Giorno: 3 maggio 2016

3 maggio 2016 0

Maltrattamenti alla sorella e al padre. Denunciato un 23enne a Vico nel Lazio

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Questa mattina, a Vico nel Lazio, un 23enne è stato denunciato per maltrattamenti in famiglia.  Il giovane, già noto alle forze dell’ordine per lo stesso reato, maltrattava con violenze fisiche e verbali  il padre e la sorella. Il reato si consumava da dicembre 2015 ad oggi.  I carabinieri della locale Stazione sono intervenuti a conclusione di attività’ info-investigativa intrapresa a seguito di una denuncia–querela sporta contro il ragazzo. 

3 maggio 2016 1

Perin e le Marocchinate, una “papera” da campione farlocco

Di admin

Frosinone – La vicenda di Mattia Perin e i suoi insulti ai tifosi del Frosinone tirando in ballo addirittura gli stupri delle truppe Marocchine alle popolazioni locali durante la seconda Guerra Mondiale che ha suscitato enorme clamore in Ciociaria ha avuto solamente due meriti; il primo e più importante è che ha portato in primo piano una tristissima vicenda della terra ciociara sicuramente troppo poco ricordata anche nella stessa Ciociaria.

Emiliano Ciotti, presidente dell’associazione Vittime delle Marocchinate sa bene quanto è stato difficile negli anni passati e quanto lo è ancora oggi far riconoscere quelle barbarie commesse su intere popolazioni, purtroppo, da chi arrivò con la bandiera dei liberatori. Troppe volte si è dovuto scontrare con chi ritiene quei fatti efferati come un prezzo da pagare per la libertà.

Il secondo non è propriamente un merito, ma comunque fa comodo poter puntare un faro su un presunto “campione” e analizzare gli aspetti caratteriali e sociali del personaggio. Ventitreanni, stipendio da 200mila euro, con un piede già in Nazionale, Mattia Perin da Latina sembra avere una carriera lanciatissima.

Perin… Latina… un cognome che con il pontino non sembra avere molto a che fare. Ma vuoi vedere che il portierone del Genoa è discendente o ha tra i suoi parenti discendenti di quegli esuli che dovettero scegliere se lasciare l’Istria o finire infoibati?  Caro Perin, la storia a te certamente non ha insegnato nulla. Puoi sempre dire che non l’hai potuta studiare perché troppo impegnato a parare rigori o correre dietro alle gonnelle di qualche “velina”. Una cosa è certa, però, la patente del campione te la sei giocata. I ciociari, fieri, si portano sulle spalle il peso dei propri morti e, ne sono certo, anche quello dei tuoi perchè comunque italiani. Nessuno ai quali hai offeso la storia, avrebbe potuto essere così meschino, men che mai per ragioni calcistiche. Vai campione, piangi la tua più clamorosa papera.

Ermanno Amedei

3 maggio 2016 0

Il sindaco di Pontecorvo disgustato dalle affermazioni di Mattia Perin

Di admin

Pontecorvo – La comunità di Pontecorvo, duramente colpita dalla marocchinate durante la secondo guerra mondiale è rimasta disgustata dalle affermazioni del portiere del Genoa. Ogni forma di violenmza va condannata, ma credo che quanto subito dalle nostre donne 70 anni fa è ancor più condannabile perché in un momento di debolezza. Perin con ogni probabilità non ha subito solo il trauma al ginocchio: orgogliosi della nostra terra e della nostra storia. Lo comunica il sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo.

3 maggio 2016 0

Le rubano il portafogli e 2 telefonini mentre gioca alle slot machines. Ladro individuato grazie alle telecamere

Di redazione

Ieri a Cassino, i carabinieri del NORM della locale Compagnia, al termine di attività info-investigativa hanno denunciato in stato di libertà un 49enne del luogo per furto aggravato. Gli operanti sono intervenuti presso un esercizio pubblico della città martire a richiesta di una donna che aveva denunciato di essere stata derubata del portafogli e di due telefoni cellulari custoditi all’interno della sua borsa, mentre era intenta a giocare alle slot machine. Grazie alla visione delle immagini registrate dalle telecamere a circuito chiuso del locale, i Carabinieri hanno identificato  l’autore del furto, ripreso mentre prelevava dall’interno della borsa della signora il portafogli ed i due telefonini.

