Tag: trevi

15 novembre 2017 0

La polizia Postale in classe a Trevi per spiegare i pericoli del web

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

TREVI NEL LAZIO – Il web è un mezzo potentissimo ma va controllato. È il messaggio sicuramente recepito ieri dagli alunni della scuola di primo grado di Trevi nel Lazio che hanno incontrato gli agenti della polizia postale, veri esperti nelle problematiche e nei pericoli connessi alla rete. Bullismo e cyber bullismo hanno caratterizzato l’incontro durante il quale è stato proiettato anche un docufilm. L’interesse dei ragazzi con domande ed interventi di vario genere è stato palese. Tra gli argomenti trattati la pedopornografia, utilizzo consapevole dei social, violazione della privacy e del diritto di autore. La Polizia Postale da più di 15 anni svolge attività di formazione in tutte le scuole sul territorio nazionale di ogni ordine e grado nella consapevolezza che la prevenzione è d’obbligo quando si parla di minori.

9 novembre 2017 0

Cyber bullismo e rischi “on line”, polizia postale in classe a Trevi nel Lazio

Di admin

TREVI NEL LAZIO – Il 14 novembre la Polizia Postale incontrerà gli alunni della scuola secondaria di 1° grado di Trevi nel Lazio. Saranno trattati i temi inerenti la Rete con particolare riferimento alle opportunità e i rischi che offre con un focus sul bullismo e cyber bullismo. La Polizia Postale da più di 15 anni svolge attività di formazione in tutte le scuole sul territorio nazionale di ogni ordine e grado nella consapevolezza che la prevenzione è d’obbligo quando si parla di minori. Il nuovo concetto, di un’istituzione non solo per far rispettare le regole ma per consigliare come utilizzare con consapevolezza la tecnologia, è presupposto di questa attività.

24 aprile 2017 0

Trevi nel Lazio- Motosega pagata ma mai consegnata. Truffato in rete un 34enne

Di redazione

Nella mattinata odierna, in Trevi nel Lazio, i militari della locale Stazione Carabinieri a conclusione di attività info-investigativa, deferivano in stato di libertà due uomini residenti nella provincia di Catania, rispettivamente di 27 e 56 anni, entrambi già censiti per reati contro la persona, in quanto resisi responsabili del reato di concorso in truffa aggravata ai danni di un 34enne del luogo.

I militari accertavano che i predetti nel mese di novembre dello scorso anno, mediante artifizi e raggiri si facevano accreditare su di una carta di credito ricaricabile “postepay”, intestata al 56enne, la somma di oltre 300,00 €uro quale importo per l’acquisto di una motosega, messa in vendita on-line, di fatto mai consegnata.