Categoria: Comuni Provincia di Frosinone

30 Aprile 2010 0

Fosinone: Iannarilli e Cusani uniti contro Roma per ottenere il federalismo.

Di Natalia Costa
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La Ciociaria esclusa dall’esecutivo regionale, ovvero senza assessori a rappresentare la provincia di Frosinone. Gli amministratori di centro destra reagiscono e puntano più che mai al federalismo optando per una Regione Lazio senza Roma. Lo slogan coniato a Frosinone dal movimento politico Mcl trova spunti di dibattito. Giuseppe Paliotta assessore al riordino istituzionale, rapporti con la Regione e le Province, scrive in una nota che Roma ha sempre dominato a discapito delle province rimaste al margine e nel degrado. IL federalismo appare necessario e per raggiungere l’obiettivo occorre lavorare in sinergia con la provincia di Latina. Sono invitate anche le province di Rieti e Viterbo. Per questa ragione è in programma il 17 Maggio una seduta comune dei consigli provinciali di Latina e Frosinone, che insieme, presso l’Abbazia di Fossanova, approveranno un protocollo di intesa. Da qui il primo passo per la discussione su una nuova Regione Lazio senza Roma. E’ la prima volta che le due province si alleano su di un punto comune. A margine del dibattito sarà nominato un comitato tecnico-scientifico in sintonia con l’Università di Cassino e si nominerà una commissione che approfondirà dal punto di vista economico le ricadute sul territorio del nuovo assetto istituzionale. Se la provincia di Frosinone può o meno sostenere il federalismo. Sono stati indetti una serie di incontri-dibattito per affrontare il tema, al quale sono invitati i dirigenti di partito, gli amministratori provinciali e comunali, ed i cittadini : il 5 maggio alle ore 18 a Roccamassima, nella sede del comune. il 13 maggio alle ore 18 a Gaeta nella sala consiliare. il 22 maggio alle ore 9 a Bassiano, nell’Auditorium comunale. il 5 giugno alle ore 18 a Ceccano, nella biblioteca comunale. Parteciperanno, oltre ai sindaci ed agli amministratori provinciali, anche i Presidenti delle due Province Armando Cusani e On. Antonello Iannarilli.

Tamara Graziani

30 Aprile 2010 0

Due auto in fiamme davanti alla Prefettura

Di Comunicato Stampa

Auto in fiamme, questa notte, davanti alla Prefettura di Frosinone. Due macchine parcheggiate davanti al palazzo del Governo, poco dopo le 23, sono state avvolte dalle fiamme e seriamente danneggiate. L’intervento dei vigili del fuoco ha impedito che il rogo si propagasse ad altri veicoli ma resta il mistero su come il fuoco si sia sviluppato. Del caso se ne sta occupando la polizia. ermadei@libero.it

29 Aprile 2010 0

Forzano il posto di controllo, giovani sospettati di essere corrieri della droga

Di Comunicato Stampa

Hanno forzato il posto di controllo dei carabinieri a San Vittore del Lazio (Fr) e hanno tentato la fuga lungo via Casilina. Si tratta di due giovani che viaggiavano in direzione Cassino in sella ad uno scooter. I militari della compagnia di Cassino li hanno subito inseguiti e fermati. Il sospetto, fin da subito, è stato che i due non si fossero fermati all’alt per guadagnare terreno e disfarsi di qualcosa, probabilmente droga comprata nel Napoletano. Per questo, sul posto è stato richiesto l’intervento dei vigili del fuoco di Cassino che, con l’ausilio di un impianto di illuminazione, hanno permesso le ricerche che si sono protratte per circa un’ora. Al momento non si hanno notizie sull’esito delle ricerche. ermadei@libero.it

29 Aprile 2010 0

Dà alle fiamme l’auto del padre, poi si fa ricoverare nel centro di igiene mentale

Di Comunicato Stampa

Ha prima dato fuoco alla macchina del padre, poi, ha chiamato i soccorsi. E’ accaduto nella notte tra martedì e mercoledì a Cervaro (Fr) dove un 30enne, che già in precedenza aveva dato segni di squilibri mentali, in piena notte nei pressi della centralissima piazza San Paolo, ha dato alle fiamme l’autovettura del genitore. Dopo il gesto è stato lui stesso a chiamare i vigili del fuoco e un’ambulanza del 118 i cui operatori hanno provveduto a ricoverare il giovane presso il centro di igiene mentale di Pontecorvo. ermadei@libero.it

