Tag: violazione

18 maggio 2018 0

Violazione delle norme sull’igiene, denunciato commerciante a Piglio

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

PIGLIO – I carabinieri del Comando Stazione di Piglio, unitamente al personale del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Latina, a seguito di un controllo presso attività commerciali, ha segnalato alle  competenti Autorità Amministrative, un 50enne del luogo, avendo accertato violazioni per  il mancato rispetto dei requisiti minimi di igiene previsti dalla normativa vigente.

A seguito delle irregolarità, inoltre,  è stato richiesto l’intervento della ASL di Frosinone che ha emesso un provvedimento di chiusura dell’esercizio Pubblico e, contestualmente,  ha impartito il termine prescrittivo di adeguamento per le mancanze igienico-sanitario, nonché  ha eseguito il campionamento delle acque potabili custodite interno cisterne sanitariamente non idonee.

I carabinieri di Anagni invece hanno denunciato un 52enne  del luogo per furto aggravato. Dalle indagini i militari hanno accertato che l’uomo avendo manomesso il contatore Enel di propria pertinenza, aveva prelevato indebitamente energia elettrica per un valore di circa 9mila euro.

17 febbraio 2018 0

Bellona (CE) , Carabinieri Forestali sequestrano area in costruzione per violazione dei vincoli paesaggistici

Di redazionecassino1

Militari appartenenti alla Stazione Carabinieri Forestale di Caserta hanno proceduto, in comune di Bellona (CE), alla località “Triflisco”, sulla base del versante collinare denominato “Palombara” in adiacenza alla Strada Provinciale nr. 333, al sequestro preventivo d’iniziativa a carico di: G.D. dell’età di anni 39, di un’area di sua proprietà sulla quale erano in corso di realizzazione, in area sottoposta a vincolo paesaggistico-ambientale in assenza della prescritta autorizzazione paesistica:

–       un muro di contenimento in calcestruzzo cementizio armato della lunghezza di circa 85 mt. circa, dell’altezza del paramento in elevazione di circa 3,65 mt. ed uno spessore di circa 30 cm.;

–       interventi di sbancamento e riconfigurazione del terrapieno retrostante il muro di sostegno anche al fine di realizzare un accesso carraio lungo la S.P. nr. 333.

L’area interessata dagli interventi in argomento è risultata essere vincolata paesisticamente per l’inclusione nella fascia di rispetto dei 150 mt. dalla sponda dx del fiume Volturno.

La proprietà dell’area interessata dagli interventi è stata denunciata all’A.G. per deturpamento di bellezze paesaggistiche.

Le operazioni tecniche di sopralluogo sono state coadiuvate anche da un funzionario della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per le provincie di Caserta e Benevento.

La convalida del sequestro emessa dall’Autorità Giudiziaria è stata eseguita nella stessa giornata.

 

 

 

13 ottobre 2017 0

Arrestato dai carabinieri 26enne per violazione obbligo di soggiorno

Di redazionecassino1

Ripi – La scorsa serata, i Carabinieri della Stazione di Ripi hanno proceduto all’arresto di un 26enne del capoluogo ciociaro, già noto alle Forze dell’Ordine per reati contro la persona ed il patrimonio. L’uomo, sottoposto al regime della Sorveglianza Speciale con Obbligo di Soggiorno nel Comune di Frosinone, veniva sorpreso dagli operanti, nel corso di un normale controllo alla circolazione stradale, mentre transitava in una via di quel centro, in violazione degli obblighi connessi alla predetta misura di prevenzione. Nella mattinata odierna, con rito direttissimo, il Tribunale di Frosinone convalidava l’arresto rimettendolo in libertà e confermando la misura di prevenzione già in atto.

22 agosto 2017 0

Violazione delle ordinanze antiprostituzione a Frosinone, multato il primo cliente

