Tag: metri

18 Dicembre 2018 0

FOTO E VIDEO – Arrampicata da brividi a Itri, rocciatore precipita per decine di metri

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ITRI – L’allarme è stato lanciato alle 13 di oggi su una parete rocciosa  ore 13, nel Comune di Itri, a seguito delle segnalazioni per un soccorso a dei rocciatori in difficoltà. Sul posto, la squadra territoriale dei vigili del fuoco è intervenuta intervenuta individuando i tre rocciatori su una delle tante pareti rocciose che caratterizzano la zona tra Gaeta e Sperlonga. L’intervento, svolto in due fasi, ha visto impegnare il personale da terra per recuperare uno dei tre caduto da circa 60 metri. Dopo il recupero del ferito è stato consegnato ai sanitari ed trasporto in eliambulanza in ospedale. Negli stessi istanti l’elicottero, Drago 57 dei vigili del fuoco proveniente dal reparto volo di Ciampino, ha provveduto a recuperare gli altri due rocciatori con gli elisoccorritori per portarli in una zona sicura.

16 Novembre 2018 0

Mini discariche abusive a 1000 metri slm, quattro denunciati a Filettino

Di admin

FILETTINO – Stoccaggi di rifiuti speciali non pericolosi nel comune più alto del Lazio. E’ a Filettino che ieri i carabinieri della locale stazione unitamente a quelli del NOE di Roma, tutti coordinati dal comandante della compagnia di Alatri maggiore Gabriele Argirò su disposizione del comandante provinciale Fabio Cagnazzo,  hanno effettuato un controllo ambientale nella zona artigianale detta panoramica.

Sono state deferite in stato di libertà alla procura della Repubblica di Frosinone 4 persone, tutte imprenditori edili, responsabili di gestione non autorizzata di rifiuti speciali non pericolosi.

I quattro, assegnatari di alcuni lotti dell’area, hanno realizzato nelle pertinenze di ciascun lotto, uno stoccaggio non autorizzato di rifiuti speciali non pericolosi, consistenti in parti metalliche e rottami ferrosi di vario genere. Agli stessi è stata anche comminata una sanzione amministrativa di 6.500 euro ciascuno.

Foto repertorio

29 Giugno 2018 0

Rubano un’auto in viale Dante, ma l’abbandonano dopo pochi metri. Magro il bottino, solo una borsa

Di redazionecassino1

CASSINO – Rubano un’auto in viale Dante a Cassino, una Giulietta, ma qualcosa è andato storto ai ladri, visto che poco dopo l’hanno abbandonata.

Erano da poco passate le 8.30, quando il proprietario di una Alfa Romeo Giulietta, non ha trovato più la sua auto parcheggiata in viale Dante. Il furto messo a segno poco prima o durante la notte si è comunque risolto nel giro di qualche ora. L’auto, infatti, ha percorso un breve tragitto, circa cinquanta metri dal luogo del furto, percorrendo via Carducci per poi fermarsi in via del Carmine, in pieno centro cittadino.

Qui la vettura è stata abbandonata o si è fermata ed i malviventi hanno rotto un vetro impossessandosi di una borsa, lasciata a bordo dell’auto, dileguandosi subito dopo. La indagini sono condotte dai Carabinieri di Cassino.

 

31 Maggio 2018 0

Cento metri di tappeto di fiori nell’abbazia di Casamari per il Corpus Domini

Di admin

VEROLI – “In questi giorni nell’abbazia di Casamari come ogni anno in questo periodo, si sta preparando il tappeto di fiori di quasi 100 metri quadri per la festa del Corpus Domini”.

Lo si legge in una nota degli organizzatori.

“Il tema di quest’anno si svolge attorno la figura di San Bernardo e la sua devozione alla Madonna. Non può mancare una veduta dell’abbazia che celebre 800 anni dalla consacrazione e la bellissima e particolare croce santa di Casamari (l’originale è conservata nel tesoro della cattedrale di Veroli, una copia è stata recentemente appesa sopra l’altare della basilica di Casamari).

Il progetto viene elaborato dalle progettiste Laura Vitaterna e Maria Magliocchetti, su indicazione del padre abate Eugenio Romagnuolo, nella realizzazione si avvale della collaborazione artistica della pittrice Agnes Preszler nonchè del lavoro svolto da monaci e fedeli. Si tratta di un’infiorata unica nel suo genere in quanto c’è molta improvvisazione durante il processo di realizzazione, sia perché bisogna adeguarsi ai materiali disponibili, rigorosamente organici, ma anche perché emergono sempre nuove idee.

Sono molti i fedeli che vengono a visitare l’infiorata, inoltre la pagina Facebook dedicata all’abbazia pubblica foto scattate durante la realizzazione; l’anno scorso la galleria di immagini ha registrato più di 40 mila visitatori in una settimana.

