Giorno: 22 aprile 2017

22 aprile 2017 0

Cassino- Successo di adesioni per Io pedalo per la ciclabile

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Grande successo per Io pedalo per la ciclabile. È stata davvero massiccia l’adesione di persone alla manifestazione che si è svolta nel pomeriggio di oggi a Cassino. In tanti sono saliti in sella alla bicicletta per unirsi all’iniziativa che ha visto aderire numerose associazioni tra le quali Rocca Janula e La famiglia (promotrici). Hanno partecipato alla pedalata di bici anche membri delle associazioni Il Laghetto, La Combriccola, Io non perdo, Cassino Dance, Exodus e tanti altri. Un pomeriggio all’insegna dei colori e del divertimento che ha preso il via da piazza Diamare proseguendo per le vie centrali di Corso della Repubblica, via Enrico De Nicola e si è concluso al Parco Baden Powell. N.Costa

22 aprile 2017 0

Marciapiedi “decorati” dai cani a Cassino: basterebbe multare i padroni

Di admin

Cassino – “Si dice che il mondo sia fatto dal niente. Molto probabilmente è fatto dallo sterco” così affermava il drammaturgo tedesco Hebbel. Che abbia preso ispirazione passeggiando per qualche strada italiana? Satire a parte, nell’era dei droni e degli smartphone bisogna ancora avere l’accortezza di guardare i marciapiedi per non portarsi dietro qualche spiacevole “ricordino”. Questo perché il più delle volte, anche a Cassino  manca l’accortezza di rimuovere i bisogni del proprio animale liberamente lasciati ai piedi dei passanti.

Ma c’è chi, finalmente, ha deciso di attivarsi. Scatta in provincia di Verona, a Torri del Benaco, la prima multa per non aver raccolto i bisogni del proprio cane: ben 157€. Una lezione che resterà senz’altro impressa nella memoria dell’incurante padrone, un uomo di 44 anni colto da due vigili urbani nella violazione dell’ordinanza 105 emessa dal sindaco della cittadina. La polemica non è tardata ad arrivare: sanzione esagerata o giusta punizione alla mancanza di rispetto dei luoghi pubblici? La definisce una «ridicola sanzione» il presidente di Aidaa Lorenzo Croce (Associazione italiana difesa animali e ambiente). Tanto da appellarsi alla figura dei Prefetto e rivelarsi disposto a portare il caso all’attenzione del Presidente della Repubblica.

Certo è che se a Cassino tale ordinanza entrasse in vigore, molto probabilmente gli angoli dei marciapiedi non sarebbero più una tale vergogna per la città. Per non parlare delle aree verdi, dalle più vaste come la Villa Comunale e Campo Boario alle più limitate come alberi e siepi nei pressi di uffici e abitazioni. Da garante servirebbe in primis l’impegno dei proprietari degli animali, conducendoli in aree meno in vista e raccogliendo il depositato, ma anche il lavoro di operatori addetti nel rimuovere i cani randagi che sporcano le strade pubbliche in assenza di una dimora, portandoli in apposite strutture dove potranno ricevere le giuste cure. A questo punto non resta che aspettare la pioggia, allettandoci fra gli slalom offerti dallo sterco sui marciapiedi del cassinate.

Giulia Guerra

22 aprile 2017 0

Presentata in sala Restagno la “27^ Maratona di Primavera 2017”

