Storie dal BTM 2020. Ancient Puglia ed la tradizione dell’ospitalità per Isaia Romanello.

Storie dal BTM 2020. Ancient Puglia ed la tradizione dell’ospitalità per Isaia Romanello.

24 Febbraio 2020 Off Di Dante Sacco

Al BTM 2020 di Lecce si è discusso, oltre del turismo per tutti, anche su quale fosse il percorso da intraprendere per realizzare e proporre sul mercato offerte principalmente studiate per le persone spinte dalla ricerca di esperienze concrete nel territorio. I convegni hanno portato al confronto gli addetti ai lavori intensificando il grado di sensibilizzazione territoriale sia degli operatori turistici che del pubblico e di incoraggiare e favorire le attività per generare un turismo lontano dalla gentrificazione e che tuteli la composizione sociale dei paesi.
“ Ancient Puglia è la nostra idea di ospitalità – racconta Isaia Romanello -. In un’epoca in cui sembra ormai impossibile inventare qualcosa di nuovo, noi vogliamo solo riprogettare il nostro passato. Abbiamo ottimizzato le case del borgo storico di Leverano, riportandole a nuovo splendore e pronte ad accogliere non i turisti, ma gli amici del territorio. Ci piace l’idea che i nostri amici vivano una Puglia dal volto antico ma attuale ed autentica attraverso il soggiorno nelle case della quotidianità ”. Questa è la scommessa vinta da Isaia Romanello. Recuperata l’edilizia dismessa dal centro storico di Leverano, fatta rivivere la tradizione di una casa pugliese in una chiave reale e in prospettiva moderna con una visione futura. Una concezione non alterata del Salento, una idea lucida e concreta. In tal modo Ancient Puglia ha inserito nel circuito dell’accoglienza le case e non solo, perché l’impegno, la professionalità e l’intuizione imprenditoriale di Isaia coincidono con la sua vocazione. Ti concede i buoni consigli per una soggiorno personalizzato, prenotando visite in cantina, esplorazioni in barca e altre esperienze nel territorio e per il territorio. Ma soprattutto di offre un Salento lento per ispirazione. Attraverso la calma del tempo della spesa, ti porta tra i vicoli e le strette del borgo, in campagna, “perché – come ci tiene a precisare Isaia – sono le persone che fanno un posto” il resto è cartolina.

Condividi
  • 1
    Share