3 maggio 2016 0

Caso Mattia Perin. Indignazione del presidente della provincia di Frosinone Pompeo

Di redazione

Sul caso del calciatore Mattia Perin interviene anche il presidente della provincia di Frosinone Antonio Pompeo.

La frase scritta dal portiere del Genoa contro un tifoso del Frosinone calcio inneggiante la terribile ferita delle marocchinate sta infiammando l’intera Ciociaria.

A tal proposito anche il presidente Pompeo ha voluto esprimere tutta l’indignazione di un territorio “In queste ore- si legge nella nota stampa- si sta diffondendo a livello nazionale il caso scaturito da un post il cui account sarebbe da riferirsi al portiere del Genoa e della nazionale di calcio italiana Matteo Perin. In quella dichiarazione si legge il dileggio di una popolazione, quella ciociara, facendo riferimento a un avvenimento storico che costituisce una delle più profonde ferite non solo del territorio che rappresento ma dell’intera nazione. Il riferimento è al più grave stupro di massa della storia recente perpetrato dalle truppe nordafricane ai danni di gente inerme e allo stremo durante gli eventi bellici che hanno riguardato il fronte di Cassino. Ritengo che, qualora fosse accertato che la dichiarazione di cui si tratta sia da attribuire a Perin, la FIGC non possa ignorare quanto accaduto e debba prendere immediati provvedimenti”.

3 maggio 2016 0

Caduta di stile del calciatore Mattia Perin. Offese alla Ciociaria. Indignato anche il vice presidente Amata

Di redazione

La “pessima” risposta del calciatore Mattia Perin ad un tifoso del Frosinone Calcio si sta trasformando in un caso. Il portiere del Genoa e della Nazionale Italiana, scrivendo sul suo profilo Instagram una frase davvero poco felice e soprattutto degna di essere rimarcata per la gravità, ha lasciato profondamente dispiaciuta tutta una terra: quella ciociara, ma non solo. Perché di fronte alla leggerezza di tale affermazione tutta l’Italia resta sgomenta. Tornando ai fatti  Mattia Perin, protagonista di una diatriba contro i tifosi ciociari in più occasioni, ha scritto nelle scorse ore sulla piattaforma social la frase che riportiamo “a Vallecorsa cambiò la storia, tuo nonno parla arabo. ..il mio fondo` Littoria”. Il commento in risposta ad un tifoso è stato poi rimosso e il portiere ha postato un messaggio di scuse. Mattia Perin, originario di Latina, ha fatto riferimento ad una pagina tragica della storia: le marocchinate. Una ferita della seconda guerra mondiale, il dramma di donne violentate, mutilate, offese dai soldati marocchini. Il dolore di una terra che mai potrà essere messo da parte. Il calciatore  Perin male, anzi malissimo ha fatto a scendere ad un livello così basso. Profondamente indignato per la questione anche il vice presidente della provincia di Frosinone, Andrea Amata il quale in una nota scrive: ”  ha commesso una deplorevole provocazione inneggiando ad una pagina buia della storia nazionale. Nella brevità espressiva di un social ha consumato una miserabile violazione del sentimento di un popolo che rivendica ossequioso rispetto per una tragedia il cui ricordo indelebile non può essere oltraggiato da sciocche contese calcistiche. L’autogol di Perin vanno annoverati fra le flatulenze mentali di chi rumoreggia asinate compiacendosi dell’eco virale della rete e delle appartenenze calcistiche estranee alla storia. Perin chieda con umiltà scusa e si inchini davanti alla sofferenza inenarrabile di chi ha patito la brutalità della storia”. N.C.

3 maggio 2016 0

Eroina dalla Domiziana, arresti e denunce tra Pontecorvo, Aquino, Castrocielo e San Giovanni I.