Di redazionecassino1

Cassino – Maglietta, cappellini e scarpette. Il kit è pronto. E, chi non ne fosse dotato, può farlo martedì mattina dalle 9 in poi all’interno della villa comunale.  Quindi, alle 10:30, partirà la 27esima edizione della maratona di primavera. La storica kermesse, che ormai da oltre un quarto di secolo caratterizza il 25 aprile di Cassino, anche per il 2017 attende almeno 5mila presenze. “Perché i sei chilometri di corsa  – ha spiegato ieri il presidente del Cus Carmine Calce nel corso della conferenza stampa nella sala degli Abati – non sono riservati solo agli sportivi, ma soprattutto alle famiglie e ai piccoli, per permettere loro di fare una piacevole passeggiata lungo le strade del centro. Il serpentone farà ritorno nella villa comunale alle ore 12:30 circa, e quindi prenderà il via la grande festa con balli, canti e animazione per i più piccoli. Sarà possibile trascorrere tutta la giornata all’interno del polmone verde della città martire con tante iniziative a corredo. La kermesse, organizzata dal Cus Cassino, ha il patrocinio oltre che dell’Università, del Comune e dell’Abbazia, anche della Regione Lazio e di atnti altri enti del territorio.  Come sempre, a sostegno dell’iniziativa, c’è il partner che da sempre sostiene tutte le attività culturali e sportive in città, ovvero il locale istituto di credito, la Banca popolare del Cassinate. “Partecipiamo tutti ad una grande giornata di festa” ha esortato il sindaco D’Alessandro che è al suo debutto alla maratona. Il professor Calce ha invece evidenziato come anche quest’anno lo slogan della kermesse è un augurio di cui oggi si sente particolarmente bisogno: “Facciamo fiorire la pace nella città per il mondo”.  Sempre ieri nel corso della conferenza stampa alla presenza di tante istituzioni – oltre al sindaco e al rettore, il consigliere delegato allo sport Di Mambro, l’assessore Leone e l’onorevole Marino Fardelli – sono state illustrate le tante novità della 27esima edizione. “Quest’anno – ha annunciato Calce – la tradizionale maratona di Primavera del 25 aprile organizzata come sempre dal Centro Universitario Sportivo sarà un omaggio ai “cugini” della città benedettina, che nei mesi scorsi è stata duramente colpita dal sisma. Un’altra novità di quest’anno, inserita all’interno della giornata, è il trofeo “diversamente uniti, diversamente in marcia: crescere e camminare per fraternizzare”. Anche questa novità è stata rivelata ieri nel corso della presentazione della 27esima edizione: “Si tratta – ha concluso Calce – di un modo per far sì che la maratona non sia solo sport, ma anche attenzione al sociale. Noi come Cus – ricorda – siamo molto sensibili a tale tematica. C’è una profonda sinergia con la comunità Exodus e negli scorsi anni abbiamo portato la maratona anche in carcere”.

22 aprile 2017 0

La Virtus Cassino per l’ultima della stagione regolare al PalaVIRTUS affronta Teramo

Di redazionecassino1

La regular season del Campionato Nazionale di Serie B 2016-17 volge al termine.

Il prossimo sabato, 22 aprile, andrà in scena in 32 palazzetti italiani, in contemporanea, l’ultimo atto della stagione regolare che ha già emesso una serie di verdetti sia in testa che in coda nei quattro gironi , i due orientali B e D ed i due occidentali , A e C.

Ancora qualcosa di importante da chiedere al campionato lo hanno tuttavia le due contendenti che si affronteranno sul parquet del PalaVirtus di Via De Feo a Cassino, alle ore 20.30.

Agli ordini dei signori Stefano Gallo di Monselice (PD) e Giulia Sartori di Arsiè (BL)si incontreranno per la trentesima giornata del campionato di serie B, la BPC Virtus Cassino e Teramo .

Le due formazioni giungono a quest’ultimo appuntamento di stagione regolare rispettivamente con 40 punti in classifica i cassinati di coach Vettese e con 28 punti in classifica gli abruzzesi.

I rossoblù cassinati occupano attualmente il quinto posto del ranking stagionale a sole due lunghezze dal quarto posto della graduatoria del Girone C della terza serie nazionale occupato da Valmontone ed in linea teorica, ma oggettivamente solo tale, possono ambire a salire sul gradino più basso del podio laddove si realizzassero una serie improbabile di circostanze.

Infatti oltre a dover battere la lanciatissima Teramo al PalaVirtus della città martire, i cassinati dovrebbero essere fiduciosi nell’attendere notizie in merito ad un eventuale successo della Stella Azzurra Roma ospite della Virtus Valmontone.

“Una serie di accadimenti impossibili da pronosticare e dunque molto più con i piedi per terra ci prepariamo alla post season con l’idea di affrontare la quarta classificata del girone D della serie B nazionale” commenta il DS della BPC Virtus Cassino, il dott.Leonardo Manzari , “siamo ben consapevoli di tutto ciò e ci stiamo allenando a , usando una metafora ciclistica, scalare le Tre Cime di Lavaredo. San Severo è come il gran premio della montagna più duro che la corsa a tappe del Campionato nazionale di Serie B ci potesse mettere di fronte. Stiamo lavorando bene e con l’umiltà necessaria per rendere al massimo tra 10 giorni” conclude il dirigente rossoblù.

In effetti i playoff 2016-17 presentano, rispetto agli scorsi anni, nella compilazione dei tabelloni della post-season, una serie di importanti novità che vanno ricordate.