L’nfiorata va terminata entro sabato sera, infatti la stessa verrà attraversata dalla processione della messa delle ore 18 di domenica”.

1 Maggio 2018 0

Auto nel fiume Sacco, vettura e corpi recuperati a sette metri di profondità

Di admin

CEPRANO – “I Vigili del Fuoco di Frosinone, coadiuvati dai colleghi dei nuclei specialistici dei sommozzatori e dei SAF (soccorso speleologico alpino e fluviale) della Direzione Regionale VVF Lazio, sono intervenuti nel Comune di Ceprano in località Campo di Cristo, per recupero di una vettura (FIAT Panda) precipitata nell’alveo del fiume Sacco con due persone incastrate all’interno”.

Lo si legge in una nota dei vigili del fuoco di Frosinone.

“La vettura, caduta nel fiume per cause non ancora note, è precipitata in prossimità di un ponte che attraversa il fiume Sacco in una parte di alveo in cui l’altezza del pelo libero dell’acqua è di circa sette metri, condizione che sommata alla scarsa visibilità ha reso difficili i soccorsi.

L’intervento è stato organizzato lavorando contestualmente con due squadre in assetto operativo specialistico – i sommozzatori ed i fluviali – che hanno lavorato nell’alveo del fiume e con altrettante squadre “di terra”, che invece hanno operato sull’impalcato del ponte. Quest’ultime hanno dato supporto tecnico all’attività operativa in atto sul fiume ed hanno operato il recupero della vittime e della vettura lavorando con i mezzi del Comando provinciale. Nelle attività sono state impegnate complessivamente 17 unità operative VVF .

I sommozzatori dei Vigili del Fuoco, coadiuvati dal personale “di terra”, dopo aver raggiunto l’autovettura hanno dato avvio al recupero dei corpi degli occupanti e dell’automezzo, servendosi dell’autogrù per il recupero. La pianificazione delle operazioni svolte ha seguito i protocolli operativi del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Ad intervento ultimato, i corpi delle vittime, due anziani residenti nel Comune di Ceprano e

l’autovettura sono stati consegnati alle forze dell’ordine intervenute per i successivi accertamenti.

Le operazioni si sono concluse alle ore 19 con il rientro di tutti gli assetti operativi presso le sedi di appartenenza”.

13 Marzo 2018 0

Discarica abusiva di 3mila metri con rifiuti pericolosi, denunciato 82nne

Di admin

ANAGNI – Aveva realizzato una discarica di rifiuti pericolosi su un’area di 3mila metri quadri ad Anagni. L’autore è un 82enne di Ferentino e ad inchiodarlo alle sue responsabilità sono stati i carabinieri di Anagni coadiuvati dai colleghi della Stazione CC Forestale e dal personale dell’Arpa Lazio di Frosinone. L’anziano è stato denunciato per gestione illecita di una discarica abusiva di rifiuti di rifiuti speciali pericolosi non autorizzata e realizzazione di opere edilizie in assenza del permesso per costruire.

Gli accertamenti effettuati dai militari hanno consentito di raccogliere univoci e coincidenti elementi di colpevolezza nei confronti dell’uomo, il quale aveva realizzato, su un’area di circa tremila metri quadrati, una discarica abusiva di rifiuti pericolosi, ove venivano stoccati a contatto con il suolo, rifiuti speciali consistenti in pneumatici, bombole gpl vuote, estintori vuoti, bitume, bidoni per lubrificanti esausti, parti di carrozzeria e meccaniche, componenti metallici e plastici riconducibili a veicoli già rottamati.

L’indagato inoltre aveva realizzato un muro di contenimento in cemento armato e una tettoia in ferro adibita a rimessa attrezzi da lavoro in assenza del prescritto titolo autorizzativo. Tutta l’area in questione è stata sequestrata.

21 Febbraio 2018 0

Meteo, neve nel Lazio oltre quota 700 metri

Di admin

LAZIO – “Nell’ambito di una vasta struttura depressionaria presente sul nord Europa, una perturbazione sta interessando la penisola italiana con precipitazioni sparse, specie al centro-sud. A partire da stanotte, flussi di aria fredda da nord-est causeranno un peggioramento del tempo anche al nord, con precipitazioni nevose che arriveranno anche a quote collinari su gran parte delle regioni centro-settentrionali, fino in pianura in Emilia-Romagna”.

Lo si legge in una nota del Dipartimento di Protezione Civile.

“Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).

L’avviso prevede dalla tarda serata di oggi, mercoledì 21 febbraio, nevicate mediamente sopra i 200-400 metri, in calo fino in pianura, su Emilia-Romagna, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Liguria e Lombardia. La quota neve si attesterà, invece, mediamente sopra i 300-600 m su Toscana orientale, Umbria e Marche, con apporti al suolo da deboli a moderati, e al di sopra dei 700-900 m su sulle zone appenniniche di Lazio, Abruzzo e Molise, con apporti al suolo da deboli a moderati. Le nevicate determineranno apporti al suolo da deboli a moderati, localmente abbondanti sull’Emilia-Romagna. L’avviso prevede, inoltre, dalla tarda serata odierna venti forti nord-orientali con raffiche di burrasca su Friuli Venezia Giulia, Veneto e Toscana.

