Marino Fardelli interroga la Giunta Zingaretti per la promozione turistica in provincia di Frosinone

22 novembre 2013 0 Di admin

“La provincia di Frosinone offre una tipologia turistica di tutto rilievo. Eppure la crisi investe tutto il settore che invece potrebbe rappresentare un volano per l’economia”. Lo sostiene il consigliere regionale Marino Fardelli che, dati alla mano, ci presenta un turismo sempre più lontano da tutti quei dati che vengono prospettati da tutti quegli interventi promessi, dibattuti e puntualmente non attuati. In una interrogazione al Presidente della Giunta regionale Zingaretti e agli Assessori competenti, l’on.le Fardelli sostiene che “a seguito della chiusura delle Aziende di promozione turistiche e dalla soppressione degli Iat oltre che del riordino delle competenze della LR 13/2007, i servizi di informazione e assistenza ai turisti, in tutta la provincia di Frosinone ed in particolare nelle aree di maggiore interesse turistico come Fiuggi, Anagni, Sora, Veroli, Valle di Comino e Cassino, non esiste più un punto di informazione turistica di supporto”. Il consigliere regionale Fardelli, descrive le bellezze che la provincia di Frosinone offre con i Parchi e le Riserve Naturali; le città e i borghi storici fortificati; le terme; i luoghi religiosi e di pellegrinaggio, spesso opere d’arte di bellezza e valore; le montagne innevate ricche di sorgenti e laghi; la buona cucina con specialità tipiche dai sapori autentici: “E’ una provincia ricchissima di bellezze naturali e paesaggistiche, di storia e di arte. Vantiamo monumenti e borghi unici oltre che un clima mite e una tipologia di offerta multipla – ha affermato il consigliere regionale Marino Fardelli – Il turismo, in una provincia già gravemente colpita dalla crisi industriale che ne ha desertificato alcune aree, potrebbe rappresentare un volano per la ripresa economica. E invece mancano gli uffici essenziali che sono quelli di accoglienza e di assistenza oltre che materiale informativo recente”. Il turista non sarebbe dunque incentivato, sostenuto, accompagnato, bensì completamente abbandonato a se stesso. “Ad occuparsi del turista non possono essere solo le pro loco o le attività commerciali che pure fanno tanto e bene per l’accoglienza – dice l’on.le Fardelli – L’Agenzia regionale del Turismo è al momento l’unico punto di riferimento per la promozione e l’offerta turistica”. L’interrogazione chiede una risposta in merito alle azioni chela Giunta regionale intende intraprendere per la salvaguardia e la promozione del turismo in provincia di Frosinone e nel Lazio.