Categoria: Cassino

18 ottobre 2018 0

Progetto “Apriamo le dimore storiche del Lazio”, domenica rappresentazione medievale alla Rocca Janula

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Nell’ambito dell’iniziativa “Apriamo le dimore storiche del Lazio”, domenica 21 ottobre la Rocca Janula di Cassino sarà aperta al pubblico con ingresso gratuito e ospiterà le attività di rievocazione storica dell’associazione I Corvi Di Giano. “La Rocca Janula è tra le storiche più importanti dimore del Lazio. – ha affermato il sindaco di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro – Questo ci rende orgogliosi e ci conferma l’enorme valore storico e culturale che la città di Cassino ha sul nostro territorio. Invito tutti i miei concittadini e i tanti curiosi che arriveranno dalle regioni circostanti a fare visita alla Rocca Janula domenica. Sono certo che ne rimarranno piacevolmente sorpresi. Per maggiori info e prenotazioni, consulta il sito http://dimorestorichelazio.it/” “La nostra regione è tra le aree più ricche dal punto di vista storico-culturale. Tra castelli, palazzi, parchi e giardini incantevoli non poteva mancare la Rocca Janula, protagonista della storia del Cassinate fin dalla sua fondazione. – ha commentato l’assessore alla Cultura Maria Iannone – L’iniziativa promossa da Lazio Innova insieme all’Associazione Dimore Storiche Italiane è una grande opportunità per far conoscere e apprezzare questo bellissimo sito anche oltre i confini del Lazio meridionale. Grazie alle sinergie territoriali che hanno coinvolto, in questo caso, sia gli uffici comunali e l’associazione Corvi di Giano, si possono mettere in campo forme di collaborazione in grado di stimolare e rendere appetibile la nostra citta dal punto di vista culturale. La storia, gli eventi del passato, dunque rendono la nostra città una perla miliare nel panorama nazionale in questo settore: il nostro compito è mettere a sistema le risorse culturali e le realtà che lavorano in modo importante per promuovere il patrimonio della città. In questi giorni stiamo, dunque, lavorando ad un regolamento ad hoc che riguarda la Rocca Janula in modo da disciplinare l’accesso al sito sia per gli eventi culturali, mostre, spettacoli, come per gli ultimi eventi organizzati all’interno della Rocca, ma anche per la possibile fruizione relativa ai matrimoni civili”. Ha concluso Maria Iannone.

18 ottobre 2018 0

Piedimonte; Rissa fra giovani del posto e marocchini, identificati e denunciati dai carabinieri

Di redazionecassino1

PIEDIMONTE SAN GERMANO – Nella giornata di ieri, i militari della locale Stazione, a conclusione di serrate indagini deferivano in stato di libertà per “lesioni personali e minacce” sei giovani del luogo, di età compresa tra 20 e 28 anni, in danno di due fratelli di nazionalità marocchina di 19 e 21 anni dello stesso centro.

Nella serata del 16 ottobre u.s., nella centralissima Piazza Municipio, i denuncianti aggredivano una delle vittime che aveva fatto delle avance a due ragazze del posto. Per motivi di gelosia il gruppo intraprendeva una forte discussione con i due fratelli, sfociata poi con un pugno sferrato da uno dei ragazzi al coetaneo marocchino. L’arrivo dei militari operanti riusciva a calmare gli animi dei giovani che venivano invitati in Caserma per le successive incombenze di rito mentre, il giovane marocchino colpito, accompagnato presso il Pronto Soccorso dell’ospedale di Cassino veniva riscontrato affetto da una ferita lacero contusa al labbro inferiore.

18 ottobre 2018 0

Evade dai ‘domiciliari, arrestato dai carabinieri in via Sferracavalli

Di redazionecassino1

SANT’ELIA F.R. – Nella mattinata odierna, in Cassino i militari della locale Stazione, hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di evasione dagli arresti domiciliari, un 26enne di Sant’Elia Fiumerapido, già censito per analogo reato nonché per violenza sessuale, minacce, atti persecutori ed altro. Il predetto, già sottoposto al regime degli arresti domiciliari dal GIP del Tribunale di Roma a seguito di arresto, eseguito a luglio del 2017 nella flagranza del reato di violenza sessuale nei confronti di una infermiera operante nel reparto di ostetricia del policlinico Umberto I° di Roma, nel corso di un controllo da parte dei Carabinieri della Stazione di Sant’Elia Fiumerapido, non veniva trovato in casa. A seguito di immediate ricerche, i militari operanti rintracciavano il prevenuto in via Sferracavalli del comune di Cassino, traendolo in arresto. Espletate le formalità di rito lo stesso veniva tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa del giudizio per direttissima che sarà celebrato nelle prossime 48 ore.

