Categoria: Cassino

13 agosto 2018 0

Cassino, Largo Don Bosco: Cresce l’attesa per la tradizionale fiaccolata dedicata alla Madonna di Canneto

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cresce l’attesa per sabato 18 agosto per l’appuntamento di fede a Cassino. Si terrà infatti la tradizionale fiaccolata dedicata alla Madonna di Canneto. La manifestazione dedicata alla Madonna di Canneto fu voluta e realizzata da un sacerdote salesiano, Don Paolo Leboroni, colui che diede inizio alla nascita dell’associazione Largo a Don Bosco, con la creazione del gruppo statuario nato nel 2007 a Cassino in via Solfegna e diventato poi Largo Don Bosco. Un luogo che vede la presenza quotidiana di bambini, giovani ed anziani, ognuno a condividere le proprie idee, esperienze e a pregare insieme. Tornando alla fiaccolata, l’evento religioso viene organizzato dall’associazione Largo a Don Bosco con la partecipazione della Chiesa di San Pietro e il suo parroco. Ecco il programma del 18 agosto 2018: Alle ore 20.00 ci sarà la preghiera con la benedizione ai presenti in Largo Don Bosco. Alle 21.00 ci sarà l’intrattenimento musicale con l’orchestra swing gang, un esibizione di brani anni 30-40-50 di swing dal vivo. Alle 23.15 la partenza della fiaccolata da Largo Don Bosco fino alla chiesa di San Pietro apostolo del Colosseo. Tutto ciò per rievocare un’antica tradizione religiosa che si ripete ogni anno. Il 18 agosto a mezzanotte circa una riproduzione della statua di culto viene posta davanti alla parrocchia e il parroco benedice i pellegrini che da Piedimonte vanno a Canneto. Lo ricordiamo, ogni anno dal cassinate e non solo partono in pellegrinaggio a piedi fino a Canneto migliaia di fedeli e con loro portano la devozione e la benedizione di tutte le comunità coinvolte. Giungono al Santuario all’alba del 21 agosto, giorno di grande festa nell’amata Valle.

9 agosto 2018 0

Incidente stradale, ancora un morto ed un ferito grave sulla Cassino-Sora

Di admin

ATINA – Un morto ed un ferito grave nell’incidente stradale che si è verificato questa sera poco prima delle 21 sulla superstrada Cassino Sora nel territorio di Atina. Ecco, quindi, che la già lunga lista delle vittime della strada nel cassinate si allunga e, comprende oggi anche il nome di Massimo M. 47 anni di Sora.

L’uomo viaggiava su una Opel Meriva quando per cause ancora al vaglio dei carabinieri della compagnia di Cassino comandati dal capitano Ivan Mastromanno, si è schiantato contro una Audi A3 guidata da L.S 34 anni di Cassino.

I soccorritori giunti sul posto non hanno potuto far altro che constatare la morte del 47enne e dare speranze di sopravvivenza al 34enne trasportandolo d’urgenza all’Umberto I a bordo di una eliambulanza. Lo stesso tratto di strada, o poco distante, appena l’11 luglio si era gia macchiata del sangue di una giovane madre. nell’occasione rimase ferita la figlia di appena 2 anni morta, questa mattina al Bambino Gesù di Roma dove era ricoverata.

Ermanno Amedei

L’informazione si paga. Sostieni Il Punto a Mezzogiorno anche con un solo euro.

Bonifico intestato ad Ermanno Amedei codice Iban: IT65Q0760105138282904282908

oppure con Paypal

8 agosto 2018 0

Incidente sulla Superstrada Cassino Sora, dopo un mese di agonia muore la bambina rimasta ferita

Di admin

CASSINO – Dopo un mese di agonia è morta la piccola che l’11 luglio è rimasta coinvolta in un incidente stradale avvenuto sulla Superstrada Cassino Sora nei pressi di Sant’Elia Fiumerapido. Nello schianto perse la vita la madre che 38 anni originaria di Pontecorvo, residente a Formia ma domiciliata ad Atina, che era alla guida dell’auto. La loro vettura si schiantò frontalmente contro un camion che procedeva in senso opposto. La piccola venne trasferita d’urgenza al Bambino Gesù di Roma dove, oggi è morta. Ermanno Amedei

7 agosto 2018 0

Spaccio di droga a Cassino, denunciato 30enne di Sant’Elia

Di admin

CASSINO – I Carabinieri del NORM della Compagnia di Cassino hanno denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un 30enne di Sant’Elia Fiumerapido già noto alle forze dell’ordine per fatti simili.

In particolare, i militari comandati dal capitano Ivan Mastromanno hanno proceduto al controllo dell’uomo, notato aggirarsi con fare sospetto alla guida della propria autovettura per le strade del centro abitato della città Martire.

Alla vista della pattuglia il 30enne ha cercato di dileguarsi e sottrarsi al controllo, disfacendosi, prima di essere bloccato dagli operanti, di un involucro di cellophane. La conseguente perquisizione personale e veicolare ha dato esito negativo, mentre si accertava che l’involucro di cui si era disfatto, raccolto immediatamente dai Carabinieri, conteneva 11,331 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish suddivisa in quattro pezzetti, che veniva sottoposta a sequestro.

