Categoria: Cassino

16 dicembre 2018 0

Unionecinquecittà: “Proteggiamoci dai rischi” al via il nuovo progetto di Servizio Civile

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

AQUINO – Lo aveva preannunciato, pochissimi giorni fa all’atto del saluto dei giovani che avevano concluso l’anno di servizio nei Comuni ove erano stati assegnati e, puntuale, è arrivata la conferma di quanto anticipato.

Leggiamo, infatti, in un post dei Sindaci di Aquino e Piedimonte S.G., che ha preso il via il nuovo progetto di Servizio Civile di cui l’Unione Cinquecittà è risultata aggiudicataria nel Bando della Presidenza del Consiglio.

Ben 29 tra ragazze e ragazzi, nella Sala Consiliare del Comune di Piedimonte San Germano, assente Iannarelli per impegni istituzionali, sono stati accolti dal Presidente Libero Mazzaroppi, dal padrone di casa Gioacchino Ferdinandi e dai Sindaci di Roccasecca Giuseppe Sacco e di Colle San Magno Antonio Di Adamo che, unitamente al funzionario dell’Ente Giuseppe Fordellone, hanno dato il loro benvenuto e le prime indicazioni del futuro impiego operativo.

Le ragazze e i ragazzi che sono stati, fin da subito, dislocati nelle varie Città sedi di progetto, ove è prevista la loro attività, hanno dimostrato di essere emotivamente carichi di entusiasmo e di buoni propositi.

Saranno impegnati, per un anno, nel programma che replica e ottimizza quello precedente denominato Proteggiamoci dai rischi in una attività che – come ha detto Mazzaroppi – è un’occasione importante che assicura crescita, sviluppo del senso civico e aumenta la capacità di sentirsi parte importante della comunità perché offre lo spunto e la possibilità di partecipare alle attività pubbliche, in maniera concreta e attiva, facendo crescere il sentimento di essere veri cittadini testimoni del proprio tempo.

Anche i Sindaci Sacco, Ferdinandi e DI Adamo hanno espresso parole lusinghiere e di incoraggiamento ai giovani selezionati raccomandando loro di essere rispettosi delle regole e dei cittadini in un contesto di crescita che li vedrà, sicuramente, protagonisti a tutti i livelli.

 

15 dicembre 2018 0

Bimba cade dal balcone a Cassino, era stata lasciata sola in casa

Di admin

CASSINO – La bambina di sette anni caduta dal balcone di Casa in corso della Repubblica a Cassino è ricoverata in ospedale a Cassino sotto attenta osservazione medica.

La piccola appare vigile ma è necessario, con appositi esami, scongiurare la possibilità di eventuali trami interni.

Intanto si apprende che la bimba sia figlia di una donna straniera e che, al momento della caduta dal balcone, pare del tutto accidentale, fosse sola in casa in quanto la madre si era allontanata. Del caso se ne stanno occupando glia genti del commissariato di Cassino diretto dal vice Questore Raffaele Mascia.

Ermanno Amedei 

VIDEO – Bimba cade dal balcone a Cassino, la piccola è stata rianimata in ospedale

15 dicembre 2018 0

VIDEO – Bimba cade dal balcone a Cassino, la piccola è stata rianimata in ospedale

Di admin

CASSINO – La bambina di sette anni caduta questa mattina dal balcone in corso della Repubblica a Cassino avrebbe sette anni (e non 5 come precedentemente riportato) e dopo i primi soccorsi effettuati direttamente sul marciapiedi dove è stata trovata, è stata trasportata in ospedale a Cassino e rianimata.

Le sue condizioni, quindi sarebbero gravi ma dopo un volo di diversi metri appare miracoloso che sia ancora in vita.

A darle speranza di sopravvivenza, quasi certamente sono stato un albero di Corso della Repubblica sui cui rami la piccola sarebbe caduta attutendone l’impatto con il marciapiedi.

Ermanno Amedei

 

15 dicembre 2018 0

Bimba di 5 anni cade dal balcone a Cassino, attimi di terrore in Corso della Repubblica

Di admin

CASSINO – Una bambina di 5 anni è caduta dal balcone o finestra di casa in pieno centro a Cassino. Attimi e scene di panico questa mattina poco dopo le 12.30 quando la piccola è volata giù dal terzo piano finendo sul marciapiedi sottostante in Corso della Repubblica poco prima della clinica Serena.

Per primi a soccorrerla sono stati alcuni passanti, e successivamente gli operatori di una ambulanza del 118.