29 Aprile 2010 1

Opere pubbliche, il consiglio approva piano da quattro milioni

Di Comunicato Stampa

Nel corso dell’ultima seduta consiliare del comune di Paliano (Fr) è stato approvato il piano annuale e triennale delle opere pubbliche. E’ stato l’assessore ai Lavori Pubblici, il Vice Sindaco Tommaso Cenciarelli, a relazionare all’assise il contenuto del programma che verte sulla realizzazione nel 2010 dei seguenti interventi per una stima di spesa complessiva che ammonta a 4.057.609,25 euro: – Lavori di completamento interventi ex DOCUP 94/96 strada Fontana Barabba (186.368,06 euro per l’80% finanziati dalla Regione Lazio e per il 20% con mutuo del Comune); – Riqualificazione centro storico – fondo per il cofinanziamento di interventi regionali nei settori commercio e turismo (180.000,00 euro – finanziamento regionale); – Sistemazione campo sportivo comunale (862.120,00 euro – richiesta di finanziamento regionale); – Recupero a pista ciclo-pedonale della tratta ferroviaria dimessa Paliano-Cave (200.000,00 euro – finanziamento regionale ) – Lavori di manutenzione straordinaria sede comunale (184.104,00 euro – richiesta di contributo) – Eliminazione barriere architettoniche Biblioteca Comunale (120.000,00 euro – richiesta di contributo); – Realizzazione rete fognante località Costa Croce-Limiti Carnevale (450.000,00 euro – richiesta di contributo); – Ristrutturazione Sala Teatro Esperia (100.000,00 euro – emendamento bilancio regionale 2009); – Completamento Scuola Materna Piano dei Colli (200.000,00 euro – mutuo del Comune); – Lavori di sistemazione Via La Cona (137.000,00 euro – mutuo del Comune); – Percorso didattico naturalistico (200.000,00 euro – richiesta fondi PIT); – Miglioramento strade rurali (140.000,00 euro – richiesta fondi PIT); – Recupero Parco Fontana del Diavolo (250.000,00 euro – richiesta fondi PIT); – Recupero sorgenti naturali (185.000,00 euro – richiesta fondi PIT); – Lavori Scuola Elementare, nella palazzina dell’ex Direzione, finalizzati al recupero di aule del complesso scolastico principale (113.016,19 euro – mutuo del Comune) – Costruzione loculi cimiteriali (500.000,00 euro – autofinanziamento) Intanto, sono state appaltate tre gare: la prima, quella relativa ai lavori di riqualificazione delle aree verdi è stata appaltata in data 16 aprile alla ditta Parente Attilio & Riccardo srl. di Veroli (FR). La messa in sicurezza della strada ‘Fontana Barabba’, invece, verrà eseguita dall’Impresa Petrucci Mariano di Guidonia che ha offerto 640.731,35 euro. Infine in data 23 aprile è stata aggiudicata alla ditta Ferrinox srl la gara d’appalto a procedura ristretta per la fornitura ‘di elementi di arredo urbano per il Centro Commerciale Naturale’.

29 Aprile 2010 0

Educa il figlio disabile minacciandolo con una pistola

Di Comunicato Stampa

Prima picchiava il figlio invalido, poi lo minacciava con una pistola. Un sistema certamente non educativo adottato da un padre, P.A. 55 anni di San Donato Valcomino (Fr), arrestato dai carabiniri di Sora comandati dal capitano Luca Cesaro con l’accusa di alterazione e detenzione di arma clandestina. A denunciarlo è stato proprio il figlio che ha raccontato ai carabinieri come il genitore, dopo averlo più volte picchiato, lo minacciava con una pistola. hanno perquisito l’abitazione dell’uomo e anche i depositi dell’attività lavorativa rinvenendo una pistola modello P38-ME Magnum calibro 380, privo di tappo rosso, con canna libera e totalmente modificata. L’arma è stata sottoposta a sequestro, mentre il 55 enne è stato arrestato e associato al carcere di Cassino. ermadei@libero.it

28 Aprile 2010 0

La misteriosa sorte della lotteria abbinata alla “Notte Rosa”

Di Comunicato Stampa

Una lotteria la cui estrazione sembra ormai divenuta un miraggio. Sono migliaia i tagliandi venduti prima della notte bianca… o rosa organizzata a Cassino (Fr) in occasione del 7 dicembre dello scorso anno. Per vincere la Fiat 500 in palio i commercianti a cui l’organizzatore ha affidato la vendita dei biglietti hanno staccato non meno di tremila tagliandi. Ebbene, in quell’occasione la Notte Rosa non si sarebbe svolta perchè si temeva per la diffusione dell’influenza A. La data successiva era stata fissata per il 24 aprile. La macchina organizzativa, quindi, si è messa in moto, ha raccolto tutti gli sponsor su un giornalino e la città si sarebbe dovuta illuminare a festa per l’intera notte tra il 24 e 25. Inoltre, chi aveva comprato il biglietto della lotteria, poteva finalmente sperare di sapere se quello acquistato era il tagliando giusto per salire su una nuova Fiat 500. Macché, la festa è rimasta solo sulla carta del giornalino stampato dall’organizzazione. Infatti, per motivi non molto chiari, la festa notturna è stata annullata all’ultimo momento e subito sarebbe stato annunciato che la notte rosa, e relativa lotteria, era stata rinviata al cinque giugno. In questi giorni l’amministrazione comunale ha reso noto questo messaggio: “L’Amministrazione Comunale, a proposito della recente “Notte Rosa”, ringrazia i commercianti che, autonomamente, hanno aderito contribuendo ad una buona riuscita della manifestazione e precisa che non è stata concordata nessuna nuova data e che pertanto notizie su una nuova manifestazione da tenersi il 5 giugno prossimo sono da ritenersi totalmente infondate. L’Amministrazione, inoltre, ritiene opportuno che eventuali manifestazioni future di questo tipo saranno organizzate dal Comune direttamente in collaborazione con gli stessi commercianti”. Insomma, ci si chiede, visto che non si sa quando la notte diventerà finalmente rosa, quando tempo si dovrà attendere per l’estrazione della lotteria? Er. Amedei