Ritenendo che la droga fosse destinata allo smercio tra i giovani di Cassino, il 30enne è stato pertanto deferito alla locale Procura della Repubblica.

6 agosto 2018 0

Maxi pulizie nel parcheggio multipiano di via Di Biasio e in quello di piazza Garibaldi

Di redazionecassino1

CASSINO –  “La De Vizia Transfer ha effettuato degli interventi di pulizia nel parcheggio sotterraneo di Piazza Garibaldi, nei pressi la stazione ferroviaria della città è sul parcheggio Multipiano in via Di Biasio”. Lo ha detto l’assessore ai Lavori Pubblici, Ambiente e Manutenzione, Dana Tauwinkelova. “Gli interventi sono stati eseguiti il 22 luglio nei pressi dello scalo ferroviario e lo scorso 2 agosto al Multipiano con l’ausilio di mezzi appropriati a questo genere di operazioni.  Si evidenzia quindi che le foto riportate da alcuni quotidiani in questi ultimi giorni siano antecedenti alla data in cui la società che gestisce il servizio di raccolta differenziata e pulizia della città ha effettuato i lavori in oggetto. Stiamo lavorando per garantire il giusto decoro alla città di Cassino, con i mezzi e soprattutto le risorse di cui il Comune dispone. Nessuno ha la bacchetta magica, ma tutto si può dire tranne che la nostra città sia in degrado. Ci sono delle situazioni critiche, per carità nessuno lo nega, ma è pur vero che stiamo dando delle risposte in base ad una azione pianificata che coinvolge l’intero territorio comunale. Dal centro alle periferie senza distinzione. Ma che richiede soprattutto tempo. Noi ce la stiamo mettendo con l’ausilio degli uffici dell’area Tecnica e gli operai del settore manutensione che con sacrificio ed abnegazione svolgono un lavoro importante per il bene della citta di Cassino”. Ha concluso l’assessore ai Lavori Pubblici, Ambiente e Manutenzione, Dana Tauwinkelova.

  

6 agosto 2018 0

Per Arpa Lazio Cassino nell’ultima settimana “città con la migliore qualità dell’aria”

Di redazionecassino1

CASSINO – Secondo i dati dell’Arpa la città di Cassino nell’ultima settimana è tra le città con la miglior qualità dell’aria del Lazio, risultando, sempre secondo le rilevazioni dell’agenzia Regionale, addirittura la migliore nei giorni 29 luglio, 31 luglio, 02 agosto e 04 agosto. Anche i livelli di pm2,5 sono scesi in questo periodo arrivando ad una media di 12μg /m3 dall’inizio dell’anno fino ad oggi. “I dati di questi ultimi mesi sulla qualità dell’aria della nostra città sono confortanti- ha detto il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro – Dall’inizio dell’anno abbiamo avuto soltanto dieci sforamenti per quanto concerne le pm 10 fino a questo momento, tutti, ovviamente nei mesi di Gennaio e Febbraio (8 nel primo 2 nel secondo). È un dato interessante anche questo: è il migliore in assoluto negli ultimi dieci anni. Sembrano lontani gli anni 2013, 2014 e 2015 quando di questo periodo si registrano già sforamenti pari a 35 giornate nell’arco di otto mesi. L’anno scorso i giorni in cui le pm10 sono andate oltre la soglia stabilita dalle normativa vigente erano 22. È siamo riusciti a chiudere il 2017 senza andare oltre il limite delle giornate di sforamento annuale che è di 35 giorni. Anche questo un dato che non trova riscontro migliore negli ultimi dieci anni. Siamo consapevoli che sono i mesi invernali quelli che ci presentano maggiore criticità per quanto riguarda la qualità dell’aria. È sappiamo che l’incidenza maggiore che hanno soprattutto gli impianti di riscaldamento sui valori delle pm10, rispetto al traffico veicolare. Le misure isolate non servono a molto, servirebbero invece interventi strutturali, senza farsi prendere dall’isteria. Noi abbiamo deciso anche di intervenire sulla formazione dei giovani, grazie al progetto Capo Classe Energetico, affezionato addirittura anche dai media nazionali e risultato uno dei 100 progetti premiati al FORUM PA 2018 nell’ambito del contest “Premio PA sostenibile. 100 progetti per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030”.“ Per dare il buon esempio il Comune di Cassino ha abbassato di due gradi le temperature delle caldaie degli edifici gestiti dall’ente e piantumato nei mesi scorsi oltre 100 specie di alberi in grado di dare un contributo alla lotta contro le polveri sottili. C’è ancora da fare molto e molto dipende anche dalle condizioni climatiche, ma di certo in questi due anni non siamo stati immobili o a fare da spettatori agli eventi”.

