Tag: sessuale

18 ottobre 2018 0

Pedofilia, violenza sessuale su due 14enni: arrestato 50enne di Arce

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – Un 50enne di Arce è indagato per il più ignobile dei reati: quello della pedofilia. Ieri pomeriggio gli agenti della Questura di Frosinone hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Frosinone, nei suoi confronti. A carico dell’uomo sono stati riscontrati gravi indizi in ordine reato di violenza sessuale nei confronti di minori, per aver costretto due minori di 14 anni a subire atti sessuali. Il fatto, ricostruito dagli investigatori della Squadra Mobile, è accaduto nella parte alta del Capoluogo, nel mese di settembre scorso, quando l’uomo ha costretto le due bambine, in attesa di recarsi a scuola con il bus, a subire i suoi palpeggiamenti, cogliendole di sorpresa e impedendo che si allontanassero. Gli agenti della Squadra Mobile sono giunti all’identificazione del presunto violentatore, grazie all’accurata descrizione fornita dalle giovani vittime, riscontrata dalle immagini estrapolate dal sistema di video-sorveglianza del Comune di Frosinone e riprese dalle telecamere piazzate in quella zona. Ancora una volta, il circuito di video-sorveglianza si è dimostrato utile per la Polizia di stato, tanto che se ne auspica un potenziamento, con un sistema di rilevazione automatica delle targhe dei veicoli in transito. Tutti gli elementi probatori sono stati messi al disposizione del Pubblico Ministero Samuel Amari, della Procura della Repubblica di Frosinone, la cui richiesta di misura cautelare in carcere è stata poi accolta dal G.I.P. del Tribunale del Capoluogo, Antonello Bracaglia Morante. Il provvedimento è stato notificato all’indagato in carcere a Frosinone, dove l’uomo si trova recluso perché, alcuni giorni dopo l’episodio a danno delle bambine, si è reso responsabile di molestie sessuali nei confronti di una 65 enne del Capoluogo.

7 settembre 2018 0

Ai domiciliari per una violenza sessuale all’Umberto I di Roma, 26enne sorpreso in “piazzetta”

Di admin

SANT’ELIA FIUMERAPIDO – I carabinieri di Sant’Elia Fiumerapido, hanno arrestato in flagranza L.L.M., 26enne del posto (già censito per reati di violenza sessuale, evasione, minacce ed atti persecutori) per il reato di “evasione”.

Il predetto, già stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari dal GIP del Tribunale di Roma poiché tratto in arresto nella flagranza del reato di violenza sessuale, commessa il 27 luglio 2017 nel Reparto ostetricia del Policlinico Umberto I° di Roma, quando aveva commesso abusi su una infermiera, è stato notato dagli operanti al di fuori del proprio domicilio. Infatti, i militari nel recarsi presso il luogo di detenzione del giovane, lo hanno bloccato nella piazza sottostante mentre si stava allontanando dall’abitazione per recarsi nel centro abitato di Sant’Elia Fiumerapido, senza alcun preavviso all’autorità preposta al controllo.

L’uomo, pertanto, è stato tratto in arresto ed al termine delle formalità di rito trattenuto presso le camere di sicurezza del Comando Stazione di Cassino in attesa del giudizio direttissimo.

16 aprile 2018 0

Trappola sessuale su Whatsapp, estorsioni fino a 5mila euro

Di admin

ROMA – Presso il carcere di Regina Coeli, i Carabinieri della Stazione Roma San Giovanni hanno notificato ad un uomo di origini calabresi, di 29 anni, estorsore seriale dei siti di incontri, alcuni anche a luci rosse, già detenuto in carcere per il medesimo reato, un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip del Tribunale di Roma, perché ritenuto responsabile di un’altra serie di estorsioni continuate ai danni di uomini frequentatori di siti di incontri.

Al termine di un’attività investigativa che è stata coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, Gruppo reati gravi contro il patrimonio e stupefacenti, diretto dal Procuratore Aggiunto Dott.ssa Lucia Lotti, i Carabinieri della Stazione Roma Piazza Dante sono riusciti a dimostrare che l’uomo si reso responsabile di ben 6 estorsioni, avvenute nell’arco temporale, tra marzo e settembre 2017, alcune tentate altre invece andate a buon fine. La tecnica era ormai collaudata e continuata nel tempo.