Di admin

FROSINONE  – “A seguito dell’ordinanza emanata, nei giorni scorsi, dal sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, per contrastare il fenomeno della prostituzione sul territorio comunale, si sono intensificati i controlli e le operazioni delle forze dell’ordine e della Polizia locale guidata dal comandante Donato Mauro e dal capitano Giancarlo Tofani”. Lo si legge in una nota del comune di Frosinone. “I vigili urbani, nell’ambito degli interventi volti a garantire, quotidianamente, la sicurezza dei cittadini e l’osservanza al provvedimento, hanno elevato 5 contravvenzioni ad altrettante donne che esercitavano il meretricio in zona Asi: qui, in abbigliamento succinto, erano intente all’adescamento di potenziali clienti. Contestualmente, è stato multato, da parte della municipale, il primo cliente delle prostitute, controllato, al momento della contrattazione, sulla pubblica via, di sesso a pagamento e, dunque, in violazione dell’ordinanza del sindaco. Il quarantenne, residente nella zona sud della provincia di Frosinone, è stato dunque sanzionato in via dell’Industria, dopo che gli operanti hanno rilevato che lo stazionamento dell’autovettura era, inequivocabilmente, finalizzato a concordare le modalità per l’esercizio effettivo degli atti di prostituzione, da parte di alcune donne presenti sul margine della strada. Il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, ha emesso la relativa ordinanza, con il coordinamento della Prefettura, per porre freno ai comportamenti connessi alla prostituzione che, oltre a derivare da sfruttamento di vite umane, possono offendere la pubblica decenza per le modalità con cui si manifestano, turbando gravemente il libero utilizzo degli spazi pubblici o la fruizione a cui sono destinati, rappresentando, anche, un elemento di pericolosità. Il provvedimento sarà valido in via sperimentale fino al 30 settembre (con possibilità di reiterazione, in caso dia esiti giudicati positivamente) e prevede il divieto a chiunque di porre in essere comportamenti diretti, in modo non equivoco o anche allusivo, ad offrire prestazioni sessuali a pagamento, oppure mediante abbigliamento indecoroso o che mostri nudità. E’ vietato chiedere informazioni a soggetti che realizzino i comportamenti sopra descritti, così come si proibisce il concordare l’acquisizione di prestazioni sessuali a pagamento. Se l’interessato è a bordo di un veicolo, la violazione si concretizza anche con la semplice fermata. Le violazioni, in tal senso, comporteranno sanzioni da un minimo di 25 euro a un massimo di 500 euro. L’elenco delle strade interessate dall’ordinanza comprende via Le Noci, via Selva dei Muli, via Armando Fabi, via Cav. G.A. Cesari, via Mola Dei Frati, via Pietra Rotonda, via Mattei, via Morolense, via dell’Industria e la zona Asi, via Selvotta, via Fontana Ranna, via Ecetra, via degli Anziati, via Lestre del Cerro, via Antonello da Messina, via dei Gelsi”.

10 agosto 2017 0

Paliano: “Violazione delle prescrizioni della sorveglianza speciale con il divieto di soggiorno”. Arrestato un 41enne polacco

Di redazione

Nella serata di ieri, in Paliano, i Carabinieri della locale Stazione, nel corso di un servizio di controllo del territorio, traevano in arresto in flagranza di reato per “violazione delle prescrizioni della sorveglianza speciale con il divieto di soggiorno”, un 41enne polacco, già censito per lo stesso reato, per reati contro il patrimonio e contro la persona.

L’uomo, violando le prescrizioni che gli imponevano di non dimorare nel comune di Paliano, veniva sorpreso dai militari operanti in quel centro nei pressi dell’abitazione dell’ex convivente. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, veniva trattenuto in camera di sicurezza in attesa del rito direttissimo. Foto d’archivio

21 febbraio 2017 0

Ferentino- Donna 28enne finisce in manette per violazione di sigilli, sottrazione o danneggiamento di cose sottoposte a sequestro e invasione di edifici

Di redazione

A Ferentino i militari della Stazione di Anagni unitamente a quelli di Ferentino, nel corso di un servizio di controllo del territorio hanno tratto in arresto nella flagranza di reato una 28enne del luogo per “violazione di sigilli, sottrazione o danneggiamento di cose sottoposte a sequestro e invasione di terreni o edifici”.  In particolare i militari operanti sorprendevano la donna (di etnia rom,già censita per pregiudizi di polizia per costruzione abusiva e violazione di sigilli) all’interno dell’abitazione (di oltre 200 mq) che era stata già  posta sotto sequestro nel 2012 da parte della Polizia Locale, che in quella circostanza ebbe ad accertare la totale assenza di autorizzazione a costruire e per detti fatti fu anche indagata in concorso con il marito. 

La stessa, che già nel 2013 e nel 2016 era stata arrestata dai Carabinieri di Anagni per analogo reato, a seguito del sequestro  de quo era stata nominata anche custode dell’immobile e ciò nonostante, ha continuato a vivere con il proprio nucleo familiare all’interno di detta abitazione. Immagine d’archivio  

29 maggio 2010 0

Denunciato un marocchino per violazione diritto d’autore

Di admin

La Compagnia Carabinieri di Venafro nell’ambito dei servizi di prevenzione reati contro il patrimonio e controllo della circolazione stradale, ha intercettato una autovettura con a bordo un cittadino extracomunitario di origine marocchina. Dalla perquisizione del veicolo sono stati rinvenuti dvd duplicati abusivamente e quindi privi del marchio SIAE con contenuto anche di natura pornografica di genere proibito. Sono stati inoltre trovati anche supporti registrabili non in regola con le normative fiscali. L’extracomunitario è stato per questo deferito alla competente Autorità Giudiziaria per “ricettazione e violazione del diritto d’autore”