Accedono ai playoff le squadre classificate dal 1° all’8° posto di ognuno dei 4 gironi.

Le squadre qualificate risulteranno così accoppiate sul tabellone C, quello verosimilmente che riguarderà le “V” rossoblù: prima classificata del girone C (NAPOLI) -8D; quarta classificata del girone adriatico, il girone D(San Severo)- quinta classificata del girone tirrenico , C , appunto la BPC Virtus Cassino ; 3C-6D; 2D-7C.

I quarti di finale si disputeranno al meglio delle 3 gare con il seguente format: in casa della squadra che ha ottenuto il miglior piazzamento nel corso della regular season nel proprio girone – fuori – eventuale bella in casa della squadra che ha ottenuto il miglior piazzamento nel corso della regular season nel proprio girone.

Le semifinali e le finali si disputano al meglio delle 5 gare con formato casa-casa-fuori-fuori-casa.

Le vincenti di ognuno dei quattro tabelloni playoff disputeranno la kermesse del week end delle “Final Four” poule promozione (in programma a Montecatini nei giorni 10-11 giugno2017).

Al termine di tale evento si assegneranno le tre promozioni in Serie A2 per il campionato 2017/2018.

Gli ospiti della Virtus Cassino invece ambiscono a conquistare l’ultimo posto utile per la post season e contendono questo ambito traguardo agli universitari della LUISS Roma che però li precedono nella graduatoria stagionale di due lunghezze.

“Sarà una gran bella sfida” commenta coach Luca Vettese “il copione lo conosciamo bene , i nostri avversari verranno al Palazzetto di Cassino a vendere cara la pelle come tutti i nostri avversari sin qui affrontati in regular season. Sarà un buon banco di prova che affronteremo con le giuste precauzioni per prepararci a dovere ai quarti di finale di playoff” conclude laconico il coach dei virtussini cassinati.

Sul fronte squadra, in settimana poi ai microfoni della web radio della BPC Virtus Cassino , ospite della rubrica “il personaggio della settimana” , Gianluca Valesin ha ricordato come la squadra sia molto concentrata per questo rush finale e come siano solo brutti ricordi i contrattempi fisici che hanno caratterizzato la terza parte della stagione per l’ala piccola cassinate.

Valesin sarà dunque della gara contro Teramo , dubbi ancora su Marsili.

Nel frattempo dobbiamo ricordare, a margine dell’evento agonistico di sabato 22 aprile, l’evento che si terrà lunedì 24 aprile presso la Sala San Benedetto della filiale di Cassino della Banca Popolare del cassinate, main sponsor delle “V” cassinati.

Come consuetudine da sette anni in qua, al termine della stagione regolare, infatti, la dirigenza cassinate con la presidente, la dott.ssa Donatella Formisano in testa, ed il vice Presidente Renato Di Carlo, incontra la stampa ed i tifosi e quella di lunedì prossimo sarà l’occasione per tracciare un consuntivo di tre anni di serie B a Cassino.

La città martire infatti, grazie alla BPC Virtus Cassino, è tornata ad essere un polo di eccellenza nel basket nazionale e di questo in Terra di Lavoro si è particolarmente fieri.

L’incontro di lunedì servirà a rafforzare il legame tra la società rossoblù, il territorio ed i tifosi che stanno tornando ad essere sempre più entusiasti di questa realtà sportiva.

”Ci apprestiamo a vivere per il terzo anno consecutivo la magia dei play off per l’accesso alle Final Four di Montecatini” dice il DS dei rossoblù, il dott. Leonardo Manzari “per la prima volta vivremo questo spettacolo a Cassino e dunque è l’occasione per raccontare a stampa e tifosi come in tutti questi anni si sia lavorato per portare la nostra città a questi livelli. Siamo fieri di tutto ciò e vogliamo prepararci al meglio per questo spettacolo sportivo”.

Appuntamenti in chiave rossoblù in terra di San Benedetto, appuntamenti da non mancare per gli appassionati della palla a spicchi.

 

22 aprile 2017 0

Pallamano: Il Cus Cassino Gaeta ’84 al 1^ Torneo internazionale “Città di Pontinia”

Di redazionecassino1

Concluso il campionato Under 18,capitan Lorenzo Uttaro e compagni saranno impegnati nel torneo internazionale “Città di Pontinia” organizzato dalla società ospitante della Cassa Rurale Pontinia.