L’uomo aveva creato alcuni falsi profili di escort su diversi siti di incontri on-line dove indicava un numero di telefono e a cui gli uomini interessati, in cerca di incontri a luci rosse, potevano inviare messaggi tramite Whatsapp. Da li poi l’uomo richiamava gli ignari interessati clienti, accusandoli di aver fatto perdere tempo alle fantomatiche ragazze che si prostituivano e, spacciandosi per appartenente al noto clan dei Casamonica,

Li minacciava di rivelare il loro interesse per gli incontri hard, alle mogli, alle fidanzate, o di presentarsi presso i luoghi di lavoro per spifferare gli incontri extraconiugali, se non avessero pagato somme di denaro, in alcuni casi fino a 5.000 euro. L’arrestato minacciava le vittime asserendo che il sito di incontri visitato era di “sua proprietà e della sua famiglia”, pretendendo il risarcimento alle ragazze contattate per i mancati incontri.

Molte vittime sono cadute nella trappola, condizionati dalle capacità intimidatoria del nome Casamonica e dalla minaccia di rivelare le conversazioni imbarazzanti alle mogli ed alle fidanzate. Il pagamento veniva effettuato su carte ricaricabili che da accertamenti sono risultate riconducibili a lui. Anche l’utenza telefonica utilizzata per compiere le minacce, estrapolata dai tabulati telefonici, è risultata intestata a lui.

I militari hanno accertato, confrontando la cella che agganciava il suo cellulare, durante le chiamate effettuate alle vittime, era situata a poche centinaia di metri dalla sua abitazione, dove nel periodo indicato si trovava agli arresti domiciliari per analoghi fatti.

I casi di estorsione scoperti sono 6 e vanno ad aggiungersi ai 10 scoperti lo scorso luglio del 2017 dai Carabinieri della Compagnia Roma Trionfale, anche se gli inquirenti sospettano che ci siano altre vittime cadute nella rete criminale dell’estorsore.

3 aprile 2018 0

Violenza sessuale di gruppo ai danni di un 20enne a S. Giorgio, 48enne condannato a 4 anni

Di admin

SAN GIORGIO A LIRI – Ieri, il personale del Comando Stazione Carabinieri di Esperia ha arrestato un 48enne nella Valle dei Santi, già gravato da vicende penali contro la famiglia e il patrimonio, in esecuzione del provvedimento esecutivo  per la carcerazione, emesso in data 29 marzo dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario –  Ufficio Esecuzioni Penali – di Cassino, dovendo lo stesso espiare la pena della reclusione di 4 anni poiché  riconosciuto colpevole del reato di violenza sessuale di gruppo, commesso in San Giorgio a Liri nell’agosto 2000 unitamente ad  altre 4 persone, all’epoca tutte arrestate, ai danni di un 20enne.

L’arrestato, ad espletate formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Cassino come disposto dalla  Autorità Giudiziaria.

5 marzo 2018 0

Frosinone, violenza sessuale su minorenne: arrestato 45enne

Di admin

FROSINONE – Questa mattinata, gli agenti della Questura di Frosinone  hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Frosinone, dr. Antonello Bracaglia Morante, a seguito delle indagini svolte su una violenza sessuale commessa ai danni di minore degli anni 14.

Il fatto, avvenuto nella provincia di Frosinone, viene imputato ad un 45enne della zona.

A richiedere la custodia cautelare in carcere è stata la Procura della Repubblica di Frosinone, nella persona della dr.ssa Monica Montemerani, che ha fatto proprie le risultate investigative acquisite dalla sezione della Squadra Mobile specializzata nei reati contro i minori.

20 febbraio 2018 0

In carcere a Frosinone per violenza sessuale, rumeno espulso a pena scontata

Di admin

FROSINONE – E’ stato scarcerato, per fine detenzione, ed accompagnato direttamente alla Frontiera dai poliziotti della questura di Frosinone.

L’uomo, 36enne romeno, era stato condannato per violenza sessuale. Per eludere la “cattura”, si era rifugiato nel paese nativo ma grazie alla collaborazione con la Romania, l’uomo è stato estradato in Italia al fine di dare esecuzione alla pena detentiva per quella violenza sessuale.