28 Aprile 2010 0

Il Comune di Serrone aderisce al Comitato “Acqua bene comune”

Di Comunicato Stampa

Anche il comune di Serrone in prima linea a difesa del principio che l’acqua è un bene comune e deve essere mantenuto pubblico. Il Sindaco Maurizio Proietto annuncia che l’Amministrazione comunale, nella sua interezza, ha deciso di aderire al “Comitato nazionale Enti locali per l’acqua bene comune e la gestione pubblica del servizio idrico”. “Lo vogliamo fare al di fuori dei partiti e degli schieramenti – spiega il sindaco – come Lista civica che cura gli interessi dei propri cittadini. Ho preso contatti con il Comitato referendario per compiere tutti i passi ufficiali e istituzionali affinchè la nostra posizione sia chiara e netta. E’ un tema troppo importante e delicato per affrontarlo dietro steccati ideologici e di bandiera che limiterebbero la forza dell’azione di un popolo che vuole impedire che in Italia vengono seguiti modelli che altrove hanno già dimostrato il proprio fallimento”. Anche Serrone, quindi, si unisce alla grande mobilitazione che, fin dallo scorso weekend, ha visto lunghe file ai banchetti di tutte le città e dei paesi. Un folla consapevole e determinata, che in alcuni casi ha fatto anche diversi chilometri per trovare il banchetto più vicino a casa (l’elenco completo è su www.acquabenecomune.org). Oltre 12mila firme in un solo giorno in Puglia, 10mila a Roma, 4mila firme a Torino città, 3500 a Bologna, 2500 a Milano. Dati impressionanti dalle piccole città: 4200 firme a Savona e provincia, 2mila firma a Latina e Modena, oltre 1500 ad Arezzo e Reggio Emilia. Dati sorprendenti sui paesi 1300 firma ad Altamura, 850 a Lamezia Terme. Molti sindaci e amministratori hanno firmato in piazza. In Molise Monsignor Giancarlo Bregantini (Arcivescovo metropolita di Campobasso) ha firmato in rappresentanza dei 4 vescovi delle Diocesi della Provincia. “Sono d’accordo con i promotori – conclude Proietto – quando affermano che siamo di fronte ad un vero e proprio risveglio civile, un risveglio che parte da associazioni e da cittadini liberi, un risveglio che parte dall’acqua”.

28 Aprile 2010 0

Discarica di amianto scoperta e sequestrata dai carabinieri

Di Comunicato Stampa

Ben 100 lastre di amianto erano disseminate in 700 metri quadrati di terreno in località Bagnoli a Pescosolido (Fr). Si tratta di circa 10 quintali di cemento pressato in amianto sequestrato e segnalato all’Asl di Sora e all’Arpalazio di Frosinone, che provvedevano ad eseguire prelievi di campioni. S.E.V., 35enne, S.S., 31enne e S.M., 25enne, tutti del luogo, in qualità di proprietari del terreno e titolare della ditta ubicata proprio sul terreno, sono stati denunciati.

28 Aprile 2010 0

Nessun ciociaro in giunta, Mario Abbruzzese: “Giusto il malumore ma non concordo sui metodi”

Di Comunicato Stampa

La mancanza di un rappresentante della provincia di Frosinone nella neonata giunta regionale del Lazio disegnata dal governatore Renata Polverini crea malumori. “Penso che Frosinone come territorio possa essere rappresentato in giunta a prescindere dal colore politico, l’importante è che ci sia un assessore locale”. A parlare è Mario Abbruzzese che commenta così i malumori del PdL Ciociaro che ha manifestato davanti alla sede della giunta regionale per chiedere la nomina di un assessore rappresentativo del territorio. “Se dobbiamo invece difendere una parte del Pdl, questo non lo condivido. Così come non condivido la forma che si è voluto dare a questa protesta, che sarebbe stato meglio portare nelle sedi opportune, quelle del partito”. Pare inoltre che sia stata assicurata a Frosinone la seconda carica della Regione, ossia la presidenza del consiglio regionale, poi è stato indicato Franco Fiorito, esponente del Pdl ciociaro, come capogruppo”.