Di admin

Pontecorvo – Una fitta rete di spaccio di eroina nel pontecorvese è stata sgominata con sei misure cautelari dai carabinieri di Pontecorvo su richiesta della Procura della Repubblica di Santa Maria Capuavetere. La droga arrivava sulla rotta del litorale domitio di Castelvolturno riforniva giovani assuntori della zona. In manette sono finiti  Pierpaolo Bianchi, 33enne di Aquino (FR), associato alla casa Circondariale di Cassino e Emanuele Lancia, 26enne di San Giovanni Incarico (FR), sottoposto agli arresti domiciliari.

Mentre la sottoposizione all’obbligo di dimora nel comune di residenza ed all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria è la misura adottata per Valerio P., 28enne di Aquino (FR), Pasquale G., 46enne di Aquino (FR) Raffaele C.  32enne di Castrocielo (FR).

Dodici in tutto sono le persone indagate mentre quindici sono stati gli assuntori segnalati alla Prefettura nel corso delle indagini.

Il lavoro investigativo è nato nell’ottobre 2014 a seguito di alcuni casi di overdose di giovani residenti nel bacino di competenza della compgnia carabinieri di pontecorvo comandata dal Maggiore Imbratta e coordinati dal Tenente Delisa. Overdose che in una circostanza è costata la vita ad un 35enne di Pontecorvo.

 

3 maggio 2016 0

Bambino di dieci anni fa arrestare il padre che picchia la madre e il fratello

Di admin

Fiuggi – Mentre il padre picchiava la madre e il fratello 18enne lui, appena dieci anni, ha preso il telefono e ha chiamato la polizia.

In questa maniera le forze dell’ordine hanno scoperto a Fiuggi una triste vicenda di maltrattamenti in famiglia che durava da anni. L’episodio è accaduto la notte scorsa alle 2 circa quando il bambino ha composto il 113 riferendo all’operatore che il papà stata picchiando la madre e il fratello.

All’arrivo sul posto di una volante hanno trovato i tre fuori dalla casa e l’uomo barricato all’interno. Agli agenti la donna ha riferito che il marito era tornato a casa ubriaco poco prima e, così come accadeva spesso, ha iniziato per futili motivi a percuotere il figlio appena maggiorenne spostando la sua violenza nache sulla moglie intervenuta per proteggere il ragazzo. Quando gli agenti sono entrati in casa sono stati aggrediti a loro volta dall’uomo, ma che hanno immobilizzato e portato in Commissariato dove è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale.

 

