Padre e figlio arrestati a Latina per detenzione illegale di armi

3 settembre 2014 0 Di admin

La Polizia della Questura di Latina, a seguito dei fatti di cronaca degli ultimi periodi, da diversi giorni è impegnata in una forte azione sul territorio, fatta di specifici servizi straordinari di controllo del territorio finalizzati alla ricerca di armi e mirati a stringenti controlli nell’ambito degli ambienti criminali, con l’impiego di diversi reparti ed uffici: Volanti, Squadra mobile, cinofili, scientifica.
In questo contesto ieri sera, gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato padre e figlio, rispettivamente di 59 e 28 anni, per detenzione di armi illegalmente detenute. All’interno dell’abitazione dei due sita nei pressi di Borgo Sabotino, infatti, sono stati ritrovati due fucili da caccia: il primo cal.12 del tipo semiautomatico in perfetto stato di conservazione, è risultato provento di furto perpetrato a Campoverde (LT) il 26.12.2011; il secondo, un cal.16 del tipo “doppietta”, è un vecchio modello a cani esterni in discreto stato di conservazione con matricola abrasa, clandestino.
Inoltre, sono state sequestrate nr. 16 cartucce cal. 12. Al momento dell’arresto padre e figlio hanno dichiarato che un fucile fosse stato trovato nel bosco vicino casa mentre l’arma clandestina, sarebbe stato un cimelio di famiglia, mai utilizzato per sparare. Sono in corso accertamenti di polizia scientifica per verificare se dette armi siano state utilizzate per compiere recentemente dei delitti.