6 agosto 2018 0

Ripresi i lavori in piazza XV febbraio, un monumento ricorderà i soldati polacchi

Di redazionecassino1

CASSINO –  Sono ripresi i lavori di rifacimento della piazza XV febbraio. “Gli operai sono già al lavoro per consegnare alla città un nuovo spazio verde in tempi brevi. – ha dichiarato il sindaco di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro – Ci sono stati grossi ritardi, ne sono perfettamente consapevole, e per questo voglio scusarmi con i miei concittadini. I disagi ci sono stati, li abbiamo avvertiti tutti, e qualche altro fastidio ci sarà ancora. Nei prossimi giorni, fino alla conclusione dei lavori, la carreggiata di via XX settembre sarà chiusa a sensi alterni per consentire l’installazione della nuova pavimentazione. Passati i disagi, sono certo che la riqualificazione di questa piazza piacerà molto agli abitanti di Cassino: avremo tutti un nuovo giardino in cui trascorrere un momento di svago, un altro spazio per coltivare il nostro senso comunità. Ho già espresso alle autorità polacche la volontà di posizionare nel nuovo giardino un monumento dedicato alla memoria dei giovani soldati polacchi. Presto, quindi, sia gli abitanti di Cassino, sia i turisti che arrivano in città attratti dai luoghi della memoria storica presenti, avranno un nuovo punto d’interesse.” ha concluso il sindaco D’Alessandro.

3 agosto 2018 0

Riaperto il doppio senso su via Sant’Angelo. D’Alessandro: “Mantenuto l’impegno preso in campagna elettorale”

Di redazionecassino1

CASSINO – Da questa mattina via Sant’Angelo è percorribile in entrambi i sensi di marcia. Presenti alla cerimonia per la riapertura a doppio senso dell’importante arteria della città, il sindaco Carlo Maria D’Alessandro, il rettore dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Giovanni Betta, il consigliere regionale, Pasquale Ciacciarelli, il consigliere provinciale Massimiliano Mignanelli, sindaci della Valle dei Santi, nella fattispecie di Sant’Ambrogio sul Garigliano, Sant’Andrea del Garigliano e Sant’Apollinare, il presidente del consiglio comunale Dino Secondino, gli assessori all’Urbanistica e Attività Produttive, Beniamino Papa e Chiara Iadecola, i consiglieri comunali, Carmine Di Mambro, Gianrico Langiano e Alessio Ranaldi, il presidente del Cosilam, Mario Abbruzzese, nonché i rappresentanti delle forze dell’ordine.

“Questa mattina abbiamo inaugurato la riapertura del doppio senso di circolazione su via Sant’Angelo. – Ha detto il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro – L’ho percorso per primo con la mia macchina per dimostrare ai miei concittadini che è perfettamente transitabile. I mezzi pesanti e le corriere che provengono da Sant’Angelo comunque dovranno percorrere il percorso originale transitando da via Ausonia. Da oggi, finalmente, gli automobilisti provenienti dalla Valle dei Santi e i gli studenti del Campus Folcara potranno raggiungere il centro della nostra città in tutta sicurezza. Era un impegno importante preso in campagna elettorale con i cittadini ed è stato portato a compimento nel migliore dei modi. Insieme ai lavori per la realizzazione della rotatoria nei pressi della clinica San Raffaele, questo intervento porta a compimento l’azione di questa amministrazione a favore della riqualificazione e la messa in sicurezza di un’area di ingresso alla nostra città”. Ha concluso il il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro.

2 agosto 2018 0

Il teatro “Manzoni” torna in possesso del Comune

Di redazionecassino1

CASSINO – Ieri  mattina gli uffici dell’area Tecnica del Comune di Cassino hanno ripreso in consegna i locali del Teatro Manzoni. Sono state ritirate le chiavi della struttura e si è proceduto alla compilazione di un inventario di tutto il materiale esistente all’interno a diverso titolo. Da oggi, quindi, il Teatro Manzoni torna a pieno titolo in possesso del Comune di Cassino. “Si tratta di un momento importante – ha detto il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro – da questo primo step passa la riorganizzazione di una struttura importantissima per la nostra città dal punto di vista culturale. Siamo in procinto di portare a compimento l’iter per l’affidamento della struttura alla nuova società che risponderà in modo più soddisfacente ai requisiti del bando e che soprattutto avrà intenzione di riportare in auge un Teatro attraverso una gestione importante e di livello. Il teatro Manzoni deve tornare ad essere un punto di riferimento non solo per la città di Cassino, ma anche per i territori limitrofi. Deve tornare prepotentemente al centro della scena, per usare termini del gergo teatrale, a produrre cultura e buono spettacolo in grado di attrarre sia autorevoli personaggi della grande tradizione teatrale italiana e sia un sempre più vasto pubblico di tutte le eta”.

1 agosto 2018 0

Procedure di licenziamento collettivo alla Teknoprogetti

Di admin

CASSINO – La Teknoprogetti di Cassino ha attivato una procedura di licenziamento collettivo per riduzione di personale. Lo si apprende da una comunicazione che la stessa azienda cassinate ha inviato alcuni giorni fa alla Regione Lazio, Federlazio, all’ispettorato del Lavoro di Frosinone.

“Si comunica che questa società non essendo più in grado di garantire l’occupazione alle unità in forze si vede costretta al licenziamento di parte del proprio personale dipendente”.

E’ quanto si legge nella comunicazione con cui si rende tesa l’estate degli operai che rischiano il posto di lavoro.