoriamente chiusa la strada statale 77 “della Val di Chienti”, da Foligno (PG) a Muccia (MC) a causa di violente bufere in corso, in particolare sul valico di Colfiorito, che riducono drasticamente la visibilità. Sul versante umbro è consentito il transito ai residenti muniti di catene montate. Provvisoriamente chiusa anche la SS73 bis in corrispondenza del valico di Bocca Trabaria (dal km 10 al km 25), dove le bufere in corso e la visibilità quasi assente impediscono l’operatività dei mezzi sgombraneve.
Infine, in Lombardia rimane chiusa per pericolo valanghe la SS36, dal km 140,000 al km 147,000 a Madesimo e, in Piemonte, la SS21 “del Colle della Maddalena” dal km 55,000 (Argentera) al km 59,708 (confine di Stato), in provincia di Cuneo, a causa del pericolo di valanghe.
Sul resto della rete stradale, l’Anas raccomanda di mettersi in viaggio esclusivamente se necessario e con catene a bordo o pneumatici da neve e invita gli automobilisti alla prudenza nella guida, ricordando che l’informazione sulla viabilità e sul traffico è assicurata attraverso il sito www.stradeanas.it e il numero unico “Pronto Anas” 841.148.

Condividi