3 maggio 2016 0

Basket C/Gold: N.B. Sora piega, 83 a 76, Anzio in gara 1 nei quarti di finale

Di redazionecassino1

Non era una partita facile e i ragazzi del presidente Bifera lo sapevano molto bene. Gli avversari si sono presentati in un gran stato di forma esprimento un bel gioco e riuscendo, per gran parte dell’incontro, a tenere il passo dei padroni di casa. La Fravil-Expert Lucarelli ha più volte cercato di creare un margine di sicurezza, però gli ospiti hanno sempre ricucito lo strappo, tranne nell’ultimo quarto dove un parziale di 25-20 ha messo fine a gara 1. Erano tantissimi all’esordio dei quarti dei play off gara 1 della Fravil-Expert LucarelliNB Sora 2000, in un PalaPanico praticamente colmo di spettatori. Una grande affluenza di pubblico, ben superiore alle aspettative. E chi è venuto sicuramente ha potuto assistere ad uno spettacolo memorabile. Coach Spaziani parte con Iannarilli in cabina di regia, Smith guardia, Fiorini M. ala piccola, PoPe e De Santis sotto le plance. L’inizio è cauto per entrambe le squadre. Primo canestro ospite dell’ex Margio, cui replica subito per i locali Smith, ma la partita stenta un po’ a decollare e le percentuali restano basse fino al 5’ (7-8), poi una fiammata di Pope (tripla e due tiri liberi) porta la NB Sora 2000 avanti col minimo scarto (15-10), ma Nardi (23 punti con 9/12 dal campo, ottima partita) accorcia le distanze 21-19 a 1′ dalla fine . I primi 10′ minuti di gioco si chiudono con i locali avanti di due grazie ai canestri di De Pippo (24-22). Spaziani ruota praticamente tutti gli effettivi alla ricerca del quintetto migliore, anche perche Pope gravato di tre falli lo raziona nei minutaggi, mentre Smith continua a martellare la retina pontina (26 punti e 8/8 ai liberi per l’americano). Lico cerca di trovare il tampone per Smith ma le varie doppi marcature asfissianti degli ospiti sul play americano del Sora lasciano spazio ai biancocelesti Fiorini M., De Pippo e De Santis ad avere campo libero per andare a canestro. Nel frattempo si registra l’infortunio di Fiorini G. (distorsione alla caviglia, out 7 giorni). Sul 38-32 arriva il terzo fallo anche per il capitano ciociaro Marco Fiorini, rientra Reali che fa coppia con De Santis sotto canestro. Anzio comincia a trovare il suo equilibrio, Nardi e Gabrielli trovano due canestri al platino ed è sorpasso sul 38-421. Si prosegue fino nal canestro di De Santis, e manda tutti all’intervallo con Anzio avanti di due (40-42) e gli oltre 200 del PalaPanico con i battiti già al livello di guardia. Al rientro dopo il canetro iniziale di Fiorini M. tutti in piedi per Sora: il Palapanico si trasforma in una bolgia per spingere i suoi ragazzi cantano a squarciagola “noi vogliamo questa vittoria”. Fanno eco anche i numerosi tifosi giunti da Anzio, quando gli ospiti con due acuti di Lerro si portano in vantaggi di +5 (47-52). E De Pippo e soprattutto Pope ricuciono lo svantaggio ma e Iannarilli con una bomba da tre punti riporta i suoi sul -2 (50-52). Pope però commette fallo in attacco (quarto personale) e allora rientra Reali. Palla recuperata in difesa, altro canestro di Smith di potenza e di nuovo tutti in piedi a spellarsi le mani, per emozioni che da queste parti non si provavano da tempo. Sora è avanti di uno dopo un break di 7-20 (57-54), canestro di De Pippo, risponde Lerro, ancora Sora con Smith dalla lunetta dopo aver subito un fallo da Nwokoye (quarto fallo personale) da sotto. La partita è bellissima e di un’intensità pazzesca. Finisce il terzo quarto di gioco con gli ospiti penalizzati da un fallo tecnico fischiato a Gabrielli. La Fravil – Expert Lucarelli avanti di due (58-56). Inizia l’ultimo quarto di gioco e subito il Sora c’è. Smith è scatenato con De Pippo che trova le posizioni giuste per andare a canestro. La formazione di coach Lico si innervosisce e commette una serie di falli, tra cui due tecnici, che porta gli ospiti in affanno sul punteggio 67 a 62. Gli ospiti con Innamorati e margio non si danno per persi e fanno sperare ancora in un colpa di coda dei pontini. Colpo di coda che non avviene perchè i biancocelesti di coach Spaziani sono determinati ad assicurarsi gara 1. Arriva il quarto fallo di Margio (Anzio) e il quinto di Fiorini M. (11 punti per il capitano), Smith recupera una palla sul portatore di palla ospite e lancia Pope solitario a canestro con una spettacolare schiacciata che fa esplodere il PalaPanico replicando nel finale quando oramai gli ospiti cedono le armi e i volsci possono finalmente festeggiare chiudendo le ostilità sul punteggio di 83 a 76. Sora è tornata!

Fravil-Expert Lucarelli N.B. Sora 2000 83 – Anzio Basket Club 76 Parziali: 24-22 / 16-20 / 18-14 / 25-20 N.B. Sora 2000: Pope 9, De Santis 10, Reali 3, De Pippo 18, Smith 26, Fiorini G. 0, Fiorini M. 11, De Vittoris 0, Iannarilli 6; Coach: Spaziani Anzio Basket Club: Nardi 23, Oliviero 2, Innamorati 6, D’Alfonso 3, Nwokoye 2, Minoccheri 8, Margio 19, Camillo 0, Cuco n.e., Lerro 9, Gabrielli 4; Coach: Lico