Scontata la pena detentiva, quando si sono aperti per lui i cancelli del carcere di Frosinone, vi ha trovato gli agenti che lo hanno accompagnato fino alla frontiera.

 

14 febbraio 2018 0

Agli arresti domiciliari per violenza sessuale, 26enne evade ma viene arrestato

Di admin

SANT’ELIA FIUMERAPIDO – Questa mattina i Carabinieri della Stazione di Sant’Elia Fiumerapido hanno arrestato L.M.L., 25enne frusinate.

L’uomo, già sottoposto agli arresti domiciliari con ordinanza del Tribunale di Roma per reati di violenza sessuale commessi in Roma nell’anno 2017, nonché censito per i reati di rapina, spendita banconote false e stupefacenti ed altro, è stato arrestato nella flagranza del reato di evasione dagli arresti domiciliari in quanto, nel corso di un controllo, non è stato trovato presso la sua abitazione pertanto i militari lo hanno cercato rintracciandolo nelle strade del paese.

Dopo le formalità di rito, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria, l’uomo è stato nuovamente sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa del rito direttissimo che avrà luogo nelle prossime 48 ore.

10 febbraio 2018 0

Ancora presunta violenza sessuale su minori, questa volta il padre è stato arrestato

Di admin

SORA – Ancora un caso di presunta violenza sessuale su minori scuote la provincia di Frosinone. L’ultimo arriva da Sora dove, ieri, gli agenti del Commissariato di pubblica sicurezza hanno dato esecuzione ad un provvedimento di custodia cautelare in carcere a carico di un uomo del sorano indagato perché si sarebbe reso responsabile del reato di violenza sessuale aggravata in danno della figlia della compagna con la quale conviveva.

Una triste storia iniziata 10 anni fa che le serrate indagini degli operatori della Squadra Anticrimine hanno permesso di ricostruire in un quadro fatto di abusi e di prevaricazioni molto gravi e pesanti nei confronti della giovane vittima, tanto che il G.I.P. presso il Tribunale di Cassino dottor Francesco Armato, su richiesta della Locale Procura della Repubblica, ha disposto la più afflittiva delle misure cautelari.

L’uomo è stato pertanto accompagnato presso la Casa Circondariale di Cassino.

Appena qualche settimana fa, a Roccasecca, un presunto caso di violenza sessuale su minori ha coinvolto un padre che è stato obbligato a lasciare la casa in cui viveva con la presunta vittima dei suoi abusi. Qualche giorno dopo si è tolto la vita. In molti si sono chiesti se l’arresto lo avrebbe salvato.

Ermanno Amedei

22 gennaio 2018 0

Indagato per violenza sessuale su figlia minorenne, padre si suicida in chiesa

Di admin

ROCCASECCA – Si è suicidato impiccandosi nella chiese rupestre di Roccasecca il 53enne indagato per la presunta violenza sessuale sulla figlia 15enne. A ritrovare il suo cadavere impiccato nel luogo sacro sono stati alcuni fedeli. Le indagini sono partite a maggio L’uomo era stato oggetto di una misura cautelare del tribunale del Gip di Cassino che lo obbligava a non avvicinarsi a meno di mille metri dalle figlie e della moglie.   Indagano i carabinieri della compagnia di Pontecorvo mentre sulla violenza sessuale sta indagando la polizia.

Ermanno Amedei

19 gennaio 2018 0

Indagato per violenza sessuale su figlia minorenne nel Cassinate, padre allontanato da casa

Di admin

CASSINO – Un padre che approfitta sessualmente della propria figlia. Questa l’ipotesi investigativa su cui stanno ancora indagando gli agenti del commissariato di polizia di Cassino in merito ad una vicenda.

L’uomo, dipendente dello Stato, residente in un comune del Cassinate è indagato per violenza sessuale su minore con l’aggravante della familiarità.

Oggi, in attesa che tutti gli aspetti della vicenda si chiariscano, su ordine del sostituto procuratore che coordina le indagini, gli è stato notificato la misura cautelare di allontanamento dalla ragazzini.

Ermanno Amedei