Dal mattino di domani, giovedì 22 febbraio, si prevedono precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Sicilia, in estensione a Calabria, Lazio e settori occidentali di Abruzzo e Molise. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per la giornata di domani, giovedì 22 febbraio, allerta gialla su gran parte del centro e del sud Italia, dall’Emilia Romagna alla Sicilia. Permane inoltre l’allerta gialla per rischio idrogeologico localizzato sul Veneto, bacino dell’Alto Piave, a causa della frana della Busa del Cristo, nel Comune di Perarolo di Cadore (Belluno), sulla quale è in corso un continuo e attento monitoraggio”.

FOTO REPERTORIO

27 Dicembre 2017 0

Allerta meteo nel Lazio, domani prevista neve a quota 500 metri

Di admin

LAZIO – “Il Centro Funzionale Regionale rendo noto che il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso oggi un avviso di condizioni meteorologiche avverse, ad estensione dell’avviso emesso ieri, con indicazione che dalle prime ore di domani, giovedì 28 dicembre 2017, e per le successive 24-30 ore, si prevedono sul Lazio: nevicate, mediamente al di sopra dei 500-700 metri, sui settori interni ed appenninici della regione, con accumuli al suolo generalmente deboli, localmente moderati alle quote più alte.

Il Centro Funzionale Regionale ha così emesso un bollettino con attenzione per neve su Appennino di Rieti, Aniene e Bacino del Liri. La Sala Operativa Permanente ha diramato pertanto l’allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda che per ogni emergenza è possibile fare riferimento alla Sala Operativa Permanente al numero 803.555”.

Lo si legge in una nota della Regione Lazio

25 Novembre 2017 0

Allerta meteo nel Lazio, neve a quota 600 metri e vento vorte

Di admin

LAZIO – “Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso oggi l’avviso di condizioni meteorologiche con indicazione che dal pomeriggio-sera di domani, domenica 26 novembre, e per le successive 6-12 ore, si prevedono in estensione sul Lazio orientale: nevicate oltre 600-800 metri con accumuli al suolo da deboli a moderati. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, possibili grandinate. Dal primo pomeriggio di domani e per le successive 18-24 ore, inoltre, si prevedono venti forti dai quadranti settentrionali. Possibili mareggiate lungo le coste esposte. Il Centro Funzionale ha pertanto adottato l’avviso di criticità idrogeologica e idraulica in cui si prevede nelle zone di allerta del Lazio: rischio idrogeologico per temporali codice giallo su Appennino di Rieti. La Sala Operativa Permanente ha emesso l’allertamento del sistema di Protezione civile regionale ed invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda che per ogni emergenza è possibile fare riferimento alla Sala Operativa Permanente al numero 803.555”. Lo comunica in una nota la Regione Lazio.

16 Novembre 2017 0

Un tiglio di 4 metri per la festa dell’albero a San Vittore

Di admin

SAN VITTORE DEL LAZIO – Torna a San Vittore del Lazio la festa dell’Albero, un appuntamento irrinunciabile per celebrare la vita ed il rispetto per la natura. Valori, quelli espressi dall’appuntamento che si terrà martedì 21 novembre prossimo, a cui l’amministrazione comunale sanvittorese guidata dalla sindaca Nadia Bucci ha votato il suo mandato di governo senza risparmiarsi. All’evento, che di svolgerà su due momenti specifici, parteciperà, oltre che ovviamente la rappresentanza del team di governo cittadino, il Presidente della XV Comunità Montana “Valle del Liri”, ingegner Gianluca Quadrini, il dirigente dell’Istituto comprensivo di Cervaro, dottor Pietro Pascale, unitamente ad insegnanti ed alunni dei plessi scolastici di San Vittore del Lazio, capoluogo e San Cesario. Proprio in quest’ultima località, che ospita un’area verde attrezata, verrà per l’occasione piantumato un albero simboleggiante la vita e dedicato ai nati nel 2016, nonché l’amore per l’ambiente, un tiglio di quattro metri, gesto questo dal fortissimo valore simbolico nelle circostanze attuali. Alle famiglie dei nati nel 2016, come segno di accoglienza per loro che sono i “testimoni” del rinnovarsi della vita a San Vittore, verrà consegnata una pergamena con una piantina di olivo, la pianta che più affonda le radici nella memoria storica sanvittorese. “E’ uno dei momenti più attesi dell’anno – ha affermato il merito la sindaca Bucci -; come mamma percepisco il valore della vita e dell’ambiente che ne accoglie il meraviglioso rinnovarsi in maniera fortissima e coinvolgente”.