FOTO REPETORIO 

18 ottobre 2018 0

Incendio sulla Cassino-Formia, pullman Cotral si ferma e prende fuoco

Di admin

AUSONIA – Il fumo nell’abitacolo ha fatto scattare l’allarme e poco dopo si è scatenato l’inferno sul pullman in transito ieri sera sulla superstrada Cassino Formia all’altezza di Ausonia.

In pochi minuti il mezzo del servizio pubblico è stato interamente avvolto dalle fiamme trasformandosi in un enorme falò che produceva un denso fumo nero e maleodorante. Le quattro persone a bordo sono uscite in tutta fretta mettendosi in salvo mentre l’autista tentava un primo intervento di spegnimento che è risultato vano.

Immediatamente sul posto sono arrivati i Vigili del Fuoco del distaccamento di Cassino che hanno dovuto lavorare non poco per avere la meglio sulle fiamme le quali, una volta domate, hanno restituito solamente la carcassa fumante del mezzo.

Ermanno Amedei

17 ottobre 2018 0

Domani riapre via San Bartolomeo, chiusa dal 4 ottobre per lavori sull’argine del Rio Saetta

Di redazionecassino1

CASSINO –  Procedono a ritmo serrato i lavori per la riqualificazione dell’argine del Torrente Saetta in via San Bartolomeo a  Cassino. Tra qualche giorno la strada sarà riaperta al traffico. Entro domani saranno infatti effettuati i lavori per il rifacimento del manto stradale e una volta concluso daranno il via alla riapertura dell’arteria al flusso del traffico.

“L’asfalto per il momento si farà solo sullo stabilizzato. Il tappetino d’usura invece sarà realizzto non prima di due settimane, per via degli assestamenti. – Ha detto il Sindaco, Carlo Maria D’Alessandro – I lavori procedono bene e secondo la tabella di marcia chev l Comune e l’azienda aggiudicatrice dei lavori si erano imposti. Sono convinto che entro qualche giorno potremmo riaprire via San Bartolomeo. I lavori sono stati finanziati con il contributo finanziario che siamobriusciti ad ottenere dalla Regione Lazio di 147.000 euro che, come qualcuno erroneamente sosteneva, non sono andati persi, ma, al contrario, hanno permesso di mettere in sicurezza una arteria molto importante per il flusso di traffico della nostra città. E garantire quindi la piena incolumità dei cittadini.”. Ha concluso D’Alessandro.

Foto di repertorio

17 ottobre 2018 1

Cani avvelenati a Cassino, due meticci in gravi condizioni

Di admin

CASSINO – Un sospetto caso di avvelenamento di cani si è verificato ieri in via Carponeto a Cassino.

In fin di vita ci sono due randagi che la volontaria Anpana Rocca Antonelli ha trovato agonizzanti sulla strada. Dalle feci di colore blu la donna ha capito che si trattava di un avvelenamento, per questo, dopo aver segnalato e chiesto inutilmente aiuto alle autorità e alle forze dell’ordine, ha prelevato i cani e li ha trasportati in una clinica veterinaria dove sono ancora ricoverati in condizioni gravi.

Questa mattina è intervenuta la Asl per prelevare dei campioni sulle feci e stabilire la natura di quello che sembra essere un veleno.

“Ipotizziamo che i due cagnolini abbiano mangiato cibo avvelenato, lasciato appositamente sulla strada per ucciderli – dichiara Francesco Altieri presidente di Anpana Frosinone – stiamo presentando una dettaglia denuncia alla Procura della Repubblica e abbiamo informato. Avvelenare un cane è un reato penale e chi lo ha fatto è un criminale”.

Responsabilità che, probabilmente vanno ricercate il loco. “Probabilmente è stato qualcuno della zona che ha pensato di risolvere in questa maniera il problema del randagismo proprio in un periodo in cui c’è una amministrazione sensibile al problema. Bastava segnalare i randagi perché venissero accalappiati per portarli in strutture idonee”.

Ermanno Amedei

16 ottobre 2018 1

Cassino, litigio per la precedenza finisce male

Di redazione

CASSINO – Urla, strattoni, qualche colpo e magliette ridotte a brandelli in via Di Biasio a Cassino per una precedenza stradale. É accaduto stamattina poco dopo le 13 davanti l’ingresso del parcheggio multipiano e alla facoltá di Ingegneria dell’Università di Cassino. I conducenti di due auto, una Mini Cooper e una Toyota, si sono guardati prima in cagnesco per decidere chi dovesse passare, poi sono volati insulti e poi, una volta usciti dalle vetture si sono picchiati strappandosi di dosso le magliette. Poi entrambi sono tornati nelle proprie auto andando via a torso nudo convinti di aver fatto valere le proprie ragioni mentre le decine di studenti testimoni della scenata sono rimasti a chiedersi come fosse possibile litigare e picchiarsi per una precedenza stradale. Ermanno Amedei

16 ottobre 2018 0

Approfitta del Bonus Pubblicità con Il Punto a Mezzogiorno, sgravi fiscali fino al 90%

Di admin

ATTUALITA’ – La pubblicità è l’anima del commercio, sostiene l’editoria e la libera informazione. Quando poi viene anche sostenuta dallo Stato diventa ancora più vantaggiosa.