Il torneo che prenderà il via Domenica 23 Aprile per poi concludersi Lunedì 24,vedrà la partecipazione oltre che dei ragazzi di coach Antonio Viola,di: SS Lazio,Cassa Rurale Pontinia maschile e femminile,HC Fondi Femminile,Virtus Roma e la compagine rumena del Tonus.

Un buon banco di prova per i gaetani nel confrontarsi con la realtà della pallamano rumena viste le altre società ben conosciute contro le quali i cussini hanno giocato numerose volte sia in questa stagione che in quelle precedenti.

L’esordio avverrà alle ore 14:30 di Domenica 24 Aprile contro la Virtus Roma,gara che darà proprio il via alla kermesse di pallamano sul 40×20 del Palazzetto dello Sport di Pontinia.

Per coach Viola:”A campionato concluso, è importante che i ragazzi abbiano queste occasioni per fare maggiore esperienza e rimanere compatti. Partecipare a tornei vari è sempre stata una prerogativa nei nostri programmi e credo che la socializzazione,la crescita mentale e lo stare insieme che viene a crearsi durante i tornei,non avvenga in modo migliore in altre circostanze. Ecco perché abbiamo subito accettato di partecipare e sono convinto che i ragazzi si divertiranno e continueremo a lavorare sui meccanismi che col tempo si stanno assestando e serviranno per il futuro”.

 

22 aprile 2017 0

Arrestato dalla polizia cittadino nigeriano che tentava di danneggiare un’auto

Di redazionecassino1

Cassino –  La Squadra Volante del Commissariato di Cassino, in seguito a  segnalazione giunta sulla linea di emergenza 113, interviene in una via centrale della città, dove un uomo  sta tentando di forzare la serratura di un’auto parcheggiata tanto da danneggiarla.

Sul posto gli agenti intercettano il malintenzionato mentre, per guadagnarsi la fuga, brandiva una bottiglia di vetro contro un cittadino intervenuto per farlo desistere dalle sue illecite intenzioni.

I poliziotti lo hanno prontamente bloccato e condotto negli uffici del Commissariato per gli accertamenti di rito: si tratta di un ventinovenne di nazionalità nigeriana. L’uomo è stato  arrestato, dovrà rispondere dinanzi all’Autorità Giudiziaria del reato di rapina impropria.

foto repertorio

22 aprile 2017 0

Il bullismo, quale soluzione? Se ne parlerà alla 7^ edizione di “Cronista per un giorno”

Di redazionecassino1

Cassino –  Si terrà domenica 23 aprile alle ore 10 presso la biblioteca comunale di Cassino la cerimonia di premiazione della 7^ edizione di “Cronista per un giorno” e della 5^ edizione “Sorgenti del Gari”. Particolarmente importante e drammticamente attuale il tema di questa edizione: “Bullismo, fenomeno sempre più frequente: come arginarlo?”. La manifestazione è stata organizzata dall’associazione culturale “Deus Day”. Nell’ambito della manifestazione interverranno i relatori, il dottor Michele Zizza che tratterà le problematiche del bullismo e la dottoressa Daniela Cardillo laureata in Giurisprudenza che affrontera’ il tema “Il labile confine tra diritto di cronaca e diffamazione a mezzo stampa”.

F. P.

22 aprile 2017 0

Partiti nelle aree verdi di piazza De Gasperi i primi lavori del progetto adotta un giardino

Di redazionecassino1

Cassino – Sono partiti i primi lavori sul verde pubblico della città di Cassino relativi al progetto “Adotta un giardino”. In Piazza De Gasperi la società che ha sottoscritto la sponsorizzazione per la valorizzazione e manutenzione ordinaria delle aree verdi ha già iniziato, questa mattina, l’opera di riqualificazione sia dei marciapiedi che delle aiuole antistanti il palazzo comunale.

“Il progetto presentato dalla società REI S.p.A. – ha detto il consigliere delegato al decoro urbano, Angelo Panaccione – prevede oltre alla piantumazione delle aiuole e la pulizia dei marciapiedi anche l’istallazione di un sistema di irrigazione e uno di illuminazione.

Diverse sono state le proposte da parte di aziende del territorio per “adottare” altri spazi, alcune riguardano la rotatoria di via Garigliano ed altre aree in via Gaetano Di Biasio e Viale Bonomi.

