Tag: bello

28 novembre 2017 0

Serie C Silver: La rimonta di Serapo si ferma sul più bello, la Pass Roma passa al Palamarina

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nella nona ed ultima giornata di andata del campionato di serie C Silver, il Basket Serapo 85’ si arrende al Palamarina alla Pass Roma con il punteggio di 85-93 e deve rinviare l’appuntamento con la vittoria casalinga. Una gara dai due volti, dominata dagli ospiti nella prima parte di gara, capaci di arrivare anche ad un vantaggio di 20 punti, riaperta dalla formazione gaetana nella ripresa quando Porfido a 40 secondi dal termine ha avuto in mano la palla del possibile pareggio ma il suo tiro si è spento sul ferro; a quel punto c’era tutto il tempo di provarci, ma una difesa ancora al limite della perfezione non può niente contro la sfortuna quando un air ball scagliato al fine dei 24 sec va a finire nelle mani di Grisanti che mette a segno il + 5 che di fatto regala la vittoria alla sua squadra.

Purtroppo il Basket Serapo 85’ paga un secondo quarto negativo dove nei primi 5’ di questo mette a segno soli 2 punti a referto: periodo nella quale un infortunio alla mano mette fuori causa Leccese e probabilmente la squadra ha messo un po’ di tempo prima di sistemarsi in maniera diversa in campo. Nella ripresa una squadra Gaetana ben diversa con Scampone e Porfido che suonano la carica, seguiti da Niccolai e Valente, ma se pur in difficoltà la Pass Roma trova canestri pesanti da Di Giovanni, Franceschina e Lo Basso.

Amaro in bocca quindi ancora per una gara giocata alla pari con una squadra sicuramente più rodata e profonda ma comunque utile in questo periodo per un gruppo che cresce ogni settimana sempre di più.

Basket Serapo 85’ – Pass Roma 85-93 (22-25;35-50;64-77)

Basket Serapo 85’: Di Dia n.e., Niccolai 14, Wissel 1, Scampone 19, Leccese 9, Santaniello 3, Treglia n.e., Valente F., Antetomaso, Valente L.12, Porfido 27, Ferraiuolo. Coach: Cianciaruso

Pass Roma: Arbaci 2, Cianci 15, Lo Basso 16, Perna 3, Scagliarini, Grisanti 5, Franceschina 16, Procaccio 19, Di Giovanni 16, Pagano, Provaroni 1. Coach: Mininni

27 agosto 2017 0

Il Peperone di Pontecorvo Dop si fa bello (e buono), tutto pronto per la sua seconda festa

Di admin

PONTECORVO – Tutto pronto per la Festa del Peperone di Pontecorvo Dop, seconda edizione organizzata dall’amministrazione comunale in collaborazione con la Proloco, Coldiretti e Consorzio Peperone Dop.  La manifestazione si svolgerà in due giorni: il 2 e 3 settembre 2017 e coinvolgerà tutta la città, sia il rione Pastine sia il rione Civita.

Ecco il programma: Giorno 2 Settembre 2017 nel rione Pastine.  Ore 17 Apertura Mostra Personale Marco Merafina Fotografo. Ore 18 Convegno presso l’Aula Consiliare sul tema: «Peperone di Pontecorvo D.O.P.-Ricerca e Tradizione». Ore 19.30 in Piazza Annunziata  ci sarà la  degustazione Prodotti Tipici, rievocazione della tradizione storica del Paese con distribuzione di pane e Peperone di Pontecorvo Dop distribuito gratuitamente, pizza a cura dei Maestri Pizzaioli Napoletani con mozzarella di bufala e Peperone Dop • Musica dal vivo e balli con «Ugo De Marco & Friends» a seguire «Musica e Comicità NAPULITA’». Giorno 3 Settembre 2017 a partire dalle ore 18,00 ci sarà il percorso itinerante presso il rione Civita: con inizio da Viale Porta Pia con giochi per bambini, musica, danze, spettacoli e giro sul calesse. Ci sarà il Consorzio di Tutela Peperone Pontecorvo D.O.P e Mercato campagna amica della Coldiretti. Stand con Mostra e vendita prodotti: Tabacco Pregiato, Mostra auto e trattori d’epoca e di ultima generazione, Mostra Paramenti Sacri Cattedrale S.Bartolomeo (18,30-20,30), Antichi Mestieri, Mostra Personale Marco Merafina Fotografo, Mercatini, antiquariato, bijoux, scarpe e abbigliamento. Postazioni con Musica dal Vivo e Spettacoli lungo il percorso ad opera di si gruppi pontecoervesi. Con la partecipazione straordinaria dei “DRUM STREET”. Il menù Degustazione ad opera di attività pontecorvesi con il solo contributo di 10 euro, prevede:  Bruschette al Peperone D.O.P. e Prosecco (Civico 39), Calzone fritto al Peperone D.O.P. e ricotta (Bacchus), Mezze maniche al Peperone D.O.P. e baccalà (La Ciociara), Frittura di paranza e Peperoni D.O.P. (Borgo),  Peperone D.O.P. ripieno (La Piazzetta), Trancio di pizza con mozzarella di bufala e Peperone D.O.P. (Byblos), Gelato artigianale tradizionale (Bar Prata). “Quella che andrà in scena  non sarà solo la festa del peperone. Il programma elaborato prevede un interessente momento di riflessione  in sala consiliare su quello che è il futuro del nostro prodotto di eccellenza con la presenza di tutti gli attori protagonisti del settore, tra i quali il direttore regionale Coldiretti Aldo Mattia, il professor Bernabei dell’Università della Tuscia, l’assessore regionale Carlo Hausmann e Claudio Digiovanniantonio direttore Arsial. Nella due giorni sono stati coinvolti i due rioni a dimostrazione che il ponte unisce e non divide, a tutti i commercianti pontecorvesi è stata data la possibilità di partecipare per cui non solo peperone dop, ma anche promozione delle peculiarità  commerciali  delle tante attività storiche. Ma anche cultura un esempio la mostra di paramenti sacri in cattedrale. Ringrazio l’assessore Nadia Belli che ha fortemente voluto questo evento, la Regione lazio, la coldiretti e la Pro loco”. Lo afferma il sindaco Anselmo Rotondo
15 novembre 2016 0