La bimba seppur grave è viva e ciò è stato possibile, a quanto si apprende, dal fatto che la caduta sia stata attutita dai rami degli alberi sottostanti al balcone.

Ermanno Amedei

Aggiornamento

14 dicembre 2018 0

Paura alla rotatoria di via Casilina nord per l’incendio di un’auto

Di redazionecassino1

CASSINO – Attimi di paura lungo la SS.  Casilina in direzione nord, poco fa, per un’autovettura in fiamme. L”incendio si è sviluppato in prossimità della rotatoria di San Benedetto dinanzi ad un noto centro commerciale.  L’auto, probabilmente, avrebbe preso fuoco mentre era in marcia, vista la scia di fiamme lasciate lungo la strada. Sul posto sono in azione i Vigili del Fuoco del Distaccamento di Cassino che stanno cercando di spegnere il rogo ed accertarne le cause. Al momento sembra non ci siano feriti. Il fuoco ha investito la vettura con fiamme di grande intensità. Inevitabili i disagi alla circolazione in quel momento per l’ora di punta e la pioggia battente che durante l’intera giornata ha investito la città.

F.P.

13 dicembre 2018 0

Incidente stradale il largo Dante a Cassino, cinque auto coinvolte

Di admin

CASSINO – Carambola di auto, nel tardo pomeriggio di oggi, in largo Dante a Cassino. Sarebbero almeno cinque le vetture coinvolte e a causarla sarebbe stato il conducente di uno dei mezzi che, giunto alla rotatoria, avrebbe perso il controllo dell’auto schiantandosi contro le altre, alcune in transito ed altre parcheggiate fermando la corso sul marciapiedi di fronte al Risto pub Risciò.

Tra gli automobilisti ci sarebbe qualche ferito lieve e sul posto, oltre ad una ambulanza, sono arrivati i carabinieri di Cassino per effettuare i rilievi e risalire alle cause e alle responsabilità dell’accaduto.

Ermanno Amedei

13 dicembre 2018 0

Politica cassinate, D’Alessandro: Con me tutto il centro destra e contro gli alleati Pd e Lega

Di admin

CASSINO – “Ritengo sia opportuno puntualizzare qualora ce ne fosse ancora bisogno che al di fuori dell’amministrazione D’Alessandro, non c’è possibilità di costituire un altro centro destra a Cassino. Al di fuori della mia amministrazione c’è solo il centro sinistra e, fuori dal consiglio comunale, i 5 Stelle”.

Lo ha detto in una nota il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro.

“Prendo atto che il partito della Lega abbia deciso di votare favorevolmente una mozione di sfiducia presentata dal Partito Democratico e che quindi il Carroccio, a Cassino, ha un accordo sottoscritto con il PD per cercare in ogni momento di far cadere l’unica amministrazione di centro-destra di questa città. E’ indubbio che Tale situazione andava chiarita dopo tutti questi mesi e per l’evidenza è arrivato, in consiglio comunale, il voto favorevole alla sfiducia. Voglio rimarcare che il sottoscritto rimane un sindaco dell’intera coalizione di centro-destra. La stessa persona che è stata scelta dal popolo nel 2016, grazie all’Unione dei tre partiti e al blocco delle liste civiche. Non intendo derogare da questo sistema chi invece ritiene di fare accordi sottobanco con il Partito Democratico. Devono avere il coraggio di assumere questa decisione a tutti i livelli oppure i livelli sovracomunali devono avere la forza di intervenire per scongiurare un ennesimo accordo extra consiliare politico che nulla ha a che vedere con il bene della città. Inoltre prendo atto, con grande soddisfazione di avere comunque insieme con me altri 12 consiglieri comunali, pronti a rilanciare l’azione amministrativa per questa città sui 10 punti programmatici. Quelli che ho già evidenziato in un precedente consiglio comunale e che intendo portare avanti in questi restanti due anni e mezzo di amministrazione. Non ho nessuna paura di affrontare le continue spallate che sta producendo e continuerà a produrre l’accordo Lega – Partito Democratico. Saranno i cittadini a giudicare quando ci presenteremo al loro cospetto al termine del mandato. Loro sono gli unici deputati a giudicare un’amministrazione”. Ha concluso il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro.

13 dicembre 2018 0

Rubano soldi ai visitatori in ospedale a Cassino, arrestate tre donne

Di admin

CASSINO – Tre donne sono state dai Carabinieri di Cassino per furto aggravato in concorso. Si tratta di  F.C. 55enne, F.R. 56enne e D.C. 41enne tutte campane, l’ultima già censita per reati finanziari.