Il verde, è uno dei più importanti elementi attrattivi per una città e può diventare anche fattore di competitività per l’economia della città, di qualità per la vita dei suoi cittadini, di identità paesaggistica della città. Gli spazi urbani sono costituiti dal verde pubblico e privato, nelle loro varie tipologie, dal piccolo giardino al grande parco. Mettere a sistema le due categorie può senz’altro migliorare l’aspetto del centro cittadino e quindi renderlo più accogliente e decoroso.

Lo scopo del progetto “Adotta un giardino” è proprio questo, ridare dignità alle aree verdi di Cassino dopo cinque anni di abbandono ed incuria.

Vorrei, inoltre, chiarire che le aree oggetto dei contratti di sponsorizzazione manterranno la funzione ad uso pubblico in base alle destinazioni previste dagli strumenti urbanistici del Comune.

Per i più scettici voglio spiegare quali sono i vantaggi delle “adozioni”: innanzitutto l’ente risparmia nella gestione del verde, laddove le risorse finanziarie in questo settore sono sempre più scarse. In secondo luogo intere aree urbane vengono sottratte così al rischio dell’abbandono, e della violenza, e anche alla possibilità di fare qualche speculazione edilizia. Il concetto mi sembra abbastanza chiaro”. Ha concluso il consigliere Angelo Panaccione.

22 aprile 2017 0

Il 25 aprile mercato abbigliamento a campo Miranda e animali via Verdi

Di redazionecassino1

Cassino  –  “Come promesso ai commercianti ambulanti il prossimo 25 aprile sarà recuperata la data del mercato settimanale soppressa lo scorso 8 aprile per il passaggio del 7° Rally Internazionale Lirenas. Il provvedimento riguerderà soltanto il mercato abbigliamento di Campo Miranda e quello degli animali di Via verdi”. Lo rende noto il consigliere comunale con delega al Commercio, Gianrico Langiano.

“Stiamo parlando comparto, quello del commercio ambulante, che riveste un’importanza storica nel tessuto economico non solo locale, ma che tuttavia non è immune alla crisi e ai cambiamenti che hanno caratterizzato il mondo economico negli ultimi anni. Per questo pur credendo in una manifestazione sportiva internazionale abbiamo prima voluto trovare delle soluzioni con tutti gli esercenti. Ed eccoci oggi a rispettare l’impegno preso giorni fa inserendo nel calendario la giornata di recupero per il mercato di Campo Miranda che nei giorni del passaggio del Rally è stato il quartier generale delle tantissime scuderie che hanno partecipato alla kermesse.

L’Amministrazione D’Alessandro si è sempre schierata dalla parte di questa categoria, sopratutto per il momento di difficoltà economica in cui ci troviamo.

Non siamo rimasti con le mani in mani abbiamo mandato un segnale forte il 15 novembre scorso quando il consiglio comunale ha approvato l’ordine del giorno, da me proposto e firmato da tutta la maggioranza a sostegno di tale settore e che deva mandato al Sindaco di adoperarsi per portare nelle sedi opportune le ragione degli ambulanti per quanto concerne la direttiva Bolkestein. Con il decreto milleproroghe, grazie anche alla forte mobilitazione di piazza e ai provvedimenti adottati da molti comuni e alle posizioni espresse in materia dall’ANCI, la messa a bando per il rinnovo delle licenze entro la primavera di quest’anno, come prevedeva la direttiva, recepita con D. Lgs. 59/2010, è stata prorogato al 2020.

Siamo aperti al confronto con tutte le attività commerciali affinché il settore possa tornare a crescere e con lui tutta la città di Cassino”. Ha concluso Langiano.

 

22 aprile 2017 0

Impianto di Compostaggio a Rocca D’Evandro, il Comitato scrive alla Regione e prepara interrogazione parlamentare

Di admin

Rocca D’Evandro – “Il Comitato Civico per la Tutela e Salvaguardia di Rocca d’Evandro, coadiuvato da tanti cittadini, si è attivato scrivendo alla Regione contro la realizzazione dell’impianto di compostaggio a Rocca d’Evandro”.

Lo scrive in una nota stampa lo stesso Comitato, nota che riceviamo e pubblichiamo.