Omicidio fratelli Mattei, Di Bello condannato all’ergastolo. E’ arrivato in aula in ambulanza

Di admin

Cassino – Il primo dei tre gradi di giudizio lo ha condannato all’ergastolo.

Carmine Di Bello, accusato del duplice omicidio dei fratelli Mattei di Castelforte, è stato giudicato colpevole e meritevole della massima pena prevista dal sistema Giudiziario italiano.

Ieri pomeriggio, in Corte di Assise a Cassino, è stato condannato anche al pagamento di tre milioni di euro alle famiglie: circa 600mila euro per vedova e 200mila per figlio.

Amilcare e Giuseppe Mattei, trovarono la morte nella notte tra il 6 e il 7 novembre 2014, all’interno della loro cava estrattiva a Coreno Ausonio.

La trappola fotografica nascosta nell’impianto, aveva segnalato la presenza di qualcuno, forse lo stesso che da tempo svuotava i serbatoi di gasolio dai mezzi. Uscirono di casa da Castelforte in piena notte e i loro corpi vennero ritrovati la mattina dagli operai vicino a quello agonizzante di Carmine di Dello.

Dopo alcune settimane di coma, il sopravvissuto si riprese e venne incriminato per i fatti per i quali ieri è stato condannato. Una sentenza a cui lui ha assistito arrivando a Cassino da Rebibbia, a bordo di una ambulanza.

Inevitabili i momenti di soddisfazione per i parenti delle vittime la cui tensione è stata alleggerita dalle parole del presidente della Corte anche se, tutti lo sanno, quella di ieri è solamente il primo dei tre gradi di giudizio a cui i legali di Di Bello certamente faranno appello.

Ermanno Amedei

25 maggio 2010 0

La tragedia nel giorno più bello, la madre ricoverata a Roma muore durante il banchetto. Sposa colta da malore

Di redazione

Una terribile storia accaduta nel giorno più bello di una 25enne del Cassinate. Domenica scorsa la ragazza dell’hinterland cassinate ha sposato il suo fidanzato in tutta fretta per dare alla madre 48enne, malata terminale agli ultimi sgoccioli di vita, la soddisfazione di vedere la figlia in abito da sposa. La donna era ricoverata in ospedale a Roma e i progetti erano di andarla a trovare il giorno dopo il matrimonio indossando l’abito da sposa. Per questo la giovane coppia aveva anche sacrificato il viaggio di nozze. Dopo il rito religioso, come consuetudine, i novelli sposi hanno ricevuto gli invitati in un noto ristorante di Cassino ma, nel primo pomeriggio, purtroppo da Roma, è arrivata la drammatica notizia del decesso della donna. Una notizia che ha duramente provato la sposa fino a causarle un malore. Per questo è stata soccorsa e trasportata in ospedale a Cassino. Un tragedia terribile ma, potrebbe essere di sollievo pensare che la madre non ha voluto aspettare il giorno dopo per vedere la figlia vestita di bianco, e ha voluto vederla il giorno stesso del fatidico “sì”. ermadei@libero.it

23 dicembre 2009 0

Il bello e il buono di Arpino

Di redazione

Per tutte le festività e fino al 6 gennaio 2010 appuntamento con “Il Buon Natale di Arpino” all’insegna di arte, fede, concerti, degustazioni e artigianato nella città di Cicerone. Nell’ambito dell’iniziativa domenica 27 dicembre 2009 si terrà una giornata speciale con la Mostra del Bello e del Buono, che vedrà l’assegnazione del primo premio miglior olio extra vergine di Arpino, la presentazione del dvd della 39° edizione del Gonfalone, visite guidate nel centro storico, la mostra di artigianato e prodotti tipici e la presentazione delle nuove opere lignee del Maestro Mario Iafrate all’interno della chiesa di S. Domenico. Sarà questa un’occasione per scoprire i tesori dell’arte e della gastronomia di Arpino. Programma: ore 10.00/13.00 • Prodotti tipici • 1° premio miglior olio extra vergine di oliva di Arpino • Artigianato • Visite guidate nel centro storico ore 11.00 • Presentazione nuove opere lignee del Maestro Mario Iafrate – Chiesa S. Domenico – Museo della Lana ore 13.00 • pranzo tipico nei ristoranti ore 18.00 • Presentazione del DVD “Il Gonfalone 39a edizione” presso l’Auditorium Comunale