3 maggio 2016 0

Operazione antidroga Off, arresti nel cassinate

Di admin

Massiccia operazione antidroga quella portata brillantemente a termine all’alba di oggi 3 maggio 2016, a conclusione di una lunga e articolata attività investigativa finalizzata al contrasto dell’illecito traffico di stupefacenti del tipo eroina avviata nell’ottobre 2014 e coordinata dalla Dr.ssa Antonella Cantiello della nei confronti di 6 indagati che avevano materialmente realizzato una rete di smercio insediata nel basso frusinate che si avvaleva di un canale d rifornimento attestato lungo il litorale Domitio di Castelvolturno (CE). L’attività d’indagine (convenzionalmente denominata “OFF” – termine con il quale veniva abitualmente indicata l’eroina) è stata avviata dai Carabinieri nell’ottobre 2014 a seguito dell’ennesimo sequestro di eroina (circa 13 grammi) operato nei confronti di 2 giovani pontecorvesi che si erano approvvigionati della droga, acquistata da soggetti extracomunitari gravitanti lungo il litorale domitio, destinata ad alimentare il mercato locale degli stupefacenti. Lo sviluppo dell’attività consentiva successivamente di accertare l’esistenza di un canale di approvvigionamento dell’eroina attivato tra la Campania e il basso Lazio. La particolare attività di contrasto derivava essenzialmente dalla necessità di contenere le tragiche conseguenze del traffico di eroina, rilevate a seguito dei casi di overdose registrati nel territorio della Compagnia Carabinieri di Pontecorvo e sostanziate soprattutto con il decesso di un giovane Pontecorvese 35enne. Nel contesto delle operazioni gli investigatori riuscivano ad oggettivare utili riscontri direttamente riferibili al narcotraffico monitorato, procedendo complessivamente all’arresto in flagranza di due giovani pontecorvesi, al deferimento di nr. 12 giovani stabilmente residenti nel territorio del basso frusinate, nonché al sequestro di 50,00 grammi di eroina, quantitativo corrispondente a circa 200 dosi. Le investigazioni, condotte con servizi di pedinamento, osservazione e controllo, consentivano l’identificazione del fornitore in un extracomunitario 39enne di nazionalità ganese, clandestinamente dimorante in Italia e gravitante sul litorale Domitio di Castelvolturno. Il lavoro risultava particolarmente complesso sia per la scaltrezza dei soggetti coinvolti sia per il particolare contesto ambientale caratterizzato da una situazione contestuale particolarmente variegata, degradata e connotato dal controllo territoriale continuativamente esercitato dai sodalizi criminosi dediti al narcotraffico e insediati lungo il litorale casertano. Il trasporto dello stupefacente da parte degli acquirenti/spacciatori avveniva, sovente, utilizzando anche soggetti compiacenti che disimpegnavano vere e proprie staffette finalizzate ad eludere i meticolosi controlli predisposti lungo le principali arterie di collegamento tra la provincia campane e il frusinate.

L’Ordinanza coercitiva eseguita nella mattinata ha consentito:

– l’arresto di BIANCHI Pierpaolo, 33enne di Aquino (FR), associato alla casa Circondariale di Cassino e di LANCIA Emanuele, 26enne di San Giovanni Incarico (FR), sottoposto agli arresti domiciliari;

– la sottoposizione all’obbligo di dimora nel comune di residenza ed all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria di PELEGALLI Valerio, 28enne di Aquino (FR), GERARDI Pasquale, 46enne di Aquino (FR) CALO Raffaele, 32enne di Castrocielo (FR).

Dall’ intensa attività investigativa complessivamente si registra

Persone indagate: 12

Persone già arrestate in flagranza: 2;

Persone sottoposte al provvedimento della misura coercitiva in carcere : 1;

Persone sottoposte al provvedimento della misura coercitiva degli AA.DD. : 1;

Persone sottoposte al provvedimento della misura dell’obbligo di dimora e presentazione quotidiana alla P.G. : 3;

Stupefacente sequestrato in grammi: grammi 50;

Cessioni accertate: circa 400;

Autovetture sequestrate: 5;

Persone segnalate quali assuntori: 15.