“L’inattività del Sindaco, che persiste nell’evitare di confrontarsi con i cittadini e in Consiglio Comunale, ha spinto i componenti ad inviare una nota direttamente alla Regione, rappresentando le anomalie riscontrate nella manifestazione di adesione al bando regionale inviata dal sindaco Dott. Angelo Marrocco. Sono varie infatti le anomalie evidenziate alla Regione sotto l’aspetto amministrativo, si ricorda che la manifestazione di interesse al bando regionale è stata sottoscritta solamente dal Sindaco che ha individuato l’area all’interno del Comune di Rocca d’Evandro, senza l’approvazione del Consiglio Comune, unico organo politico-amministrativo, rappresentativo di tutto l’elettorato. Inoltre, si è portato a conoscenza della Regione Campania gli errori contenuti nella comunicazione trasmessa a firma del Sindaco. In particolare, il Comitato ha evidenziato che l’area non ha i presupposti per essere considerata esterna al centro abitato, contrariamente a quanto sostenuto dall’atto di adesione al bando, tanto che le prime abitazione distano solo qualche decina di metri dal perimetro della zona indicata. Quest’ultima, oltre ad essere gravata dagli usi civici è altresì sottoposta a vincoli paesaggistici. Ulteriori pericoli sono stati messi in risalto, anche con riguardo alle conseguenze sotto l’aspetto igienico-sanitario, perché in caso di realizzazione dell’impianto vi sarà una proliferazione di animali nei pressi dell’area circostante l’impianto, quali odori sgradevoli, ratti, rettili e volatili, con immaginabili conseguenze soprattutto per gli abitanti che risiedono nell’immediate vicinanze del perimetro dell’area destinata allo stoccaggio dei rifiuti. Infine, con la comunicazione inviata alla Regione Campania è stato chiesto di considerare l’illegittimità della manifestazione di interesse all’impianto di compostaggio trasmessa dal Sindaco con la conseguenziale la sospensione delle delibere di nomina del RUP e di tutto il procedimento amministrativo. Benché servirebbe un atto formale approvato dal Consiglio Comunale, o quanto meno una revoca trasmessa dal Sindaco, il Comitato non rinuncia a qualsiasi tentativo di bloccare la realizzazione dell’impianto in questione, tanto che ha trasmesso anche la richiesta di partecipazione alla conferenza dei servizi allorquando sarà costituita per esprimere le proprie osservazioni al progetto in corso di realizzazione. Ulteriore dimostrazione del fermo e convito no del Comitato Civico alla realizzazione dell’impianto di compostaggio la si ritrova nella aver richiesto ed ottenuto un’interrogazione Parlamentare a risposta scritta (4-16324 del 18/04/2017) indirizzata al Ministro dei Beni Culturali e delle Attività Culturali e del Turismo e al Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio presentata dal Parlamentare Marcello Taglialatela. Nell’interrogazione si evidenziano tutti i difetti di forma e di sostanza emersi nel procedimento amministrativo intrapreso dalla Regione Campania su manifestazione di interesse del Comune di Rocca d’Evandro per la realizzazione dell’impianto. In particolare sono stati evidenziati gli errori contenuti dall’atto firmato dal primo cittadino, oltre all’aver dato corso ad un progetto per la realizzazione di un biodigestore su di un’area ancora oggi gravata da usi civici e da un parco urbano. Non va sottaciuto che i consiglieri dell’intero consiglio comunale (maggioranza e minoranza) nel 2016, nella seduta consiliare n. 6 del 4 aprile, votarono tutti favorevolmente per la sdemanializzazione dei terreni del bosco Vandra, quindi una modifica dei requisiti che oggi avrebbe permesso la realizzazione dell’impianto di compostaggio. Il Comitato informa che continuerà nell’azione intrapresa, soprattutto perché supportata da tantissimi cittadini di Rocca d’Evandro contrariati dalla decisione di portare i rifiuti di molteplici altri comuni in un territorio ricco di storia e di tradizioni da rivalutare. Inoltre, si informano i cittadini che il Comitato ha richiesto di partecipare al consiglio comunale straordinario convocato per il 22 aprile 2016, come parte attiva, così come previsto dall’articolo 37 del regolamento comunale. Se nel prossimo Consiglio verrà scongiurata la realizzazione dell’impianto il Comitato ed i cittadini saranno pienamente soddisfatti del lavoro fin oggi svolto, poiché in uno degli articoli di giornale il Sindaco si è espresso palesemente convinto della realizzazione, mentre la minoranza anche avendo i propri onorevoli contatti in regione e ben più poteri di un comitato civico, null’altro ha fatto se non limitarsi a chiedere un consiglio comunale. Il Comitato rappresenta infine che non si può restare fermi ed inermi contro una violazione del potere di rappresentanza così grave come quella posta in atto dal sindaco”.