Si chiama Bonus pubblicità ed è una nuova agevolazione fiscale per chi fa pubblicità su mezzi di informazione anche on line.

Possono farne richiesta imprese, lavoratori autonomi ed enti non commerciali e il credito d’imposta arriva anche al 90% se si tratta di microimprese, piccole e medie imprese, start up innovative.

I termini di presentazione delle domande per accedere al bonus pubblicità relativi all’anno 2017 scadono il 22 ottobre 2018, mentre quelli relativi all’anno 2018 possono essere presentati dal 1° gennaio al 31 gennaio 2019.

Ermanno Amedei

15 ottobre 2018 0

Scandalo in abbazia a Montecassino, giudice morto e non sostituito: slitta processo a Vittorelli

Di admin

CASSINO – Comincerà il 4 marzo (se Dio volesse) il processo a carico di Dom Pietro Vittorelli, Abate Emerito dell’abbazia di Montecassino.

Vittorelli deve rispondere di appropriazione indebita per aver sottratto soldi dal conto del Monastero Benedettino mentre il fratello di riciclaggio per averli gestiti.

Questa mattina era prevista la prima udienza presso il collegio penale del tribunale di Roma. A presiedere il collegio doveva essere il giudice Simonetta D’Alessandro, che, purtroppo, è stata trovata morta nella sua casa il 5 ottobre e che ad oggi, ancora non è stata sostituita.

Le indagini sulla morte del magistrato sembrano essere un atto dovuto dato che apparirebbero certe le cause naturali ma, considerando la D’Alessandro un pezzo importante nella lotta al clan degli Spada e Casamonica ad Ostia avendone firmato da Gip 32 misure cautelari, nulla è lasciato al caso.

Questa mattina, accompagnato dal suo legale Sandro Salera, Vittorelli era in tribunale vestito con giacca camicia nera e crocifisso.

La linea di difesa è quel di aver prelevato soldi dal conto della comunità monastica di cui fa parte e di averlo fatto per curarsi. Il fratello, sempre secondo la linea difensiva, sarebbe rimasto coinvolto perchè gestiva quei soldi per le cure dell’allora abate.

Lo scandalo delle sue attività, però, resterebbero, quindi, una faccenda personale.

Ermanno Amedei

12 ottobre 2018 0

Strisce blu: a Cassino in attesa del nuovo bando, l’Amministrazione fa cassa con i ‘grattini’

Di redazionecassino1

CASSINO – Brutte notizie per gli automobilisti di Cassino sembra che a breve torneranno a pagare le strisce blu. In altri termini l’Amministrazione cerca di fare cassa introducendo di nuovo il pagamento dei parcheggi in città e solo nelle strisce blu, le gialle dovrebbero sparire. Lo farà con un metodo nuovo, attraverso dei ‘grattini da acquistare presso commercianti disponibili.

Una misura tampone in attesa di poter indire un nuovo bando per la gestione dei parcheggi e, soprattutto, che ci sia qualche ditta pronta ad assumersi quest’onere e a riassumere i trentacinque ausiliari del traffico che da mesi godono del sussidio di disoccupazione, ormai giunto agli sgoccioli. Un’iniziativa che però lascerà fuori proprio i trentacinque ausiliari, infatti i controlli e le sanzioni saranno di competenza della Polizia locale, grazie ai sette nuovi vigili in arrivo e che resteranno in servizio fino al 31 dicembre.

La gestione dei parcheggi da parte del Comune dovrà durare almeno fino a buona parte dei primi meai del 2019, in attesa anche delle somme che la TMP deve versare all’Ente, poi si vedrà. Certo è che prima del completamento della procedura di assegnazione e gestione alla società aggiudicatrice del servizio, passeranno, secondo i più ottimisti, dai quattro ai cinque mesi. Nel frattempo un po’ di introiti dovrebbero entrare nelle dissestate casse comunali. L’Ente ha previsto diecimila ‘grattini’ per la sosta di un’ora e duemila quelli per l’intera giornata, con una spesa di 995 euro IVA compresa.

Un vero salasso per gli automobilisti di Cassino e per i tanti che vengono dai comuni limitrofi tutti i giorni a lavorare in città. Non è dato sapere, però, il prezzo per ciascuno dei ‘grattini’. Ma non basta, c’è da chiedersi quanti ‘grattini’ dovrà acquistare  al mese chi è impegnato l’intera giornata o chi lavora qualche ora al giorno, come insegnanti, medici in visita domiciliare, artigiani impegnati per qualche ora nelle riparazioni e via discorrendo? Ogni ora dovranno ‘grattare’ la sosta a pagamento? Una misura, quella pensata dalla Giunta D’Alessandro, che non mancherà di creare molti problemi ai cittadini!

F. Pensabene