Le tre sono state bloccate dai militari nel piazzale antistante l’ospedale Santa Scolastica di Cassino dopo aver asportato la somma di 60 euro dal portafoglio contenuto all’interno di una borsa che una 33enne di Pontecorvo aveva poggiato su un comodino di una stanza dell’ospedale, per accompagnare in bagno la nonna gravemente malata. Nel rientrare nella stanza la 33enne notava le tre donne allontanarsi celermente, accorgendosi che dalla propria borsa rovistata mancava il denaro sottratto dal portafoglio.

Prontamente la malcapitata chiedeva aiuto ai presenti rincorrendo le tre donne autrici del furto che nel frattempo procedevano speditamente in direzione dell’uscita dell’ospedale ma venivamo bloccate dai Carabinieri ivi giunti con sollecitamente. Accompagnate presso gli uffici della Compagnia Carabinieri di Cassino, le tre campane venivano sottoposte a perquisizione personale e trovate in possesso della somma asportata alla 33enne denunciante. Stante la flagranza del reato le indagate sono state tratte in arresto e dopo le formalità di rito trattenute presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri della città martire, in attesa del rito direttissimo. Sono in corso indagini per addivenire all’identificazione di eventuali altre vittime.

13 dicembre 2018 0

La puntura di Ultimo… a chi sperava che l’Italia si piegasse

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – “Chi pensava che il Governo italiano sarebbe naufragato di fonte al muro contro muro con Bruxelles, se ne faccia una ragione. Chi sperava che lo spread avrebbe piegato una Nazione da troppo tempo abituata a dire sempre di si ai burocrati corrotti, si vada a nascondere. La manovra sarà modificata certo, fatte salve però le prerogative del Governo. La Commissione Europea si è dovuta ammorbidire ultimamente. Ad accordo fatto, gli italiani dovranno ricordare chi in Italia ha remato contro e chi invece ringraziare. Tra questi ultimi, al primo posto, i gilet gialli francesi”.

Ultimo

13 dicembre 2018 0

D’Alessandro incassa la fiducia, 13 a 12, ma la tenuta della maggioranza sarà il vero scoglio

Di redazionecassino1

CASSINO – Consiglio comunale ieri sera che aveva all’ordine del giorno la mozione di sfiducia nei confronti del sindaco D’Alessandro. Il risultato ha dato ragione alla maggioranza, anche se per un solo voto. La conta delle opposizioni, infatti, si è fermata a quota 12: i dieci firmatari (7 del Pd e 3 civici) oltre ai due della Lega. Ma la tensione resta alta in seno al Consiglio. La domanda è d’obbligo, quanto reggerà la tregua?

Respinta la mozione di sfiducia, Carlo Maria D’Alessandro resta sindaco di Cassino e può tirare un sospiro di sollievo, ma senza troppa sicurezza. Il sindaco ha centrato il tredici e, seppur con un solo voto in più, riesce ad evitare la sfiducia. Toni accesi ed alta tensione nel corso del Consiglio comunale. Duro botta e risposta tra la maggioranza e le opposizioni. La Lega ha rinfacciato al sindaco di non aver sostenuto Palombo alle elezioni regionali, tanto per citarne una. D’Alessandro ora guiderà, di fatto, un monocolore tutto targato Forza Italia che non fa ben sperare nella tenuta, visto le litigiosità interne, e  che lascia fuori tutto il ‘settore delle liste civiche’. Ostenta sicurezza, quindi, il Primo Cittadino che incassata la fiducia in una dichiarazione a caldo dopo il voto: “Noi non abbiamo rinunciato ai nostri principi. Ci dovrebbero chiedere scusa”. In realtà dal notaio resta aperto fino al 25 gennaio un registro per le dimissioni. Per il momento lo scoglio superato della sfiducia consentirà a D’Alessandro e alla sua maggioranza di tirare avanti e di ‘mangiare il panettone’, per adesso. Un dato è certo che la situazione politica di questa maggioranza è da ritenersi tutt’altro che tranquilla e bisognerà vedere la reale forza della sua tenuta nel corso dei prossimi mesi, anzi dei prossimi giorni quando si dovrà nominare il nuovo assessore all’Ambiente e alla Manutenzione, poltrona lasciata vacante con l’ingresso in Consiglio comunale di Dana Tauwinkelova, subentrata al dimissionario Franco Evangelista.

Sarà questo il primo vero ‘banco di prova’ della maggioranza.

F. P.

foto repertorio